Newsletter
Video News
Oops, something went wrong.
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone

Quasi Tutti gli Articoli in questa categoria sono tratti dal sito: http://www.gamesource.it/ a cui va riconosciuto il giusto merito e va tutta la mia gratitudine per l’ottimo lavoro che svolgono

Ecco i Deals with Gold 12 Maggio, le offerte settimanali dedicate agli abbonati gold di Xbox 360 e Xbox One mentre gli Spotlight Sale sono delle offerte speciali valide anche per gli abbonati Silver, la formula base di Xbox Live. Come sempre riportiamo la segnalazione del blog di majornelson:

XBOX ONE

Saints Row IV: Re-elected Xbox One Game 25%
Saints Row IV: Re-elected & Gat out of Hell Xbox One Game 33%
Saints Row Gat out of Hell Xbox One Game 33%
Destiny Digital Guardian Edition Xbox One Game 33%
Destiny* Xbox One Game 50%

* sconto valido anche per gli abbonati Silver.

XBOX 360

Saints Row: Gat out of Hell Games On Demand 33%
Saints Row IV Games On Demand 67%
Saints Row: The Third Games On Demand 67%
Destiny Games On Demand 50%
Gears Judgment Lost Relics DLC Pack Add-On 67%
Gears Judgment Call to Arms DLC Pack Add-On 60%
Gears Judgment Total Skin Pack Add-On 60%
Gears Judgment Epic Weapon Skin Pack Add-On 50%

Questa settimana pochi titoli ma di alto interesse con Saints Row IV e Destiny su tutti. Queste offerte saranno valide una settimana, come al solito, cioè fino al 18 Maggio 2015. Vi aspettiamo la settimana prossima con i Deals with Gold del marketplace Microsoft.

La nuova creatura di Koji Igarashi ingrana la marcia

A sole 24h dal su debutto su Kickstarter, Bloodstained: Ritual of the Night di Koji Igarashi ha già superato il milione di dollari con oltre 15.000 investitori e una media di 60$ ad utente.

bloodstained kickstarter

Candidato a successore spirituale dei classici Castlevania, Bloodstained: Ritual of the Night è un action-platform 2.5D sviluppato con l’ausilio del Unreal Engine 4 per PC, PlayStation 4 e Xbox One da Inti Creates – lo stesso studio che collabora con Keiji Inafune per lo sviluppo di Mighty No. 9.

L’obiettivo finale è quello di raggiungere le 1.250.000$, così da garantire l’introduzione la co-op in locale. Un traguardo facilmente raggiungibile in un paio d’ore vista la velocità con cui il counter sale. Dal canto nostro auguriamo a Igarashi di raggiungere presto il completamento della campagna in modo da consegnare un titolo a lungo atteso dai fan di vecchio stampo della saga di Castlevania.

 

Bloodstained: Ritual of the Night_original
Bloodstained: Ritual of the Night
Bloodstained: Ritual of the Night

Fonte: MVC

Alcune immagini rilasciate nel forum di Guru3d sembrano provare un downgrade grafico tra la i primi filmati di The Witcher 3: Wild Hunt mostrati nel 2013 e la versione finale del titolo.

Il downgrade sembra riguardare soprattutto gli effetti particellari, il fuoco, le ombre, la vegetazione, i modelli poligonali e alcune texture, una cosa già successa in passato con titoli pur eccellenti come Watch Dogs e Dark Souls 2, il cui risultato tecnico finale fu ben diverso dai filmati promozionali mostrati nei vari E3.

