Newsletter
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone

Entra nel vivo la campagna di sensibilizzazione al voto per le Europee del prossimo 26 maggio. Tra le tante iniziative portate avanti dal fronte italiano del Parlamento europeo anche una canzone per spiegare in termini semplici, molto pop, cos’è questa Unione europea e perché è importante andare a votare.

La sfida è stata proposta a un artista italiano che si è già distinto per le sue canzoni “didattiche”: Lorenzo Baglioni. “Le leggi di Keplero”, “Il piano inclinato”, “Le ossidoriduzioni” e la più famosa “Il congiuntivo” (più di 7 milioni di visualizzazioni su YouTube), sono questi i temi spiegati in maniera simpatica da Baglioni nel suo album d’esordio “Bella, prof!”.

Oggi il “professor” Baglioni è chiamato ad un nuovo incarico: spiegare la UE. “Purtroppo – ci dice al telefono – siamo abituati a vedere l’Unione Europea come una cosa molto fredda, un’organizzazione che mette le virgole, i numerini e fa delle cose molto tecniche. Invece fa un sacco di cose che hanno un cuore, un’anima, e quindi volevamo provare a rendere giustizia all’immagine che si ha dell’Unione Europea. Ci siamo un po’ incanalati con mio fratello che è co-autore di tutte le mie cose, nel format delle canzoni ‘didattiche’. Ogni canzone che facciamo c’ha un genere musicale diverso, potrebbe essere il reggeaton, la musica trap…e quando ci siamo chiesti che musica utilizziamo per la canzone sull’Unione Europea, mentre che eravamo lì che ci pensavamo, giocando un po’ con le parole…Unione Europea, U E, UE…quando c’è venuto questo ‘UE’, abbiamo detto ‘fermi tutti! Qui c’è soltanto un genere che possiamo fare: una canzone neomelodica”.

È così dunque che il Parlamento europeo ha deciso di rintracciare il pubblico più giovane per spiegargli cosa succede in quelle stanze di Bruxelles. Nel video, Lorenzo Baglioni, con l’ironia che lo contraddistingue, interpreta un cantante neomelodico che canta il suo amore per l’Unione europea come una serenata che non lascia da parte tutti i cliché del genere: dalla corsa sulla spiaggia incontro ad una rossa femme fatal, al canto disperato sotto la pioggia. “E’ un mondo meraviglioso – prosegue Baglioni – siamo andati a studiare dalla tradizione fino a quello che è adesso. Abbiamo quindi giocato con quel mondo per mettere quella passione che c’è lì nel raccontare l’Unione Europea”.

Il progetto rientra nella campagna “Stavolta Voto”.

Flag Counter