Newsletter
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone

Quasi Tutti gli Articoli in questa categoria sono tratti dal sito: http://www.gamesource.it/ a cui va riconosciuto il giusto merito e va tutta la mia gratitudine per l’ottimo lavoro che svolgono

L’annuncio atteso dai tanti fan della saga picchiaduro di SNK è arrivato: The King of Fighters XV uscirà nel corso del 2021, ma non sono state specificate le piattaforme. I producer Yasuyuki Oda e il direttore creative Eisuke Ogura hanno commentato il lieto annuncio in un videomessaggio rilasciato su Youtube contemporaneamente al trailer che vi proponiamo:

A seguire lo scambio di battute tra Oda e Ogura

Oda: Il giorno in cui possiamo svelare The King of Fighers XV è finalmente arrivato! Come avrete appena visto nel trailer, ci sono molte molte scene vistose e movimentate, ma puoi dirci qualcosa in più su come sarà il gioco?
Ogura: Certamente. Ci stiamo concentrando sul mantenere il ritmo serrato tipico della serie, aggiungendo nuovi elementi per renderlo più eccitante. Ora siamo in grado di fare delle cose, sia a livello sonoro che visivo, che erano impossibili durante lo sviluppo del XIV, quindi ci stiamo prendendo il nostro tempo per assicurarci che ogni elemento sia definito. In questo momento, ci stiamo concentrando sul miglioramento delle funzionalità e sull’ottimizzazione del gioco. Anche se mi aspetto di dover affrontare alcuni ostacoli, prevediamo di avere il gioco pronto per il rilascio entro l’anno.

The King of Fighters XV

Poi una domanda sul futuro:

Oda:Avete altri piani al momento?
Ogura: Beh, a dire il vero abbiamo un altro trailer in caldo e dovrebbe essere pronto per il rilascio durante la prossima settimana! Maggiori informazioni verranno pubblicate periodicamente, quindi aspettate con impazienza! Ah giusto. In realtà, stiamo progettando un cortometraggio promozionale animato diretto da qualcuno di molto speciale. I fan di Fatal Fury potrebbero conoscerlo bene per aver animato quei fantastici film negli anni ’90! Esatto, sto parlando del Masami Obari! I personaggi preferiti dai fan di King of Fighters saranno presenti in questo cortometraggio-anime speciale insieme alla sigla del gioco, quindi è assolutamente da non perdere!

The King of Fighters XV

Non ci resta che attendere con impazienza maggiori dettagli sulle novità di The King of Fighters XV per la prossima settimana nonché il rilascio di questo interessante corto d’animazione.

L’articolo The King of Fighters XV: annunciato ufficialmente proviene da GameSource.

Alla redazione di Gamesource è stata concessa la possibilità di sperimentare ciò che ha da offrire il capitolo conclusivo della saga di HITMAN che, quest’anno vede calare il sipario sulle vicende dell’Agente 47 una volta per tutte. Preparate il silenziatore nella vostra pistola, studiate attentamente il briefing della missione perché è giunto il momento di scoprire se il tre è veramente il numero perfetto con questa nostra anteprima di Hitman 3.

Hitman 3

Il mio nome è 47, Agente 47.

Il primo scenario che abbiamo potuto provare nel nuovo Hitman 3 è situato a Dubai, più specificatamente nei piani alti del Burj Khalifa, apparato scenico di grande impatto che innesca un prologo che strizza l’occhio a 007 e Mission Impossibile. Del resto, è ormai noto che IO Interactive si occuperà di un titolo dedicato James Bond e giocando alle prime ore di Hitman 3 si vivono piccoli momenti che trasmettono positività e fiducia nei confronti degli sviluppatori che riusciranno a ricreare (incrociando le dita) la miglior trasposizione videoludica di James Bond dai tempi di GoldenEye per Nintendo 64.

Hitman 3

La partenza della missione di Dubai infatti non avviene direttamente all’interno del Burj Khalifa bensì al suo esterno. Dopo essersi lanciato da un velivolo, l’Agente 47 atterrerà nelle vicinanze di un ingresso di ventilazione, dove ancora una volta si delineano gli impatti scenici che la serie HITMAN ha saputo offrire ai giocatori nel corso degli ultimi anni. 

