Newsletter
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone

Quasi Tutti gli Articoli in questa categoria sono tratti dal sito: http://www.gamesource.it/ a cui va riconosciuto il giusto merito e va tutta la mia gratitudine per l’ottimo lavoro che svolgono

L’atteso JRPG targato Atlus avrà un prequel anime al gioco vero e proprio chiamato Persona 5 the Animation: The Day Breakers, che sarà trasmesso proprio oggi in streaming.

Persona 5 the Animation - The Day Breakers logo

Ad annunciarlo è Crunchyroll, sito di video streaming dove sarà trasmesso l’anime prodotto da A-1 Pictures, che precisa che lo streaming sarà disponibile per i membri residenti in Nord America, Sud America, America Centrale, Australia, Nuova Zelanda, Regno Unito e Irlanda.
Speriamo quindi di trovare presto una fonte alternativa per noi che non facciamo parte di queste zone.

Eccovi il trailer con sottotitoli in inglese:

E per finire, la copertina DVD/Blu-ray giapponese:

Persona 5 the Animation - The Day Breakers cover

Si è svolto a partire dalle 19.10 del 2 Settembre un importante evento dedicato a Call Of Duty, con ovviamente un focus sul nuovo Infinite Warfare. Vediamo in breve quali sono gli annunci che sono emersi durante questa conferenza organizzata da Activision, soprattutto per parlare del comparto multigiocatore del titolo.

La prima cosa è l’annuncio della Beta Multiplayer, che sarà disponibile dal 14 Ottobre, per gli utenti Playstation 4 (quelli Xbox One dovranno aspettare qualche giorno). L’accesso alla beta è anticipato per chi preordina il gioco.

Inoltre il team sta ricreando le 16 mappe multiplayer di Call of Duty: Modern Warfare. Chi preordina il gioco, riceverà subito 10 mappe, e le successive 6 saranno pubblicate come contenuti aggiuntivi gratuitamente nei mesi successivi. Activision definisce la Remastered del gioco come il contenuto bonus più importante, mai offerto dalla compagnia.

Novità anche per gli utenti PS4, che acquistando il gioco otterranno al lancio anche un esperienza per Playstation VR chiamata “Jackal Assault“. Ecco un video con le prime immagini dell’esperienza con la realtà virtuale.

Ecco quindi tutte le novità su Call of Duty Infinite Warfare, ma l’evento è stato pubblicizzato da Activision proprio per mostrare per la prima volta il comparto multiplayer dello sparatutto. Ecco quindi il video che mostra l’inedita, fino a oggi, modalità multigiocatore.

Vi ricordiamo che Call of Duty: Infinite Warfare uscirà per Playstation 4, Xbox One e PC, il 4 Novembre 2016.

Che tradizione, stile e cultura automobilistica in Italia siano tra i migliori e più invidiati al mondo, è dato di fatto. Che altrettanto italianissimo sia il team di Kunos Simulazioni,  intrepido padre del racing game che vanta la più fedele delle fisiche di guida, potrebbe invece non essere noto ai più. Uscito nel 2014 per PC, Assetto Corsa ha conquistato tanto la critica quanto i cuori degli appassionati di quattro ruote. Quello dei ragazzi di Kunos Simulazioni non è un semplice gioco di guida, ma una delle più dettagliate e meticolose simulazioni in commercio. Ora disponibile anche per PS4 e Xbox One, Assetto Corsa riesce a mantenere e a superare i già elevati standard della precedente versione PC. Scegliete con cura il vostro volante: Assetto Corsa vi aspetta alle linee di partenza.

Era un freddo inverno del 2013 e un ancora acerbo team del Bel Paese annunciava l’early access di quello che poco più di un anno dopo sarebbe diventato una delle migliori esperienze di guida hardcore tra gli appassionati di racing game. Tutto questo però succedeva su PC, dove le esigenze e aspettative dei videogiocatori sono senza dubbio differenti se messe a confronto con quelle degli utenti console. Proprio per questo motivo il team si è preso un giusto arco di tempo per studiare mercato, mosse della concorrenza e panorama di queste ultime: qualche rinvio più tardi, ma pur sempre dimostrando coraggio e una certa lungimiranza, è tempo di tirare le somme di quella che è l’esperienza di guida lontano dai volanti e dalle specifiche desktop.

