Newsletter
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone

(AGI) – Roma, 23 giu. – “Blitz della presidente della Camera, Laura Boldrini, che vuole imporre la nomina di tre nuovi vicesegretari della Camera e un numero indefinito di Capi Servizio, con una riunione convocata con 48 ore di anticipo in cui ci sara’ un mero atto di ratifica, senza che vengano valutati i profili professionali e le proposte di riorganizzazione della ‘macchina’ di Montecitorio”. Cosi’ il gruppo M5S e il vicepresidente della Camera, Luigi Di Maio, in merito alla convocazione dell’ufficio di presidenza per domani sera alle 20,15. “Il M5S aveva chiesto l’adozione di una procedura trasparente, comparativa e competitiva per la copertura delle posizioni funzionali – spiegano i grillini – ma la presidente Boldrini, ancora una volta, intende premiare le posizioni di vantaggio interne maturate dai prescelti, sulla base di mere logiche di lottizzazione. Nell’ultima settimana abbiamo inviato ben tre lettere all’Ufficio di Presidenza – continuano i deputati M5S – per evitare l’ennesimo valzer di poltrone a Montecitorio che contribuisce a screditare l’istituzione e le stesse persone investite dalle nomine”. “Ribadiamo la necessita’ di fissare anzitutto un limite temporale per tutte le cariche, di chiarire i ruoli con particolare riferimento alle deleghe e, soprattutto, di premiare il merito anziche’ l’affiliazione politica. La presidente Boldrini vuole trasformare la Camera dei Deputati in un poltronificio con la complicita’ del Pd, che ricicla le peggiori pratiche della prima Repubblica e porta avanti la spartizione del potere. Il M5S – concludono – vuole invece garantire imparzialita’, professionalita’ e terzieta’ per restituire le istituzioni ai cittadini”. (AGI)

Flag Counter