Newsletter
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone

(AGI) – Roma, 15 giu. – Sugli questione degli immigrati fermi a Ventimiglia sale la tensione tra Italia e Francia. “Noi continueremo a fare del nostro meglio, ma contemporaneamente e’ doveroso, naturale che l’Europa faccia la sua parte” ha dichiarato il presidente del Consiglio, Matteo Renzi, commentando l’altola’ del ministro dell’Interno francese, Bernard Cazaneuve. “Se cosi’ non sara’, faremo da soli. Questo e’ il nostro piano B. Siamo un grande paese e questa non sarebbe una sconfitta dell’Italia, ma dell’Europa”. Renzi ha stigmatizzato “l’atteggiamento muscolare” che alcuni ministri di Paesi esteri stanno avendo. “Se si vuole che l’Europa continui ad essere una comunita’ di persone come noi l’abbiamo sognata e costruita – ha affermato il presidente del Consiglio – occorre farsi carico di risolvere il problema drammatico di chi dall’Eritrea, attraverso gli scafisti in Libia, cerca rifugio in Europa”. Poi Renzi ha aggiunto: “Facile affidare i fenomeni migratori a un tweet o a un post su facebook. Facile farci campagna elettorale”. “Sono questioni che hanno radici profonde, sono disciplinate da accordi come Dublino 2, voluti da governi precedenti i cui componenti oggi dicono cose diverse da quelle che dicevano allora”. (AGI) .

Flag Counter