Newsletter
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone

AGI – In Germania è stato deciso il primo lockdown parziale e locale della seconda ondata di coronavirus.

A partire da oggi la misura entra in vigore nel distretto di Bertechsgardener in Baviera, a due passi dalla frontiera con l’Austria.

E si tratta di misure drastiche: dalle 14 si può uscire dalla propria abitazione solo per necessità urgenti, le scuole, gli asili, i ristoranti e le strutture per il tempo libero chiudono i battenti, tutti gli eventi pubblici vengono chiusi. Attualmente il provvedimento rimane in vigore per 14 giorni.

Il fatto è che in questa zona è arrivata a 272,8 l’incidenza sui sette giorni delle nuove infezioni su 100 mila abitanti: si tratta del picco a livello nazionale. Il ‘tetto’ stabilito dal governo è di 50 contagi su 100 mila abitanti.

E la situazione in Baviera appare particolarmente critica: sono circa 57 le circoscrizioni e i distretti in cui si superano le 35 infezioni su 100 mila abitanti, in 29 comuni si è oltrepassata la soglia dei 50 nuovi contagi su 100 mila.

Oggi anche in altri Laender si discute se e da quando rafforzare le misure volte a contenere la diffusione della pandemia, tra questi Brandeburgo, Meclembergo e Sassonia-Anhalt.

La settimana scorsa il governo e i governatori dei Laender già avevano annunciato una serie di restrizioni anti-Covid, tra cui un’estensione dell’obbligo di mascherina, una maggiore limitazione del numero degli ospiti alle feste private e orari di chiusura anticipata per ristoranti e bar. 

Flag Counter