Newsletter
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone

AGI – La Russia annuncia che punta a lanciare la produzione di massa di un vaccino contro il coronavirus già dal mese prossimo e a produrre “diversi milioni” di dosi al mese entro il prossimo anno.

Il Paese sta procedendo con diversi prototipi di vaccino. Quello preparato presso l’istituto Gamaleya di Mosca ha raggiunto fasi avanzate di sviluppo.

“Contiamo molto sull’avvio della produzione di massa a settembre“, ha detto il ministro dell’industria Denis Manturov in un’intervista all’agenzia di stampa TASS.

“Saremo in grado di garantire volumi di produzione di diverse centinaia di migliaia al mese, con un eventuale aumento a diversi milioni entro l’inizio del prossimo anno”, ha detto, aggiungendo che uno sviluppatore sta preparando la tecnologia per la produzione in tre siti diversi nella Russia centrale.

Un altro vaccino, sviluppato dal laboratorio Vektor con sede in Siberia, è attualmente in fase di sperimentazione clinica e altri due inizieranno i test sull’uomo entro i prossimi due mesi, ha detto Murashko.

Il vaccino della Gamaleya è un cosiddetto vaccino vettore virale, il che significa che impiega un altro virus per trasportare la codifica del DNA della risposta immunitaria necessaria nelle cellule. Il vaccino di Gamaleya impiega l’adenovirus, una tecnologia simile al prototipo di vaccino coronavirus sviluppato da CanSino in Cina, attualmente in fase avanzata di sperimentazione clinica.

L’istituto Gamaleya è stato bersagliato dalle critiche dopo che i ricercatori e i responsabili si sono iniettati il prototipo mesi fa, e gli specialisti hanno criticato la mossa come un modo poco ortodosso e frettoloso di iniziare gli studi sull’uomo.

Il numero di casi di coronavirus della Russia è attualmente al quarto posto nel mondo dopo Stati Uniti, Brasile e India con 854.641 casi accertati e 14.183 morti.

Flag Counter