Hitman 3

Ciò che colpisce maggiormente, quantomeno nella versione su PC da noi testata con tutti i dettagli al massimo, è la qualità dei riflessi presenti su schermo che ci hanno fatto dubitare sulla presenza o meno del Ray Tracing. IO Interactive è riuscita a estrarre ogni singola risorsa disponibile dal proprio motore grafico che, ci teniamo a sottolineare, non stravolge il comparto tecnico rispetto ai precedenti due capitoli della saga ma, riesce a regalare ottimi scorci e riflessi al limite del Ray Tracing che ci hanno impressionato positivamente. Meno invece i volti dei personaggi che rimangono alquanto piatti e privi di particolari dettagli.

Hitman 3

Oltre a Dubai abbiamo avuto l’opportunità di esplorare e soprattutto investigare (se vorrete) le stanze e i dintorni del Thornbridge Manor. Non possiamo svelarvi troppo, ma in questa seconda missione Hitman III ci ha colpiti per il suo stravolgimento delle carte in tavola, offrendoci la possibilità di mettere da parte macchinosi stratagemmi per avvicinarci ed eliminare il nostro bersaglio, bensì, ci verrà offerta la possibilità di risolvere un caso come veri investigatori.

Hitman 3
Come uno dei più classici gialli scritti da Arthur Conan Doyle sarà compito nostro (sempre se vorremo) interagire con i vari membri della famiglia presente nella Thornbridge Manor, scoprire i loro alibi e capire il movente di questo misterioso omicidio. Ancora una volta l’esplorazione è la chiave principale del titolo e in questo secondo atto è caldamente consigliato prendersi tutto il tempo necessario per ponderare il risultato corretto alla nostra indagine e sebbene non vogliamo e non possiamo dirvi di più, è necessario lodare l’idea degli sviluppatori di porre un dualismo tra il come compiere un omicidio e come invece risolverlo per commetterne un altro.

Il fine giustifica i mezzi

Per questa sua ultima avventura, l’Agente 47 sarà munito di uno strumento piccolo ma essenziale: uno smartphone. Tale strumento rincara la dose sul quantitativo di azioni e utilizzi che vengono concessi al giocatore al fine di compiere la missione con successo. Uno degli esempi più classici (e che il gioco non tarderà a mostrarvi nei primi minuti) risiede nella possibilità di hackerare serrature digitali per aprire finestre o porte, oltre a ciò, essendo uno smartphone potrete sbizzarrirvi con la telecamera e realizzare fotografie dei momenti più interessanti o perché no, della vostra vittima dopo aver “parlato” con voi.

Hitman 3
Così come i precedenti capitoli, anche Hitman 3 esalta la sua natura sandbox permettendovi di compiere i vari incarichi con qualsivoglia condotta. Sarà vostra libera scelta quella di esplorare a fondo gli scenari per scoprire dettagli a volte piccoli ma fondamentali per eliminare un bersaglio a distanza oppure scegliere come sempre di infiltrarsi nei panni della persona giusta al momento giusto per essere da soli con la vostra preda. Un sistema di gioco che funziona, piace e stimola la rigiocabilità ancor di più che nei precedenti episodi proprio per merito delle ambientazioni provate in questa anteprima, ancor più cinematografiche, scrupolose nei dettagli e procreatore di infinite combinazioni di gameplay.

Hitman 3


In attesa di provare i restanti scenari e scoprire la conclusione della trilogia dell’agente 47 siamo rimasti piacevolmente sorpresi dalle migliorie tecniche e di gameplay inserite in questa ultima iterazione di Hitman che ci ha permesso di percepire la volontà da parte del team di sviluppo di regalare ai giocatori una degna conclusione capace di rispettare i canoni intrapresi con questa trilogia pur osando a qualcosa di nuovo con meccaniche non banali e ambientazioni realizzate egregiamente. Rimanete su queste pagine perché torneremo a parlare di Hitman 3 con il verdetto completo in vista dell’uscita prevista per il 20 Gennaio.

L’articolo Hitman 3 – Provato proviene da GameSource.

