Newsletter
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone

AGI –  Mosca è disposta a negoziare con Kiev per prre fine alla guerra in Ucraina, ma i nuovi territori annessi alla Federazione – Donetsk, Lugansk, Kherson e Zaporizhzhia – saranno russi “per sempre”. A parlare è il presidente russo Vladimir Putin che al Cemlino ha presieduto l’atto di annessione delle regioni ucraine. Gli abitanti di Donetsk, Lugansk, Kherson e Zaporizhzhia hanno fatto una “scelta netta” nei referendum di annessione alla Russia, ha detto durante la vcerimonia ciui hanno partecipato anche i leader filo-russi dei territori separatisti.

La firma dei trattati di adesione alla Russia delle quattro regioni dell’Ucraina, viene dopo i referendum che, secondo Mosca, hanno sancito la “volontà di autodeterminazione” delle popolazioni locali. Secondo i risultati diffusi dalle autorità filo-russe al termine dello spoglio, tra l’87,05 e il 99,23% degli elettori nei territori parzialmente controllati dalle forze russe nell’Ucraina orientale e meridionale ha sostenuto l’annessione alla Russia.

I referendum però sono stati bollati come una ‘farsa’ dal mondo occidentale: Nato, Ue e Usa hanno già detto che non hanno alcuna intenzione di riconoscerli. 

Flag Counter