Newsletter
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone

Quasi Tutti gli Articoli in questa categoria sono tratti dal sito: http://www.gamesource.it/ a cui va riconosciuto il giusto merito e va tutta la mia gratitudine per l’ottimo lavoro che svolgono

Diablo 4 è stato l’annuncio del Blizzcon che molti giocatori stavano aspettando, ormai spazientiti dalla lunga attesa. Anche se la release s’intravede tuttora col binocolo, il gioco inizia ad avere una sua forma più che riconoscibile. Da una discussione con l’utente Twitch Quin69 e Joe Shely, lead designer di Diablo 4, sono emersi alcuni dettagli sui contenuti post-lancio previsti per il nuovo titolo targato Blizzard.

Diablo 4

Sono infatti previste delle espansioni, perfettamente in linea con quanto fatto con i capitoli precedenti del franchise. A queste si aggiunge la presenza di elementi cosmetici ottenibili tramite microtansazioni; tuttavia, il lead designer è stato molto cauto nell’affrontare la questione, rimarcando che è ancora presto per darne un quadro definito e in grado di rispecchiare il prodotto finale. Fortunatamente non è previsto il ritorno della casa d’aste, elemento che fece molto scalpore agli inizi di Diablo 3.

Diablo 4 non ha ancora una finestra di lancio, ma è stato confermato per Playstation 4, Xbox One e Pc con la possibilità di crossplay.

L’articolo Diablo 4 avrà espansioni e microtransazioni proviene da GameSource.

L’X019, conferenza Microsoft che si terrà a Londra dal 14 al 16 novembre di quest’anno, promette fin da subito importanti annunci in ottica esclusive. Durante l’evento verranno infatti mostrate 12 esclusive Xbox One, di cui alcune inedite al pubblico.

Ma non solo esclusive: il palcoscenico sarà infatti l’occasione per importanti annunci riguardanti l’Xbox Game Pass, che potrebbe vedere nuovi giochi arrivare sul servizio in abbonamento, e xCloud, le cui informazioni e notizie a riguardo sono ancora molto fumose.

Durante l’X019, oltretutto, sarà possibile giocare ad alcuni titoli di punta in uscita nei prossimi mesi o arrivati recentemente sul mercato:

  • Age of Empires 2: Definitive Edition
  • Battletoads
  • Bleeding Edge
  • Cyber Shadow
  • Doom Eternal
  • Dragonball Z: Kakarot
  • Forager
  • Forza Horizon 4: LEGO Speed Champions
  • Gears 5
  • Halo: Master Chief Collection
  • Haven
  • Levelhead
  • Microsoft Flight Simulator
  • Minecraft Dungeons
  • Phogs
  • Project Resistance
  • Roller Champions
  • She Dreams Elsewhere
  • SkateBird
  • Star Wars Jeti: Fallen Order
  • Street of Rage 4
  • The Good Life
  • Tunic
  • Wasteland 3

x019

Vi ricordiamo che sarà possibile guardare l’x019 attraverso i canali ufficiali su Mixer.

L’articolo X019: annunci di nuove esclusive e diverse novità proviene da GameSource.

Dopo il successo dello scorso anno ritorna in FIFA 20 l’evento UCL Road to the Final. In occasione della fine del girone di andata del primo turno di qualificazione della Champions League, EA Sports introduce, nella famosa modalità FUT (FIFA Ultimate Team) delle carte a tema con delle statistiche dinamiche.

Sulla falsa riga delle OTW, queste riceveranno un boost dell’overall complessivo solo se la squadra di cui il giocatore fa parte supera il turno. Oltre alle carte giocatore Uefa Champions League (o se preferite UCL), verranno anche rilasciate quelle Uefa Europa League (o se preferite UEL) in FIFA 20.

Ma le sorprese non finiscono qui. Sul profilo twitter dedicato a FIFA 20, EA Sports ha pubblicato la prima squadra UCL Live dedicata all’evento Road to the Final. I giocatori scelti in questo team saranno disponibili nei pacchetti sino a venerdi 15 novembre 2020.