Come abbiamo già avuto modo di parlare nei giorni scorsi, il momento dei TOTY, in quel di FIFA 21, è finalmente arrivato.

Nella giornata di ieri, come anticipato sui social, Electronic Arts ha reso disponibile sul sito ufficiale la lista dei giocatori in lizza per un posto, con la possibilità da parte degli utenti di votare la propria Top 11 selezionando i giocatori in base al ruolo. Nella lista è dunque possibile inserire un solo portiere, quattro difensori, tre punte e tre centrocampisti e i più votati, combinati con il giudizio comunque sempre vigile di EA verranno selezionati per il team dell’anno.

Tra i votabili, oltre ai soliti Mbappè, Neymar, Van Dijk, Alisson e quant’altro, troviamo anche un bel po’ di giocatori italiani e della nostra Serie A, come gli attaccanti Ciro Immobile della Lazio , Francesco Caputo del Sassuolo o Lorenzo Insigne del Napoli, ma anche Francesco Acerbi, De Vrij, Gomez, Gosens, Luis Alberto e Dybala, a testimonianza del tanto talento del nostro massimo campionato.

fifa 21 toty

Le votazioni, effettuabili seguendo questo indirizzo, saranno disponibili fino al 18 gennaio, dopodiché verrà svelato il team completo.

Voi chi voterete per i TOTY? Avete già votato? Quali sono i vostri giocatori preferiti di FIFA 21? Fate parte anche voi della brigata Ciccio Caputo e Ciccio Acerbi? Fatecelo sapere, come sempre, nei commenti!

L’articolo FIFA 21, aperte le votazioni per i TOTY! proviene da GameSource.

Mediatonic e Devolver Digital avevano già lasciato intuire tempo fa che un nuovo costume, ispirato a DOOM, era in arrivo su Fall Guys: Ultimate Knockout. Adesso c’è anche una data, ossia il 12 gennaio 2021.  I primi indizi erano stati dati a dicembre ma adesso c’è di più: i costumi saranno tre in quanto due saranno ispirati ai Cacodemon. L’annuncio ufficiale è arrivato tramite un trailer.

Fall Guys Doom

Fall Guys: Ultimate Knockout al momento è nel bel mezzo della Season 3 dove sono stati introdotti 7 nuovi livelli, tutti a tema inverno, e oltre 30 nuovissime skin. Fra queste ve ne sono diverse, tutte ispirate alla stagione più fredda dell’anno: vi sono pupazzi di neve, renne, pinguini e altro ancora. Il gioco è stato anche aggiornato in termini di meccanismi, facilitando la vita dei giocatori, in quanto adesso è più semplice collezionare le Corone. Con la Season 3, iniziata il 15 dicembre, resta da vedere se l’intenzione di Mediatonic sarà quella di introdurre altre novità nel gioco. Ricordiamo che Fall Guys: Ultimate Knockout è disponibile per PlayStation 4 e PC. Vi lasciamo al trailer in calce.

L’articolo Fall Guys: Ultimate Knockout: data per il Doom Slayer proviene da GameSource.

God of War Ragnarok è uno dei titoli più attesi per l’utenza PlayStation: tutto quello che abbiamo visto finora è soltanto un breve teaser del gioco, che dovrebbe uscire entro la fine di quest’anno. Riguardo alla console di destinazione, prende sempre più piede l’ipotesi di una scelta di Sony di rendere Ragnarok disponibile su PlayStation 4 e PlayStation 5.

Qualche settimana fa era stato proprio Jim Ryan a sollevare qualche dubbio a riguardo, glissando su una domanda relativa all’esclusività PS5 del nuovo God of War. Oggi a esporsi è invece David Jaffe, ex-sviluppatore di Santa Monica che ha lavorato ai primi due capitoli della serie: durante uno streaming su Twitch, Jaffe si è detto sicuro che il prossimo God of War sarà disponibile per PS4 e PS5, ribadendo poi come le affermazioni di Jim Ryan in merito fossero abbastanza chiare.