Nonostante il successo della release su PC di qualche anno fa è bene ricordare come Assetto Corsa sia pur sempre figlio di un piccolo team che nulla ha a che vedere con le produzioni da capogiro di titoli come Gran Turismo e Forza Motorsport ai quali – troppo spesso – viene accostato. In Assetto Corsa non troverete lo stesso livello di dettaglio grafico, parco auto e disponibilità di tracciati di quei giochi. Quello che non verrà invece mai a mancare è l’autenticità con cui Kunos Simulazioni ha saputo convertire un’esperienza hardcore senza snaturare l’essenza stessa di simulatore duro e crudo della versione originaria.

Chiariamolo subito: in Assetto Corsa i fronzoli sono ridotti all’osso. Non vi troverete il parco macchine di Gran Turismo, non potrete scegliere tra decine di marchi: un paio di decine di brand per un totale di 93 autovetture nella versione base dovranno bastare a placare le ambizioni del vostro garage. Scesi dalla Fiat 500 Abarth o da una smagliante Alfa Romeo Giulietta QV, potrete sterzare sulle tedesche BMW E89 Z4 e GT3, prima di chiudere il miglior tempo sulla Ferrari FXX-K scelta per la copertina della versione PS4 che abbiamo provato. Allo stesso modo se sperate di guidare in luoghi esotici e mozzafiato, dovrete tradire le vostre aspettative: 14 location danno vita ai 26 tracciati che vi porteranno a mangiare la polvere delle italiane Monza, Imola e Vallelunga senza dimenticare i grandi classici come Silverstone e Nurburgring.

Fatte le dovute premesse siete pronti per intraprendere la vostra prima corsa. Ad accogliervi troverete una interfaccia spoglia ed essenziale che vi accompagnerà tra i menù delle categorie a cui potrete prendere parte. La classica opzione Gara Veloce  permetterà di gettarvi nella mischia contro una agguerrita IA avversaria a bordo di un’auto di vostra scelta, senza la necessità di giri di qualificazione. Sessione di prove e qualificazioni sono opzioni che troverete invece disponibili nelle Gare del Weekend, che vanno ad aggiungersi alle modalità a tempo e agli hotlap, con l’aggiunta di una più spettacolare (e per piloti esperti) gara drift dove potrete sfoggiare tutta la tecnica in vostro possesso. Potrete sfidare amici online scegliendo uno dei 50 preset a disposizione per gare che ospitano un massimo di 16 partecipanti connessi. Ogni preset sarà caratterizzato da diversi requisiti necessari a garantirvi l’accesso: dai bonus e malus personalizzati alla tipologia di gara e macchina annessa, in questo caso ce n’è per tutti i gusti.

Discorso a parte per la modalità Carriera: nonostante Assetto corsa sia un titolo che punta tutto sulla massima fedeltà di simulazione di guida, il vostro personale percorso all’interno del gioco non verrà assolutamente valorizzato. Partendo dalle più maneggevoli 500 Abarth e Alfa Giulietta, di tier in tier vi ritroverete a guidare dopo ore di giri macchine dalle caratteristiche sempre più tecniche e imperdonabili. Il tutto per giunta avviene in maniera piatta e anonima: una vittoria sarà nulla più di un segno positivo e mai celebrato con podio e champagne o una pacca sulla spalla, la sconfitta comporterà il semplice riavvio di una gara che probabilmente ancora non stiamo affrontando col giusto assetto o competenza. Alto è il rischio di abbandonare la campagna per dedicarvi a gare veloci più personalizzabili, per finire in men che non si dica di pentirvene: l’IA degli avversi è elevata anche a livelli di difficoltà per principianti, e il realismo infuso dai ragazzi di Kunos Simulazioni non perdona. E non basta l’aggiunta di tracce audio, ancora assenti nella “purista” versione PC, a compensare la mancanza di gare in notturna, di colori e di curve appaganti: la natura di Assetto Corsa non scende a compromessi e più del cuore punta a conquistare il cervello dietro al vostro pilota attraverso una simulazione a ci viene data precedenza assoluta rispetto al divertimento derivante da un approccio meno realistico e a tutti gli effetti più in linea coi racing game su console.

