Newsletter
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone

Proprio come due anni fa con l’Inghilterra, s’infrange in semifinale il sogno dell’Italia Under 20 ai Mondiali di categoria. La squadra allenata da Nicolato è stata battuta per 1-0 dall’Ucraina, il gol decisivo è stato messo a segno da Buletsa, lesto a raccogliere un cross basso effettuato da Konopliia. Non ha potuto fare nulla il portiere para-rigori del Milan, Plizzari, davanti a un tiro preciso e angolato. L’Italia, dopo un primo tempo privo di grandi emozioni, era partita bene nel secondo tempo ed è stata colpita nel suo momento migliore. 

Gli azzurri avevano trovato il gol del pareggio all’ultimo respiro, con una mezza girata di grande fattura e bellezza da parte di Gianluca Scamacca. Il gol però è stato annullato dal Var per un fallo commesso dallo stesso attaccante di proprietà del Sassuolo. Resta ora da giocare la finali per il terzo posto contro la perdente dell’altra semifinale, tra Ecuador e Corea del Sud, che si giocherà in serata.

This was the Scamacca goal for Italy, which was ruled out after the referee checked the replay. Really good finish. pic.twitter.com/iq2Kwbcn86

— James Nalton (@JDNalton)
11 giugno 2019

 

Il primo tempo che va in scena allo stadio GOSiR di Gdynia è tutt’altro che emozionante, soprattutto per quanto riguarda i colori azzurri. Le due compagini si preoccupano più di non sbagliare piuttosto che cercare l’affondo, cosi’ ne viene fuori uno 0-0 privo di reali occasioni da gol.

Nella ripresa l’Italia prova a prendere in mano il pallino del gioco e al 52′ gli azzurrini costruiscono la prima vera palla gol del match: Pinamonti viene lanciato in verticale da Alberico, entrato alla grande al posto di un acciaccato Frattesi, ma dopo aver resistito alla carica di un difensore, il capitano azzurro calcia troppo centrale a tu per tu con Lunin, sciupando una clamorosa occasione.

L’Ucraina sembra calare rispetto ad un discreto primo tempo, ma alla primissima sortita offensiva della seconda frazione, la squadra di Petrakov la sblocca: Konoplia crossa basso da destra trovando Buletsa lasciato colpevolmente solo in area, il suo destro mortifero è imprendibile. L’Italia tenta subito la reazione senza fortuna ma al 72′ rischia il tracollo, quando Supriaga sfugge alla retroguardia azzurra e tutto solo davanti a Plizzari spedisce incredibilmente a lato.

All’80’ gli ucraini rimangono in dieci per il doppio giallo a Popov ma con la traversa colpita da Kashchuk vanno ad un passo dal raddoppio. Al 90′ Capone fallisce l’1-1, un minuto più tardi Scamacca trova la magia dell’1-1, ma la sua sbracciata ai danni di un difensore è punita dal Var. La gioia azzuirra si spegne sul più bello. Ancora una volta. 

Flag Counter