Diamo uno sguardo alla squadra completa scelta per rappresentare al meglio questo girone di andata del primo turno di qualificazione della massima competizione europea per club. Magari, se siete fortunati, nel prossimo pacchetto potrebbe uscire uno tra questi fantastici campioni.

fifa 20 evento ucl squadra

Questi, come anticipato sopra, sono i calciatori che maggiormente si sono distinti in questo girone di andata del primo turno di qualificazione della Champions League. Il loro cammino verso la finale di Istanbul, che andrà in scena sabato 30 maggio 2020, è ancora molto lungo.

Con somma soddisfazione vediamo anche 3 esponenti delle 3 squadre di Serie A impegnate nella competizione: Dybala, Allan e Handanovic. Come vedete le loro statistiche, rispetto a una carta normale o anche una loro versione IF (la versione del giocatore TOTW), sono sensibilmente migliorate. Tale miglioramento resterà tale fino alla fine del girone. Se il giocatore si qualifica alla fase successiva del torneo, riceverà un nuovo boost pari a un unità.

fifa 20 evento ucl avanzamento

Detto questo occorre fare una breve considerazione su chi puntare la propria attenzione in ottica mercato. Dovete avere delle buoni doti divinatorie. In realtà, in questo, vi aiuta molto l’andamento di questo girone di andata del primo turno di qualificazione della Champions League. Gli assetti sono stati a grandi linee delineati per cui non è abbastanza difficile indovinare quale squadra passerà alla fase successiva del torneo. L’unica dritta di mercato che ci sentiamo di consigliare riguarda Kanté, il centrocampista difensivo del Chelsea. Fate carte false per acquistarlo. Vi fa la differenza.

L’articolo FIFA 20, inizia l’evento UCL Road to the Final proviene da GameSource.

Death Stranding è finalmente arrivato e Hideo Kojima continua a rivelare interessanti dettagli sul suo ultimo titolo. Come molti già sapranno, il gioco ha un ritmo abbastanza lento che mette enfasi sui viaggi, cosa molto rara nei titoli di oggi. Nelle prime build del gioco tuttavia, pare che gli spostamenti fossero molto più veloci e semplici.

Death Stranding viaggi

Nel livestream con countdown al lancio del gioco, Hideo Kojima ha parlato del fatto che Sam poteva portare con se armi pesanti e strumenti possenti, rimanendo comunque abbastanza veloce, riuscendo comunque a saltare o scalare le pareti senza troppi problemi. Considerando che la lentezza e la spossatezza negli spostamenti sono uno dei punti centrali del gioco, questi elementi sono stati smussati sempre di più in modo che il titolo potesse trasmettere le sensazioni di pesantezza e lentezza durante i viaggi.

All’inizio Sam viaggiava diversamente, l’opposto di adesso, era in grado di portare equipaggiamento pesante, oltre alle armi e agli strumenti, in modo che in teoria potesse comunque saltare senza troppi ostacoli. Non è qualcosa di nuovo. Poi ho cambiato idea.

Death Stranding è disponibile da oggi su PlayStation 4 mentre uscirà nel 2020 su PC.

L’articolo Death Stranding: all’inizio i viaggi erano diversi proviene da GameSource.

L’abbiamo atteso per anni ma finalmente è tra noi: Death Stranding, la nuova creazione del maestro Kojima, è finalmente disponibile in esclusiva su PlayStation 4 (ma arriverà più avanti anche su PC).

Per l’occasione Sony ha rilasciato un bellissimo spot di 90″ davvero emozionante e con una colonna sonora da brividi, vi lasciamo subito alla sua visione:

Non era un mistero che Death Stranding girasse al meglio su PlayStation 4 Pro ma Sony ha voluto ribadirlo. Certamente ancora più apprezzabile se tramite l’edizione speciale della console disponibile anch’essa da oggi.

Death Stranding Carico

Kojima ha parlato della narrativa dietro al suo ultimo titolo di recente, a l’EGX di Berlino 2019, ma è innegabile che ci sia anche un lavoro tecnico incredibile col motore grafico Decima sfruttato in maniera impeccabile.

