Newsletter

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone

(AGI) – Taranto, 3 lug. – Allo stato e’ tutto confermato: se non ci saranno novita’, lunedi’ prossimo nell’Ilva di Taranto via alla manovra di spegnimento dell’altoforno 2 dopo il sequestro senza facolta’ d’uso ordinato dalla Procura di Taranto a seguito dell’incidente sul lavoro mortale e convalidato lunedi’ scorso dal gip. Lo si apprende da fonti aziendali. Dopo la fermata dell’altoforno 2, partira’ a ruota quella dell’altoforno 4 avendo gia’ l’Ilva valutato, tecnicamente, che il siderurgico di Taranto non puo’ marciare con un solo altoforno – l’1 e il 5 sono gia’ fermi per lavori – per problemi ambientali ed economici. Un solo altoforno in produzione significa infatti, secondo l’Ilva, impatto ambientale a monte e problematica gestione economica a valle in quanto bisognerebbe ridurre il numero di colate dell’unica acciaieria attualmente in funzione, la 2, mentre la 1 e’ gia’ ferma da meta’ marzo conseguentemente allo stop dell’altoforno 5. La doppia fermata di Taranto, si apprende ancora da fonti aziendali, avrebbe anche ripercussioni sui siti della Liguria dell’Ilva mentre per il personale – crescerebbe infatti sensibilmente il numero delle unita’ inattive – si prospetterebbe il ricorso alla cassa integrazione straordinaria. Questo programma potrebbe subire modifiche sostanziali solo in due casi: se la Procura o il gip di Taranto dovessero rispondere a stretto giro alla richiesta dell’azienda di dilazionare di dieci giorni la fermata dell’altoforno 2, accogliendola, e se il Governo, nel Consiglio dei ministri di stasera, dovesse intervenire con un provvedimento, un decreto, sul sequestro che riguarda il siderurgico. Da fonti aziendali infine si apprende che gli avvocati dell’Ilva stanno lavorando, e potrebbero anche averla gia’ presentata alla Procura di Taranto, ad un’istanza di dissequestro, e non piu’ facolta’ d’uso dell’impianto, dell’altoforno 2. Le fonti aziendali definiscono “molto innovativa” quest’ultima istanza degli avvocati perche’ accompagnata da relazioni tecniche, tra cui quella degli specialisti dell’impresa Paul Wurth, e dalla ricostruzione della dinamica dell’incidente dell’8 giugno sul piano di colata dell’impianto, costato la vita al 35enne Alessandro Morricella, dipendente del siderurgico. L’Ilva, quindi, a meno di nuovi sviluppi sul fronte giudiziario e istituzionale, fermerebbe l’altoforno 2 come da cronoprogramma presentato alla Procura e al custode giudiziario dell’impianti, affidandosi poi alla nuova istanza. Istanza che riguarda solo il sequestro della Procura per l’incidente mortale. L’altoforno 2 resterebbe comunque sotto sequestro, ma con facolta’ d’uso, in base al vecchio provvedimento adottato per tutta l’area a caldo dal gip Patrizia Todisco tempo addietro per il reato di disastro ambientale contestato all’Ilva e ora oggetto di 52 richieste di rinvio a giudizio formulate al gup dalla stessa Procura. (AGI) .

(AGI) – Roma, 3 lug. – Nuova giornata di tensione per la Grecia, in attesa dell’esito del referendum di domenica prossima.

Ci sono stati scontri in centro ad Atene tra la polizia e gruppi di alcune decine di sostenitori del ‘No’ al referendum greco. Gli agenti hanno caricato i manifestanti e hanno lanciato granate stordenti. Molti dei dimostranti coinvolti negli scontri erano vestiti di nero e indossavano caschi.

E da Bruxelles, guanto di sfida lanciato ad Atene con il presidente della Commissione Ue Juncker che si dice convinto del fatto che con la vittoria dei ‘no’ al referendum, “la posizione della Grecia sara’ drammaticamente indebolita”.

Dal canto suo il Ministro delle finanze ellenico Varoufakis ha sottolineato che non e’ “troppo tardi” per un accordo tra la Grecia e i suoi creditori, anzi, un’intesa e’ “imminente” a prescindere dai risultati del referendum. Tsipras ha fatto sapere che domenica non sara’ un referendum sull’euro o meno e che comunque non si piegheranno a ultimatum. Non solo, ma ha chiesto il taglio del 30% del debito e un periodo di moratoria per il pagamento degli interessi pari a 20 anni. Schaeuble e’ pessimista: a suo giudizio, i colloqui anche dopo il referendum saranno “molto difficili”. Sia come sia, la Grecia e’ in serie difficolta’: alle banche elleniche e’ rimasta liquidita’ per 1 miliardo fino a lunedi’ (quando riapriranno).