La qualità finale del titolo della CD Projekt Red rimane comunque alta, ma un giudizio più preciso si avrà solo con l’uscita ufficiale del titolo, prevista il 19 maggio per Xbox One, PlayStation 4 e Pc.

fuoco

admvLGjh

Pochi giorni fa Blizzard ha annunciato nuovi eroi e modelli in arrivo su Heroes of the Storm tramite una news che vi riportiamo:

heroes of the storm nuovi eroi e modelli

Stiamo lavorando su nuovi e vivaci modelli e spaventose cavalcature, e vogliamo presentarvi un’anteprima: Kael’thas Stormpunk, Johanna la Crociata, Tritacarne da Spiaggia; Super Sonya, Sparachiodi Marziano Folle e molti altri! Benché questi modelli e cavalcature non siano ancora disponibili nel negozio di gioco, presto arriveranno sul Nexus. Nel frattempo, date un’occhiata a queste aggiunte in arrivo e alle loro varianti nel video qui sotto:

  • Kael’thas
  • Kael’thas Definitivo
  • Kael’thas Stormpunk
  • Johanna
  • Johanna Definitiva
  • Johanna Centurione
  • Super Sonya
  • Sparachiodi Marziano Folle
  • Tritacarne da Spiaggia
  • Cavalcatura Tigre Dorata
  • Cavalcatura Carta di Hearthstone
  • Cavalcatura Incubo di Illidan
  • Cavalcatura Billy la Capra

A corredo dell’annuncio è stato rilasciato un simpatico video, eccolo:

C’è molta attesa per Kael’thas di cui sono stati rilasciati alcuni screen sulle abilità e un video di presentazione:

kaelthas_001kaelthas_002

Difficile capire la portata delle ulti di Kael’thas ma la Pirosfera ha un effetto davvero spettacolare, vedere per credere:

 

Vi ricordiamo che a breve il MOBA di casa Blizzard entrerà in open beta e poco dopo avverrà il rilascio definitivo, in data 2 giugno. Mentre un giorno prima verrà celebrato un evento a Londra per festeggiare la fine della beta di Heroes of the Storm.

Si è conclusa la finale del torneo Mid-Season Invitational di League of Legends che ha visto trionfare i cinesi Edward Gaming per 3 a 2 sui favoriti SK Telecom T1 provenienti dalla Corea.

lol msi

Il torneo, MSI, ha visto scontrarsi a Tallahassee, in Florida, i team vincitori degli split delle rispettive regioni. Le finaliste hanno dovuto sconfiggere team del calibro di Fnatic, Team SoloMid e ahq e-Sports Club. La finale è stata estremamente agguerrita e si è risolta in tutti e 5 i possibili games, per concludersi con un quinto game unilateralmente vinto da Edward Gaming.

lol edward wins

la finale di questo torneo ha confermato come le regioni cinesi e coreane siano tutt’ora le due regioni più forti al mondo. Non è bastato al team Fnatic l’aggiunta di Huni (top laner) e Rignover (jungler), entrambi provenienti dalla regione coreana, a scardinare il dominio asiatico.

Riusciranno i team occidentali a rimettersi in carreggiata e conquistare il titolo di campioni della WCS, cosa riuscita solo ai Fnatic nella primissima edizione della World Championship? Non resta che aspettare che ri inizi la stagione competitiva di LoL.

Segui tutte le news sulla LCS sul sito ufficiale

Uno dei titoli più interessanti e made in Italy sta per sbarcare su console Xbox One. Stiamo parlando di Nero, titolo sviluppato dai ragazzi di Storm in a Teacup che ha pubblicato un trailer di lancio per il gioco.

Dal trailer (che potrete trovare in calce all’articolo) possiamo vedere che il titolo è una visual novel di nuova generazione con un’atmosfera al quanto mistica. Nel gioco impersoneremo un bambino che dovrà scoprire i segreti che si celano all’interno del mondo di Nero, con ambientazioni suggestive e svariati rompicapo da risolvere.

Nero sarà possibile scaricarlo dallo Store di Xbox One a partire dal 15 maggio. Ora vi lasciamo col trailer. Buona visione!

