Newsletter
Video News
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone

C'è un ritratto di Mona Lisa che sta facendo discutere i curatori del Louvre. Si tratta di un'opera ospitata, dal 1862, all'interno del Musée Condé, all'interno del Palazzo Chantilly, a circa 50 chilometri da Parigi. Mostra una donna nuda seduta in una posa simile a quella assunta dalla musa di Leonardo Da Vinci e anche l'espressione ricorda il suo sorriso enigmatico.  

Forse è un lavoro preparatorio per la Gioconda

Secondo Mathieu Deldicque, curatore del Musée Condé, si tratterebbe di uno dei tanti lavori preparatori fatti per la realizzazione del famoso ritratto. I piccoli fori che stanno attorno alla figura potrebbero essere, infatti, le prove del fatto che il bozzetto sia servito per tracciare i contorni della figura sulla tela. I test al carbonio hanno indicato la sua data di nascita tra il 1485 e il 1638, un intervallo compatibile con questa ipotesi. Ribattezzato Monna Vanna è stato, fino ad ora, attribuito allo studio di Da Vinci ma uno studio recente ha sottolineato che la mano dell'artista italiano potrebbe aver avuto un ruolo diretto nella sua creazione. 

Un altro mese di esami

L'opera, disegnata su carta col carboncino, come ricorda Repubblica  sarà conservata per un altro mese nei laboratori del Louvre. Sarà sottoposta a esami approfonditi con l'uso di raggi infrarossi e tecniche di ultima generazione. La speranza è quella di poterla annunciare come l'ennesima, importantissima, opera di Leonardo, in attesa della grande mostra per i 500 anni dalla morte del genio rinascimentale prevista per il 2019.

Flag Counter
Video Games