Newsletter
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone

Quasi Tutti gli Articoli in questa categoria sono tratti dal sito: http://www.gamesource.it/ a cui va riconosciuto il giusto merito e va tutta la mia gratitudine per l’ottimo lavoro che svolgono

La console War può avere una tregua, ma non una pace. Stavolta l’accusa arriva direttamente da Microsoft che accusa Sony di pagare clausole anti Game Pass agli sviluppatori di terze parti per non inserire al day one i giochi su game pass.

Console Wars

Dopo le innumerevoli acquisizioni di Microsoft, in primis Bethesda e Activision, stando alle dichiarazioni di casa Redmond l’Xbox Game Pass sta mettendo all’angolino il Ps Plus. Sembrerebbe intanto che Sony stia pagando delle clausole anti Gamepass agli sviluppatori di terze parti per non far pubblicare su Game Pass i loro titoli, per contrastare il monopolio che si sta creando attorno a Xbox (se ne era già parlato con il rilascio di Resident Evil Village).

PlayStation 5 Xbox Series X

Dopo i timori sull’esclusività della serie Call of Duty su Xbox da parte di Sony (tranquilli il titolo almeno per ora resta multipiattaforma) arriva una comunicazione ufficiale di Microsoft:

Questo rivela soltanto, ancora una volta, la loro paura nei confronti di un modello di business innovativo che offre ai giocatori contenuti di alta qualità a basso costo, minacciando una leadership forgiata nel corso degli anni da una strategia che mette al centro dispositivi ed esclusività.

In verità, l’abilità di Microsoft di continuare a espandere Game Pass è stata ostacolata dal desiderio di Sony di inibire tale crescita. Sony paga “diritti di blocco” per impedire agli sviluppatori di aggiungere contenuti su Game Pass e altri servizi competitivi in abbonamento

Non sapremo mai (forse) se la clausola anti game pass sia effettivamente vera, fatto sta che l’accusa di Microsoft in tal caso sia gravissima.

Nel dubbio fate entrambi gli abbonamenti e Peace!

L’articolo Xbox: accuse a Sony per “clausole anti Game Pass” proviene da GameSource.

Durante un recente episodio di “Inside the Gilliverse”, e individuato da ComicBook, il creatore di Breaking Bad Vince Gilligan ha rivelato di aver proposto una volta l’idea di un gioco stile Grand Theft Auto situato nell’universo della famosa serie.

Breaking Bad è arrivato alla sua conclusione nel 2013 dopo un totale di cinque stagioni, ma una serie prequel intitolato “Better Call Saul” ha cominciato ad andare in onda su Netflix nel 2015. C’è solo un episodio rimanente prima della fine del prequel, il che significa che l’universo di Breaking Bad sta probabilmente giungendo alla sua fine.

Certamente, un modo di continuare l’espansione della serie sarebbe di creare un gioco. Per quanto Vince Gilligan ha proposto l’idea nel passato, crede ancora che avrebbe senso creare un gioco basato sullo stile di Grand Theft Auto.

Breaking Bad

Quando chiesto da un fan se ci sarebbe mai stato un gioco su Breaking Bad, Vince Gilligan ha risposto dicendo che “all’inizio, ricordo di avere chiesto ai ragazzi che avevano detto di si a Breaking Bad, chi è il proprietario di GTA? Non potremmo farne una versione per Breaking Bad… e per me ha ancora senso.” Gilligan prosegue dicendo come l’idea non è mai stata messa a frutto ma indica anche come ci siano stati numerosi tentativi di trasformare la serie in un videogioco.

Per quanti ci siano stati dei giochi per mobile, Gilligan ha rivelato che un’esperienza per VR di Breaking Bad era una volta in sviluppo per l’headset PlayStation VR. Non è chiaro perché il gioco non abbia mai visto la luce, ma Vince ha confermato che un bel po’ di ore sono state messe nelle sviluppo. Vince e i suoi co-host hanno proseguito spiegando che per quanto il nome di Breaking Bad potesse essere attaccato al progetto, ciò non lo rendeva automaticamente un top seller.