 

Per quanto molti sostenitori della casa di Kyoto si aspettino annunci a sorpresa, l’E3 di Nintendo sarà all’insegna di Wii U e 3DS secondo quanto emerso da un questions & answers tenuto da Nintendo con i suoi investitori a seguito della pubblicazione dei risultati finanziari annuali, avvenuto poche settimane fa. A parte la possibilità che la futura console Nintendo, nome in codice NX, sia region-free non sono stati rilasciati ulteriori dettagli e, anzi, si è ribadita l’intenzione di focalizzare l’attenzione sui titoli per Wii U e 3DS durante la prossima fiera losangelina.

l'e3 di nintendo sarà all'insegna di wii u e 3ds

L’altro fronte caldo riguarda quello dei giochi mobile e, anche qui, sembra che Nintendo non farà annunci, ribadendo quindi l’intenzione di puntare tutte le sue energie sul presente della sua home console e della sua portable console. Nintendo NX sarà svelata durante il 2016, come ribadito da Satoru Iwata, e dopo gli ultimi E3 in cui Nintendo non ha presenziato fisicamente, ma ha rilasciato degli speciali Nintendo Direct, questo atteggiamento non deve stupire ma, nonostante ciò, i numerosi fan attendono con ansia questo E3 2015 in cui, si spera, ci saranno comunque delle sorprese.

Fonte: nintendolife

Un grosso rumor si sta diffondendo intorno al territorio giapponese, ossia che 2Chan un noto forum oltreoceano ha riportato che Intelligent Systems starebbe lavorando allo sviluppo di un nuovo Paper Mario in esclusiva per Wii U.

La causa di questo rumor è dovuto da dei volantini e una brochure distribuita da Nintendo stessa nel corso di un evento dedicato al mondo del lavoro. E, da come potete vedere dalle immagini qui sotto, i contenuti di questi materiali fanno parecchio riferimento a un’eventuale Paper Mario.

paper-mario-wiiu-rumor-01

paper-mario-wiiu-rumor-02

Al momento di ufficiale non c’è nulla, dunque non ci resta che attendere conferme o smentite da parte dell’azienda di Kyoto.

 

Fonte: MyNintendoNews

Secondo Yoshinori Ono “è davvero bello da vedere”

Durante le scorse ora Yoshiro Ono di Capcom ha ufficializzato la presenza di Street Fighter V all’imminente E3 2015, probabilmente con un nuovo gameplay che ne attesti l’avanzamento dei lavori.

street fighter v e3 2015

Sempre Yoshiro Ono su Twitter ha riferito come il gioco sia “davvero bello da vedere” e di come non vede l’ora di condividere con il resto dei fan quanto fatto finora.

Street Fighter V è ancora atteso su PlayStation 4 e PC per la fine dell’attuale anno fiscale che terminerà il prossimo 31 marzo 2016.

Fonte: Gamepur

La continua evoluzione tecnologica delle piattaforme videoludiche, se da un lato ha portato alla nascita di titoli altamente realistici e sofisticati, dall’altra sta provocando una lenta diminuzione di prodotti dalle meccaniche semplici e immediate, tipiche dell’epoca d’oro videoludica, che fanno della giocabilità il loro punto di forza.

Tranne rari casi, spesso confinati alla scena indie, titoli della vecchia scuola come sparatutto, picchiaduro e platform sembrano destinati all’estinzione, ma proprio in questo scenario ormai saturo di titoli tecnicamente eccellenti ma poco «videoludici» (vedi il recente The Order: 1886) si notano di più le piccole perle.

Sviluppato dai Crazy Monkey Studios, un team belga qui al suo primo titolo videoludico (se si eccettua il gestionale e poco sconosciuto Empire: The Deck Building Strategy Game), questo Guns, Gore & Cannoli riprende in modo riuscito le meccaniche, il fascino e la giocabilità dei platform degli anni ’80 e ’90, arricchendo il tutto con un comparto grafico e sonoro che non sfigurerebbe di fronte a produzioni di ben altro budget.