Cosa ne pensate di Death Stranding? Lo state finalmente assaporando sulla PlayStation 4 liscia o seguirete il consiglio di Sony, utilizzando una PlayStation 4 Pro?

Nel frattempo, in attesa della nostra recensione, potrete trovare tanti interessanti articolo sul titolo di Kojima e tutte le novità al seguente link.

L’articolo Death Stranding: uno spot celebra PS4 Pro proviene da GameSource.

Diablo 4 è in fase di sviluppo presso gli studi di Blizzard e, sebbene nel corso dello sviluppo abbia subito diversi cambiamenti, di recente ne è stata mostrata la versione finale.  Il titolo, tuttavia, non è nemmeno lontanamente vicino al giorno dell’uscita, ma la software house si è posta l’obiettivo di rendere consapevoli i giocatori di ciò che vedranno nel corso dell’esperienza. 

Alcune interessanti informazioni provengono direttamente dalla BlizzCon 2019, evento durante il quale il direttore creativo di Diablo 4 ha voluto spendere qualche parola sulla natura del titolo. Stando a quanto dichiarato da Sebastien Stepién – questo è il nome del creative director -, Diablo 4 potrà contare sulla presenza di ben più di 100 villaggi e sarà caratterizzato da una storia più radicata e oscura rispetto a quella di Diablo III.

Diablo 4 100 villaggi

Sembra, inoltre, che le due questioni sottolineate da Stepién siano strettamente collegate. Il fatto che Blizzard abbia intenzione di inserire così tanti villaggi nel gioco, infatti, è chiaramente un modo per radicare la storia nel “territorio” mostrando anche degli spaccati di vita comune. Ricordiamo che Diablo 4, annunciato per PlayStation 4, Xbox One e PC, non ha ancora una finestra di lancio ufficiale.

L’articolo Diablo 4 includerà più di 100 villaggi proviene da GameSource.

DeNA Co., Ltd. e The Pokémon Company International hanno pubblicato nuovi aggiornamenti di Pokémon Masters, aggiungendo tre nuovi capitoli alla storia del gioco che permetteranno ai giocatori di avanzare nella storia di Pokémon Masters e raggiungere il capitolo 21. Il completamento di questi nuovi capitoli della storia permetterà di aggiungere alle proprie squadre l’Unità a 5★ formata da Calem ed Espurr. Calem è un Allenatore noto per essere stato uno dei personaggi principali di Pokémon X e Pokémon Y.

Pokémon Masters

DeNA ha annunciato, inoltre, che i giocatori potranno abbinare il personaggio principale del gioco a Torchic, il Pokémon di tipo Fuoco di Pokémon Rubino Omega e Pokémon Zaffiro Alpha. Per la prima volta nella storia di Pokémon Masters, il personaggio principale avrà la possibilità di fare coppia con un Pokémon che non sia Pikachu.

Per festeggiare queste entusiasmanti novità, uno speciale evento di gioco dal titolo “La storia continua! Campagna speciale!”. I giocatori potranno vincere fino a 2.000 gemme giocando le missioni speciali ed effettuando l’accesso al gioco.

Pokémon Masters

Pokémon Masters è un gioco free-to-start disponibile su dispositivi iOS e Android. Il gioco è disponibile in inglese, francese, tedesco, italiano, giapponese, coreano, spagnolo e cinese tradizionale.

Ulteriori informazioni disponibili sul sito ufficiale.

L’articolo Pokémon Masters: aggiunti nuovi capitoli e Pokémon proviene da GameSource.

I fan di Super Smash Bros. Ultimate hanno tutte le ragioni del mondo per essere al settimo cielo. Dopo l’arrivo di Terry Bogard nel roster, infatti, le sorprese non finiscono e promettono di mandare in visibilio ogni buon appassionato che si rispetti.

