Newsletter
Video News
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone

Quell’interesse che spinge a ricordare mille nomi delle stelle, tutte le schede tecniche delle automobili di un particolare decennio, o a memorizzare i tabellini delle partite con formazioni e marcatori. Quell’interesse morboso che – se accompagnato da disturbi del comportamento – affabula la mente di un bambino con Sindrome di Asperger, ha consentito a Charlie, dieci anni, inglese dello Essex, di correggere un errore marchiano al Museo di Storia Naturale di Londra, una fra le più prestigiose istituzioni mondiali.

Il Natural History Museum ammette: "Caro Charlie abbiamo sbagliato"

Mentre ammirava nel tempio vittoriano della paleontologia,  assieme ai genitori e al fratellino Ronnie, il pannello di un Oviraptor, il piccolo Charlie si è accorto che la silhouette rappresentata sotto l’etichetta era sbagliata: si trattava di tutt’altra specie di dinosauro, un Protoceratops. Subito è sobbalzato e ha voluto segnalare lo sbaglio, malgrado lo scetticismo di mamma e papà, allo staff del Museo. Secondo la migliore tradizione scientifica inglese, che non esclude l’ipotesi di correggere se stessa anche se il dito lo punta un bambino, la contestazione è stata girata a chi di competenza.

La visita, un ‘pigiama party’ dedicato ai dinosauri, avvenne la sera del 21 luglio scorso. La lettera del Natural History Museum, che comincia con “Caro Charlie” e finisce coi ringraziamenti e la speranza di rivederlo, è stata spedita a stretto giro in data 25. Il rilievo del bambino ha mobilitato il team responsabile delle esposizioni e il paleontologo di fama professor Paul Barrett, il quale ha ammesso: non era un Oviraptor il sauro sul pannello. L’etichetta sarà corretta.

Charlie, che vive con la famiglia a Canvey Island nello Essex, è stato onorato per l’acume da un microfono della BBC. Alla tv, mamma Jade ha spiegato che lui “ha amato la paleontologia sin da piccolissimo e cominciò a leggere enciclopedie quando aveva circa tre anni. Charlie – ha aggiunto – soffre della Sindrome di Asperger e per questo, se gli piace qualche argomento, cercherà di saperne tutto quanto è possibile”.

Guardava i pannelli mentre gli altri ragazzini giocavano

La sera della visita, mentre gli altri bambini preferivano partecipare a una ‘caccia ai dinosauri’ nelle maestose gallerie del Museo, Charlie si dedicava alla silenziosa spulciatura dei pannelli, dove invece del bipede beccuto che deve il nome Oviraptor all’alimentazione di uova, scorgeva il Protoceratops, piccolo erbivoro quadrupede del Cretacico.    

Un portavoce del Museo ha spiegato che la galleria dei dinosauri è stata rinnovata varie volte e che una distrazione ha provocato lo sbaglio. Non se ne poteva accorgere anche un bambino. Ma forse solo quel bambino lì, Charlie da Canvey Island. Un ‘Asperger’.

Flag Counter
Video Games