Nel frattempo, PayPal ha sospeso i servizi di pagamento in Grecia a causa dei controlli sul capitale imposti a causa della grave crisi di liquidita’. Nella Ue, intanto, si fa sentire anche la voce delle cosiddette ‘colombe’: il referendum greco di domenica “avra’ delle conseguenze” ma “noi vogliamo tenere la Grecia nell’eurozona”, sostiene il primo ministro del Lussemburgo, Xavier Bettel. Ma c’e’ anche chi si scaglia duramente contro il premier greco il quale e’ un “imprevedibile manipolatore” con il quale non e’ piu’ possibile negoziare, afferma il presidente del Parlamento Europeo, Martin Schulz. Le borse europee stanno per chiudere negativamente la seduta, anche se chiudono la settimana senza segni di panico.

In Italia, si discute su un’eventuale ‘Grexit’: l’ex premier Silvio Berlusconi osserva che per l’Europa e’ “assurdo” pensare di rinunciare alla Grecia, un Paese “alla radice della nostra civilta’”. Dal punto di vista finanziario, il presidente della Consob fa sapere che “per il momento e’ chiaro che si risente di qualche andamento legato alle prospettive greche ma non sono tali da preoccupazioni serie. Ovviamente questo non significa che non siamo vigili”, dice Giuseppe Vegas. “Di sicuro non e’ una situazione tale per cui non si va in asta”, sottolinea il responsabile del Tesoro per il debito Maria Cannata. (AGI)

(AGI) – CdV, 3 lug. – Tutti i servizi nella Chiesa e’ conveniente che abbiano una scadenza”. Lo ha detto Papa Francesco nell’udienza al Rinnovamento nello Spirito Santo, “Non ci sono leader a vita. Questo avviene nei Paesi dove c’e’ la dittatura”. (AGI) .

(AGI) – Atene, 3 lug. – Ci sono stati scontri in centro ad Atene tra la polizia e gruppi di alcune decine di sostenitori del ‘No’ al referendum greco. Gli agenti hanno caricato i manifestanti e hanno lanciato granate stordenti. Molti dei dimostranti coinvolti negli scontri erano vestiti di nero e indossavano caschi. (AGI)

(AGI) – Madrid, 3 lug. – Bandiere arcobaleno issate sui municipi e tanti eventi, in Spagna, per festeggiare i dieci anni dalla legalizzazione dei matrimoni gay, introdotti nel 2005 dall’allora governo del socialista Luis Rodriguez Zapatero. Il Paese iberico fu il quarto nel mondo – dopo Olanda, Belgio e Canada – a legalizzare le unioni omosessuali; in un decennio, secondo l’Istituto Nazionale di Statistica spagnolo sono stati celebrate 31.610 matrimoni fra persone dello stesso sesso. Domani a Madrid sfilera’ l'”Orgullo Gay” e alla parata – una delle piu’ grandi al mondo – partecipera’ anche il nuovo sindaco appoggiato dagli ex indignados di Podemos, Manuela Carmena. Proprio le unioni omosessuali sono al centro di una polemica tra Oliviero Toscani e una fondazione spagnola, CitizenGO. Il fotografo ha accusato quest’ultima di aver utilizzato un suo scatto che mostra due coppie di uomini e di donne con al centro un neonato per fare propaganda contro il matrimonio gay. “Altri ignoranti che usano la mia foto illegalmente contro le unioni omosessuali. Ci vediamo in tribunale”, ha denunciato Toscani su Twitter. Lo scatto e’ lo stesso che, a suo tempo, uso’ Fratelli d’Italia in un manifesto contro le adozioni omosessuali. (AGI) .

