Newsletter
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone

(AGI) – Roma, 4 dic. – Non solo look, ma soprattutto sicurezza.
La maschera da sci e’ tra gli accessori importanti per gli
sciatori e l’azienda tedesca Zeiss, leader nel settore
dell’ottica, ha lanciato “Sonar”, una maschera con lenti
anti-nebbia, per le condizioni di scarsa luminosita’. Questa
tecnologia di colore e’ stata studiata per aumentare i
contrasti e facilitare l’identificazione di dislivelli e
ostacoli sulla neve, ha riferito l’azienda. In questo modo, lo
sciatore puo’ reagire al pericolo con maggiore velocita’ e
sicurezza e non e’ costretto a rinunciare alle sue discese
nemmeno in giornate nebbiose e nuvolose. La lente e’ stata
testata a Cortina d’Ampezzo in Italia e a Saas Fee in Svizzera,
in collaborazione con l’Istituto di Optometria di Aalen e il
Dipartimento di Medicina dello Sport della Ruhr-Universitat di
Bochum in Germania. I test hanno dimostrato che SONAR offre una
performance superiore sia in termini di sensibilita’ ai
contrasti, sia di percezione visiva e dei colori, rispetto a
lenti ad altro contrasto disponibili sul mercato. (AGI)
.

(AGI) – Roma, 3 dic. – Dai messaggi ai pagamenti: dopo aver
lanciato WhichAppNow, servizio di streaming video ‘a due’,
nasce WhichAppPay, la funzionalita’ che consente di inviare e
ricevere denaro direttamente dall’app. “Continuiamo a innovare,
dopo il lancio di maggio con il servizio Now (erogato nel primo
mese oltre 24mila ore di video), il primo modello di
condivisione intimo ed esclusivo, ci apriamo al mercato dello
scambio denaro tra utenti”, ha spiegato Vincenzo Galizia,
amministratore delegato di Acs, societa’ che ha ideato
WhichApp. “Nelle mille occasioni della quotidianita’, un padre
che deve inviare il denaro alla figlia, un amico che
restituisce i soldi spesi per la pizza a un altro amico, a chi
raccoglie per la comitiva i soldi per la partita di calcetto,
in tutte queste e tante altre occasioni ora scambiare i soldi
sara’ semplice come inviare un messaggio”, ha aggiunto Galizia,
“il tutto nella massima sicurezza, garantita dai sistemi Paypal
e la riservatezza della nostra piattaforma con crittografia
Norton”. Il partner scelto per WhichAppPay e’ PayPal, leader
nel mercato dei pagamenti online e su mobile. L’applicazione,
interamente made in Italy, ha superato a ottobre gli 800mila
utenti attivi, con una media di messaggi inviati mensilmente
che sta per superare i 70 milioni. (AGI)
.

(AGI) – Palermo, 2 dic. – Progressivo ritorno alla normalita’
alla Regione siciliana dopo quarantotto ore di black-out
informatico provocato dall’interruzione del collegamento con i
server di Sicilia e-servizi, la partecipata regionale
responsabile della piattaforma digitale dell’ente pubblico, a
causa del maxi debito da 114 milioni di euro maturato con l’ex
socio privato Engineering. Una vicenda che ha dimostrato
l’estrema vulnerabilita’ della Regione anche su questo
versante, per la stretta dipendenza da un ‘cervellone’
informatico che si trova in Val D’Aosta e gestito da privati.
Ieri era stata una giornata di lunghe trattative e l’azienda
aveva comunicato di essere disponibile a riattivare i servizi
informatici, in particolare quelli relativi alla sanita’.
Stamane sono partiti gradualmente altri servizi. Anche la
pagina web della Regione, per due giorni ‘indisponibile’, e’
tornata accessibile. Ma restano disagi a macchia di leopardo.
Il protocollo informatico del Corecom Sicilia, infatti,
funziona in modo irregolare e non consente l’acquisizione al
protocollo degli atti; l’interruzione, inoltre, non consente
l’accesso alla webmail istituzionale, denuncia il presidente
dell’organismo Ciro Di Vuolo: “Le convocazioni da inoltrare ai
soggetti coinvolti nelle conciliazioni vengono solitamente
inviate per mezzo della posta elettronica ma, vista l’attuale
situazione, si e’ stati costretti a convocare a mezzo
raccomandata, con un notevole aggravio di costi per
l’amministrazione e con tempi di attesa evidentemente
dilatati”. Il dirigente parla di “problema imbarazzante che si
trascina ormai da troppi anni, e’ necessario che si trovi
subito una soluzione. Il Corecom Sicilia, a maggior ragione,
dovra’ rendere indipendenti i propri sistemi informatici, cosi’
da essere autonomo e autosufficiente per garantire sempre un
adeguato servizio ai cittadini”. (AGI)
.

