Newsletter
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone

Quasi Tutti gli Articoli in questa categoria sono tratti dal sito: http://www.gamesource.it/ a cui va riconosciuto il giusto merito e va tutta la mia gratitudine per l’ottimo lavoro che svolgono

Sette anni fa debuttava Geometry Wars 3: Dimensions, di Lucid Games, studio di sviluppo britannico originatosi da Bizzarre Creations (i creatori di Geometry Wars, che han chiuso i battenti nel 2011), attivo perlopiù in campo mobile, anche se quest’anno hanno provato il salto con il non entusiasmante Destruction AllStars per PlayStation 5.

Non  si trattò di un titolo in digital delivery come tutti gli altri, non solo per le sue doti, ma anche per quello che cercò di riportare in auge dopo tanti anni. In primis, dopo sei anni da Retro Evolved 2 e sette da Galaxies, costituì il comeback di un marchio in grado di imporsi su Xbox Live fino a diventare un classico delle line-up arcade. Inoltre, segnò il ritorno in scena dell’etichetta di pubblicazione Sierra, come marchio di Activision Blizzard dedicato ai progetti indie. Tuttavia, a oggi purtroppo dobbiamo constatare che né Geometry Wars né Sierra sembrano essere più vitali.

Ma cos’è Geometry Wars? Forse quelli tra di voi solo recentemente avvicinatisi al mondo dei videogiochi potrebbero non conoscere questo sparatutto twin-stick (controllabile con i due analogici: destro per sparare, sinistro per muoversi) ispirato chiaramente a un vecchio classico come Asteroid. Il titolo originale è nato su Xbox, quasi per caso, come minigioco contenuto all’interno di Project Gotham Racing 2, prima di uscire su Xbox 360 stand-alone su XBLA, con il sottotitolo Retro Evolved. L’unico obbiettivo di Geometry Wars, condiviso da questo terzo capitolo, sarà quello di eliminare con la nostra navicella tutte le forme geometriche killer che affolleranno i livelli, servendosi dei cannoni del velivolo o di alcuni poteri speciali, puntando alla sopravvivenza e, soprattutto, ai punteggi più alti.

Evolutosi nel corso degli anni con le aggiunte di modalità storia, multigiocatore co-op o competitivo, Geometry Wars con questo terzo capitolo abbandona la geometria piana per entrare in quella solida, con il passaggio di nemici e livelli dalle due alle tre dimensioni. Se eravate tra quelli che odiavano parallelepipedi e tetraedri sui banchi di scuola, questo è il gioco che fa per voi.

geometry wars 3

Due o tre dimensioni, il gameplay, semplice ed efficace, rimane invariato. Certo i livelli a forma di nocciolina, cubo o magari pianeta svecchiano un po’ la formula, avvicinando a volte il gioco al rivale Super Stardust di Housemarque, ma la ricetta originale rimane la stessa. E funziona, visto che la corsa a superare i punteggi, raccogliere le tre stelle in ogni livello e scalare le classifiche online è invitante e adrenalinica come una volta (peccato che a volte i server facciano degli scherzi e non ci propongano le leaderboard aggiornate).

Le variabili ora arrivano dalle abilità Super e i Droni, entrambe aggiunte di equip alla navicella e migliorabili in efficacia nel tempo. Le Super sono abilità offensive quali mine e missili a ricerca, in aggiunta alla classica bomba intelligente; i Droni invece sono piccole navette che ci accompagneranno nei livelli, aiutandoci magari nello sparo o nella collezione dei frammenti bonus lasciati dai nemici distrutti. Questi equipaggiamenti aggiungono un quid in più alla profondità del gioco e il loro studio e miglioria è quasi obbligatorio per puntare alle – difficili – tre stelle in ogni stage.

geometry wars 3

In quanto a opzioni e modalità poi, Dimensions è il più ricco Geometry Wars di sempre. Trascorrerete la maggior parte del vostro tempo in Avventura, una sorta di campagna dove affronteremo decine di livelli dalle forme più disparate e dai diversi obbiettivi. Oltre alle varianti di gioco classiche, segnaliamo “Pacifismo”, in cui non avremo proiettili e ci si potrà solo spostare da un checkpoint all’altro, “Re”, dove invece sarà possibile sparare solo all’interno di piccole zone a tempo che appariranno sulla mappa e “Arcobaleno”, dove il giocatore si troverà a combattere contro astronavi nemiche, impedendo loro di colorare l’intero livello prima della fine del tempo.

