Newsletter
Video News
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone

Per Natale gli italiani acquisteranno 382 milioni di regali, per una spesa complessiva di 8,2 miliardi di euro. Sono i dati resi noti da eBay e contenuti in una ricerca, condotta dal gigante dell’e-commerce in partnership con TNS, sui consumi degli italiani in vista delle prossime feste.

Secondo lo studio, in media la spesa individuale sarà di 211 euro. E siccome il Natale, si sa, è la festa dei bimbi, la cifra più elevata sarà destinata ai regali per i figli (138 euro). Segue il partner, con 95 euro, e poi nipoti e genitori, per i quali verranno spese rispettivamente 69 e 60 euro. Solo il 14% degli italiani spenderà oltre 400 euro per un singolo regalo. Ma c’è una regola che vale per tutti: evitate calzini, suppellettili e lingerie, se non volete farveli tirare addosso.

Chi sono i Babbi Natale

A livello individuale si faranno in media 9 regali e saranno le donne a farne di più rispetto agli uomini (10,5 contro i 7,9 in media). Per quanto riguarda l’età, i giovani della fascia 16-24 sono quelli che stimano di spendere meno (in media 122 euro circa), mentre a destinare un budget maggiore ai regali saranno gli adulti nella fascia 55-64 (più di 252 euro in media).

I destinatari

Al primo posto nella Christmas list degli Italiani, infatti, svettano il partner (per il 37% degli intervistati) e i figli (33%). Nello specifico, la persona amata è la priorità per gli uomini (46%) mentre le donne pensano prima ai figli (40%). Per quanto riguarda l’età, se per i più giovani al primo posto vi è il partner, col passare del tempo i figli diventano i destinatari prioritari.

I regali più desiderati

  1. Viaggi (23%)
  2. Abbigliamento, scarpe o accessori (9%)
  3. Libri (8%)

E i più odiati 

  1. Calzini (9%)
  2. Suppellettili per la casa (statue, vasi, candele…) (l’8%)
  3. Sex toys e lingerie

Si compra da pc e smartphone

Quest’anno il 62% degli intervistati userà un device tecnologico per i suoi acquisti natalizi, un +4% rispetto all’anno 2016.In particolare, il 32% userà un computer portatile, il 26% lo smartphone, il 25% un pc fisso, il 17% un tablet.

 

 

Flag Counter
Video Games