Newsletter

Video News

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone

(AGI) – Roma, 4 giu. – Diminuite del 37,6% le rapine inbanca in un anno, passate dalle 941 del 2013 alle 587 del 2014. Se si paragona il dato con quello del 2007, il calo supera addirittura l’80%. In netto calo anche il cosiddetto indice di rischio – cioe’ il numero di rapine ogni 100 sportelli – che e’ passato da 3 a 1,9. Sono questi i principali risultati dell’indagine condotta da Ossif, il Centro di ricerca Abi in materia di sicurezza, presentati oggi al convegno Banche e Sicurezza 2015, la due giorni di lavoro sui temi chiave della sicurezza in banca che si chiude domani a Roma a Palazzo Altieri. Il trend positivo che ha caratterizzato il fenomeno negli ultimi anni e’ anche il frutto del lavoro congiunto di banche e Forze dell’Ordine. Secondo gli ultimi dati del Ministero dell’Interno, le rapine commesse ai danni delle dipendenze bancarie rispetto al totale di quelle denunciate sono passate dal 5,5% del 2004 al 2% del 2014. Piu’ nel dettaglio nel 2014, le rapine sono diminuite in: Abruzzo (-38%, da 36 a 22), Basilicata (-72,7%, da 11 a 3), Campania (- 26%, da 52 a 38), Emilia Romagna (-37,5%, da 112 a 70), Lazio (-37,2%, da 94 a 59), Lombardia (-46,9%, da 177 a 94), Marche (-65,9, da 44 a 15), Molise (-40%, da 5 a 3), Piemonte (-41,0%, da 78 a 46), Puglia (-17,1%, da 35 a 29), Sicilia (-35%, da 134 a 87), Toscana (-39,5%, da 81 a 49), Umbria (-62,5%, da 16 a 6), Veneto (-41,9%, da 43 a 25). Nessun colpo in banca in Valle d’Aosta. Invariate le rapine in Sardegna (3) e Friuli Venezia Giulia (5). Aumenti si sono invece verificati in Calabria (con 5 rapine da 2), Liguria (con 26 da 13), Trentino Alto-Adige (con 2 da nessuna). Le banche italiane investono ogni anno circa 700 milioni di euro per rendere le proprie filiali sempre piu’ protette e sicure. Adottando misure di protezione sempre piu’ moderne ed efficaci e formando i propri dipendenti anche attraverso un’apposita Guida antirapina che recepisce i suggerimenti delle Forze dell’Ordine. La nuova edizione della Guida, ultimata proprio in queste settimane, e’ stata presentata durante i lavori del convegno. (AGI) .

(AGI) – Kiev, 4 giu. – Il presidente ucraino, Petro Poroshenko, ha avvertito che esiste “una colossale minaccia” di una ripresa di combattimenti su larga scala nell’Ucraina orientale e ha chiesto alle forze armate di prepaparsi a difendere tutta la frontiera con la Russia dal pericolo di “una vera e propria invasione”. Dopo gli scontri tra esercito e ribelli filo-russi che hanno fatto 24 morti in 24 ore, Poroshenko ha denunciato che piu’ di 9.000 militari russi si trovano sul territorio ucraino e ha annunciato che nel 2016 Kiev aumentera’ il bilancio per la difesa. (AGI)

(AGI) – Bruxelles, 4 giu. – Anche se “non c’e’ stata un’accoglienza entusiasta” da parte degli Stati Ue alla proposta della Commissione sulla ripartizione dei migranti fra i paesi, il presidente Jean-Claude Juncker rimane convinto che tale proposta “debba rimanere ambiziosa”. Infatti, ha detto parlando al Comitato delle Regioni, “non basta limitarsi a guardare il telegiornale della sera, piangere e il giorno dopo dire ‘l’Europa deve fare qualcosa’. La Commissione e’ determinata e manterra’ il suo intento di difendere questa buona causa”. Il programma di redistribuzione dei migranti, pure ambizioso, “non e’ esauriente pensate a un paese piccolo come il Libano, in passato definito la Svizzera del Medio Oriente, che accoglie 2 milioni di profughi, e la Giordania fa altrettanto. Noi siamo il continente piu’ ricco, che spesso rivendica la sua generosita’ e il rispetto dei diritti umani: chi siamo noi per rifiutare o limitare l’accesso ai disperati? Dico no a un’Europa chiusa e senza cuore, la Commissione insistera’ a difendere questa buona causa: la mia idea di Europa e’ questa”. (AGI) .

(AGI) – Roma, 4 giu. – La prima ondata di caldo della stagione estiva, che di fatto a livello astronomico iniziera’ solo il 21 giugno, si sta abbattendo sull’Italia con temperature che, segnala la redazione web del sito www.ilmeteo.it, “entro il weekend potranno toccare anche 36 gradi su alcune zone. E il caldo sara’ accompagnato anche da una sensazione di afa moderata. Come spesso accade in queste situazioni durante il pomeriggio si avranno delle formazioni temporalesche sulle Alpi e nel corso del weekend anche sulle regioni centro-meridionali tirreniche, Sardegna e Sicilia, ad opera di correnti fresche in quota”. Ma quanto durera’ Scipione? Antonio Sano’, direttore del sito www.ilmeteo.it, rileva che “il caldo e il sole insisteranno sull’Italia almeno fino al 9-10 giugno, dopo di che Scipione dovrebbe essere cacciato dall’arrivo di alcune perturbazioni atlantiche piu’ fresche, che porteranno forti temporali su alcune zone e un calo termico”. (AGI)

