Newsletter
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone

Quasi Tutti gli Articoli in questa categoria sono tratti dal sito: http://www.gamesource.it/ a cui va riconosciuto il giusto merito e va tutta la mia gratitudine per l’ottimo lavoro che svolgono

Frontier Developments ha recentemente pubblicato i suoi risultati intermedi e gli aggiornamenti commerciali, confermando che Jurassic World Evolution 2 ha venduto quasi un milione di unità dal lancio nel novembre 2021. Questo riguarda solamente il gioco base e non il DLC, con la società che lo annota come “l’ultima aggiunta di successo al nostro portafoglio”. Vicino al lancio le vendite di PC erano nettamente inferiori al previsto, ma sembra che il passaparola e il plauso della critica abbiano aiutato in modo significativo.

Jurassic World Evolution 2

Elite Dangerous è stato descritto come dotato di un calendario 2021 difficile a causa del lancio deludente dell’espansione Odyssey. In quanto tale, Frontier ha affermato di continua a “supportare il gioco e i nostri giocatori appassionati con aggiornamenti riguardanti lo sviluppo e abbiamo assistito a un aumento dell’interesse da parte dei giocatori”.

La sua etichetta editrice di terze parti, Frontier Foundry, ha anche quattro titoli in uscita nel calendario 2022, tra cui FAR: Changing Tides e Warhammer 40,000: Chaos Gate – Daemonhunters. È interessante notare che Frontier ha in programma di entrare nel mondo della Formula 1 con la “prima versione per il nostro franchise annuale di giochi gestionali di F1”. Si aspetta inoltre che il rilascio di Jurassic World Dominion fornisca un beneficio corrispondente a Jurassic World Evolution 2.

Jurassic World Evolution 2

Sfortunatamente, coloro che aspettano la versione dell’azienda di Warhammer Age of Sigmar, che sarà un gioco di strategia in tempo reale, dovranno aspettare più a lungo. Il titolo è stato posticipato all’anno fiscale 2024 (che inizia dopo l’aprile 2023).

“Questo cambiamento migliorerà ulteriormente la qualità e la longevità del gioco e, nel complesso, lo renderà più efficace”.

Pertanto, Games Workshop ha già delineato molti altri giochi di Warhammer in arrivo quest’anno, a parte Warhammer 40,000: Space Marine 2, in modo da tenere occupati i fan.

L’articolo Jurassic World Evolution 2 vende quasi 1milione di copie proviene da GameSource.

Prima del lancio di Xbox Series X/S, Microsoft ha avuto un ciclo produttivo discontinuo di Xbox One X e Xbox One S All-Digital Edition. L’azienda stava cercando di lanciarsi verso il futuro tramite la produzione di Xbox One S fino a fine 2020 per poi cessare la produzione. Oggi arriva la conferma che la promessa di Microsoft è stata mantenuta in quanto il ciclo produttivo è stato effettivamente chiuso.

Xbox One produzione

Ad annunciarlo è il senior director di Xbox product marketing, Cindy Walker

Per concentrarci sulla produzione di Xbox Series X / S, abbiamo stoppato la produzione di Xbox One a fine 2020.

La mossa ha parecchi risvolti: negli ultimi giorni la penuria di materie prima e l’eccessiva domanda hanno costretto Sony a continuare a produrre PlayStation 4 anche dopo che alle catene manifatturiere era stato dato l’ordine di stop dopo il 2021. Sembra però che i rifornimenti non siano invece un problema per Microsoft. Phil Spencer ha confermato la notizia:

La nostra produzione è grande quanto mai oggi. La domanda è comunque superiore ai nostri rifornimenti e quindi, a questo punto, cerchiamo di concentrare i nostri sforzi sulle Xbox di attuale generazione, invece di produrre Xbox One X ed S.