(AGI) – Roma, 2 dic. – “Dovete osare, seguire le vostre idee,
anche le piu’ folli, e realizzarle”. E’ il consiglio rivolto ai
giovani dal fondatore di Tesla Motors, Martin Eberhard. Dal
palco dello Iab Forum a Milano, il ‘padre’ dell’auto elettrica
ha raccontato il suo percorso, dai primi passi di Tesla, nel
2003, fino all’esordio della macchina a zero emissioni nel
2008. “Oggi quasi tutte le aziende automobilistiche nel mondo
offrono auto elettriche”, ha spiegato Eberhard, “all’inizio
dovemmo convincere gli investitori, studiare il mercato e le
norme, immaginare auto che fossero attraenti come quelle
tradizionali”. Il futuro dell’innovazione, secondo il fondatore
di Tesla, sono le auto che si guidano da sole e le stampanti
3D, “ma quando si pensa a un prodotto bisogna sempre
concentrarsi sull’effettivo bisogno delle persone”. A chiudere
la seconda giornata di Iab forum, il piu’ grande evento
italiano dedicato al mondo della comunicazione digitale, sara’
il regista Oliver Stone.

(AGI) – Roma, 1 dic. – Erano gli anni della nascita dell’Unione
europea, della guerra in Bosnia. Vent’anni fa, mentre gli
adolescenti impazzivano per gli Oasis, la Sony sfornava una
console che di li’ a poco avrebbe totalmente rivoluzionato il
concetto di videogioco: la PlayStation.


Un vero e proprio fenomeno sociale,
che dal suo arrivo sul
mercato ha raggiunto le case di milioni di appassionati e
famiglie, dal nord al sud del pianeta.
Era il 3 dicembre del 1994 quando in Giappone venne
introdotta una console con il cd-rom, che soppianto’ per sempre
le ‘cartucce’ dei tradizionali videogiochi come il Nintendo e
Sega Master System.

Una scelta vincente, quella del dischetto:
una console a 32 bit con una computer grafica in 3D che riusci’
a conquistare oltre 100 milioni di persone.

In Europa e in
Italia arrivo’ l’anno successivo,
il 29 settembre 1995.
Fu subito un successo planetario, che ancora oggi viene
confermato dai dati di vendita dell’ultima versione, la PS4,
che ha fatto registrare piu’ di 30 milioni di pezzi.

In questi vent’anni sono stati molti i successi raccolti
dalle quattro versioni delle console giapponesi: la PS2, per
esempio, nel 2000 introduce il supporto dvd-rom, permettendo di
videogiocare, guardare film e ascoltare musica.

Un progetto che
ha avuto il merito di far uscire il gioco dallo spazio
ristretto delle camerette dei bambini per innestarlo nella vita
familiare come centralina dell’intrattenimento. La Ps2 ha
guadagnato il primato di 155 milioni di pezzi venduti in tutto
il mondo. Un record assoluto.

La versione successiva, invece, la PS3, lanciata sul
mercato giapponese e americano nel 2006 e in quello europeo a
marzo 2007, ha conquistato in pochi anni oltre 80 milioni di
consumatori
anche grazie all’introduzione di una grafica in HD
e alla connessione Wi-Fi per navigare in rete, che da allora
permette a milioni di giocatori di sfidarsi on-line in tutto il
mondo. (AGI)

(AGI) – Roma, 1 dic. – Tradizionale nell’aspetto, ma con
tecnologie d’avanguardia che strizzano l’occhio a uno
smartwatch. Casio presenta oggi i nuovi modelli Edifice EQB 500
e fa una scommessa: aprire la strada dell’orologeria analogica
verso una fascia di mercato rimasta scoperta per questa
tipologia. Ad accomunare i modelli e’ un sistema che tramite
Bluetooth permette al cronografo sportivo di dialogare con lo
smartphone e regolare automaticamente l’orario della localita’
corrente, secondo il concetto di “Global Time Sync” che
accomuna i modelli di punta del brand maschile Edifice,
dedicati soprattutto ai businessman sempre in viaggio.
Completamente in acciaio, con vetro minerale antiriflesso e
antigraffio l’EQB-500 si alimenta a energia solare, resiste
all’acqua fino a 10 bar e monta lancette fluorescenti, il cui
rivestimento luminescente Neobrite si illumina al buio dopo lo
spegnimento di una fonte luminosa. L’app Casio Watch+,
compatibile con i principali smartphone, permette di regolare
con precisione l’ora di 300 citta’ in tutto il mondo e di
trovare il proprio smartphone con la funzione phone finder. Non
solo: e’ possibile anche verificare la ricezione delle email.
La collezione EDIFICE Bluetooth si completa con i modelli
EQB-510 – evoluzione di EQB-500 dal quale si differenzia per il
design del quadrante – ed ECB-500 – modello analogico-digitale
che consente la visualizzazione del datario nei due display
digitali a ore 6 e a ore 12. L’EQB e’ disponibile in tutti i
retail Casio ad un prezzo di 299 euro nella versione acciaio e
di 399 euro in quella nera. (AGI)
.