Spesso considerata come una delle più grandi serie televisive di sempre, Breaking Bad è attualmente al secondo posto nei voti di IMDB. Tuttavia, come discusso da Gilligan, il nome da solo non può essere abbastanza per vedere un videogioco.

L’articolo Breaking Bad: c’era un gioco in progetto proviene da GameSource.

E si, ci avevo preso, era comunque molto prevedibile che dopo il trailer dedicato a Nightwing e Batgirl sarebbe arrivato un nuovo trailer di Gotham Knights dedicato stavolta a Red Hood (Cappuccio Rosso).

Non è la prima volta che il giocatore può controllare Red Hood, infatti come si può vedere dall’immagine già in Batman: Arkham Knight i giocatori hanno avuto il piacere di provare Red  Hood in una brevissima missione acquistabile come DLC e tutt’oggi disponibile.

Gotham Knigths DC Fandome

Con il nuovo trailer che verrà rilasciato oggi alle ore 15 italiane Warner Bros. Interactive Entertainment promette di fornire maggiori dettagli sull’ultimo cavaliere, infatti con questo ogni personaggio ha ora un trailer dedicato. A breve, conoscendo il modo di fare di Warner, mi aspetto un trailer dedicato ai villains. Al momento oltre al leak di Harley Queen e la comparsa in un trailer del Pinguino si parla della Corte Dei Gufi, il cui principale villain dovrebbe essere il gran maestro Orchard oppure Owlman in base al periodo in cui sarà ambientata la storia.

Come si vede dal trailer la leggenda della Corte dei Gufi prenderà vita su Gotham Knights, quindi ci sono alte probabilità che nel gioco i Cavalieri di Gotham saranno chiamati a mettere fine alla Corte dei Gufi e ai suoi Artigli.

Aggiornameto: ecco il trailer pubblicato oggi alle 15!

 

L’articolo Gotham Knights: Trailer per Red Hood proviene da GameSource.

Durante l’evento digitale odierno di Monster Hunter Rise: Sunbreak, il Series Producer Ryozo Tsujimoto e il Director Yoshitake Suzuki hanno annunciato che l’Aggiornamento del Titolo 1, il primo update gratuito del titolo dell’espansione Monster Hunter Rise: Sunbreak è in arrivo il prossimo 10 agosto.

 

Visto l’ultima volta nel 2013 in Monster Hunter 3 Ultimate, Lucent Nargacuga rifrange la luce della luna dalla sua pelliccia bianca brillante per diventare quasi invisibile, tranne che per i suoi penetranti occhi rossi. I suoi attacchi implacabili e l’incredibile rapidità lo rendono un bersaglio punitivo anche per i cacciatori più esperti. Questo agile predatore fa il suo nido nella Forlorn Arena, recentemente ridisegnata, definita da edifici in pietra fatiscenti e colonnati. E se un nemico invisibile non fosse sufficiente da gestire, i cacciatori devono anche prepararsi a Seething Bazelgeuse che può mandare in crash il party con le sue scaglie esplosive incredibilmente volatili. Conosciuto come una minaccia aerea con la propensione ad arrivare nei momenti più scomodi, Seething Bazelgeuse porta un tocco roboante a qualsiasi caccia. Infine, anche Gold Rathian e Silver Rathalos stanno arrivando in picchiata nell’aggiornamento del titolo 1. Queste rare sottospecie sono ancora più feroci delle loro iconiche controparti. Inoltre, le armature che possono essere create dai materiali dei mostri aggiunti nella ver.11, includeranno nuove abilità uniche.