Il senior analyst, Daniel Ahmad, ha stimato che siano state vendute più di 12 milioni di unità nel mondo per quanto riguarda la old gen quindi concentrarsi su Xbox Series X/S sembra sia una mossa corretta.

L’articolo Microsoft ha chiuso la produzione di Xbox One proviene da GameSource.

I fan PlayStation hanno sempre avuto una certa passione per la retrocompatibilità delle console di casa Sony e la casa madre ha sempre cercato di fare il possibile: pare ora che sia stato trovato un modo di rendere compatibili tutti i vari titoli del passato grazie ad una nuova PlayStation Patent (un nuovo brevetto).

PlayStation Patent

Sebbene PlayStation 5 sia stato un passo molto importante a livello di prestazioni ed abbia già qualche novità molto interessante a livello di hardware su console, pare che ben presto debba ricevere importanti novità anche a livello software, relative alla retrocompatibilità. L’ultimo patentino depositato da Sony, scovato da un utente Twitter, dovrebbe essere relativo alla retrocompatibilità con tutte le altre console passate di casa Sony. Questa nuova PlayStation Patent è chiamata “Backward Compatibility Through Use Of Spoof Clock And Fine Grain Frequency Control” ed è relativa al far girare titoli che sono adattati a frequenze di clock diverse. Ciò vuol dire che anche i titoli creati per sistemi che siano prestazionalmente più scarsi, come le vecchie console, di norma, non possono girare direttamente su console di current gen, ma tramite questo sistema dovrebbe essere possibile. Non resta quindi che attendere conferme ufficiali da Sony.

L’articolo PlayStation Patent: la retrocompatibilità non è più un miraggio? proviene da GameSource.

Con il primo aggiornamento dell’anno Call of Duty: Vanguard e Warzone si apprestano a celebrare l’attesissima ultima stagione de L’attacco dei Giganti con un bundle dedicato alla serie.

Call of Duty

Il Bundle Pacchetto tracciatore: L’attacco dei giganti – Levi Edition diventerà disponibile ufficialmente a partire dal 20 gennaio. Il bundle conterrà 10 oggetti: “Perfora giganti”, un Progetto arma modellato sulla famosa lama costruita con acciaio super resistente, l’unico materiale in grado di ferire i giganti. Le altre due armi presenti nel bundle sono la mitraglietta leggendaria “Historia”, dotata di caricatori a piccolo calibro,  che garantirà maggiore velocità e cadenza di fuoco, e il Progetto fucile d’assalto “Maledizione di Ymir”, che sarà molto efficace dalla lunga distanza.

Call of Duty

Oltre alle armi arriveranno moltissimi altri contenuti come la skin “Armata Ricognitiva”, modellata sulla base della divisa indossata dal Capitano Levi Ackerman, la mossa finale leggendaria “Fendente d’acciaio” e diversi portafortuna a tema Attack on Titan. Qui potrete leggere nel dettaglio tutti i nuovi contenuti che saranno all’interno del bundle. 

Call of Duty

Vi ricordiamo dunque che il bundle dedicato ad Attack on Titan arriverà su Call of Duty: Vanguard e Call of Duty: Warzone il prossimo 20 gennaio su tutte le piattaforme disponibili.

L’articolo Call of Duty celebra AOT con un bundle dedicato proviene da GameSource.

Dopo l’uscita di Forza Horizon 5, tutto Playground Games può presumibilmente occuparsi di Fable IV. In mancanza di dettagli freschi sulla nuova avventura fantasy in esclusiva Xbox, un’informazione apparsa in rete nelle scorse ore sembrerebbe allontanare il lancio del gioco stesso.