Nella giornata di ieri, Nintendo ha svelato l’arrivo di  ben cinque  nuovi amiibo, a tema Super Smash Bros. Ultimate ovviamente, che verranno distribuiti sul mercato nei prossimi mesi. In particolare, ci riferiamo ai già ampiamente vociferati Samus Oscura e Richter, già prenotabili (non ancora in Italia, ma lo saranno a breve) e che usciranno il prossimo 17 gennaio 2020.

super smash bros amibo

Discorso diverso per le altre tre statuine, raffiguranti Simon, Chrome e Incineroar, che invece debutteranno il prossimo 15 novembre, come confermato dai canali ufficiali di Nintendo.

Cosa ne pensate di questi nuovi amiibo? Ne comprerete qualcuno? O preferite risparmiare in vista del Black Friday? Fatecelo sapere, come al solito, nei commenti!

L’articolo Super Smash Bros: tanti nuovi amiibo in arrivo! proviene da GameSource.

Street Fighter e Mortal Kombat sono indubbiamente due delle saghe di Picchiaduro più famose e amate del panorama videoludico.

E se vi dicessimo che hanno sfiorato la possibilità di diventare una “cosa sola”? Recentemente, infatti, Capcom ha ammesso che in passato c’è stata la possibilità più che concreta che i due titoli finissero coinvolti in uno spettacolare crossover che però, alla fine, non si è mai verificato. Il motivo? Semplicemente perché, secondo Yohsinori Ono di Capcom (e altri colleghi), i due universi e in particolare i personaggi presenti all’interno di esso non fossero adatti ad essere “mixati”. Intervistato dai colleghi di Eurogamer, Ono ha risposto così:

“D’accordo, è vero che Capcom ha rifiutato questa proposta ma non è stata una mia scelta personale! in Capcom c’erano molte persone che pensavano che il crossover non fosse adatto ai nostri personaggi”.

street fighter crossover

Ono ha anche affermato che il futuro non si sa cosa potrebbe riservare, ma questa possibilità appare ormai ampiamente sfumata.

E voi cosa ne pensate? Avreste voluto il crossover tra questi due grandi colossi? Fatecelo sapere!

L’articolo Street Fighter e il crossover mancato proviene da GameSource.

Il governo cinese ha annunciato che saranno introdotte a breve delle restrizioni per i videogiocatori con età inferiore ai 18 anni. Questa specie di coprifuoco sui videogames in Cina avrà effetto su tutte le piattaforme di gioco e interesserà tutta la nazione.

cina videogames

I videogiocatori minori di 18 anni e possessori quindi di PC, Xbox e PlayStation non potranno giocare online tra le 22.00 e le 8.00 mentre nei giorni festivi e nei weekend sarà stabilito un massimo di 3 ore di gioco. Questi provvedimenti, secondo il governo cinese, saranno utili sia a prevenire la dipendenza da gaming dei minori che ad evitare il diffondersi del gioco d’azzardo. Sarà anche introdotto un tetto massimo per le transazioni online mensili: tra gli 8 e i 16 anni la quota massima sarà di circa 25 Euro mentre tra i 16 e i 18 anni sarà di circa 50 Euro.

Va ricordato che il mercato cinese dei videogiochi è secondo solo a quello degli Stati Uniti ma il governo di Pechino ha affermato che le nuove regole serviranno a proteggere la salute mentale dei minori e a ridurre i problemi di miopia nel periodo adolescenziale. Tutte le software house saranno tenute sotto controllo affinchè rispettino tali imposizioni. È in fase di sviluppo, da parte sempre del governo cinese, persino di un database nazionale di tutti i videogiocatori che saranno costretti a utilizzare il proprio nome reale per poter usufruire dei giochi online.

cina videogames

Di conseguenza anche le software house si stanno organizzando in merito alla decisione della Cina di imporre questa sorta di coprifuoco per i videogames. Soprattutto Tencent Games – la più grande azienda di videogiochi del mondo – sta affrontando il problema limitando, per il momento, il tempo di gioco a un’ora al giorno per gli utenti sotto i 12 anni e a due ore al giorno per gli utenti tra i 12 e i 18 anni. L’azienda ha inoltre iniziato a richiedere agli utenti di dimostrare la loro età e la loro identità in base ai dati statali disponibili.

L’articolo La Cina impone il coprifuoco sui videogames proviene da GameSource.

Flag Counter