In Avventura incontreremo anche gli inediti boss, i quali saranno facili da sconfiggere ma, tatticamente, rappresenteranno una sfida interessante per raggiungere i punteggi alti, in quanto dovremo cercare di eliminare più forme geometriche possibile entro il tempo limite, senza distruggere il boss prima di aver accumulato abbastanza punti.

geometry wars 3

Oltre ad Avventura, troviamo il multiplayer cooperativo locale e competitivo online, con modalità dedicate a squadre. Nel caso in cui le tre dimensioni poi non siano di vostro gradimento, nella sezione Classico, Geometry Wars 3: Dimensions ripropone il gameplay originale di Retro Evolved, senza multiplayer tuttavia.

Il lavoro svolto da Lucid è quantomeno buono anche nei reparti tecnici; nonostante le poche tracce la colonna sonora composta da musica elettronica è più che gradevole, mentre la grafica, pulita ed ispirata, fa il suo lavoro discretamente, senza però impressionare come un Resogun.

geometry wars 3


Geometry Wars 3: Dimensions è un titolo consigliatissimo, specialmente per gli utenti PlayStation, al loro primo incontro con la serie che fu di Bizarre Creations. Certamente esistono molte alternative in ambito digital delivery, ma il gioco di Lucid Games è ancora fra i migliori del suo genere.

L’articolo Back in Time – Geometry Wars 3: Dimensions proviene da GameSource.

In arrivo una patch per Shin Megami Tensei V, a poche settimane dal rilascio del nuovo titolo Atlus. Non abbiamo ancora una data precisa per questo aggiornamento, tuttavia è stato anticipato cosa possiamo aspettarci nel futuro prossimo del JRPG in esclusiva Nintendo Switch.

Shin Megami Tensei V patch

La patch di Shin Megami Tensei V conterrà infatti:

  • Più opzioni presenti nel menù opzioni
  • Migliorie alla camera durante l’esplorazione dell’overworld (ritocchi ad angolazione ed illuminazione)
  • Riduzione al numero di gimmick del Dungeon Castello del Re dei Demoni dopo la terza leyline.
  • Altri fix di natura minore

La cosa più importante da segnalare è il terzo punto, che andrà a semplificare l’unico dungeon del titolo con un design reminiscente dei precedenti giochi. Si tratta di una sezione molto complessa da attraversare, ma piuttosto soddisfacente. Nessuna menzione alle performance di gioco, tallone d’achille di Shin Megami Tensei V. Purtroppo sotto questo punto di vista non sono previste buone nuove, tranne nel caso si riveli esatto il leak per il quale il gioco sia previsto anche per PC e Playstation 4.

L’articolo Patch in arrivo per Shin Megami Tensei V proviene da GameSource.

Tra le varie missioni secondarie pensate da Double Fine Productions per Psychonauts 2 una delle più impegnative e divertenti riguarda quella su come trovare Queepie, fratellino di Raz.

Questa missione secondaria sarà attivabile una volta usciti da Lobomadre e aver raggiunto la famiglia di Raz, la quale avrà messo letteralmente le tende nell’Area di Campeggio per Famiglie (contrassegnato dalla lettera D sulla mappa) situata nella sezione Area Opinabile.

Psychonauts 2

Una volta giunti dove la Famiglia Aquato ha stanziato il suo campo base dovremo prima di tutto parlare con Donatella, la madre di Raz, la quale rivelerà di voler mettere in scena una delle attrazioni circensi più maestose di sempre, ma per farlo avrà bisogno di Queepie: a questo punto si attiverà la missione secondaria “Alla ricerca di Queepie”.

