Newsletter
Video News
Oops, something went wrong.
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone

Quasi Tutti gli Articoli in questa categoria sono tratti dal sito: http://www.gamesource.it/ a cui va riconosciuto il giusto merito e va tutta la mia gratitudine per l’ottimo lavoro che svolgono

Ieri pomeriggio stavo preparando la recensione di Dunkirk, partorita dal nostro valente esperto delle cose di cinema (Gabriele Barducci) e che leggerete lunedì prossimo, quando ho cominciato a fantasticare su quanto mi piacerebbe avere tra le mani un videogioco sceneggiato, diretto e – più in generale – pensato da Christopher Nolan. Non vi nascondo che il regista britannico è tra i miei autori preferiti, fosse solo per aver portato su pellicola il miglior Batman che la storia cinematografica ricordi. Al di là della trilogia dedicata all’Uomo Pipistrello, comunque, Nolan ha sempre mostrato una grande capacità di raccontare storie complesse e non lineari, mettendo al centro del suo racconto l’evoluzione dei personaggi, spesso in viaggio alla ricerca di una maturazione interiore e di un significato compiuto alla propria umanità. Se ci pensate bene, questo è un tema portante di tutti i film di Nolan, da Memento in avanti, e sono molto curioso di vedere come sarà trattato in Dunkirk.

Tornando a bomba con le fantasticherie, come potrebbe essere un videogioco partorito da Christopher Nolan? Tanto per cominciare – giacché ognuno deve occuparsi di ciò che sa – non è pensabile che il buon Chris possa fare tutto di mano propria, visto che nella scrittura di un’opera ludica è necessario considerare dinamiche di gameplay che un autore cinematografico probabilmente conosce poco, se non addirittura ignora. Non fosse che David Cage è una testa calda e una personcina nota per non essere particolarmente felice di condividere la sua visione con altri soggetti, sarebbe da mettere i due in contatto e attendere lo scorrere naturale degli eventi. In alternativa, volendo sperare in qualcosa di più strettamente “giocoso” (mi si passi il termine brutto brutto), vedrei bene i ragazzi di Naughty Dog o quelli di CD Projekt RED come partner “tecnici” ideali di Nolan, cui andrebbero spiegati i paletti da considerare nella progettazione di un videogioco e poi lasciata carta bianca. Sai mai che, geniale com’è e forte dell’essere totalmente vergine del settore, non riesca persino a inventarsi qualcosa di innovativo anche a livello di gameplay.

Memento nolan

Probabilmente, il terreno più fertile per Nolan sarebbe quello delle graphic novel travestite da avventure grafiche

Guardando alla filmografia di Christopher Nolan, due punti di partenza – seppur diametralmente opposti per sviluppo e genere di appartenenza – potrebbero essere il già citato Memento e Inception (di cui era stato annunciato un abbozzo di progetto dallo stesso Nolan, anni fa, e di cui poi non si è fatto più nulla), fermo restando che, rimanendo nell’ambito dei fantasogni, l’ideale sarebbe sapere Chris al lavoro su qualcosa di totalmente inedito per ambientazioni e struttura. Non fosse che si è appena giocato la fiches della Seconda Guerra Mondiale con Dunkirk, sarebbe stato fantastico vederlo anche all’opera sulla campagna single player di un Call of Duty, peraltro proprio ora che la serie di Activision è tornata sui suoi passi e ha ripreso a sfruttare la Storia con la esse maiuscola (con quali risultati lo scopriremo tra qualche settimana, ma sono personalmente fiducioso). Probabilmente, però, il terreno più fertile per Nolan sarebbe quello delle graphic novel travestite da avventure grafiche: un noir Anni Trenta in bianco e nero che sfruttasse la struttura di Life is Strange sarebbe il top, ma mi andrebbe bene anche qualcosa ambientato in setting più diffusi, come la fantascienza o il cyperpunk. Oppure ancora, dategli in mano il prossimo Batman di Rocksteady e tanti saluti.