Anna Megill, a capo del team di scrittori in forze presso Playgroung Games, ha pubblicato sul suo account personale Twitter un annuncio di lavoro. La succursale della divisione Gaming di Microsoft sta infatti cercando nuovi talenti da inserire nel proprio organico. Nello specifico, la figura professionale interessata è di Narrative Designer con “un occhio creativo per le meccaniche di storytelling, sistemi e una profonda conoscenza di ciò che richiede la narrativa del gaming odierno”.

fable ivPresentato nel 2020, Fable IV è in lavorazione da circa quattro anni, stando alle parole degli autori in persona. L’interessamento per dei designer relativi al comparto narrativo potrebbe lasciare intendere che l’uscita del titolo sia lontana. In ogni caso, rimaniamo in attesa di ulteriori aggiornamenti.

L’articolo Fable IV: il team cerca nuovi talenti proviene da GameSource.

Per la terza volta sin dalla sua creazione Rainbow Six Siege cambierà ancora il suo game director. L’annuncio è arrivato oggi tramite un update ufficiale postato sul sito web di Ubisoft.

Rainbow Six Siege director

Leroy Athanassoff, il director attuale di Rainbow Six Siege, passerà presto il testimone al prossimo collega. Athanassoff è stato il game director di Rainbow Six Siege negli ultimi due anni, sebbene presto Alexander Karpasiz prenderà il suo posto. Karpasis. che ha già lavorato su titoli del calibro di Splinter Cell: Blacklist, Watch Dogs e Far Cry 5, ammette che il settimo anno di vita del titolo sarà pieno di sorprese, oltre che molto ambizioso. Lo stesso Karpasis ha dichiarato:

Il mio viaggio con Siege è iniziato quando il progetto era ancora in fase alpha. Anche nelle fasi iniziali del progetto di Siege sapevo che vi era qualcosa di speciale in questo titolo ma al tempo non avevo idea di quanto sarebbe stato profondo il suo impatto nella mia vita. Parlando del presente: ho passato quattro anni a lavorare con un grandissimo team su uno degli shooter competitivi che ha avuto più successo in tutto il globo. Il prossimo passo di questo viaggio inizia oggi e non sarei potuto essere più eccitato per il futuro di Siege.

Rainbow Six Siege è stato un gran successo per Ubisoft, che punterà ancora molto sul titolo.

L’articolo Rainbow Six Siege: cambia di nuovo il director proviene da GameSource.

Durante le scorribande per la galassia di Star Lord & Co. in Marvel’s Guardians of the Galaxy vi sarà sicuramente capitato di imbattervi in alcuni scrigni che contengono dei costumi alternativi per i vari guardiani: alcuni inventati di sana pianta per il titolo altri invece ispirati alle saghe classiche o ai “What If” dei comics americani.

Guardians of the Galaxy costumi

Sia per la versione PlayStation 4  che PlayStation 5 del titolo è previsto anche un trofeo per averli collezionati tutti. Nella videoguida che vi andremo a proporre vengono mostrati i vari luoghi in cui andare a trovare i vari scrigni che contengono tali costumi, senza tralasciarne neanche uno. La progressione del video segue l’ordine narrativo del titolo, facilitando così il ritrovamento dei vari bauli, senza creare troppa confusione.

Seguendo quindi le istruzioni e le direttive della guida vi porterete a casa, oltre ai 40 costumi presenti in Guardians of the Galaxy, anche il trofeo d’argento “Passione per la moda“, indispensabile per platinare il gioco.

L’articolo Marvel’s Guardians of the Galaxy – Trovare i costumi proviene da GameSource.

Guerrilla Games ha dovuto fronteggiare vari ostacoli con Horizon Forbidden West a causa dei problemi dovuti alla pandemia di COVID-19, la quale ha causato i vari rinvii del proprio titolo. Tuttavia il prossimo mese il titolo dovrebbe finalmente giungere sugli scaffali e, proprio oggi, sembra che sia stata lekata una early build della versione PlayStation 4. Le immagini sono state diffuse su Twitter e sembra che sia tutto confermato.

