Newsletter
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone

(AGI) – Washington, 8 mag. – I bambini nati prematuri alla
22esima settimana di gravidanza hanno maggiori probabilita’ di
sopravvivenza rispetto a quanto i medici immaginano. Uno studio
della University of Iowa ha suggerito che un quarto di coloro
che sono nati alla 22esima settimana e’ sopravvissuto se riceve
trattamenti attivi come la ventilazione. I risultati,
pubblicati sul New England Journal of Medicine, gettano benzina
sulla gia’ accesa discussione riguardo al limite sotto cui non
rianimare i bambini, che di solito viene considerato alla
23esima o 24esima settimana. Sulla base dell’analisi dei dati
raccolti in 24 ospedali diversi tra il 2006 e il 2011, che
hanno coinvolto un totale di 5mila bambini nati tra la 22esima
e la 27esima settimana di gravidanza, i ricercatori hanno
scoperto che il 5 per cento dei prematuri nati alla 22esima
settimana e’ sopravvissuto. In 78 casi in cui i bambini nati
alla 22esima settimana hanno ricevuto i trattamento attivi –
intubazione, ventilazione e sostanze per supportare i polmoni –
18 sono riusciti a sopravvivere. Di questi, 11 hanno riportato
disabilita’, come cecita’, sordita’ e paralisi cerebrale.
Secondo i ricercatori, questo studio suggerirebbe di rivedere
le attuali linee guida. “Questo e’ quello che pensiamo – ha
detto Edward Bell, autore principale della ricerca – ma siamo
in un’area piuttosto controversa. Credo che potremmo dire che
questi bambini meritano una chance”. (AGI)
.

Flag Counter