Insomma… più ci penso e più mi balzano alla mente idee da dare in pasto a Nolan, con cui passerei volentieri una serata di brainstorming feroce. Uno come lui potrebbe dare il giusto impulso per far crescere la narrazione nei videogiochi (ancora adesso ancorata a troppi cliché e immatura rispetto al cinema, se si escludono alcune mosche bianche come i titoli di Rockstar e poco altro), oltre a fare da potentissimo volano e testimonial affinché i videogiochi siano definitivamente considerati nel sentore comune un medium alla pari di altri. Ora ho un paio di domande per voi. Quali autori/sceneggiatori/registi vorreste partorissero un videogioco? Potendo forzare loro la mano, su cosa li mettereste al lavoro? Dai, che sono curioso.

I Pokémon World Championships 2017 partiranno da domani e saranno trasmessi in live streaming gratuitamente, così ha annunciato The Pokémon Company.

A partire da domani e continuando per tutti il fine settimana, centinaia dei migliori giocatori di Pokémon Trading Card Game, videogiochi e Pokkén Tournament giocheranno ad Anaheim, California, per il titolo di Pokémon World Champion.

Gli spettatori potranno sintonizzarsi gratuitamente online all’indirizzo Pokemon.com/Live dove sarà possibile ammirare i migliori giocatori che competeranno per tutto il fine settimana. Il tutto accompagnato dal commento dei cronisti che forniranno (in lingua Inglese) un’analisi esperta e dettagliata su tutte le fasi del Campionato.

Per avere un quadro completo su tutti gli appuntamenti del fine settimana con i vari orari, potete visitare il seguente link.

Pokémon World Championships 2017: lo streaming live partirà domani

Capcom ha pubblicato un nuovo trailer dedicato alla storia di Marvel vs Capcom: Infinite.

Il filmato mostra alcuni elementi della modalità storia rimasti all’oscuro fino ad oggi, ed espande inoltre i punti chiave della trama, con gli eroi di entrambi gli universi uniti per tentare di fermare Ultron Sigma prima che infetti tutte le forme di vita biologiche presenti sul pianeta.

Maggiori informazioni e gameplay sui personaggi confermati di recente – Jedah, Dormammu, Firebrand, e Ghost Raider – saranno diffuse la prossima settimana durante la Gamescom 2017. Questi portano dunque il roster finale ad un totale di trenta personaggi, con ulteriori che verranno annunciati post-lancio.

Marvel vs Capcom: Infinite sarà disponibile a partire dal 19 settembre su PC, PS4, e Xbox One.

Fonte

Warhorse Studios e Deep Silver hanno pubblicato oggi dei dettagli inediti sulla storia del GDR medievale Kingdom Come: Deliverance che sarà lanciato il 13 febbraio 2018 su PlayStation 4, PC e Xbox One. Le prenotazioni sono aperte su Steam, mentre per PlayStation 4 e Xbox One saranno disponibili presto sui rispettivi store.

Seguendo i passi di Henry, il figlio di un fabbro la cui pacifica vita è stata distrutta da un attacco di mercenari ordinata dal re Sigismund, il trailer di oggi offre uno sguardo agli eventi che seguono la morte dei genitori di Henry ed il suo addestramento con Sir Radzig. Dove lo condurrà questa strada?

Chi è incuriosito dalla vita di Henry e vuole fare i primi passi nella Bohemia medievale, lo potrà fare a Colonia alla Gamescom. Dal 22 al 26 Agosto, Warhorse Studios e Deep Silver invitano tutti i giocatori a partecipare al primo hands on presso la Hall 9.1 al Booth B011.

Come bonus di prenotazione i giocatori riceveranno l’armatura di Henry e una nuova mappa del tesoro.

La settimana prossima Blizzard torna a Colonia, in Germania, per la Gamescom 2017.

Tanti gli appuntamenti preparati per l’evento, ad iniziare con uno speciale video in anteprima di tutti i contenuti giocabili dell’evento. Il filmato sarà visibile alle 18:00 CEST di lunedì 21 agosto su YouTube.

Alle 18:00 CEST di mercoledì 23 agosto i membri del team di sviluppo saliranno sul palco principale per la cerimonia di presentazione Blizzard, che sarà trasmessa in diretta su http://gamescom.blizzard.com.