Una notizia che confermerebbe la volontà di supportare PlayStation 4 ancora per i prossimi mesi, con molti dei titoli del 2021 che usciranno su entrambe le piattaforme, sfruttando la notevole base installata di PS4 e un gap nelle prestazioni ancora non estremamente accentuato.

God of War

Ovviamente tutte queste informazioni non hanno ancora ricevuto conferme ufficiali da parte di Sony o Santa Monica: volendo speculare, è possibile che l’eventuale conferma della natura cross-gen arrivi una volta giunti alla fase conclusiva dei lavori di sviluppo, quando cioè si avrà una data di uscita più precisa.

L’articolo God of War Ragnarok, nuove conferme sull’uscita cross-gen? proviene da GameSource.

Quello di FIFA 21 è un universo competitivo incredibilmente famelico, arduo da approcciare e complicatissimo da preservare. Rimanere ad alti livelli è un’impresa che non riesce a tutti, costretti a “sottostare” ad un insieme di variabili che possono costare il posto tra i “pro” in qualunque momento.

Come per tutte le altre cose, però, esistono anche qui delle eccezioni, ossia quei talenti che risultano praticamente immuni da tutto questo, macinando vittorie, record e traguardi impensabili con grande nonchalance. Questo è sicuramente il caso di Anders Vejrgan, il giovane quattordicenne, professionista con i RedBull Lipsia, che sta portando avanti una striscia di vittorie impressionanti.

Il prodigio danese ha raggiunto quota 360 vittorie consecutive in Weekend League, la modalità competitiva per eccellenza del titolo di Electronic Arts, rimanendo imbattuto per ben dodici settimane di fila nella modalità sopracitata.

fifa 21

Quella di Vejrgang è un’ascesa senza precedenti, e chissà dove potrà arrivare continuando con questa marcia e magari aggiungendo qualche TOTY al suo team. Noi non vediamo l’ora di scoprirlo. E voi?

L’articolo FIFA 21, Anders Vejrgang entra nella storia! proviene da GameSource.

L’onda lunga di rinnovamento della next-gen potrebbe portare anche un sequel per PlayerUnknown’s BattleGrounds, battle royale per antonomasia da tempo approdato su ogni piattaforma di gioco. L’indiscrezione viene dalla Corea ed ha immediatamente mandato in subbuglio gli account twitter degli appassionati del titolo, ormai risalente al 2016.

PUBG è stato di fatto il  primo gioco a far conoscere e diffondere il concetto di battle royale, tipologia successivamente esplosa (e sfruttata) a dovere da altri titoli, uno su tutti Fortnite della Epic Games. Prima della attuale indiscrezione su un potenziale seguito, si è parlato di PUBG anche qualche settimana fa. Sembra infatti che il Callisto Protocol presentato ai Game Awards di quest’anno sia in realtà uno spin-off tratto dalla trama dello sparatutto, proiettata in avanti di 300 anni.

PlayerUnknown's Battlegrounds sequel

L’editore di PlayerUnknown’s BattleGrounds (che peraltro ha lo stesso nome del gioco – ndr) sta dunque lavorando a qualche tipo di sequel. Sembra che sarà disponibile anch’esso per per PC, console e dispositivi mobili, ma non ci sono molte informazioni tecniche  in più al riguardo.

Non è chiaro dunque come sarà questo seguito: potrebbe provare ad essere qualcosa di diverso o semplicemente una versione 2.0 aggiornata e raffinata del gioco che ormai ben conosciamo. Voi cosa vi aspettate?

L’articolo PlayerUnknown’s BattleGrounds: sequel in arrivo? proviene da GameSource.

Immortals Fenyx Rising, dopo un esordio un po’ in sordina, è stato comunque un successo almeno per la critica. Ora, come già promesso da Ubisoft, sono in arrivo dei DLC inclusi anche nel Season Pass.

Il primo DLC intitolato A New God è stato avvistato sul Nintendo eShop con tanto di data di uscita che dovrebbe corrispondere al 21 gennaio 2021. La notizia non è ancora stata confermata da Ubisoft, quindi è ancora da prendere on le pinze, ma la segnalazione sembra essere un leak uscito per errore prima del previsto. Infatti le informazioni rivelate dal Nintendo eShop dovrebbero essere abbastanza affidabili. Oltre alla data di uscita, e a una lista di trofei PlayStation 4 e PS5, non abbiamo ancora altre informazioni.