Psychonauts 2

La posizione di Queepie sarà localizzabile seguendo la musica trasmessa dalla sua radio ma ecco le posizioni del piccoletto Aquato:

  1. La prima posizione è molto vicina al campeggio, troveremo Queepie alla sinistra del cartellone con la scritta “Regole?”.
  2. Cerchiamo il cartello che indica la direzione per la Grotta del Ciclopiedone e rechiamoci al suo interno. Una volta esplorata, dall’altro lato, troveremo Queepie su una piattaforma di legno.
  3. Rechiamoci alla botola per i viaggi rapidi e, giunti sul posto, saltiamo sul ceppo e quindi sul rampicante per scalare il grande albero fino a trovare Queepie sulla sua sommità .
  4. Vicino ai bagni pubblici dovremo arrampicarci sulla scala del piccolo edificio lì vicino fino a raggiungere la sommità di un albero con delle piattaforme di legno. A questo punto dovremo saltare su un’altra piattaforma per trovarvi Queepie con la sua inseparabile radio.
  5. Rechiamoci al Ristornate Megabrunch e, sfruttando il vecchio furgone lì vicino, saliamo sul tetto per trovare Queepie.
  6. Torniamo al Campeggio dove si è stanziata la Famiglia Aquato e, tramite la Pirocinesi, accendiamo il falò. Sfruttando la corrente creata dal fuoco e l’abilità Levitazione potremo raggiungere delle piattaforme di legno sugli alberi nonché l’ultima posizione di Queepie.

Completata questa missione di Psychonauts 2 e aver scoperto tutte le 6 location di Queepie, riceveremo un oggetto Nucleo PSI in grado di far salire il grado di Raz e sbloccheremo un obiettivo del gioco. Per tutte le altre informazioni sul titolo Double Fine, vi rimandiamo alla recensione di Psychonauts 2.

L’articolo Psychonauts 2 – Come trovare Queepie proviene da GameSource.

Tra le varie missioni opzionali di Psychonauts 2, trovare il Fungo Raro per Lili è senza dubbio tra le più semplici e rapide da completare. L’opera di Double Fine Productions, dopo una parte iniziale di assestamento, permette una discreta libertà per il giocatore e la possibilità di risolvere varie missioni non obbligatorie. A questo punto addentriamoci in Psychonauts 2 e andiamo alla ricerca del Fugo Raro da consegnare a Lili.

Psychonauts 2

Il Fungo Raro da consegnare a Lili si trova all’interna di una caverna ben nascosta nei pressi della cascata situata nell’Area Opinabile. Consultando la mappa di gioco dell’Area Opinabile sarà possibile individuare facilmente la grande cascata, contrassegnata dalla lettera “A”. Giunti nei pressi della zona di nostro interesse andremo a utilizzare la Funicolare di Fierro (lettera “B” sulla mappa) per raggiungere la vetta e quindi trovare agevolmente la caverna. Prima però sarà necessario ripristinare il funzionamento della funicolare utilizzando il potere di Telecinesi per raccogliere i 3 ingranaggi e posizionarli al posto giusto.

Psychonauts 2

Raggiunta la cima sarà necessario dirigersi verso destra, avanzare leggermente e poi girare di nuovo a destra per trovare una struttura in legno che costeggia la montagna. Una volta giunti più in alto, in prossimità della cima della Cascata Implausibile sarà necessario aver imparato l’abilità Bolla temporale di Psychonauts 2 per saltare su un tronco (la corrente sarà contraria quindi anziché scendere si salirà) e poi saltare nuovamente nella caverna individuabile nella cascata. Una volta dentro sarà piuttosto semplice trovare e raccogliere il Fungo Raro da consegnare a Lili.

Completata la missione sbloccherete anche un obiettivo, invece per maggiori informazioni su Psychonauts 2 vi rimandiamo alla nostra recensione.

L’articolo Psychonauts 2: Dove trovare il Fungo Raro per Lili proviene da GameSource.

Ecco a voi i Games With Gold di dicembre 2021, i giochi offerti gratuitamente a tutti gli abbonati a Xbox Live Gold e Xbox Game Pass Ultimate. Babbo Natale non sarà particolarmente generoso con gli utenti Gold, che riceveranno The Escapists 2 e Tropico 5 – Penultimate Edition su Xbox One e Orcs Must Die! e Insanely Twisted Shadow Planet su Xbox 360. Tutti giochi buoni, ma tutti giochi che in questi giorni si possono reperire a prezzi stracciati sui vari Steam, Epic Games Store, ecc., con sconti che superano il 50%, quindi il valore meramente economico dell’offerta questo mese è piuttosto basso.