Durante la Gamescom, chi visiterà lo stand Blizzard nella Hall 7 della Koelnmesse potrà giocare con i nuovi contenuti di Overwatch, Hearthstone, World of Warcraft, Heroes of the Storm, StarCraft II, StarCraft: Remastered e Diablo III. Naturalmente sul palco vi saranno alche altre attività come la Gara di Cosplay Blizzard e due performance dei Video Games Live.

Queste attività e altre saranno trasmesse via streaming in diretta sul sito web.

Il calendario completo di tutte le attività è disponibile su http://gamescom.blizzard.com. Di seguito trovate una panoramica di tutti i giochi:

Overwatch

  • La prima mondiale di un nuovo corto animato di Overwatch verrà presentata sul palco principale e in diretta streaming mercoledì 23 agosto, durante la cerimonia di presentazione Blizzard.
  • Allo stand Blizzard potrai provare la nuova mappa di Overwatch: guarda il video di anteprima lunedì 21 agosto, quando verranno svelati tutti i dettagli.

Hearthstone

  • Alla gamescom, i giocatori di Hearthstone vedranno in anteprima le nuove funzioni dei Fireside Gathering, dove potranno unire le forze in una novissima Rissa Fireside: un’incursione di gruppo contro il Re dei Lich.
  • Scopriremo quali giocatori si distingueranno, rappresentando il proprio Paese, durante le Hearthstone Global Games Finals che si svolgeranno dal vivo sul palco di Hearthstone venerdì 25 e sabato 26 agosto. Scegli il tuo campione per vincere una busta di carte e guarda il torneo in diretta streaming su www.twitch.tv/playhearthstone.

World of Warcraft

  • I giocatori potranno unirsi ai loro amici presenti alla gamescom e provare le spedizioni dell’imminente patch 7.3 di World of Warcraft. I dettagli di questo aggiornamento saranno svelati sul palco e in diretta streaming durante la cerimonia di presentazione Blizzard.
  • Le 12 migliori squadre d’arena si daranno battaglia nelle WoW European Championship Finals sul palco di World of Warcraft, da mercoledì a sabato, per una parte del montepremi da 100.000 $ e la possibilità di partecipare alle WoW Arena World Championship Finals della BlizzCon, a novembre. Lo streaming in diretta verrà trasmesso su https://www.twitch.tv/warcraft.

Heroes of the Storm

  • Allo stand Blizzard si potrà provare in prima persona il nostro nuovo eroe, i cui dettagli verranno svelati nel video di anteprima di lunedì.
  • L’Heroes of the Storm Showdown vedrà sfidarsi membri di rilievo della community e professionisti in match amichevoli sul palco principale. Tra di loro, Team Liquid e Team expert mercoledì 23 agosto, e i celebri YouTuber tedeschi ApeCrime e PietSmiet venerdì 25 agosto.

StarCraft II

  • Il nuovo comandante cooperativo di StarCraft II sarà giocabile per la prima volta allo stand Blizzard. Non perdere il video di anteprima lunedì 21 agosto, quando sveleremo tutti i dettagli.
  • StarCraft: Remastered, la nostra recente modernizzazione del classico, pluripremiato gioco strategico in tempo reale e della sua acclamata espansione, Brood War, sarà giocabile in tutto lo stand Blizzard.

Diablo III

I partecipanti alla gamescom potranno guidare legioni di morti tornati in vita e padroneggiare le arti oscure grazie al pacchetto Ascesa del Negromante di Diablo III, giocabile su PC e PlayStation 4.

Blizzard sarà presente in forze alla Gamescom 2017

Il prossimo giovedì, il 22 agosto, l’incredibile sparatutto multigiocatore di id Software, Quake Champions, uscirà ufficialmente dalla fase di beta chiusa e sarà disponibile in accesso anticipato su Steam e tramite il programma di avvio Bethesda.net con tantissimi nuovi contenuti, tra cui mappe aggiuntive, funzionalità inedite e un nuovo campione speciale: il possente Doom Slayer dall’acclamato DOOM, altro capolavoro di id Software.