(AGI) – Milano, 3 lug. – Gli agenti del commissariato Ticinese di Milano hanno arrestato tre giovani, di cui uno minorenne, tutti di nazionalita’ ecuadoriana, che l’11 febbraio scorso misero a segno a pochi minuti di distanza due rapine. Nel primo caso i tre avvicinarono un ragazzo in via Renzo e Lucia, zona Navigli, lo picchiarono e gli strapparono il cellulare. La seconda vittima e’ una studentessa universitaria alla quale furono strappate borsetta e portafogli. Uno dei tre arrestati, un ventenne, e’ un affiliato della gang latino-americana “Trebol”. Ulteriori particolari saranno forniti nel corso della conferenza stampa che si terra’ alle 11 presso la Sala Stampa della Questura di Milano. I tre arrestati sono Gilson Yair Mina Quinonez, 19 anni, Jean Pierre Sotamba Acosta, 19 anni, e un 17enne le cui iniziali sono G.V.M.. Lo scorso 11 febbraio il terzetto ha messo a segno quattro rapine nel giro di 40 minuti, adoperando sempre lo stesso metodo: i tre ragazzi accerchiavano la vittima, le puntavano un coltello alla gola, la colpivano con un pugno al naso, e le strappavano via tutto quello che aveva. Cosi’, tra le 19.50 e le 20.20 di quel giorno di febbraio ben quattro persone sono state ferite e rapinate. La questione piu’ inquietante, pero’, resta il movente: i tre erano stati espulsi dalla gang ‘Trebol’ (‘Trifoglio’), una delle piu’ violente della galassia delle bande di strada di ‘latinos’, e volevano essere riammessi commettendo reati a caso. Gilson, in particolare, arrestato subito dopo l’ultima rapina, mentre i suoi complici sono stati bloccati nei giorni scorsi, viene descritto come un soggetto violento e sbandato, che durante la sua permanenza al carcere minorile Cesare Beccaria si era guadagnato un’accusa di tentato omicidio dopo aver ferito a colpi di lametta l’appartenente a una gang rivale. (AGI) .

(AGI) – Londra, 3 lug. – Maria Sharapova ha superato oggi il terzo turno del singolare femminile del prestigioso torneo di Wimbledon, terzo Slam della stagione. Sul verde di Londra, la tennista russa, numero 4 del mondo e del tabellone britannico, ha sconfitto la rumena Irina-Camelia Begu, numero 31 della classifica internazionale e 29 del seeding, col punteggio di 6-4 6-3.Altri risultati terzo turno singolare femminile: Lucie Safarova (Cze, 6) b. Sloane Stephens (Usa) 3-6 6-3 6-1; Coco Vandeweghe (Usa) b. Samantha Stosur (Aus, 22) 6-2 6-0; Belinda Bencic (Sui, 30) b. Bethanie Mattek-Sands (Usa) 7-5 7-5. (AGI) .

(AGI) – Londra, 3 lug. – Il favorito numero uno del torneo, Novak Djokovic, ha superato oggi brillantemente il terzo turno del singolare maschile del prestigioso torneo di Wimbledon, terza prova stagionale dello Slam, in corso sui campi in erba di Londra. Il serbo, primo tennista del ranking mondiale e vincitore del titolo sul verde britannico lo scorso anno, ha battuto in tre set, con un triplice 6-3, l’australiano Bernard Tomic, numero 26 della classifica Atp e 27 del seeding, in poco piu’ di un’ora e mezza di gioco. Altro risultato terzo turno singolare maschile: Kevin Anderson (Rsa, 14) b. Leonardo Mayer (Arg) 6-4 7-6 (6) 6-3. (AGI) .

(AGI) – Roma, 2 lug. – Eni comunica che il Prof. Luigi Zingales ha rassegnato le proprie dimissioni dal Consiglio d’Amministrazione di Eni. E’ quanto si legge in una nota. Il Consiglio ringrazia il Prof. Zingales per il fattivo contributo dato in questi mesi. Il Consiglio di Amministrazione procedera’ alla sostituzione del Consigliere dimissionario ai sensi di legge. (AGI) .

(AGI) – Gerusalemme, 3 lug. – Due razzi lanciati dalla penisola del Sinai sono esplosi in territorio israeliano senza causare vittime, ne’ danni. Lo ha riferito un portavoce dell’esercito israeliano. I razzi sono esplosi in un campo disabitato nella regione di Eshkol, al confine con l’Egitto e con la Striscia di Gaza, e sono stati rivendicati dalla Brigata Omar Hadid, gruppo jihadista. Nella penisola del Sinai si registrano frequenti scontri tra le forze di sicurezza egiziane e gruppi armati vicini all’Isis. Il governo egiziano ha imposto il coprifuoco nel governatorato del Sinai del Nord. (AGI) .

Flag Counter