Le collisioni contro le auto avversarie avranno ripercussioni disastrose sui vostri tempi almeno quanto i fuori pista sentenzieranno penalties capitali. A meno che non siate reduci da decine e decine di ore di guida su PC, non potrete in nessuno caso permettervi di ignorare i suoi del vostro motore, uno stridere sospetto delle gomme anteriori o le definizioni dei cordoli al millimetro. Tutto il prestigio italiano manifatturiero in ambito automobilistico è ricostruito in Assetto Corsa. Le opzioni di personalizzazione non si limiteranno ai classici cambio, trazione o gomme, ma richiederanno al giocatore una competenza e una dedizione appena minore di quella impiegata dal preparatissimo team di sviluppo tecnico. Mentre però la sterminata community harcore continua a fiorire su PC grazie a centinaia di modders pronti a investire tempo ed energie a caratterizzare e compensare la povertà di colori e gli eccessivi spigoli e imperfezioni dell’UI, su console l’utenza si comporta in maniera diversa. Affrontare le prime gare senza il benché minimo tutorial o indicazione sulle conseguenze di quella barra che se spostata andrà a migliorare (o più probabilmente a peggiorare drasticamente) la resa della convergenza delle nostre quattro ruote, rischia dunque di allontanare il casual gamer prima del tempo.

Allo stesso modo, dover affrontare ore di pratica su un’auto ben lontana a quella dei vostri sogni per ottenere dopo decine di giri l’agognato podio e procedere al successivo senza quel lecito senso di appagamento tanto per l’occhio che per il cuore, non è pane per i denti di tutti. In Assetto Corsa la simulazione è autentica e senza compromessi: se saprete mettere in discussione tutto quello che avete imparato in passato sui racing game e sarete disposti a impiegare la giusta quantità di tempo per portare la vostra tecnica letteralmente al livello successivo e abbassare drasticamente i vostri tempi, questo titolo saprà ricompensarvi con l’esperienza di simulazione definitiva, la più realistica disponibile su console.

Se state cercando l’erede di Gran Turismo o Forza Motorsport potreste storcere il naso davanti al differente (ma altrettanto esaltante) approccio di Assetto Corsa. Se la meccanica dell’automobile è la vostra vera passione, non troverete nulla di più gratificante nel modificare più e più volte in maniera certosina le infinite opzioni di personalizzazione fisica, tecnica e meccanica che il titolo mette a disposizione. Quando poi, volante alla mano (d’obbligo per un titolo il cui motore fisico è talmente avanzato da richiede un output ben più sensibile rispetto a quello che può offrire un comune pad), vi renderete conto che la più piccola di quelle modifiche vi porterà a conseguenze tangibili in termini di guida e quindi di tempi dando così un senso pieno al tempo investito, Assetto Corsa avrà già scalato la vetta della vostra personale classifica dei giochi di simulazione.

Batman – The Telltale Series Episodio 2 dal titolo “Children of Arkham” sarà disponibile in anteprima al PAX West il 3 Settembre mentre tutti gli altri utenti PC, PlayStation 4 e Xbox One dovranno aspettare fino al 20 Settembre.

batman telltale episodio 2

La serie completa sarà successivamente acquistabile tramite uno speciale Season Pass Disc — che includerà l’epsiodio 1 e l’accesso al download degli altri episodi online, a partire dal 13 Settembre in Nord America mentre in Europa a partire dal 16 Settembre.

