Newsletter

Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone

(AGI) – Il Cairo, 1 lug. – Almeno 70 persone, soprattutto soldati ma anche civili, sono rimaste uccise negli attacchi sferrati oggi da miliziani pro-Isis nel nord del Sinai. Lo riferiscono fonti ufficiali.Negli scontri, secondo fonti mediche e della sicurezza, sono morti anche 38 jihadisti. I miliziani pro-Isis hanno sferrato un’offensiva coordinata contro almeno cinque chekcpoint. Caccia F-16 egiziani hanno bombardato le posizioni dei miliziani filo-Isis dello Stato del Sinai nella zona di Sheikh Zuweid, nel nord della penisola, dove i jihadisti hanno lanciato stamane un’ondata di attacchi, colpendo almeno cinque postazioni dell’esercito e minando le strade attorno a un commissariato di polizia. Due esplosioni sono state udite nella citta’ egiziana di Rafah, al confine con la Striscia di Gaza, nel Sinai del nord. Lo hanno riferito fonti della sicurezza e testimoni. In seguito all’ondata di attacchi Israele ha rafforzato le misure di sicurezza lungo la frontiera con l’Egitto e ha chiuso i valichi di Nitzana (verso la penisola) e di Kerem Shalom, all’estremita’ meridionale della Striscia di Gaza. L’Italia e’ vicina al popolo e al governo egiziano di fronte ai gravissimi attacchi terroristici che hanno provocato decine di vittime nel nord del Sinai. L’Egitto, sottolinea una nota della Farnesina, e’ un pilastro di stabilita’ nella regione e l’escalation della minaccia terroristica non riuscira’ a piegare la determinazione del popolo e del governo. I partiti politici egiziani condannano la serie di attacchi terroristici contro le forze di sicurezza avvenuti nel Sinai settentrionale. Il leader del Partito della liberta’ (centro-sinistra), Salah Hasballah, ha dichiarato che l’insurrezione in Sinai sta acquisendo un profilo molto serio e ha esortato a lavorare per sconfiggere il terrorismo. Anche il responsabile del Partito salafita al Nour, Younes Makhioun, ha condannato gli attacchi di oggi, dichiarando che “le operazioni criminali in Sinai non mineranno la determinazione del popolo egiziano”. Parole di cordoglio per le forze di sicurezza uccise giungono dall’Alleanza socialista popolare, che in un comunicato stampa ha sottolineato quanto “gli attacchi di oggi mostrino il tentativo dei terroristi di distruggere lo stato egiziano”, chiedendo che i criminali vengano portati davanti alla giustizia. Per il Partito nazionale dell’unione progressista (Tagammu), la serie di assalti avvenuti nel Sinai e’ scioccante, soprattutto perche’ avviene nel mese sacro del Ramadan. In un comunicato, il Tagammu ha sottolineato che “l’Islam non accetta tali atti di violenza”. (AGI)

(AGI) – Roma, 1 lug. – Nessun problema per l’ambiente o la sicurezza dei lavoratori: la soluzione per lo stabilimento Fincantieri di Monfalcone e’ “vicina”. E’ quanto riferisce una nota del dicastero dello Sviluppo Economico, al termine di una riunione alla quale hanno partecipato il Ministro dello Sviluppo economico Federica Guidi, il ministro dell’Ambiente Gian Luca Galletti, il sottosegretario alla Presidenza del Consiglio Claudio De Vincenti, la presidente della Regione Friuli Venezia Giulia Debora Serracchiani, il sottosegretario al Lavoro Teresa Bellanova, l’amministratore delegato della Fincantieri Giuseppe Bono e il direttore generale di Confindustria Marcella Panucci. Nel corso dell’incontro “e’ stata analizzata con attenzione la situazione relativa allo stabilimento di Monfalcone dalla quale e’ emersa con chiarezza l’assenza di profili che mettano in discussione la difesa dell’ambiente o la sicurezza dei lavoratori. Si e’ quindi convenuto che si tratta di un problema tipicamente amministrativo per risolvere il quale e’ stato condiviso un percorso che portera’ in tempi rapidi ad una soluzione coerente con la normativa europea e con il ripristino dell’attivita’ produttiva dello stabilimento”. (AGI)