Il nuovo campione giocabile di Quake Champions arriva nelle arene direttamente dagli abissi degli inferi con i suoi pugni micidiali e un’implacabile sete di sangue. I fan di DOOM potranno devastare i nemici a mani nude e trasformarli in mucchi di carne maciullata con Berserker, l’abilità attiva del Doom Slayer. Anche la sua abilità passiva, Doppio salto (per eseguire un salto aggiuntivo in volo), risulterà familiare agli appassionati di DOOM.

La nuova versione di accesso anticipato introdurrà le seguenti funzionalità e nuovi contenuti:

  • Due nuove mappe: Church of Azatoth e Tempest Shrine
  • Un nuovo campione: Doom Slayer
  • Sfide delle rune: i giocatori saranno ricompensati al completamento di nuove sfide delle rune disponibili tramite gli zaini
  • Pergamene: i giocatori troveranno delle pergamene nascoste in vasi sparsi nelle arene. Collezionando 10 di questi oggetti per un campione specifico, otterranno una skin speciale per il campione in questione
  • Funzioni per i principianti: tutorial sui movimenti, poligono di tiro e possibilità di scegliere il livello delle abilità sono solo alcune delle funzioni pensate per aiutare i “fraggatori” alle prime armi
  • Nuove opzioni di personalizzazione: nuovi set di skin per i campioni, shader per le armi e altre opzioni estetiche
  • Chat vocale in gioco

Per chi volesse è possibile acquistare il Pacchetto Campioni per sbloccare tutti i campioni attuali e futuri, in aggiunta ad altri contenuti bonus, al prezzo di 29,99 €, con uno sconto del 25% sul prezzo di vendita suggerito di 39,99 €.

Il Pacchetto includerà i seguenti contenuti:

  • Tutti gli 11 campioni attuali: Ranger, Visor, Scalebearer, Nyx, Anarki, Clutch, Sorlag, Galena, Slash, B.J. Blazkowicz (da Wolfenstein di id Software) e il nuovo Doom Slayer
  • Tutti i campioni futuri, tra cui almeno sei campioni aggiuntivi la cui uscita è prevista entro fine 2018
  • Un’esclusiva skin Accesso anticipato per l’inossidabile Ranger, disponibile solo durante la fase di accesso anticipato per chi acquista il Pacchetto Campioni
  • Tre reliquiari (bottino che include tre contenuti di gioco per profilo, campione e opzioni di personalizzazione delle armi, come skin, shader, emblemi e altro)

La versione free-to-play di Quake Champions sarà disponibile prossimamente. Tuttavia, i giocatori che hanno riscattato una chiave per la beta chiusa potranno continuare a giocare a Quake Champions in modalità free-to-play, ma solo sul programma di avvio Bethesda.net. Questi giocatori useranno gli stessi server dei possessori del Pacchetto Campioni, con la possibilità di passare al Pacchetto Campioni o di acquistare campioni aggiuntivi in qualsiasi momento. Tutti gli altri giocatori dovranno acquistare il Pacchetto Campioni o attendere l’uscita della modalità free-to-play di Quake Champions, in data ancora da definirsi.

Quake Champions sarà presto disponibile in Accesso Anticipato su Steam, annunciato il Campione "Doom Slayer"

Netflix, in collaborazione con Marvel, ci ha dato la possibilità di vedere i primi quattro episodi della sua prossima serie dedicata a The Defenders che – similmente alla controparte Avengers – riunisce diversi eroi protagonisti delle rispettive serie originali (nello specifico, Daredevil, Jessica Jones, Luke Cage e Iron Fist). Chiaramente, al momento della pubblicazione in streaming della serie completa (8 puntate), il 18 agosto, guarderemo i restanti episodi per elaborare una review completa, quindi quanto segue resterà privo di voto.