Batman – The Telltale Series Episodio 2 “Children of Arkham” vedrà il suo debutto in un’anteprima speciale all’evento Crowd Play al PAX West il giorno 3 Settembre utilizzando la nuova funzionalità in-games Crowd Play che permetterà al pubblico di contribuire a dirigere gli avvenimenti su schermo tramite i proprio dispositivi mobili.

In attesa del secondo episodio potete leggere la nostra recensione di Batman – The Telltale Series Season Premiere.

Recore, esclusiva Xbox One & Windows 10, sta per arrivare nei negozi (il 13 Settembre), ed ecco approdare su Youtube anche il trailer ufficiale di lancio del titolo action in terza persona. Ideato dal geniale Keiji Inafune, Recore è un titolo dalle atmosfere postapocalittiche, ma con un concept originale e divertente.

Durante la Gamescom abbiamo assistito ad un assaggio di Recore, che ricordo arriverà il 13 Settembre solo su Xbox One e PC.

Minecraft ha indiscutibilmente lasciato il segno nel 2011 quando per la prima volta approdò su PC e successivamente su tutte le altre piattaforme di gioco. Il titolo di Mojang  aveva dato inizio all’era dei blocchi, del crafting e, soprattutto della creatività. I numeri e il successo mediatico furono talmente elevati che i primi “cloni” o “ispirazioni” di Minecraft non tardarono ad arrivare. Tra questi è doveroso citare Dragon Quest Builders di Square-Enix che abbiamo avuto modo di provare recentemente negli uffici di Koch Media qualche giorno fà. Benché la nota casa giapponese ci tenga ad evitare paragoni con Minecraft, sarebbe falso e pretenzioso non evidenziarne la forte ispirazione.

C’è da ammettere però che Dragon Quest Builders riesce ad avere un’identità propria staccandosi quasi completamente dagli intenti e dagli obbiettivi di Minecraft, visto che stiamo comunque parlando di uno spin-off di Dragon Quest, la celebre serie JRPG con i disegni di Akira Toriyama, autore di opere come Dragon Ball.

Dragon Quest Builders

A dimostrazione di quanto detto, segnaliamo come prima cosa la presenza di una sorta di trama che faàda sfondo all’avventura. Ci troviamo nel mondo di Alefgard, (quello del primo Dragon Quest), in un universo alternativo dove l’eroe è stato sconfitto e i cattivi hanno vinto, guidati dal perfido Dragonlord. Impersoneremo un nuovo eroe (muto e senza nome, come da tradizione) che si risveglia in una misteriosa caverna con il potere e il dovere di ricostruire tutto quello che il male ha distrutto negli ultimi anni.

La prime ore di gioco fungeranno da tutorial di gioco per apprendere i primi rudimenti su come muoversi e su come creare i primi oggetti e utensili. In primis il più importante: un attrezzo per distruggere quasi tutto ciò che ci circonda e recuperare così risorse che serviranno in seguito per creare oggetti come equipaggiamenti, torce, falò, creme curative ecc. Tutto questo può essere creato esclusivamente su un apposito tavolo da lavoro spesso localizzato nei diversi accampamenti sparsi per il mondo di gioco.

Dragon Quest Builders

Una volta arrivati all’accampamento scopriremo che la nostra prima missione principale sarà quella di ridare vita ad una città ormai abbandonata. Riceveremo numerose missioni da portare a termine il cui obiettivo spesso è quello di soddisfare le richieste dei singoli abitanti (che dovremo trovare e reclutare in giro per il mondo). Peppa, il primo NPC che incontreremo, vorrà per esempio una stanza per dormire e una per cucinare.

Le stanze, per essere considerate tali, dovranno avere delle caratteristiche minime ben specifiche: porte, mura alte due blocchi, un letto e un fuoco. In alcuni casi verrà fornita una piantina della stanza che può essere messa a terra per costruirci direttamente sopra affinché il risultato soddisfi il 100% le esigenze del richiedente. Più queste stanze saranno arricchite con mobilio e materiali pregiati più punti otterremo per far salire la città di livello.