Disponibile su Steam, il titolo del team belga, distribuito dai Claeys Brothers Studios e già premiato in occasione del Casual Connect Amsterdam 2015, è in corso di realizzazione anche per PlayStation 4, Xbox One e WiiU.

Guns, Gore & Cannoli Recensione

La storia è narrata tramite simpatiche sequenze cinematiche

Mi chiamo Vinnie Cannoli, mi capisti?

Vinnie Cannoli è un duro, lo si capisce sin dall’inizio della sua avventura a Thugtown, ed è anche un mafiosetto italo americano, con tanto di ghette, completo gessato, cappello e immancabile mitra a tamburo.

Giunto nella cittadina due giorni dopo la festa di san Patrizio con l’incarico di rintracciare un certo Frankie la Mosca, per conto del boss Don Belluccio, il nostro Vinnie si ritrova circondato da morti viventi, picciotti rivali e persino militari. Fermamente convinto a capire il motivo per cui Thughtown si sia trasformata nel più classico degli scenari di George Romero, senza rimetterci la pelle nel tentativo, il duro Vinnie decide di venirne a capo usando le sue armi migliori: una sana dose di piombo e una spiccata abilità persuasiva.

La trama di Guns, Gore & Cannoli, quindi, pur non vantando chissà quale complessità narrativa, riesce comunque a elevarsi ben al di sopra del classico «salva la principessa» tipico di questo genere videoludico.

Guns, Gore & Cannoli Recensione

La varietà dei nemici non si limita a zombi e picciotti

Gore Metal Slug

Lo stile di Guns, Gore & Cannoli, come già anticipato, si ispira decisamente ai platform della scena videoludica a cavallo tra gli anni ’80 e ’90 (il paragone con Metal Slug è inevitabile, ma ricorda anche il glorioso Gunstar Heroes per Sega Megadrive/Genesis).

Da buon picciotto, il nostro Vinnie può contare su una scelta di armi piuttosto vasta: tra pistola (con munizioni infinite, ma il cui abuso è comunque limitato dal tempo di ricarica dell’arma), fucili a pompa e a canne mozze, Magnum e persino gingilli decisamente più pesanti come lanciafiamme e bazooka. La vasta scelta delle armi non è comunque un mero pretesto per variare il volume di fuoco, ma necessita di un minimo di tattica: ogni tipologia di avversario ha un suo specifico punto di forza e uno di debolezza, continuare a sparare a casaccio contro un avversario dotato di scudo senza mirare bene alla sua testa, ad esempio, porterà solo a un inutile spreco di munizioni, per evitare il quale sarà anche necessario sfruttare in modo intelligente i vari elementi dello scenario, come macchine e barili esplosivi.

A venirci in aiuto troveremo un posizionamento delle munizioni decisamente intelligente: in genere raccoglieremo in giro per i livelli proprio il tipo di munizioni più utili contro i nemici che incontreremo poco dopo. Ben difficilmente troveremo, ad esempio, delle casse di proiettili per pistola poco prima di incontrare dei nemici corazzati: uno dei tanti dettagli che rivelano la cura con cui il titolo è stato realizzato. Gli stessi nemici, tra zombie, picciotti e soldati, risultano dotati di schemi di attacco talvolta ben studiati, che ci costringeranno a un’attenta scelta delle armi e delle tecniche da usare, persino i realistici tempi di ricarica delle singole armi non permettono di andare avanti semplicemente sparando alla cieca: caratteristiche, queste, piuttosto inusuali in un platform/sparatutto, ma decisamente gradite e ben inserite nel contesto.

Unica nota leggermente fastidiosa è la presenza continua di avversari che sembrano arrivare dal nulla: è piuttosto frequente ripulire una stanza da ogni avversario, attraversarla, per poi essere attaccati alle spalle da intere squadre di non morti sbucati da chissà dove.

