Newsletter
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone

AGI – Dopo un dibattito durato ore, la Camera dei Rappresentanti Usa ha approvato con 219 voti a favore e 212 contrari il piano anti Covid da 1.900 miliardi di dollari voluto dal presidente Joe Biden.

Il provvedimento è stato respinto in blocco dai Repubblicani, ma anche da due democratici: Kurt Schrader dell’Oregon e Jared Golden del Maine. Il pacchetto di aiuti, che passerà all’esame del Senato la prossima settimana, rappresenta per i democratici un passo fondamentale per affrontare l’emergenza con nuovi finanziamenti per le vaccinazioni, i governi locali e milioni di famiglie provate dalla pandemia.

Tra le varie misure nella versione licenziata dalla Camera c’è anche l’incremento della paga minima oraria da 7,25 a a 15 dollari, ma è previsto che il Senato stralcerà questa disposizione molto cara a Biden perché per l’interpretazione delle regole e della procedura parlamentare l’operazione è irregolare.

La speaker della Camera, Nancy Pelosi, ha comunque sottolineato che “non ci fermeremo fin quando non passerà la paga minima a 15 dollari”. Ad ogni modo, il pacchetto prevede aiuti diretti alle piccole imprese, un assegno da 1.400 dollari agli americani che guadagnano fino a 75 mila dollari l’anno e un aumento del credito d’imposta per i figli a carico, oltre a 350 miliardi di finanziamenti diretti agli stati, ai governi locali e alle scuole.

Ci sono anche più soldi per la campagna di vaccinazione e vengono rafforzati e prorogati i benefici per i disoccupati. “Siamo convinti che questo pacchetto risponda in modo adeguato alle esigenze del momento”, ha detto il deputato dem John Yarmuth, presidente della commissione Finanza della Camera.

Per i Repubblicani le misure sono invece troppo costose e troppo estese. Secondo Kevin McCarthy, leader del Gop alla Camera, il provvedimento “si prende cura degli alleati politici dei Democratici, ma senza dare risposte alle famiglie americane”.

Flag Counter