Dopo la prima stagione di Daredevil e Jessica Jones, le serie Marvel targate Netflix hanno visto un brusco calo, sia in termini di qualità che di narrazione. Per quanto concerne quest’ultimo aspetto, il problema era che superata la sorpresa della direzione narrativa, quando lo schema veniva ripetuto più volte senza aggiunte di sorta, lo spettacolo cominciava a perdere di interesse. Questo è successo sia con Luke Cage, infarcito di personaggi poco caratterizzati, che – peggio – con Iron Fist, che quel poco che aveva da raccontare lo metteva in scena con pigrizia e con scene d’azione girate male.The Defenders immagine Netflix 02The Defenders presenta esattamente gli stessi pregi e i difetti di questa gestione Netflix-Marvel. Considerato che dopo quattro episodi si è già al giro di boa della serie, ci si rende conto che la storia ancora fatica ad ingranare, molto tempo viene dedicato per mostrarci un gruppo di eroi che – con difficoltà – riesce a collaborare, e basta volgere la memoria a The Avengers per accorgerci che c’è parecchio di già visto e ben poche novità.

Paradossalmente, l’interesse aumenta quando i singoli personaggi agiscono in solitaria

Le prime puntate sono permeate dalla minaccia della sempre ottima Sigourney Weaver e del Clan della Mano, e relativo braccio armato, conoscenza già acquisita se avete seguito le precedenti serie, ma il resto risulta di scarso interesse: vedere i quattro eroi – finalmente insieme – litigare in continuazione è abbastanza irritante, soprattutto in quanto questo elemento pare inserito per il puro divertimento dei fan, rivelandosi tuttavia ridondante e inutile al fine della storia.

Paradossalmente, l’interesse aumenta quando i singoli personaggi agiscono in solitaria, mandando avanti le indagini e svolgendo azioni per contro proprio. Sono queste le occasioni che riescono a regalare le sfumature più interessanti, atte ad aggiungere elementi qualitativi più per i singoli personaggi che per la storia d’insieme.

The Defenders, dunque, a metà serie, si presenta come un prodotto confezionato discretamente, che però troppo ha a cuore le poche relazioni singole o di gruppo degli eroi, procedendo assai lentamente con la trama. È molto probabile che assisteremo a un’“esplosione” narrativa e relativo avanzamento del plot nella seconda tranche, o almeno lo spero, altrimenti – per ora – restiamo ancorati sempre allo stesso scoglio. Certo, è uno scoglio che abbiamo imparato ad amare, ma nel suo obiettivo di mettersi a confronto con i più famosi Avengers, The Defenders – pur avendo un range d’azione di minor respiro (difendere una città, e non l’universo intero) – per ora, non ha convinto appieno.

L’ultimo numero di Weekly Jump ha svelato che Super Saiyan Blue Goku e Super Saiyan Blue Vegeta saranno giocabili in Dragon Ball FighterZ, inoltre il nuovo numero di V-Jump ha rivelato la presenza anche dei cyborg C-16 e C-18.

Super Saiyan Blue Goku potrà usare la sua “10x God Kamehameha”, Super Saiyan Blue Vegeta avrà invece il suo iconico “Final Flash Attack”, mentre C-16 potrà sbaragliare i suoi avversari con il suo “Hell’s Flash”. Per quanto riguarda C-18, la cyborg vanterà un attacco denominato “Accel Dance”, ossia una combinazione di attacchi che chiamerà a supporto anche C-17. Non sappiamo ancora se questo sarà l’unico attacco in grado di invocare C-17 sul campo di battaglia.

I personaggi confermati finora per Dragon Ball FighterZ sono Goku, Vegeta, Gohan, Cell, Frieza, Majin Buu, Trunks, Krillin, e Piccolo.

Weekly Jump ha svelato inoltre che il titolo avrà una modalità Storia che coinvolgerà un C-16 rimesso a nuovo all’interno di un futuro alternativo dove i super guerrieri sono caduti uno ad uno. Si tratta di una nuova storia per Goku e i suoi amici rappresentata attraverso uno stile d’animazione di pregio.

V-Jump infine, rivela la presenza di party match online, ovvero partite tre contro tre in cui ogni giocatore controlla un differente personaggio. Ovviamente, i personaggi verranno scambiati in tempo reale.

Dragon Ball FighterZ uscirà per PS4, Xbox One, e PC nei primi mesi del 2018. Una closed beta è prevista dal 16 al 18 settembre, con l’apertura per le registrazioni fissata per il 22 agosto.