Un platform/sparatutto, vista la sua natura immediata e frenetica, non potrebbe mai funzionare bene se non è supportato da un solido e fluido sistema di controllo, e da questo punto di vista il lavoro dei Crazy Monkey Studios funziona piuttosto bene. I comandi risultano immediati e abbastanza fluidi, aiutati in questo anche dalla gradita possibilità di riassegnare completamente i singoli pulsanti, il che permette di adattare le avventure del nostro picciotto a qualsiasi pad o tastiera. La difficoltà si assesta su livelli abbastanza medi, complici anche i numerosi checkpoint i quali, insieme alle generose scatole di cannoli, permettono anche di ripristinare la nostra energia. Una caratteristica che, insieme alla brevità stessa del titolo, rende questo Guns, Gore & Cannoli piuttosto corto, anche se molto rigiocabile, grazie anche alla possibilità di un multiplayer in locale fino a quattro giocatori.

In tutta questa cura per i dettagli emergono, purtroppo, gli unici veri difetti del titolo: la pessima compenetrazione dei poligoni, che permette ai nemici di sovrapporsi letteralmente al protagonista attaccandolo senza possibilità di reagire, e la mancanza dello sparo in diagonale. Se da una parte la gestione dei poligoni può essere superata semplicemente allontanandosi un poco dall’avversario, dall’altra l’impossibilità di sparare in diagonale sembra del tutto ingiustificata, specialmente in presenza di avversari volanti o disposti su piani differenti dal nostro.

Guns, Gore & Cannoli Recensione

La modalità cooperativa locale arriva fino a 4 personaggi

Sparatorie e sangue in stile cartoon

Le avventure di Vinnie Cannoli si svolgono con una piacevole e originale veste in stile cartoon. L’uso di scenari e personaggi completamente disegnati a mano e poi rielaborati in cel shading rende Guns, Gore & Cannoli decisamente gradevole dal punto di vista grafico: dagli scenari alle armi fino a personaggi e scenari, ogni singolo elemento è realizzato con un’ottima cura per i dettagli, nonostante l’aspetto volutamente cartoon.

Anche la fisica dei colpi e degli oggetti è molto curata, ma al di là dell’innegabile qualità tecnica è lo stile a essere il risultato migliore del comparto tecnico. Il personaggio di Vinnie Cannoli, i vari picciotti che incontreremo, i non morti e persino gli scenari, con la loro riuscita reinterpretazione degli scenari che ricordano la Chicago degli anni ’40, rendono il titolo dei Crazy Monkey Studios più simile a un fumetto.

Unica nota apparentemente stonata è rappresentata dalle animazioni dei personaggi, le cui movenze sembrano piuttosto in stile marionetta, ma è una caratteristica voluta, che rende ancor più unico lo stile del titolo.

Ma all’avventura di un vero picciotto, anche se circondato da non morti, non possono mancare la più classiche musiche da gangster. Una colonna sonora con numerosi rimandi alla cinematografia degli anni ’50, unita ad altre musiche in perfetto stile siciliano, fa da riuscito supporto a effetti sonori piacevoli e realistici.

Guns, Gore & Cannoli Recensione

Il comparto grafico è complessivamente più che buono

Guns, Gore & Cannoli, nonostante riprenda pienamente un genere tipico degli anni ’80, rappresenta una piacevole novità in campo videoludico, e in mezzo a un mercato ormai saturo di titoli graficamente eccellenti ma ben poco immediati, la scelta dei Crazy Monkey Studios sembra quasi coraggiosa. L’azienda di Kontich riprende i migliori elementi delle meccaniche platform/sparatutto, le rinnova con una sana dosa di strategia e le unisce a un comparto tecnico decisamente riuscito, dallo stile piacevole e originale. La brevità stessa del titolo viene compensata dall’ottimo multiplayer locale, dalle meccaniche immediate e piacevoli e dall’elevata rigiocabilità. I leggeri difetti a livello di gameplay non rovinano quello che in definitiva è un sincero e riuscito omaggio a una scena videludica che si credeva ormai sparita.

Flag Counter
Video Games
Oops, something went wrong.