(AGI) – Roma, 4 giu. – “Continuiamo in questo modo”, perche’ “la linea amministrativa che abbiamo assunto in questi due anni di governo sta dimostrando che veramente stiamo cambiando tutto”. Cosi’ il sindaco di Roma Ignazio Marino, ha risposto a una domanda sulle richieste di sue dimissioni che arrivano da diverse forze politiche, alla luce della nuova ondata di arresti nell’ambito dell’inchiesta su mafia capitale. “Sono soddisfatto del grande cambiamento e della legalita’ contabile che abbiamo portato nella nostra citta’”, ha aggiunto Marino, parlando di “un cambiamento epocale”. “Sono felice dell’incisione di questo ascesso eseguita con bisturi sapiente dal procuratore Pignatone”, ha aggiunto il sindaco. “Una politica antica, non solo nei metodi ma anche nei contenuti, e in alcuni casi gravemente colpevole, e’ stata allontanata da me con l’azione amministrativa”. “Non c’e’ nessun personaggio della mia giunta” fra gli arrestati nell’ambito degli sviluppi dell’inchiesta su mafia capitale, ha detto ancora Marino rispondendo a una domanda sul coinvolgimento di diversi esponenti del Pd, tra cui l’ex presidente dell’assemblea capitolina, Mirko Coratti, e l’ex assessore alla Casa, Daniele Ozzimo. “Non ho nessun giudizio da dare perche’ non spetta a me commentare il lavoro della Procura e della magistratura, che deve fare il suo corso”, ha aggiunto Marino, sottolineando che “se verranno individuate colpe e verranno puniti i colpevoli questo sara’ un fatto estremamente positivo”. Quanto al Pd, secondo il sindaco esso e’ rappresentato da un “popolo di persone perbene che mi ha eletto e mi sostiene, e che sta comprendendo quale conflitto epocale stiamo conducendo in citta’”. (AGI) .

(AGI) – Roma, 4 giu. – Le prospettive per i consumi e l’occupazione in Italia “appaiono positive”. E’ si legge nella congiuntura flash del Centro studi Confindustria. Sembrano “positive le prospettive per i consumi in Italia dopo la temporanea battuta d’arresto nel 1 quarto dell’anno (-0,1% sul quarto 2014): le immatricolazioni di auto sono salite del 3,4% nella media aprile-maggio sul primo trimestre. Significativo il balzo della fiducia dei consumatori: 106,9 in aprile-maggio, da 98,3 nel quarto 2014. La spesa delle famiglie sara’ sostenuta da un mercato del lavoro atteso in progresso e da una dinamica salariale ben sopra l’inflazione”. L’occupazione e’ stabile nel primo trimestre, prosegue il Csc, ma “si tratta di un arresto temporaneo: segnali di ripresa della domanda di lavoro provengono da indagini qualitative presso le imprese e da riduzione delle ore di Cig autorizzate (-41,1% nei primi 4 mesi del 2015 rispetto a un anno prima), confermati dal forte aumento degli occupati in aprile (+159mila su marzo)”. Nel secondo e terzo trimestre le retribuzioni contrattuali procederanno a passo costante: a bocce ferme, +1,7% nel settore privato (+1,5% nel 1 ; +1,6% nel 2014) e +1,2% nell’intera economia (da +1,1% e +1,2%). Al netto dell’inflazione i salari contrattuali saliranno dello 0,9% (come nel 2014). (AGI)

(AGI) – Roma, 4 giu. – “Continuiamo in questo modo”, perche’ “la linea amministrativa che abbiamo assunto in questi due anni di governo sta dimostrando che veramente stiamo cambiando tutto”. Cosi’ il sindaco di Roma Ignazio Marino, ha risposto a una domanda sulle richieste di sue dimissioni che arrivano da diverse forze politiche, alla luce della nuova ondata di arresti nell’ambito dell’inchiesta su mafia capitale. “Sono soddisfatto del grande cambiamento e della legalita’ contabile che abbiamo portato nella nostra citta’”, ha aggiunto Marino, parlando di “un cambiamento epocale”. (AGI) .

(AGI) – Roma, 4 giu. – “…altre cose in giro per l’Italia … possiamo pure quantificare, guarda … se me dai … cento persone facciamo un euro a persona … non lo so, per dire, hai capito? E …e basta, uno ragiona cosi’ dice va beh … ti metto 200 persone a Roma, 200 a Messina … 50 la’ … e … le quantifichiamo, poi…”. E’ Luca Odevaine, in una conversazione con alcuni suoi collaboratori intercettata nella sua stanza negli uffici della Fondazione IntegraAzione, a prospettare quello che il gip Flavia Costantini definisce “un vero e proprio tariffario per migrante ospitato”. A titolo esplicativo Odevaine parla dell’accordo stretto, tra gli altri, con Salvatore Buzzi, presidente della ‘cooperativa 29 giugno’ e spiega: “Gli ho fatto avere altri centri, in Sicilia… in provincia di Roma e quant’altro, quindi su tutto quella… quella parte la’ ci mettiamo d’accordo dovremo…, piu’ o meno, stiamo concordando una cifra tipo come 1 euro a persona, ci danno, calcolando che so’ almeno un migliaio di persone, dovrebbero essere grosso modo un migliaio di persone, insomma so’ 1000 euro al giorno quindi 30.000 euro al mese che entrano…” (AGI)

Flag Counter

Video Games