Come potrete immaginare per creare tutte queste cose dovremmo esplorare il mondo in cerca di blocchi da distruggere, legna ed erbe da raccogliere, ma anche cibo, visto che man mano che il tempo passa al nostro protagonista verrà fame. Per creare oggetti nuovi ci vorranno ovviamente delle ricette, che verranno sbloccate automaticamente man mano che raccoglieremo i materiali adatti per crearle: quindi il consiglio è, soprattutto all’inizio, distruggere tutto ciò che è possibile e fare man bassa di risorse.

Dragon Quest Builders

Ci si potrebbe chiedere: “Visto che parliamo di Dragon Quest non ci sono battaglie o elementi RPG?” La risposta è sì, ma il problema è che si sono rivelati piuttosto limitati. I combattimenti sono un mero scambio di colpi tra il protagonista e il mostro, i cui danni sono conseguenza diretta del nostro equipaggiamento e dei nostri parametri rispetto a quelli dell’avversario. Armi più potenti portano attacchi più forti e vestiti più robusti significano difese più alte. Niente di più banale. Gli HP si potranno aumentare solo portando a termine determinate quest e ricevendo in dono i famosi semi della vita, già visti nella serie principale.

Dragon Quest Builders ci è sembrato tutto sommato un prodotto gradevole che sicuramente troverà spazio per gli amanti del crafting e delle costruzioni. Andrà analizzato sicuramente meglio sul lungo periodo per vedere la capacità di offrire nuovi contenuti un maggiore intrattenimento.
Vi diamo dunque appuntamento al 14 ottobre 2016, ricordandovi che il gioco sarà disponibile su Playstation 4 e Playstation Vita.

Come un fulmine a ciel sereno ecco arrivare nella giornata odierna uno scarno comunicato di THQ Nordic, che annuncia il rinvio al 29 Settembre di Quantum Break per la nota piattaforma Steam (invece del 14 come da programma). Il titolo è stato quindi posticipato solo di qualche giorno, ed è quindi ancora acquistabile solamente da Windows Store (con conseguente dispiacere degli utenti PC).

quantum break demo

Abbiamo parlato già tempo addietro dell’approdo di Quantum Break su Steam, mentre al seguente link potete leggere la nostra recensione del gioco.

Il sito XboxHub ha rivelato per la prima volta il roster completo del titolo sportivo dedicato al wrestling, WWE 2K17. Il gioco annuale sviluppato da 2K è l’unico con i diritti della nota WWE, e conterrà oltre 130 atleti. Ecco la lista dei protagonisti.