(AGI) – Roma, 1 lug. – Il reddito disponibile delle famiglie consumatrici in valori correnti nel primo trimestre del 2015 e’ aumentato dello 0,4% rispetto al trimestre precedente e dello 0,6% rispetto al corrispondente periodo del 2014. Lo rileva l’Istat aggiungendo che tenuto conto dell’andamento dei prezzi, il potere di acquisto delle famiglie consumatrici e’ aumentato dello 0,6% rispetto al trimestre precedente e dello 0,8% rispetto al primo trimestre del 2014.La spesa delle famiglie per consumi finali, in valori correnti, e’ diminuita dello 0,2% rispetto al trimestre precedente ed e’ aumentata dello 0,1% rispetto al corrispondente periodo del 2014. La propensione al risparmio delle famiglie consumatrici, al netto della stagionalita’, e’ stata pari al 9,2%, in aumento di 0,4 punti percentuali rispetto al trimestre precedente e di 0,6 punti percentuali rispetto al corrispondente trimestre del 2014.Il tasso di investimento delle famiglie consumatrici e’ stato pari al 6%, stabile rispetto al trimestre precedente e in diminuzione di 0,1 punti percentuali nei confronti del primo trimestre del 2014. “Tra gli obiettivi del governo c’e’ quello di ridurre il prelievo su famiglie e imprese in continuita’ con l’azione gia’ intrapresa con la legge di stabilita’ per il 2015 compatibilmente con gli obiettivi di finanza pubblica”. E’ quanto ha dichiarato il ministro dell’Economia, Pier Carlo Padoan. .

(AGI) – Roma, 1 lug. – Un incendio e’ divampato questa mattina in un palazzo di sette piani in via Antonio Ciamarra. Sul posto sono intervenuti i carabinieri della stazione di Cinecitta’ ed i vigili del fuoco. L’incendio e’ divampato al settimo piano, ovvero nell’attico del palazzo. Tre persone sono state ricoverate per intossicazione all’Umberto I ma, secondo le prime informazioni, non verserebbero in gravi condizioni. 150 invece sono le persone evacuate per cause precauzionali. Le fiamme sono state domate, ma la presenza di fumo nello stabile non permette ancora il sopralluogo da parte dei militari dell’Arma per identificare le cause che sono quindi in corso di accertamento. (AGI) .

(AGI) – Roma, 1 lug. – Secondo il presidente dell’Eurogruppo, Jeroen Dijsselbloem, ci sono poche chance di progresso nella trattativa sulla Grecia alla luce del discorso alla nazione nel quale il primo ministro ellenico, Alexis Tsipras, ha chiesto agli elettori di votare ‘no’ alle proposte dei creditori sottoposte a referendum. “Parleremo delle proposte ma con questo ultimo discorso vedo poche prospettive di progresso”, ha dichiarato Dijssebloem ai giornalisti. Su Twitter il presidente del Consiglio Europeo, Donald Tusk, aggiunge; “L’Europa vuole aiutare la Grecia ma non puo’ aiutare nessuno contro il suo volere. Aspettiamo i risultati del referendum greco”. 

Grecia: fonti, Fmi decidera’ su pagamento in prossime settimane 

Il Fondo Monetario Internazionale decidera’ “nelle prossime settimane” se non mettere la Grecia in mora sul mancato pagamento della rata di 1,6 miliardi di euro in scadenza ieri, procedura che tra un mese sancirebbe il default in maniera definitiva. Lo riferiscono all’agenzia France Presse fonti dell’istituto di Washington. Atene ha chiesto di non essere considerata in default sul versamento non effettuato sulla base di una clausola dello statuto del Fmi, utilizzata per l’ultima volta nel 1982 a favore di Nicaragua e Guyana, che consente un rinvio fino a cinque anni della scadenza nel caso il rimborso possa causare uno stato di “eccezionale privazione” per il debitore. .