Immortals Fenyx Rising

A New God sarebbe il primo di tre DLC previsti da Ubisoft per il suo action-adventure ambientato nella mitologia greca, che a quanto pare coinvolge le divinità nel percorso di evoluzione del protagonista e nella sua ascesa al nuovo status.

Rimaniamo quindi in attesa di conferme da parte di Ubisoft, e vi consigliamo, se ancora non l’aveste fatto, di recuperare Immortals Fenyx Rising. Vi invitiamo poi a rimanere connessi sulle nostre pagine per i prossimi aggiornamenti sul gioco.

 

 

L’articolo Immortal Fenyx Rising – Primo DLC a gennaio? proviene da GameSource.

Bloober Team, lo studio di sviluppo già noto per titoli come Blair Witch, Observer: System Redux e Layers of Fear, pubblica per la prima volta un gameplay video esteso del suo nuovo videogioco psy-horror The Medium. In oltre 14 minuti di clip giocata, vengono messi in risalto i diversi poteri, le ambientazioni e le possibilità su cui potranno giostrare i gamer, per ora solo PC e Xbox Series X/S.

The Medium nuovo gameplay video

La clip ruota attorno a Marianne, la medium protagonista del gioco, alle prese con l’esplorazione alternata e simultanea del mondo reale e di quello dell’aldilà, mettendo così in risalto un gameplay unico con duplice interazione a schermo diviso.

L’esperienza di gioco non consisterà soltanto in un avvicendamento tra i due mondi estremamente fluido, ma anche nella coesistenza simultanea in entrambi: un terzo del gioco si svolgerà nel mondo reale, un terzo in quello degli spiriti e il terzo rimanente all’interno di entrambi, contemporaneamente.

The Medium nuovo gameplay video

Il nuovo video di gameplay offre anche un assaggio di quelli che, in The Medium, saranno gli incontri con la Fauce, l’antagonista principale doppiato da Troy Baker. La Fauce è in grado di saltare da una realtà all’altra, proprio come Marianne, dandole quindi la caccia in entrambi i mondi. Le peculiarità di comportamento della malvagia entità sono differenti a seconda del mondo ove si affronta, e quindi tutte da scoprire.

The Medium nuovo gameplay video

The Medium rappresenta il più vasto e ambizioso progetto mai realizzato da Bloober Team e verrà lanciato per Xbox Series X|S e per PC tramite Steam ed Epic Store il 28 gennaio 2021. A tal proposito gli sviluppatori, che hanno scommesso anche sulla versione per Series S, hanno spiegato le ragioni per cui il titolo non debutterà su console last gen.

L’articolo The Medium: nuovo gameplay video da 14′ proviene da GameSource.

In moltissimi aspettano il seguito del fortunato Hollow Knight, il quale sarà intitolato Hollow Knight: Silksong. Lo sviluppatore Team Cherry è stato per molto tempo silente, non rivelando molto riguardo al  titolo rendendo l’attesa snervante per i giocatori che lo attendevano. Recentemente però sono state rese note svariate notizie riguardo numerosi dettagli di gameplay, oltre ad un update sullo sviluppo che sarebbe ormai alle fasi finali.

Hollow Knight Silksong sviluppo

Sfruttando il server Discord di Hollow Knight, Matthew Griffin, responsabile delle PR e del marketing per Hollow Knight ha reso noto che tutti i contenuti del titolo sono ormai completi e che Team Cherry sta lavorando sul testing di tutti gli elementi del gioco. Sebbene queste siano senza dubbio notizie confortanti, non si sa ancora quando il gioco vedrà la luce, anche se probabilmente non mancherà molto. Team Cherry fornirà la data di lancio solo quando potrà contare su una build stabile che potrà distribuire in tutta sicurezza. Ricordiamo che Hollow Knight: Silksong è atteso per PC e Nintendo Switch.

 

L’articolo Hollow Knight: Silksong è alle fasi finali dello sviluppo proviene da GameSource.

Flag Counter