Monster Hunter Rise: SunbreakOltre a questi nuovi strazianti contendenti, il sistema delle Missioni ricerca anomalia viene ampliato come parte dell’aggiornamento del titolo 1. È stata sbloccata la nuova valutazione a Cinque Stelle per le Missioni Anomalia, che include nuovi mostri come Lunagaron e Magma Almudron che possono essere sbloccati avanzando attraverso le nuove missioni Indagini anomalia. Inoltre, è stato aggiunto anche un nuovo sistema di missioni, Indagini anomalia. Queste missioni offrono condizioni di missioni casuali, come mostri bersaglio, località e numero di cacciatori con livelli di difficoltà gradualmente crescenti. Maggiore è il grado di difficoltà, migliori saranno le ricompense! Le Indagini anomalia offrono anche nuovi materiali che consentono ai cacciatori di personalizzare ulteriormente il proprio equipaggiamento in Creazioni quriose. I cacciatori possono personalizzare i loro potenziamenti preferiti, come potenza d’attacco e affinità per le armi, e per armature, difesa, resistenza, punti abilità possono essere modificati casualmente. I cacciatori in cerca di materiali specifici possono fermarsi al nuovo Laboratorio di ricerca anomalia di Bahari lo scienziato per scambiare oggetti speciali ottenuti dalle Indagini anomalie con oggetti utili per le Creazioni quriose.

Monster Hunter Rise: SunbreakOltre a tutti questi contenuti, nuove Event Quest inizieranno a essere lanciate ogni settimana a partire dal 18 agosto 2022, insieme a missioni “Doppio pericolo” extra impegnative per coloro che desiderano mettere alla prova il loro coraggio. Anche i cacciatori alla moda e i fanatici di Fiorayne hanno molto da festeggiare, con nuove opzioni DLC per armature a strati, acconciature, adesivi, BGM e persino costumi da NPC che consentono ai cacciatori di personalizzare i loro personaggi preferiti in Monster Hunter Rise: Sunbreak.

Monster Hunter Rise: SunbreakIl set di armature a strati consente ai giocatori di assumere l’aspetto di Fiorayne e il voice DLC darà ai giocatori la sua voce durante le loro cacce.

L’articolo Monster Hunter Rise: Sunbreak, ecco il primo update gratuito proviene da GameSource.

Dopo oltre 20 anni, Pac-Man World è pronto a tornare in una nuova versione rimasterizzata. Pac-Man World Re-PAC è la nuova versione rimasterizzata del celebre gioco e oggi è pronto a mostrarsi in due nuovissimi trailer.

Il primo trailer si focalizza sull’evoluzione grafica che porta PAC-MAN nella nuova generazione. Pac-Man World Re-PAC porta indietro il meraviglioso mondo di avventure originale, in cui il nostro eroe è ora inseguito dai fantasmi mentre salva PAC-MOM, PAC-BOY, PAC-SIS, Professor PAC, PAC-BUDDY e Pooka, solo per scoprire una nuova nemesi nel temuto TOC-MAN.

Nel secondo trailer che potete vedere qui sopra è possibile riscoprire l’introduzione di PAC-MAN WORLD Re-PAC grazie all’Opening Movie e scopri di più sul suo viaggio in sei misteriosi mondi per salvare la sua famiglia. PAC-MAN sarà in grado di usare un’ampia gamma di mosse. Mentre faranno il proprio ritorno Bomb Attack, Bomb Dot o Metal PAC-MAN, PAC-MAN avrà anche la possibilità di appendersi a mezz’aria, di estendere il proprio salto e di mangiare dei Power Pellet per trasformarsi in MEGA PAC-MAN e attaccare i fantasmi.

Pac-Man World Re-PACPAC-MAN WORLD Re-PAC offre a tutti i giocatori la possibilità di affrontare l’avventura in modalità “facile” con diverse feature che aiuteranno tutti i fan a godersi il gioco al proprio ritmo. Il titolo sarà disponibile su PC, PlayStation 5, PlayStation 4, Nintendo Switch, Xbox Series X, Xbox One.

L’articolo Pac-Man World Re-PAC, svelato in due nuovi trailer proviene da GameSource.

