Newsletter
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone

La natura si fa arte nel Calendario Lavazza 2019. Un’arte immersa nell’ambiente, tutt’uno con foreste, deserti, ghiacciai e città. Una nature art portatrice di buone notizie per la Terra.

Così il Calendario Lavazza è “Good to Earth” e racconta – attraverso gli scatti della fotografa Ami Vitale e sei opere artistiche immerse nella natura – gli esempi virtuosi di chi si impegna per la salvaguardia del pianeta. Sì perché, nonostante tutto, c’è del buono sulla Terra. E le immagini della fotogiornalista americana celebrano proprio le buone notizie che arrivano dalla Terra e per la Terra, individuate in tutto il mondo insieme al Programma delle Nazioni Unite per l’ambiente (United Nations Environment Programme – UNEP).

“La natura è l’opera d’arte per eccellenza, ma nel Calendario Lavazza diventa anche una tela bianca su cui si può incidere il proprio amore e impegno per l’ambiente. Così con un mix non convenzionale tra la fotografia d’autore di Ami Vitale e sei opere di nature art, una forma d’arte contemporanea e totalmente immersa nella natura, raccontiamo i progetti Good to Earth che fanno bene alla Terra. Buone notizie di cui oggi si avverte un grande bisogno: esempi positivi di comportamenti virtuosi, storie di riscatto personali e riqualificazione ambientale che speriamo possano contagiare le persone, soprattutto i più giovani, e ispirare un impegno diretto per la salvaguardia del nostro pianeta”, commenta Francesca Lavazza, Membro del Consiglio d’Amministrazione dell’Azienda

A firmare il Calendario Lavazza 2019 è Ami Vitale, fotogiornalista americana per il National Geographic Magazine, apprezzata in tutto il mondo per la sua capacità di raccontare e di vivere le bellezze surreali della natura. Vincitrice di sei World Press Photos, Ami Vitale ha documentato la natura selvaggia e i bracconieri dell’Africa, ha raccontato i conflitti tra l’uomo e l’ambiente e si è impegnata in iniziative per salvare il rinoceronte bianco del Nord e reintrodurre i panda nel loro habitat. La sua filosofia del “vivere la storia” l’ha portata in oltre 100 Paesi, dove ha vissuto in capanne di fango e in zone di guerra, ha contratto la malaria e si è camuffata da panda per raccontarne la vita segreta (Ami Vitale è autrice del best seller “Panda Love”).

Il Calendario “Good to Earth”, da un progetto creativo di Armando Testa, sarà presentato il 21 novembre a Torino, nella Nuvola Lavazza. Saranno svelati gli scatti di Ami Vitale e le originali opere di nature art che, realizzate da sei artisti, ognuna con tecniche differenti, si integrano nel paesaggio, in armonia con l’ecosistema e la vegetazione. Le sei opere sono ispirate ad altrettanti progetti buoni per la Terra, individuati da Lavazza e dallo United Nations Environment Programme nei quattro continenti: dalla Colombia alla Svizzera, dal Kenya alla Tailandia, passando per il Belgio e il Marocco.

Flag Counter