Giochi next-gen ancora non pervenuti…

Prima di chiudere il preambolo, ricordiamo che i due titoli per Xbox 360 – inclusi quelli usciti originariamente sulla prima Xbox – sono tranquillamente fruibili anche su Xbox One e Xbox Series in virtù della retrocompatibilità.


[XBOX ONE] The Escapists 2 (1 – 31 dicembre)

Apriamo le danze con The Escapists 2, uscito su pressoché tutti i sistemi di gioco a partire dal 2017. Il capostipite della serie, invece, era stato offerto fra i Games with Gold di ottobre 2016.

La serie di Mouldy Toof Studio e Team17, come suggerisce il nome, è dedicata alle evasioni: il giocatore si cala nei panni di un detenuto, con l’obiettivo di elaborare una strategia che gli consenta di fuggire da ciascuna delle numerose carceri presenti nel gioco (oltre a quella iniziale, che funge da tutorial, ve ne sono altre dieci). Un gioco interessantissimo e originale, che consente una notevole varietà di approcci, ma che sa risultare anche dispersivo e frustrante: dipende tutto dalla tipologia di giocatore alla quale appartenete.

games with gold dicembre


[XBOX ONE] Tropico 5 – Penultimate Edition (16 dicembre – 15 gennaio)

Una caratteristica dei Games with Gold è costituita dalla “perseveranza”, per così dire: quando Microsoft trova una nuova serie da dare in pasto ai suoi abbonati, poi la ripropone in modo martellante. Così, se poco più di sei mesi fa vi siete sciroppati Tropico 4, a dicembre toccherà al suo successore.

Nonostante – ovviamente – sia più recente di Tropico 4, il quinto episodio del simulatore di repubbliche delle banane resta comunque un gioco abbastanza “attempato”, risalendo al 2014 (anche se la versione per console è del 2016); in particolare, è possibile mettere le mani su Tropico 6 da più di due anni. Se non vi interessa più di tanto restare al passo coi tempi, Tropico 5 saprà offrire abbastanza in questo pacchetto deluxe, che include due espansioni e cinque mappe esclusive per Xbox.

games with gold dicembre


[XBOX 360] Orcs Must Die! (1 – 15 dicembre)

Il primo dei Games with Gold per Xbox 360 questo mese è Orcs Must Die! di Robot Entertainment, titolo Xbox Live Arcade datato 2011, giunto in seguito anche su PC.

Con un discreto tempismo, vi avevo parlato recentemente di questo gioco nell’ambito dell’antica rubrica Back in Time, quindi vi rinvio a quell’articolo per una disamina approfondita di Orcs Must Die!. In questa sede mi limito a dire che questo ibrido fra hack ‘n’ slash tridimensionale e tower defense funziona benissimo. Consigliato, anche se qualcuno magari si lascerà ingolosire dal più recente Orcs Must Die! 3, che però non è necessariamente migliore (e che vi tocca comprare).

games with gold dicembre


[XBOX 360] Insanely Twisted Shadow Planet (16 – 31 dicembre)

Chiudiamo in bellezza con Insanely Twisted Shadow Planet, pubblicato anch’esso nel 2011 (nell’ambito della Summer Live of Arcade), ma successivamente portato su computer su vari sistemi operativi.

Come Orcs Must Die!, anche Insanely Twisted Shadow Planet gioca con i generi, presentandoci una commistione di metroidvania (la decade scorsa è stata forse la più fertile per il genere, NdR), puzzle game e shooter direzionale, il tutto in un suggestivo contesto bidimensionale disegnato (anche) da Michel Gagnè, che ha lavorato prima alle dipendenze di Don Bluth, poi di Warner Bros. Con pure qualche canzone dei… Dimmu Borgir! Al di là dei nomi e dell’aspetto, Insanely Twisted Shadow Planet vale i due pomeriggi che vi serviranno per completarlo.

games with gold dicembre


Ecco quello che vi aspetta con i Games with Gold di dicembre 2021. Buon divertimento a tutti!