Arriva un’altra interessante Squad Building Challenge (SBC) in FIFA 22: KEVIN-PRINCE BOATENG FUTTIES. Per completare la Sfida ottenere questa speciale versione del celebre COC i giocatori avranno di tempo fino al 14 agosto, giorno in cui verrà rimossa dai server di FIFA 22. Per chi non lo sapesse, le carte facenti parte di questo gruppo sono parte di una selezione di carte tra quelle più forti viste negli eventi passati.

FIFA 22Vediamo insieme i requisiti della Sfida Creazione Rosa in questione:

  • Min. 1 giocatore/i proveniente/i da: Bundesliga
  • Valutazione squadra min.: 85
  • Intesa di squadra min.: 65
  • Numero di giocatori in rosa: 11

Ricordiamo che FIFA 22 è disponibile a partire dal 1 ottobre 2021 su PlayStation 4, Xbox Series X/S, Google Stadia, PlayStation 5, Xbox One, Nintendo Switch e PC.

L’articolo FIFA 22: arriva Kevin-Prince Boateng Futties proviene da GameSource.

FIFA 22 continua ad arricchirsi di nuove Sfide Creazione Rosa. Qui vi parliamo di quella denominata “AGGIORNAMENTO X10 85+”, che vi permette di ottenere ben 10 giocatori di valutazione 85 o superiore. Per portarla a termine e ricevere il succulento premio i giocatori avranno fino al 15 agosto di tempo e potranno ripeterla ogni 48 ore, in modo da arricchire sempre di più il proprio club della modalità Ultimate Team di FIFA 22.

FIFA 22Vediamo insieme i requisiti della SBC in questione:

  • Min. giocatori 1: Squadra della settimana (TOTW) O Squadra della stagione (TOTS)
  • Valutazione squadra min.: 87
  • Intesa di squadra min.: 55
  • Numero di giocatori in rosa: 11

Ricordiamo che FIFA 22 è disponibile a partire dal 1 ottobre 2021 su PlayStation 4, Xbox Series X/S, Google Stadia, PlayStation 5, Xbox One, Nintendo Switch e PC.

L’articolo FIFA 22: nuova SBC AGGIORNAMENTO X10 85+ proviene da GameSource.

Continuano ad arrivare nuove e succulente SBC su FIFA 22. Oggi vi parliamo di quella dedicata a Pelé in versione Prime Moments. La Squad Building Challenge per la celebre Icon resterà disponibile nei server di FIFA 22 fino al 30 settembre e per portarla a termine sarà necessario completare ben 25 diverse Sfide, ciascuna con i suoi requisiti e i suoi premi.

FIFA 22 Vediamo insieme quali sono le Sfide Creazione Rosa da completare per ricevere Pelé Prime Moments:

  • LEGGENDA NATA
  • ASTRO NASCENTE
  • JOGO BONITO
  • ROSA CON VALUTAZIONE 87
  • ROSA CON VALUTAZIONE 87
  • ROSA CON VALUTAZIONE 87
  • PRIMA SCELTA
  • ROSA CON VALUTAZIONE 87
  • ROSA CON VALUTAZIONE 88
  • ROSA CON VALUTAZIONE 88
  • ROSA CON VALUTAZIONE 88
  • ROSA CON VALUTAZIONE 88
  • ROSA CON VALUTAZIONE 88
  • ROSA CON VALUTAZIONE 89
  • ROSA CON VALUTAZIONE 89
  • ROSA CON VALUTAZIONE 89
  • ROSA CON VALUTAZIONE 89
  • ROSA CON VALUTAZIONE 90
  • ROSA CON VALUTAZIONE 90
  • ROSA CON VALUTAZIONE 90
  • ROSA CON VALUTAZIONE 91
  • ROSA CON VALUTAZIONE 91
  • ROSA CON VALUTAZIONE 91
  • ROSA CON VALUTAZIONE 92
  • ROSA CON VALUTAZIONE 92

Ricordiamo che FIFA 22 è disponibile a partire dal 1 ottobre 2021 su PlayStation 4, Xbox Series X/S, Google Stadia, PlayStation 5, Xbox One, Nintendo Switch e PC.

