Newsletter
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone

(AGI) – Genova, 14 mag. – Valori al di fuori del target
terapeutico, effetti collaterali indesiderati, comparsa di
nuovi sintomi. Quasi meta’ dei malati di diabete, circa 3
milioni in Italia, ha dei valori o delle condizioni mediche per
cui dovrebbe cambiare terapia, ma il medico aspetta in media
due anni prima di intervenire. Della “inerzia” clinica hanno
parlato gli esperti ad un simposio organizzato nell’ambito del
20esimo Congresso Nazionale dell’Associazione Medici
Diabetologi (AMD), da cui e’ emerso che con nuovi farmaci che
riducono la complessita’ del trattamento per il paziente e
aumentano la semplicita’ di gestione per il medico, si potrebbe
ridurre il fenomeno.”Puo’ succedere ad esempio che l’emoglobina
glicata vada su valori fuori controllo, ma il medico preferisca
attendere”, ha spiegato Antonio Ceriello, presidente dell’AMD.
“In altri casi il paziente – ha continuato – e’ sotto
controllo, ma ci sarebbero indicazioni comunque per un regime
terapeutico piu’ appropriato. Possono passare anche due anni
prima che si cambi trattamento, con effetti pesanti sul decorso
della malattia, quali aumento del rischio di complicanze
croniche od anche acute, in particolare quelle legate alla
ipoglicemia”. Secondo dati internazionali, confermati anche
dall’esperienza italiana, il fenomeno puo’ riguardare quasi
meta’ dei pazienti, che hanno ormai superato quota tre milioni
nel nostro paese. “Noi medici abbiamo ovviamente una grande
responsabilita’ nel fenomeno – ha detto Ceriello – ma anche la
diminuita frequenza delle visite e il tempo sempre minore a
disposizione non sono da sottovalutare tra le cause”. Un aiuto
ai medici potrebbe venire da una classe di farmaci, i GLP1-RA a
somministrazione settimanale, che riduce le iniezioni da una o
piu’ iniezioni al giorno a una sola a settimana, potenzialmente
aumentando cosi’ l’aderenza alle terapie, che secondo diversi
studi non vengono seguite correttamente da almeno un quarto dei
pazienti

Flag Counter