Newsletter
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone

Sullo sfondo di un inedito aumento del malcontento popolare, per via della proposta del governo di aumentare l'età pensionabile, i russi sono chiamati alle urne in 22 differenti regioni del Paese, tra cui anche Mosca, per eleggere sindaci e consigli comunali; in sette regioni, si voterà anche per alcuni seggi, rimasti vacanti, alla Duma di Stato, la Camera bassa del Parlamento.

L'appuntamento elettorale è un test per il partito di governo, Russia Unita, dopo che sondaggi indipendenti hanno rilevato che il 53% dei russi si dice pronto a protestare contro la riforma delle pensioni, che prevede un aumento dell'età pensionabile da 55 a 60 anni per le donne e da 60 a 65 per gli uomini. Proprio contro la proposta del governo sono attese, in diverse città, le manifestazioni convocate dall'oppositore politico Aleksei Navalny; l'attivista però non sarà presente in piazza perchè sta scontando una condanna a 30 giorni di detenzione amministrativa. 

Gli occhi sono puntati soprattutto su Mosca, dove il sindaco uscente, Serghei Sobyanin – del partito putiniano Russia Unita – dovrebbe ottenere senza problemi una riconferma, vincendo sui suoi quattro rivali, ritenuti per lo piu' dei candidati fantoccio: un rappresentante dell'Unione dei cittadini, uno del Partito comunista, uno del Partito nazionalista liberal-democratico e un altro di Russia Giusta.

Flag Counter