(AGI) – Milano, 1 lug. – Gli indagati, per i quali e’ stato emesso ordine di custodia cautelare da parte del gip di Milano, erano fortemente determinati a lasciare l’Italia per raggiungere la Siria. Nell’ordinanza il gip scrive che i genitori di Maria Giulia Sergio, la foreign fighter italiana detta ‘Fatima’ in concorso con la sorella Marianna, “organizzavano il viaggio finalizzato al raggiungimento della Siria da parte loro e della figlia mettendo in vendita i mobili e le suppellettili di casa, ponendo fine (Sergio Sergio) al rapporto di lavoro in essere con la societa’ Elco per reperire il denaro necessario per finanziare il viaggio ed incassando cosi’ la somma di 25mila euro; avviando anche le pratiche per il rilascio dei documenti necessari per l’espatrio in particolare in favore di Assunta Bonfiglio”. Una determinazione sollecitata dalla figlia Maria Giulia che appena giunta in Siria “comincia a chiedere – si legge nell’ordinanza del gip – in modo sempre piu’ insistente ai propri congiunti di raggiungerla nella terra dello Sham insistendo sull’obbligatorieta’ dell’emigrazione per tutti i credenti che non devono assolutamente vivere nelle terre governate dei miscredenti e devono raggiungere il Califfato” Nel corso di un’intercettazione Maria Giulia dice “chiaramente ai familiari di non fare menzione con nessuno dell’intenzione, all’epoca peraltro molto eventuale, di partire per la Siria e soprattutto rassicura sul fatto che essi non devono preoccuparsi di nulla, in quanto il viaggio verrebbe organizzato tutto dalla Siria con l’aiuto dei mujaheddin”. .

(AGI) – Lagos, 1 lug. – Due kamikaze, un uomo e una donna, si sono fatti esplodere nel villaggio di Molai, nello Stato di Borno, nel nord della Nigeria occidentale, vicino all’ospedale del Paese, teatro quattro giorni fa di un altro attentato in cui sono morte 5 persone e 16 sono rimaste ferite. Nei due attacchi di oggi sono morti solo i due attentatori e sono rimaste ferite due persone. Lo riferisce Modu Abba, membro di un gruppo di autodifesa della popolazione. “Le esplosioni sono avvenute intorno alle 11 nei pressi dell’ospedale, a circa 100 metri da un mercato”, racconta sottolineando che la prima kamikaze ha fatto detonare la bomba al suo ingresso nella struttura sanitaria, ferendo due passanti mentre la bomba del secondo kamikaze, che doveva attaccare il retro dell’ospedale, e’ esplosa accidentalmente. Si sospetta che i due attentatori siano membri di Boko Haram. .

(AGI) – CdV, 1 lug. – L’enciclica “Laudato si'” di Papa Francesco” evidenzia come “i modelli economici dominanti abbiano calpestato le persone” e rappresenta “il faro che indica la strada per invertire la rotta sul fronte dei cambiamenti climatici”. Losottolinea Naomi Klein, la famosa autrice di “No Logo”, che ha presentato in Vaticano la campagna “Cambia il Pianeta – Cura le persone” e la Conferenza “Le persone e il pianeta al primo posto: l’imperativo di cambiare rotta”, in programma domani e venerdi’ a Roma per iniziativa ddl Pontificio Consiglio della Giustizia e della Pace insieme alla rete Cisde, associazioni di ong cattoliche. “La verita’ – e’ che siamo arrivati ad un punto pericoloso, in parte perche’ molti degli esperti economici ci hanno deluso, esercitando le loro forti capacita’ tecnocratiche senza saggezza. Hanno prodotti modelli che davano scandalosamente pochissimo valore alla vita umana, soprattutto a quella dei poveri, proteggendo i profitti aziendali e la crescita economica a tutti i costi”, spiega l’attivista canadese che si autodefinisce “femminista, ebrea e laica” ma “particolarmente colpita” dall’Enciclica di Papa Francesco, che ha invitato a “leggere con il cuore”. “La posta in gioco e’ alta e non possiamo dividerci, ne’ permettere alle differenze di dividerci”, aggiunge Naomi Klein ricordando la marcia di 400 mila persone nel settembre scorso a New York e il grido lanciato che va ascoltato: “Difficile non e’ impossibile”. “Smettere di avere fiducia in un lavoro che puo’ salvare innumerevoli vite e prevenire tanta sofferenza, semplicemente perche’ e’ difficile, costoso e richiede sacrificio, non e’ un atteggiamento pratico: e’ il tipo piu’ vigliacco di resa”, denuncia la signora introdotta dal portavoce della Santa Sede, padre Federico Lombardi, e dalla sottosegretaria di Giustizia e Pace, Flaminia Giovannelli, per la quale “l’unico grandissimo ostacolo ancora all’imperativo di cambiare corso non e’ economico, scientifico o anche tecnologico, ma piuttosto interno alle nostre menti e ai nostri cuori. Le stesse menti, che impediscono di prendere decisioni radicali e invertire il trend del riscaldamento globale, impediscono anche di raggiungere l’obiettivo di eliminare la poverta’. E’ necessario un approccio nel complesso piu’ responsabile per affrontare entrambi i problemi: la riduzione dell’inquinamento e lo sviluppo dei Paesi e delle regioni piu’ povere”. Bernd Nilles, segretario generale della Cisde, “International Alliance of Catholic Development Organisation”, ricorda infine che la nuova campagna internazionale ‘Change for the planet, care for the people’ sullo stile di vita, che invita le persone a cambiare la propria vita e a percorrere una strada verso un futuro sostenibile”. Sette i punti toccati dal professor Ottmar Edenhofer, co-chair dell'”Intergovernmental Panel on Climate Change”, per raccontare l’Enciclica del Papa che non e’ solo un testo sul clima ma riguarda anche poverta’ e ineguaglianza. .

