Newsletter
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone

Come probabilmente ben saprete a distanza di oltre una settimana dal lancio di The Last of Us Part 2, il sistema di combattimento nel gioco è in buona parte mutuato dal primo capitolo. Ciò non toglie che non si possano e si debbano mettere a frutto anche tecniche nuove che consentano di maneggiare nel migliore dei modi le nuove abilità. Schivate e caratteristiche stealth in particolare possono rendere letale il vostro modo di gestire gli scontri. In The Last Of Us: Part II, infatti, sia l’incedere della storia che il modo di affrontare le situazioni critiche sono in larghissima parte dipendenti dal modo in cui deciderete di sbrogliare ogni singola situazione. Facciamo dunque un piccolo riassunto a beneficio di tutti, a cominciare da chi magari non ha avuto modo di giocare al primo episodio.

The Last of Us 2 combattimento

The Last of Us Part II:  combattimento for dummies

  • Sparare si può, ma non sempre è consigliato. In ginocchio è meglio, farlo sdraiati vi dà il massimo della precisione.
  • L’uccisione furtiva di nemici alle spalle è sempre il metodo più sicuro, ma se il nemico è abbastanza vicino, a volte potete farlo di lato o addirittura frontalmente, sfruttando una copertura sino all’ultimo istante utile.
  • Troverete sempre bottiglie e mattoni in quantità: usateli per stordire nemici a media distanza in modo da raggiungerli alle spalle oppure per spostare l’attenzione lontano da voi.
  • Eliminate silenziosamente i nemici senza farvi scorgere da altri mentre lo fate. Se serve trascinate il malcapitato di turno prima di terminarlo e se possibile lasciate subito l’area: gli altri vi cercheranno appena individuato il corpo.
  • Quando uccidete un infetto, assicuratevi che sia finito. Di tanto in tanto possono trascinarsi verso di voi e mordervi le caviglie.
  • I nemici che vi cercano guardano ogni tanto anche sotto i ripari, tenetelo sempre presente.
  • Se siete in una fase di lotta in mischia ma avete campo aperto non disdegnate una breve fuga: questa mossa strategica vi consentirà di prendere fiato e riorganizzare il vostro arsenale.
  • Usate le caratteristiche degli infetti per indirizzarli verso NPC umani: in alcuni frangenti è indispensabile che si “sfoltiscano” tra loro.
  • Occhio ai momenti in cui riorganizzate armi e costruite oggetti: il tempo non si ferma, e neanche i nemici. Stay safe!

The Last of Us 2 combattimento

The Last of Us Part II:  consigli di combattimento avanzato

L’IA nemica nel blockbuster di Naughty Dog risulta notevolmente migliorata e quasi fuori da schemi automatici, in particolare per ciò che riguarda le reazioni dei personaggi umani (sia nemici che alleati). Ad ogni modo, come già detto, le vie per trovare una soluzione in ogni frangente sono molteplici. Non intestarditevi a provare e riprovare quella che sembra di primo acchitto la migliore. Piuttosto sperimentate tecniche e dispositivi che magari sino a quel momento non ritenevate efficaci rispetto al classico gunfight. Ricordate inoltre che l’opzione stealth è sempre in auge: il 90% delle attività che completate a suon di calibri pesanti sono fattibili anche nel silenzio tombale.

The Last of Us 2 combattimento

  • Sperimentate con strategia. L’uso di bottiglie molotov può uccidere più nemici contemporaneamente sia umani che infetti, nonché attirare questi ultimi sulle fiamme uccidendoli. Installare mine esplosive nei punti di ingresso e attirare i nemici consentirà di  eliminare rapidamente chiunque si avvicini. Progredire nella storia vi consentirà inoltre di aumentare raggio e capacità di questi congegni.
  • Quando usate  silenziatori per la pistola, tenete d’occhio il contatore dei proiettili situato sotto l’icona della pistola stessa. Indica quanti colpi silenziosi rimangono ed è molto importante per evitare di farvi scoprire accidentalmente.
  • Se vi capita di cadere a terra colpiti da uno o più proiettili ma siete ancora vivi, ricordate che è possibile ancora sparare da terra.
  • Occhio agli infetti stalker: sono l’unica tipologia di nemico in The Last of Us Part 2  che non vi affronta direttamente in combattimento né vi cerca, ma si nasconde in anfratti nei muri o dietro  ai ripari attendendo che gli passiate vicino. Per fortuna, anche se non sono individuabili con la modalità ascolto, li si può vedere fare capolino ed è possibile freddarli con un headshot.

Una volta affinate le vostre capacità di combattimento in The Last of Us Part 2, non vi rimane che dare un occhiata alle nostre guide sull’ubicazione di casseforti e collezionabili, nonchè sulle tattiche di esplorazione. La Seattle di Naughty Dog, per voi, non avrà più segreti.

L’articolo The Last of Us Part II: consigli di combattimento proviene da GameSource.

Flag Counter