Newsletter
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone

(AGI) – Roma, 21 giu. – Ignazio Marino parla. Lo fa alla festa dell’Unita’ di Roma in un intervento in cui risponde indirettamente alle accuse di tutti, in primis di Renzi e dei suoi fedelissimi (leggi ministra Boschi). “In 2 anni a Roma abbiamo fatto cambiamenti epocali nonostante una situazione economico-finanziaria drammatica”, dice il sindaco della Capitale. Il primo cittadino ha poi attaccato la giunta del suo predecessore, Gianni Alemanno, accusandola di una pessima gestione sia dal punto di vista del bilancio che da quello dei servizi erogati. E contro la destra usa parole durissime: “Tornino nelle fogne da dove sono venuti anziche’ dare lezioni di democrazia e rigore!”, dice Ignazio Marino che parla di “una destra che non ha vergogna”.

Ex sindaco Gianni Alemanno: Marino e’ ormai al delirio, utilizza inaudita violenza verbale. Io lo querelo

Dal palco della Festa dell’Unita’, il primo cittadino romano attacca: “Se dopo il 2023 dovessi scrivere un libro su quello che ho visto inizierei con la frase del film che dice: ‘ho visto cose che voi umani non avete mai visto’. Ed e’ quello che ho visto dopo l’arrivo di una destra che non ha vergogna. Tornino nelle fogne da dove sono venuti anziche’ dare lezioni di democrazia e rigore”. Il sindaco chiude poi a qualunque ipotesi di dimissioni. “Ho un dovere morale. Non posso fare un passo indietro nemmeno di un millimetro. Io non sono stato stato eletto dai capibastone ma da voi cittadini!”, dice rivolgendosi ai militanti del Pd venuti a sentirlo alla festa dell’Unita’. “Andiamo avanti fino al 2023 e faremo in quel momento il nostro bilancio”. Per il sindaco c’e’ anche l’opportunita’ di annunciare che “la metro C fino a Lodi sara’ inaugurata il 29 giugno. Nel 2014 – spiega il primo cittadino – sono partiti dei lavori e abbiamo inaugurato 15 fermate. Dal 29 giugno ne saranno inaugurate altre 6 fino a Lodi, mentre nel 2016 sara’ aperta la stazione di San Giovanni”.

Flag Counter