Newsletter
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone

(AGI) – Atene, 7 mag. – Il governo greco continua a ricercare un accordo con i suoi creditori ma non intende abbandonare la sua linea rossa su pensioni e lavoro, che considera punti non negoziabili. “Il lavoro e le pensioni restano la nostra linea rossa e non l’oltrepasseremo” dice il portavoce del governo, Gabriel Sakellaridis, il quale precisa che il 12 maggio “la Grecia rimborsera’ tutte le sue obbligazioni finanziarie con il Fmi”. Tuttavia, aggiunge, “i nostri creditori non possono aspettarsi che il governo greco faccia marcia indietro su tutto soltanto per arrivare a un accordo”. “Entrambe le parti devono arrivare a un compromesso”. Atene, per esempio, spiega il portavoce, “non intende enfatizzare il taglio del debito proprio per consentire la ricerca di un accordo”. In ogni modo appare chiaro che lunedi’ prossimo non ci sara’ accordo all’Eurogruppo. Tuttavia per venire incontro ad Atene che ormai e’ a secco di liquidita’, occorre che l’Eurogruppo “noti un progresso nel negoziato”, in modo che cio’ spinga la Bce ad allentare le sue condizioni per concedere aiuti ad Atene, tramite il sistema bancario. .

Flag Counter