L’articolo FIFA 22: ecco la SBC per Pelé Moments proviene da GameSource.

Nintendo ha annunciato un Direct dedicato esclusivamente allo sparatutto multiplayer Splatoon 3.Il Direct durerà ben trenta minuti, in cui verranno fornite maggiori informazioni sul terzo capitolo della serie che si accoda ad una line-up decisamente folta di titoli Nintendo per questa restante parte del 2022.

Sul contenuto del Direct di Splatoon 3 è possibile aspettarci, come avvenuto con altri Direct monotematici, lunghe sequenze di gameplay, dettagli sulle varie modalità di gioco e le nuove armi viste dai primi trailer e perché no, maggiori dettagli sulla campagna che potrebbe ereditare dalla rinnovata formula dell’espansione di Splatoon 2.

Splatoon 3

Il Direct di Splatoon 3 è quindi previsto per il 10 agosto 2022 alle ore 15 e noi lo seguiremo in diretta sul nostro canale Twitch (vi aspettiamo!).

 

L’articolo Splatoon 3: annunciato un Direct esclusivo proviene da GameSource.

Vedere la nascita di una IP nel genere character action è sempre un piacere, in particolare quando la qualità è tanto solida quanto quella di Soulstice. Con un gameplay dinamico e un impatto grafico accattivante, Soulstice è riuscito subito a ritagliarsi uno spazio nell’interesse del pubblico generale e ho avuto modo di provarne una lunghissima demo prima della release prevista per il mese prossimo. Con solo un mese mancante al lancio definitivo, mi sono fatto un’idea molto chiara di come potrà essere l’esperienza e ne sono rimasto sinceramente colpito. Il character action è un genere molto complesso, dominato dai due giganti Devil May Cry e Bayonetta, e pur non offrendo nulla che non possa essere già trovato in questi brand, Soulstice riesce ad avere un’anima propria e un sistema di combattimento derivativo ma divertente e solido.

soulstice

La prima cosa che ci ha colpito di Soulstice è il coraggio nella sua presentazione. In un mercato dove molte vecchie tecniche di progettazione sono ritenute obsolete, il team ha deciso di non optare per la ormai classica camera dietro le spalle del personaggio abbracciando invece la tecnica della camera fissa utilizzata dai primi Devil May Cry (o in realtà anche dai God of War pre-reboot). Questa scelta dona subito all’esperienza un suo tocco unico e aiuta immensamente la presentazione estetica, che è uno degli elementi più sorprendenti di Soulstice. Durante i combattimenti sarà possibile, a volte, passare a una camera più affine ai giochi contemporanei per poi tornare alle inquadrature fisse a fine combattimento. L’impressione che mi ha restituito è che gli sviluppatori abbiano cercato di implementare il meglio di entrambi i mondi, usando la camera fissa per creare delle situazioni interessanti e optando per un approccio più convenzionale all’interno delle arene più semplici. L’intenzione, ovviamente, mi piace.

soulstice

Capisco come possa essere un elemento negativo per tanti, abituati all’approccio moderno dell’uso delle inquadrature, ma apprezzo molto come gli sviluppatori abbiano utilizzato la telecamera come parte del design. Detto questo, i principali difetti che ho trovato ad ora in Soulstice riguardano questo argomento. Durante alcune battaglie, in particolare quelle a camera libera, l’azione può diventare un po’ confusa e il gioco punta molto sull’istinto del giocatore di capire cosa ci sia attorno a lui, in quanto non riesce sempre a coprire ogni angolo. Il difetto è parzialmente alleviato dalla presenza di un sistema di contrattacco che permette di bloccare i nemici facendo uscire un prompt sulla loro testa. Questo viene mostrato anche se il nemico è all’esterno del campo visivo. Tuttavia è innegabile che Soulstice presenti qualche problema sotto questo punto di vista, il quale unito alla buona difficoltà del gioco potrebbe renderlo frustrante. Nelle mie ore di gioco non ho avuto troppi problemi, ma ciò non toglie che su questo elemento ci sarebbe da lavorare.