Fonte

Dragon Ball FighterZ avrà una modalità Storia, svelati Goku e Vegeta Super Saiyan Blue, C-16, e C-18

Sony ha pubblicato oggi la beta del nuovo aggiornamento 5.0 di PlayStation 4 – nome in codice “Nobunaga” – per alcuni utenti selezionati del programma beta.

Il nuovo update di sistema si preannuncia piuttosto corposo, include infatti diverse nuove feature tra cui la sezione Famiglia con tutte una serie di opzioni dedicate al parental control, una nuova gestione della lista Amici, nuovi cambiamenti per quanto riguarda le trasmissioni streaming, nuove opzioni per il Menù Rapido, e molto altro ancora.

Il nuovo aggiornamento sarà disponibile entro settembre 2017.

Fonte

PlayStation 4: partita oggi la beta del nuovo update 5.0

Wargaming ha svelato l’arrivo a breve di nuove musiche di gioco per World of Tanks. Le tracce sono state realizzate dalla band heavy metal Sabaton e dal musicista veterano Akira Yamaoka, i quali non solo hanno rispettivamente portato una nuova epica musica nella schermata finale dei punteggi, ma anche un speciale carro.

Il team audio di World of Tanks Audio cerca costantemente di migliorare i suoni e la musica del gioco per dare ai giocatori un’esperienza più autentica ed immersiva possibile. Il prossimo grande passo di questa missione sarà quello di portare una colonna sonora originale ed effetti sonori per ogni singola mappa, grazie al lavoro del team e alla collaborazione di musicisti provenienti da tutto il mondo.

“La musica è una parte importante dell’esperienza di gioco e queste nuove colonne sonore iniettano una nuova linfa vitale a World of Tanks”, ha dichiarato Maxim Chuvalov, Direttore Marketing di World of Tanks. “Lavorare a stretto contatto con musicisti di talento come la band Sabaton e Akira Yamaoka è stata un’esperienza straordinaria per noi. La traccia di Yamaoka-san sarà aggiunta all’OST come regalo alla comunità di World of Tanks e i fan saranno in grado di ascoltarla presto. Insieme ai Sabaton, che sono anche giocatori di World of Tanks, stiamo rilasciando un nuovo video fantastico, che uscirà oggi. Non c’è dubbio che molte persone di talento facciano parte della nostra comunità e a noi piace ispirarli. “

“Siamo entusiasti che Wargaming abbia deciso di rilasciare un video musicale in stile World of Tanks per una delle nostre canzoni più famose – Primo Victoria”, ha detto Pär Sundström, bassista dei Sabaton. “Le riprese sono avvenute nel Tank Museum Svedese, non lontano da Minsk. E’ stata una vera esperienza per noi guidare carri armati e persino schiantarne uno contro un muro. Essere coinvolti nella creazione del video musicale e nei contenuti di gioco è un onore per noi. Abbiamo messo il nostro cuore e l’anima in esso e siamo entusiasti di presentare i risultati della nostra collaborazione alla comunità globale di carristi di cui facciamo parte “.

Da oggi è inoltre disponibile il video musicale in stile World of Tanks realizzato in collaborazione con la band Sabaton (lo trovate qui sopra). Diretto dal famoso direttore commerciale e musicale tedesco Zoran Bihac, il video presenta la famosa canzone Sabaton “Primo Victoria” ed evidenzia il rapporto tra l’heavy metal e le emozioni che si vivono nel campo di battaglia per arrivare alla creazione di un nuovo genere: il Tank Metal.

I fans potranno aspettarsi ancor più Tank Metal in arrivo su World of Tanks. Il 17 Agosto il primo carro di sempre ispirato da una canzone, il Strv 81 Primo Victoria, sarà disponibile nel gioco con alcune uniche camouflage e caratteristiche speciali come l’equipaggio dei Sabaton.

Se tutto ciò non bastasse, Wargaming porterà i Sabaton e Akira Yamaoka alla Gamescom 2017. I musicisti saranno presenti allo stand Wargaming, con i Sabaton che offriranno performance dal vivo per tutti i tifosi e renderanno l’evento di quest’anno da non perdere assolutamente.

 

Flag Counter
Video Games
Oops, something went wrong.