L’articolo Games with Gold – Giochi gratis di dicembre 2021 proviene da GameSource.

Shin Megami Tensei V è un titolo dai tanti contenuti, con miriadi di subquest, ampie zone da esplorare e una pletora di boss da sconfiggere. In aggiunta a tutto ciò, vanta ben 4 diversi finali: uno per l’allineamento legale, uno per il neutrale e uno per il caotico. A differenza dei titoli che lo precedono, sarà possibile scegliere quale finale intraprendere, quindi non ha molto senso discutere come sbloccarli. Tuttavia c’è un’eccezione, un quarto finale segreto celato dietro alle più grandi sfide che Shin Megami Tensei V ha da offrire.

Vediamo assieme come sbloccarlo.

shin megami tensei V

Ovviamente, avvertiamo che da ora in avanti ci saranno pesantissimi spoiler di trama.

Sbloccare il finale segreto di Shin Megami Tensei V è abbastanza complesso, questo perché è al contempo criptico e arduo. Ci sono essenzialmente 5 pre-requisiti da soddisfare:

  1. Scegliere il finale neutrale (meglio se adottando un allineamento neutrale per l’intera run in modo da evitare costi aggiuntivi per intraprendere questa strada);
  2. Completare la sub-quest degli dei egiziani, risparmiando Khonsu dopo la sua bossfight e sconfiggendolo nuovamente quando si ripresenterà sotto forma di Ra;
  3. Sconfiggere Shiva, il super-boss del gioco, più arduo anche del boss finale;
  4. Completare la sub-quest di Amanozako;
  5. Completare la quest-line di Fionn.

Andiamo a discutere i vari punti. Il primo è piuttosto semplice, quando vi verrà chiesto cosa volete fare col trono dell’Empireo, scegliete “Distruggere il Trono”. Questo vi metterà sui binari della route neutrale. Il terzo è semplice da spiegare, complesso da portare a termine. Shiva è un boss segreto raggiungibile tramite un portale rosa all’interno dell’arena dove si combatterà il suo discepolo ad Asakusa. Non è possibile mancare il portale, in quanto la battaglia che lo evoca è obbligatoria, tuttavia la battaglia dietro a esso è opzionale se non puntate al finale segreto di Shin Megami Tensei V; inoltre si tratta di un boss brutale. Il livello consigliato per affrontare Shiva è tra 90 e 95 e la battaglia non può essere affrontata prima dell’80. Se servisse vi invitiamo a controllare la nostra guida ai Mitama.

Shin Megami Tensei V finale segreto

Il quarto punto è facilmente completabile semplicemente rimanendo al passo delle varie sub-quest in tutte le aree. Due quest avranno a che fare con Amanozako, il demone companion che accompagna il Nahobino per gran parte dell’avventura. Intraprendetele e risparmiate la vita di Amanozako quando richiesto. Il quinto punto invece ha un discorso simile, ma bisognerà tenere d’occhio in particolare le subquest del “Villaggio delle fate”. Una volta completate, Fionn vi sfiderà a combattimento nell’ultima macro-area, Taito dovrete sconfiggerlo ma non si tratta di un boss arduo. 

Il secondo punto è quello più problematico perché coinvolge una serie di quest ma anche l’esaurire i dialoghi di un certo personaggio e il prendere delle scelte giuste durante tali quest. Tanto per cominciare, dovrete accettare una quest dall’angelo “Dominazione” che sta esattamente sotto l’arena volante di Odino. Questa quest vi sbloccherà una nuova zona all’interno della prima macro-area: Odaiba. Andate a Odaiba e avrete una bossfight contro Khonsu, il Dio Egizio che decide di non prendere parte alla lotta di successione. Una volta sconfitto (si tratta di una battaglia molto semplice) vi verrà data la scelta di risparmiarlo, fatelo.