soulstice

Il sistema di combattimento è divertente, responsivo e mostra una buona profondità. Giocandolo sarà impossibile non pensare “ma questo è Devil May Cry 4”, ma non lo dico come un difetto. A pelle anche il primo Bayonetta dava quella sensazione. Tutto ciò che riguarda gameplay ed esplorazione è innegabilmente derivato dai vecchi Devil May Cry, con un paio di meccaniche reminiscenti persino di DMC, il reboot bistrattato ma divertente di Ninja Theory. Si potranno equipaggiare due armi contemporaneamente, con la possibilità di cambiarne una “al volo” per concatenare combo molto variegate. Non ho ancora una comprensione completa di quanto vario può essere questo combat system: la demo è lunga ma copre comunque solo le prime ore di gioco. L’impressione che mi ha dato è sicuramente più che positiva.

soulstice

Ad aggiungere varietà c’è anche il fatto che la sorella spirito della protagonista partecipa alla battaglia, sia bloccando gli attacchi col prompt di cui abbiamo parlato prima, sia allungando le combo qualora si sia abbastanza vari nel combattimento. Non è presente uno score a schermo come Devil May Cry (pur essendoci un punteggio con valutazione per ogni settore, allo stesso modo di Bayonetta); al suo posto c’è l’icona di sinergia tra i due personaggi giocabili. Portato al massimo permette allo spirito di effettuare mosse bonus ampliando ulteriormente la potenzialità “stylish” del gioco. I nemici per ora sono piuttosto standard, anch’essi molto derivativi. Una tipologia di mostro ha persino una cutscene quasi identica alla sua presentazione in Devil May Cry V, la quale a sua volta era una citazione al primo capitolo. I boss hanno un feeling molto particolare, c’è un’enfasi sul tempismo di esecuzione delle mosse che li distingue dalle adrenaliniche battaglie di altri giochi del genere.

La parte che più mi ha sorpreso di Soulstice, gameplay escluso, è probabilmente l’estetica. I personaggi umani non mi piacciono, in particolare le due protagoniste, sembrano cozzare con il resto dell’artstyle e non sono un fan del design della protagonista principale. I nemici non sono niente di incredibile, ma fanno il loro lavoro. Le ambientazioni invece, per ora, sono fantastiche. L’atmosfera di questa immensa città medievale, nel mezzo di un evento apocalittico è resa benissimo. A impostazioni massime su pc la resa estetica è pazzesca e mi aspetto rimanga tale anche su console, dato che ci ho giocato su una macchina con specifiche nella media. A proposito di ciò, le performance sono ottime anche in situazioni molto caotiche. Meno convincenti invece le colonne sonore, apprezzo il fatto non siano troppo convenzionali, con l’uso di qualche strumento elettronico che crea un bel contrasto con l’ambientazione, tuttavia per ora nulla mi ha colpito particolarmente.

soulstice


Soulstice non è semplicemente una promessa interessante. A un mese dal lancio il gioco si presenta come un solido character action con potenzialità enormi. Per quanto non penso riuscirà a raggiungere l’inverosimile standard settato da Devil May Cry V, mi aspetto possa convincere un po’ tutti i fan del genere e attirare anche nuove persone. Pur con gameplay derivativo, ha un senso estetico molto personale che può portare tanti amanti del dark fantasy a provare un character action. Sono molto soddisfatto da queste prime ore di gioco e non posso che essere curioso di vedere il prodotto finito.

L’articolo Soulstice – Provato proviene da GameSource.

Flag Counter