(AGI) – Roma, 1 dic. – Mostre, teatro, danze e musica, tutto
accessibile attraverso un nuovo spazio virtuale: e’ il progetto
realizzato dal Google Cultural Institute che si apre cosi’ alle
arti dello spettacolo.
Realizzato in collaborazione con piu’ di 60 istituzioni
culturali di tutto il mondo, agli utenti bastera’ connettersi
da oggi su g.co/performingarts, per accedere ai palcoscenici
piu’ noti al mondo come il Carnegie Hall, la Filarmonica di
Berlino e l’Opera Garnier di Parigi. E in Italia il viaggio
virtuale inizia nel Teatro dell’Opera di Roma. Grazie alla
tecnologia video a 360 gradi e a Google Cardboard, un visore
3D, gli utenti potranno vivere in modalita’ realta’ virtuale la
messa in scena e il dietro le quinte della performance “Ascesa
e caduta della citta’ di Mahagonny” – opera musicale teatrale
nata dalla collaborazione tra il drammaturgo Bertolt Brecht e
il musicista Kurt Weill – guidati dalla sapiente narrazione del
direttore artistico Alessio Vlad.
Non solo. La sezione del Google Cultural Institute dedicata
al Teatro della capitale italiana raccogliera’ piu’ di 100
immagini dell’archivio storico del Teatro, un’immagine
Gigapixel ad altissima risoluzione del sipario realizzato da
Giorgio de Chirico per l’Otello di Gioachino Rossini e una
mappatura di immagini Street View che permetteranno al
visitatore di scoprire gli interni del Teatro a 360 gradi.
Infine, grazie a una ricca mostra digitale, la storia della
stagione estiva del Teatro dell’Opera di Roma prende vita sulla
piattaforma di Google Cultural Institute: dal 1937 le Terme di
Caracalla hanno visto andare in scena, oltre a grandi classici
verdiani come Aida e La Traviata, anche Bob Dylan, Elton John e
Ludovico Einaudi e i protagonisti della danza classica e
contemporanea come il Pink Floyd Ballet, Carla Fracci e Roberto
Bolle.
Il Google Cultural Institute continua cosi’ nel suo impegno
di portare l’arte online, rendendola accessibile agli utenti in
qualsiasi parte del mondo. La nuova sezione Arti dello
spettacolo accogliera’ oltre 60 istituzioni culturali di oltre
20 Paesi, oltre 100 storie interattive e un totale 8.000
contenuti tra foto, video e altri documenti. (AGI)

(AGI) – Cagliari, 30 nov. – Avanade e Accenture hanno
inaugurato un nuovo polo tecnologico a Cagliari che si propone
di dare lavoro a circa 300 nuovi talent del mondo digital e
tecnologico in tutta Italia entro il la fine del 2016.
Il nuovo centro offrira’ servizi innovativi per tutte
quelle imprese che sono pronte a scommettere nel campo della
tecnologia. “Il nuovo centro di Cagliari sara’ in grado di
offrire un valore aggiunto ai nostri clienti e avra’ un ruolo
centrale nel guidare l’innovazione con i nostri partner”
dichiara Alessandro Marin, Senior Managing Director, Accenture
Technology, Italy, Central Europe and Greece. “La nostra
espansione a Cagliari e il nostro investimento nel nuovo Centro
di Competenze permettono alle aziende italiane di accedere a
risorse di eccellenza a livello mondiale. Siamo, inoltre,
orgogliosi del fatto che questo nuovo centro di eccellenza
potra’ contribuire allo sviluppo economico della regione
Sardegna, permettendoci, al tempo stesso, di espandere il
nostro network e la nostra offerta attraverso professionisti di
grande esperienza in campo digitale e tecnologico”, ha detto
Mauro Meanti, General Manager Avanade Italy. (AGI)

