Newsletter
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone

(AGI) – Bolzano, 24 mag. – Sono iniziate da alcune ore le operazioni di voto per il turno di ballottaggio in tre Comuni dell’Alto Adige: Bolzano, Laives e Merano. Nella citta’ capoluogo c’e’ attesa per capire quale scelta faranno i cittadini, se proseguire a dare fiducia al sindaco uscente di centrosinistra, Luigi Spagnolli, oppure provare a cambiare rotta e puntare sul candidato del centrodestra, Alessandro Urzi’. Al primo turno Spagnolli aveva ottenuto il 41,58% dei voti contro il 12,74% di Urzi’, in un’elezione caratterizzata da un forte astensionismo (57,8% i votanti). Una bassa affluenza alle urne potrebbe verificarsi anche nella giornata odierna. Infatti, per la Pentecoste, festivita’ molto sentita nei paesi di area tedesca, quindi Alto Adige compreso, molti cittadini si saranno concessi un breve periodo di ferie. Sicuramente il divario sembra netto ma va sottolineato che nelle due precedenti elezioni, quelle del 2005 e 2010, Spagnolli aveva vinto al primo turno rispettivamente con il 50,35% e 52,44% dei consensi. In queste ultime due settimane nessuno dei due candidati e’ riuscito a strappare alleanze . Spagnolli sara’ sostenuto dalla sua lista civica (x Spagnolli Nuova Bolzano), il Partito Democratico, il Psi, Projekt Bozen Noi Bolzano e la Suedtiroler Volkspartei. Nessun appoggio esterno, almeno dichiarato in campagna elettorale, anche per Urzi’ che dovra’ puntare sull’elettorato di Forza Italia, Unitalia ed il suo partito l’Alto Adige nel Cuore con Urzi’. Da capire quale scelta faranno gli elettori di Lega Nord, che ha dato liberta’ di voto, ed in particolare del Movimento 5 Stelle che potrebbero anche decidere di astenersi. Incognita per quanto concerne i partiti della destra italiana come Lista Benussi, CasaPound e Fratelli d’Italia che non hanno dato particolari indicazioni sul voto. Va ricordato che, come accadde nel maggio 2005 quando vinse Giovanni Benussi (Forza Italia) per appena sette voti, se dovesse vincere Urzi’ ci sarebbero grandi difficolta’ per formare il consiglio comunale. Infatti, servira’ l’appoggio dei consiglieri del Pd e soprattutto della Svp che sono 14 (7 per parte). Si rischia l’ingovernabilita’ anche nel caso di vittoria di Spagnolli perche’ troppe sono le spaccature interne tra i partiti del centrosinistra bolzanino e c’e’ gia’ qualche avversario politico che prevede elezioni in autunno. A Laives, il secondo comune italiani dell’Alto Adige, a contendersi l’incarico di primi cittadino saranno il sindaco uscente Liliana Di Fede (centrosinistra) e Christian Bianchi (centrodestra), mentre a Merano la sfida sara’ tra due “matricole”, Gerhard Gruber (Svp) e Paul Rosch (Verdi/Lista Civica). Si votera’ dalle ore 7 alle 21 con rilevamenti dell’affluenza alle ore 11 e 17. In serata lo spoglio. (AGI) .

Flag Counter