Newsletter
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone

È morta a 24 ore dal ricovero d’urgenza agli Spedali Civili di Brescia: il cuore di Marzia Colosio 48enne originaria di Tavernola ma residente a Predore non ha retto alla forma aggressiva di meningite. La donna è morta per sepsi da meningococco ma è ancora da verificare se sia il ceppo C dei tre precedenti casi verificatesi a Villongo sul lago d’Iseo. E’ il quarto caso in un mese.

Ats e comuni del lago d’Iseo si sono attivati per avviare la profilassi per i parenti e per coloro che hanno avuto un contatto con la donna negli ultimi giorni. Il sindaco di Predore, Paolo Bertazzoli, è intervenuto chiedendo collaborazione alla popolazione: “Ho appreso in data odierna di un presunto caso di meningite che avrebbe colpito la nostra concittadina Marzia Colosio, resistente in Via Carrobbio. Invito tutta la popolazione a stringersi intorno ai suoi cari per far percepire alla famiglia la vicinanza della nostra Comunità. In ogni caso, si invitano tutti i congiunti e quanti ritengano di aver avuto contatti non sporadici con la persona colpita negli ultimi giorni, a prendere contatto con Ats Trescore al n. 035/385456, con il proprio medico di base o con la Guardia Medica al fine di concordare l’avvio immediato della profilassi antibiotica. Non appena concorderemo con Ats nuove iniziative di prevenzione, queste saranno subito comunicate alla popolazione”. 

Flag Counter