(AGI) Roma, 30 nov. – La lavatrice a pedali, il mega impianto
solare in Marocco e l’autobus a cacca: sono queste le notizie
piu’ popolari della settimana appena conclusa e diventate
virali sul web. E’ quanto emerge dal sistema di monitoraggio
Picoweb e dai dati forniti da Data Web, Gruppo Data Stampa.
Si piazza al primo posto la bike-washing-machine ideata da
Li Huan che con il suo prototipo si ripromettere di risolvere
piu’ problemi: la lavatrice a pedali fa risparmiare soldi,
energia e spazio, e costringe il possessore a una regolare
attivita’ fisica. “Quando si pedala sulla Bike Washing Machine,
il movimento di pedalata produce l’energia che va ad azionare,
e fa ruotare, il tamburo della lavatrice”.
Ambizioso il progetto della centrale solare termica piu’
grande al mondo. Costruita nel deserto del Sahara, vicino alla
citta’ di Ouarzazate, e’ grande come 35 campi di calcio e
fornira’ energia elettrica pulita a circa un milione di
persone. Molto piu’ di un “normale” impianto fotovoltaico, il
complesso sfrutta tre diverse tecnologie: un sistema a
concentrazione solare da 160 MW; un impianto solare
termodinamico a specchi parabolici da 300 MW; una serie di
collettori parabolici a cilindro da 150 MW complessivi. Entro
il 2020 obiettivo del Marocco sara’ produrre oltre il 40%
dell’energia elettrica da fonti rinnovabili, emancipandosi
dall’importazione di combustibili fossili.
A far impazzire il web e’ infine il singolare pullman
alimentato da escrementi, il “cacca-bus”. Il prototipo e’ molto
“serio” e ha fatto recentemente il suo esordio a Londra, sulla
tratta che va dalla stazione ferroviaria all’aeroporto di
Bristol. Gli scarti alimentari e gli escrementi prodotti da
cinque persone in un anno sono in grado di generare una
quantita’ di carburante pari a circa 300 chilometri di
percorrenza. Come distinguere il bio-bus? Dai disegni sulla
fiancata, che ritraggono passeggeri seduti sui water anziche’
sui normali sedili. (AGI)
.

(AGI) – Roma, 30 nov. – Una community per giovani talenti che
ha l’obiettivo di dar voce a una nuova generazione per
valorizzarne il contributo per il Paese. E’ questo lo spirito
con cui Samsung ha lanciato Galaxy Generation, un progetto
tutto italiano nato per raccontare una generazione di giovani
promesse che e’ riuscita a realizzare i propri sogni e che, ha
assicurato Samsung, contribuira’ a rendere migliore il futuro
del nostro Paese.
Spinta dalla voglia di cambiamento, un approccio
open-minded e un rapporto nativo con la tecnologia, la
Generazione Galaxy aiutera’ a svelare desideri e aspettative
dei giovani italiani, condividendo esperienze di successo
vissute in ambiti chiave quali danza, sport, design, food,
scienza e business, ha sottolineato la societa’ in un
comunicato.
A dar vita alla community sono sei talenti: Nicoletta
Manni, prima ballerina del Teatro alla Scala; Valentina Diouf,
pallavolista della nazionale italiana; Elisa del Favero,
studentessa di design vincitrice di un progetto di IED in
Silicon Valley; Matteo Zorzan e Federico Cipriani, ingegneri
aerospaziali; Angelica Donati, giovane manager; Lorenza
Dadduzio e Flavia Giordano, fondatrici di CucinaMancina,
community di migliaia di persone.
Attraverso la piattaforma digitale galaxygeneration.it e
l’hashtag #galaxygeneration sui canali social, i sei talenti
coinvolgeranno i giovani della loro generazione che hanno
passioni e ambizioni forti e raccoglieranno esperienze,
difficolta’ e opportunita’ che vivono oggi in diversi ambiti.
L’obiettivo finale del progetto e’ la stesura di un manifesto
che delineera’ bisogni e speranze per un futuro migliore della
nostra societa’. Il documento sara’ frutto dell’analisi da
parte dei Champion delle conversazioni e delle storie dei loro
pari incrociate con approfondite ricerche di mercato realizzate
da Samsung. “I giovani rappresentano una risorsa preziosa per
la crescita del nostro Paese poiche’, grazie a una visione
aperta verso il mondo e a un forte desiderio di indipendenza e
condivisione, possono contribuire attivamente a migliorare il
futuro della nostra societa’”, ha spiegato Mario Levratto, Head
of Marketing & External Relations Samsung Electronics Italia.
“E’ per questo che abbiamo ideato Galaxy Generation, un
progetto che si inserisce all’interno della nostra mission di
supportare i giovani alla scoperta del proprio potenziale
attraverso la tecnologia ed esperienze reali che fungono da
ispirazione e motivazione per tutti i giovani che hanno
ambizione e passione nella vita”. (AGI)
.

Flag Counter