Newsletter
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone

(AGI) – Bruxelles, 18 mag. – I ministri degli Esteri e della Difesa dei Ventotto si apprestano oggi a dare il loro via libero “politico e formale” alla missione navale contro i trafficanti di migranti. E’ quanto si aspetta l’alto rappresentante per la politica estera Ue, Federica Mogherini, dal Consiglio di oggi. Dopo aver gia’ affrontato “l’aspetto del salvataggio in mare, rafforzando Triton, e della condivisione della responsabilita’ dell’accoglienza, con l’agenda sull’immigrazione presentata dalla Commissione la scorsa settimana, oggi possiamo completare il quadro con la decisione di stabilire l’operazione navale”, ha spiegato prima della riunione. In questo modo, sara’ possibile “nelle prossime settimane di completare la pianificazione e poi mi auguro che lanceremo l’operazione gia’ a giugno”.

 La decisione di oggi, ha precisato Mogherini, comprende “l’indicazione sul quartier generale e sul comando” mentre “tutta la fase di pianificazione nel dettaglio, compresa anche l’area su cui operazione vertera’, saranno oggetto di una successiva pianificazione”. Oggi i ministri chiederanno alle istituzioni “di lavorare nelle prossime settimane velocemente, cosi’ come abbiamo lavorato in queste settimane, a una velocita’ record per le strutture europee, anche alla pianificazione nel dettaglio”. E’ chiaro, ha aggiunto, “che noi cerchiamo una piena legittimita’ internazionale: puo’ avvenire con la risoluzione del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite”. A New York, dove il capo della diplomazia Ue e’ stata “due volte negli ultimi dieci giorni”, Mogherini non ha “trovato maggiori resistenze politiche all’ipotesi di una risoluzione”, “anche secondo il capitolo 7”, ma “tutto il lavoro sulla stesura della risoluzione stessa e’ ancora da finalizzare”. L’Ue, ha ricordato, “non siede al Consiglio di sicurezza ma stiamo coordinando il lavoro degli stati membri che ne fanno parte”: anche questo, ha sottolineato, “da’ gia’ il senso di una dimensione europea dell’azione politica nuova nello scenario internazionale, che ci da’ forza e legittimita’”.

(AGI)

Flag Counter