Newsletter
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone

“Abbiamo fatto l’incontro della cabina di regia, che ha un senso politico e un senso tecnico. Il clima è molto disteso, abbiamo individuato belle soluzioni. Sicuramente adesso proseguirà la raccolta dei rifiuti e si accelera secondo le possibilità; sicuramente ci prenderemo qualche giorno, c’è la disponibilità della Regione ad aumentare i giorni per procedere alla raccolta straordinaria, c’è tutta la capienza degli impianti, una cosa importantissima, per cui i rifiuti a terra non rimarranno”. Così il ministro dell’Ambiente Sergio Costa, al termine della cabina di regia sui rifiuti di Roma che si è svolta nella sede del ministero insieme alla sindaca di Roma Virginia Raggi e il presidente della Regione Nicola Zingaretti.

Al vertice non era presente Luigi Di Maio, precisa Costa, col quale però si è incontrato in un pre vertice con Raggi. “La cosa più importante, è che – ha aggiunto – ogni due giorni i tecnici della Regione, del Comune, dell’Ama si incontreranno per calibrare, in funzione della situazione che volta per volta emerge, la migliore raccolta dei rifiuti a terra e la loro predisposizione negli impianti. Cosa che – conclude – mi sembra la soluzione migliore”.

Raggi chiede ai cittadini di impegnarsi nella differenziata

“L’obiettivo primario è ripulire la città, lo dobbiamo ai romani e mi sembra che questo tavolo lo abbia garantito a più livelli”, ha commentato la sindaca Raggi. “Cè stata una ampia concertazione per soluzioni di breve periodo, che chiaramente sono quelle che prevedono un aumento dei conferimenti negli impianti esistenti. Le capienze sono state liberate, Ama si impegnerà in breve tempo a ripulire con turni straordinari recuperando residui a terra derivati dal fermo di alcuni impianti e la manutenzione di altri”.

Raggi chiede quindi uno sforzo ai cittadini: “Chiedo a tutti i cittadini da qui in avanti di aiutarci in un piano serio di raccolta differenziata perché solo in questo modo possiamo iniziare ad abbassare e ad abbattere la quota dell’indifferenziato che è la frazione in assoluto che ci crea più problemi”. “Non solo – ha aggiunto – è quella che va a finire agli inceneritori e alle discariche e non consente un riutilizzo, bloccando il ciclo dei rifiuti in senso virtuoso. Nelle prossime settimane – ha concluso – aumenteremo le aree di raccolta differenziata porta a porta. Abbiamo bisogno della collaborazione di tutti”.

Zingaretti: “Finalmente il piano parte”

“È andata bene. Finalmente il piano parte”, ha commentato Zingaretti, che nel corso della Conferenza organizzativa della Cisl ha riferito dell’incontro con il ministro dell’Ambiente Costa e la sindaca di Roma raggi, sul piano di raccolta dei rifiuti a Roma. “C’è stato un bellissimo clima di collaborazione, l’ordinanza funziona”, ha precisato Zingaretti – le disponibilità dei vari siti è confermata. Abbiamo ringraziato l’Ama, il management, gli operai, tutti coloro che stanno lavorando. Già, come indicava l’ordinanza, la gran parte delle aree sensibili è stata ripulite, ora questo sforzo continua affinché la città sia ripulita”. “Sono contento – ha insistito – per questo clima di collaborazione: il piano, l’ordinanza sta funzionando”.

Flag Counter