(AGI) – Atene, 1 lug. – Il governo ellenico non intende tagliare la spesa militare, come invece viene proposto dal primo ministro greco, Alexis Tsipras, nella lettera spedita ieri ai creditori. “Non c’e’, non c’e’ stata e non ci sara’ mai un proposta dal governo greco per una riduzione della spesa in difesa”, si legge in una nota diramata dall’ufficio della presidenza del Consiglio ellenica. Nella lettera di Tsipras, pubblicata oggi dai media, si legge invece la proposta di “un abbassamento del tetto per la spesa militare pari a 200 milioni nel 2016 e a 400 milioni nel 2017 attraverso un pacchetto di azioni mirate che comprendono una riduzione del personale e degli acquisti”. E’ presumibile che Atene sia stata costretta a correggere il tiro a causa delle proteste del ministro della Difesa Panos Kammenos, leader del partito di destra nazionalista alleato di governo di Tsipras. Secondo i dati dello Stockholm International Peace Research Institute, la Grecia nel 2009 risultava essere il settimo Paese al mondo per spesa militare pro capite. .

(AGI) – Roma, 1 lug. – Lutto nel mondo del cinema e della tv, la notte scorsa e’ scomparso a 94 anni il regista Sergio Sollima, padre di Stefano (autore delle serie Sky ‘Gomorra’ e ‘Romanzo criminale’). Formatosi come autore di spaghetti western negli anni ’60, Sergio Sollima nei successivi anni ’70 diresse la serie di culto ‘Sandokan’, uno dei maggiori successi della tv dell’epoca, che lancio’ la stella di Kabir Bedi. La camera ardente si terra’ venerdi’ dalle 10 alle 13 presso la Casa del Cinema di Roma. Nato a Roma il primo aprile 1921, Sergio Sollima inizia la sua attivita’ come critico cinematografico e come autore di teatro.

Guarda il video

Al cinema lavora come assistente di Domenico Paolella e si fa apprezzare come sceneggiatore, prima di passare alla regia nel 1962 con un episodio di ‘L’amore difficile’ realizzato insieme a Luciano Lucignani e Alberto Bonucci. Dirige quindi film di genere: dai polizieschi ai thriller e agli “spaghetti western” di cui diventa uno dei maestri. A meta’ degli anni ’70 dirige lo sceneggiato televisivo ‘Sandokan’ ispirato ai romanzi di Emilio Salgari: i sei episodi trasmessi dalla Rai dal 6 gennaio del 1976 registrarono il record di ascolti e sono stati riproposti dalla tv di Stato fino ai giorni nostri. Sulla scia del successo di ‘Sandokan’, Sergio Sollima porta al cinema, ancora da Salgari e con protagonista Kabir Bedi, ‘Il corsaro nero’ e ‘La tigre e’ ancora viva: Sandokan alla riscossa’. La sua ultima regia e’ ancora una volta un omaggio a Salgari e, ancora, con Kabir Bedi protagonista: la miniserie tv in due puntate del 1998, ‘Il figlio di Sandokan’. .

Flag Counter