  • Goldberg (WCW) – Disponibile con il preorder
  • Goldberg (WWE) – Disponibile con il preorder
  • Sasha Banks
  • John Cena
  • Brian Pillman
  • Brie Bella
  • Chris Jericho
  • Diego
  • Erick Rowan
  • Fernando
  • Heath Slater
  • Jey Uso
  • Jimmy Uso
  • Jim Neidhart
  • Konnor
  • Larry Zbyszko
  • Nikki Bella
  • R-Truth
  • Simon Gotch
  • Viktor
  • Alicia Fox
  • Andre the Giant
  • Baron Corbin
  • Big E
  • Billy Gunn
  • Braun Strowman
  • Bret Hart
  • British Bulldog
  • Cesaro
  • Charlotte
  • Daniel Bryan
  • Edge
  • Finn Balor
  • Hideo Itami
  • Jake Roberts
  • Kalisto
  • Randy Orton
  • Big Cass
  • Big Show
  • Bray Wyatt
  • Carmella
  • Chad Gable
  • Darren Young
  • Dash Wilder
  • Diamond Dallas Page
  • Earthquake
  • Enzo Amore
  • Jason Jordan
  • JBL
  • Mark Henry
  • Paige
  • Razor Ramon
  • Ric Flair
  • Rusev
  • Sami Zayn
  • Samoa Joe
  • Scott Dawson
  • Sheamus
  • The Miz
  • Titus O’Neil
  • Typhoon
  • Zack Ryder
  • Asuka
  • Bayley
  • Big Boss Man
  • Buddy Murphy
  • Cactus Jack
  • Dean Ambrose
  • Diesel
  • Dude Love
  • Dusty Rhodes
  • Goldust
  • Jack Swagger
  • Kane
  • Kevin Owens
  • Lex Luger
  • Luke Harper
  • Mankind
  • Road Dogg
  • Jesse James
  • Roman Reigns
  • Seth Rollins
  • Stone Cold Steve Austin
  • Undertaker
  • Ricky ‘The Dragon’ Steamboat
  • Sin Cara
  • The Rock
  • Triple H
  • Tyson Kidd
  • Alexa Bliss
  • Alundra Blayze
  • Becky Lynch
  • Dana Brooke
  • Emma
  • Eva Marie
  • Lita
  • Natalya
  • Naomi
  • Summer Rae
  • Tamina
  • Trish Stratus
  • AJ Styles
  • Arn Anderson
  • Bam Bam Bigelow
  • Bo Dallas
  • Bubba Ray Dudley
  • Bushwhacker Butch
  • Bushwhacker Luke
  • Christian
  • Curtis Axel
  • D-Von Dudley
  • Dolph Ziggler
  • Fandango
  • Kofi Kingston
  • Mr. Perfect
  • Neville
  • Randy Savage
  • Rick Rude
  • Ultimate Warrior
  • Brock Lesnar
  • Shinsuke Nakamura
  • Nia Jax
  • Apollo Crews
  • Shane McMahon
  • Stephanie McMahon
  • Vince McMahon
  • Aiden English
  • Booker T
  • Rikishi
  • Shawn Michaels
  • Stardust
  • Sting
  • Tatsumi Fujinami
  • Tyler Breeze
  • Xavier Woods
  • Alberto Del Rio
  • Vader
  • Wesley Blake

WWE 2K17 sarà disponibile su Playstation 4, Xbox One e le console old-gen, dal giorno 11 Ottobre 2016.

E’ stata riportata da VG247 una data per Mortal Kombat XL e il Kombat Pack 2 per PC: il titolo uscirà su Steam, il 4 Ottobre 2016. Il Kombat Pack 2 invece uscirà lo stesso giorno, ma non si sa se sarà subito acquistabile separatamente. Ovviamente, la versione XL conterrà tutti i Packs come sulla controparte console. Abbiamo fornito una recensione di Mortal Kombat XL se vi interessa il parere della redazione per la versione console.

Ma la versione X (senza i contenuti aggiuntivi) verrà comunque sottoposta ad una Patch che andrà a sistemare parecchie cose, come alcuni problemi di netcode e di bilanciamento dei personaggi.

Mortal Kombat XL cover art

L’uscita di Mortal Kombat XL su PC è finalmente più reale che mai. Aspettiamo conferme ufficiali.

Devolver Digital ha finalmente annunciato la data d’uscita per l’action in prima persona Shadow Warrior 2, nella sua versione PC. Il titolo sarà disponibile sulle piattaforme Steam e GOG dal giorno 13 Ottobre, al prezzo di 33,29 euro (se preordinato) oppure 36,99 euro. Annunciata anche un edizione Deluxe, con artbook digitale, colonna sonora e “Solid Gold Pack”. Il prezzo di questa edizione speciale è di 43,26 euro. Ecco il video dell’annuncio, pubblicato dal canale ufficiale di GOG.

Nessuna notizia invece per le controparti Playstation 4 e Xbox One, ma aspettiamo presto aggiornamenti.

Shadow Warrior 2 è il sequel di Shadow Warrior, uscito nel 2013 e reboot dell’originale titolo sviluppato nel 1997.

 

Flag Counter