Horizon Forbidden West leak

La build, a parte alcune risorse artistiche mancanti, contiene tutti i contenuti principali che saranno nel gioco finito. Questo sta a significare che nei prossimi giorni potrebbero girare anche alcuni spoiler. Proprio per questo motivo alcune immagini sono state rimosse da Twitter a causa del copyright quindi è possibile che Guerrilla intervenga anche su tutti gli altri social media a tappeto per eliminare ogni traccia del materiale trapelato. Il tweet che vi riportiamo di seguito è spoiler free ma potrebbe comunque essere rimosso. Horizon Forbidden West uscirà il 18 febbraio per PlayStation 4 e PlayStation 5.  Se i rumor dello State of Play di febbraio si rivelassero veri potrebbe anche venir mostrato un nuovo trailer di gameplay.

L’articolo Horizon Forbidden West: un leak rivela la early build proviene da GameSource.

Un recente leak alimenta la possibilità secondo cui un nuovo Armored Core stia per arrivare grazie a FromSoftware: è trapelato infatti un nuovo screenshot di un documento durante un consumer survey. Sebbene Hidetaka Miyazaki ed il suo team presso FromSoftware sono conosciuti per i vari Dark Souls, Sekiro: Shadows Die Twice, Bloodborne ed Elden Ring, lo studio in passato ha sviluppato titoli di genere molto differente ottenendo un grande successo.

Armored Core FromSoftware
Armored Core è una delle IP più famose di FromSoftware oltre agli ultimi titoli. Nel panorama delle battaglie mecha in casa FS, Armored Core 5 è stato l’ultimo titolo pubblicato, nel lontano 2012. Ora grazie a questo screenshot leakato si alimentano nuovamente le voci secondo cui un nuovo capitolo sia tuttora in sviluppo. Oltre allo screen sarebbero trapelati altri dettagli secondo cui il nuovo Armored Core sarà ambientato nello stesso universo creato anni fa da Hidetaka Miyazaki. L’unico Armored Core in cui Miyazaki è stato coinvolto come director è stato Armored Core 4. Quindi probabilmente il nuovo titolo sarà basato più su Armored Core 4. Secondo il leak, il pianeta su cui le vicende prenderanno posto si chiamerà Bashtar, con mecha customizzabili nei minimi dettagli. Attualmente non vi sono informazioni ufficiali in quanto FromSoftware sta concentrando l’attenzione su Elden Ring ma le possibilità che tutto ciò sia reale sono abbastanza buone.

L’articolo Armored Core: leak di uno screen da FromSoftware proviene da GameSource.

L’indiscrezione di un nuovo State of Play arriva direttamente da Tom Henderson, giornalista di VGC e noto insider, secondo il quale l’evento sarà memorabile, con annunci di grandi spessore e novità su videogiochi molto attesi tra cui Hogwarts Legacy.

State of Play

L’insider si è già rivelato più volte estremamente affidabile, anticipando correttamente informazioni su Battlefield 2042Call of Duty: Vanguard e Splinter Cell Remake, quindi è possibile che nelle sue parole ci sia un fondo di verità. L’evento dovrebbe arrivare a febbraio e Sony è solita annunciare i suoi State of Play con circa una settimana di anticipo. La conferma potrebbe dunque arrivare entro fine mese. 

State of Play

Oltre all’attesissimo Hogward Legacy potremmo assistere a un’ultima dimostrazione delle potenzialità di Horizon Forbidden West prima del lancio previsto per il 18 febbraio. Sony ha inoltre molti altri titoli da mostrare e che il pubblico attende tra cui God of War: Ragnarok, Gran Turismo 7, Ghostwire: Tokyo o il tanto chiacchierato PSVR 2.

Le potenzialità per uno State of Play esplosivo dunque ci sono tutte, resta solo da attendere una conferma ufficiale da parte di Sony con la data dello streaming. Per questo vi consigliamo di non perdervi i prossimi aggiornamenti sulle nostre pagine.

L’articolo Nuovo State of Play alle porte secondo dei rumor proviene da GameSource.

Flag Counter