Shin Megami Tensei V finale segreto

Fatto questo, ci sono altri requisiti per fare proseguire questa quest-line. Dovrete completare un’ulteriore missione datavi da “Iside” un demone che troverete al villaggio delle fate e che vi chiederà di uccidere Horus nella terza macro-area. Fatto ciò, dovete tornare nella macro-area finale, Taito. Dallo spawn iniziale, direttamente alla vostra destra dovreste vedere una nuova missione secondaria data da Amon. Intraprendetela e sconfiggetelo.

Shin Megami Tensei V finale segreto

Ora per l’ultimo requisito tornare al villaggio delle fate ed esaurite tutti i dialoghi di Miyazu Atsuta, poi tornate a Odaiba e vi troverete Iside che vi invierà nuovamente al villaggio ove finalmente potrete concludere la questline sconfiggendo nuovamente una versione potenziata di Khonsu.

Shin Megami Tensei V finale segreto

Una volta fatto tutto questo, dirigetevi quindi al trono dell’Empireo e sconfiggete i vari boss che vi attendono. Dopo la caduta di Abdiel, Nuwa dovrebbe comparire nella cutscene successiva, questo è il trigger del finale segreto. Rimane solo una cosa da fare, scegliere non di distruggere il trono, ma di creare un mondo solo per gli esseri umani. Questo porterà al boss finale, il quale è esclusivo solo di questa route (e parzialmente della route legale dove compare ma molto indebolito). Questa battaglia è molto difficile, ma se avete superato Shiva, non vi darà particolari problemi.

L’articolo Shin Megami Tensei V – Guida al finale segreto proviene da GameSource.

Quando mesi fa venne introdotto il personaggio di Luke come DLC per Street Fighter V, Capcom suggerì che egli era un’assaggio per il futuro della saga. Con un nuovo aggiornamento riguardante proprio Luke, è stato oggi detto che il futuro di Street Fighter verrà svelato nel 2022. Luke sarà un personaggio molto importante per qualsiasi cosa ci aspetti nel probabile Street Fighter VI.

Non è un segreto che il seguito di Street Fighter V sia in sviluppo da ormai parecchio tempo. Secondo alcune indiscrezioni, il progetto è stato persino rebootato, portando all’addio di Ono da Capcom. Inizialmente il picchiaduro sarebbe dovuto uscire quest’anno (sempre secondo questi rumor) ma è stato invece spostato a causa del reboot. A sostenere questa tesi vi è l’inaspettata e forzata sesta season del quinto capitolo, la quale tuttavia ha donato personaggi molto interessanti, tra cui proprio Luke.

Street Fighter V Futuro

Non sappiamo ancora cosa si cela nel futuro di Street Fighter, ma il 29 novembre potremo averne un assaggio con l’ultimo DLC per il V. Detto ciò, non ci resta che attendere il 2022 per vedere cosa Capcom abbia in serbo per il suo franchise picchiaduro di punta.

L’articolo Il futuro di Street Fighter sarà svelato nel 2022 proviene da GameSource.

Fortnite “The End” sarà il prossimo grande evento del gioco di Epic Games, il quale metterà una fine alla parte 2 del progetto. Con un trailer, la compagnia ha annunciato che il suo prodotto di punta si sta avvicinando ad un nuovo finale, dopo la distruzione del mondo che mise fine alla prima parte.

L’evento The End e la conseguente fine della parte 2 di Fortnite arriveranno a breve, il 4 Dicembre alle 4 PM ET, cioè le 22 italiane. Sarà un’evento unico che non verrà ripetuto nel quale si potrà affrontare la regina del cubo per salvare l’isola. Una volta che l’evento avrà inizio non sarà possibile customizzare i propri personaggi, ma dato che la stagione competitiva finirà con un giorno d’anticipo, chiunque logghi prima dell’evento avrà 225,000 EXP in regalo. Ci saranno inoltre anche una schermata di caricamento esclusiva e un Wrap unico per la durata dell’evento.

Fortnite X Avengers Endgame Come usare Thanos

Con il finale del capitolo 2 all’orizzonte, il battle royale di Epic Games continua a guadagnare momentum grazie alle collaborazioni esterne ed a un costante flusso di contenuti. Riuscirà “The End” a superare la fine del capitolo 1?

L’articolo Fortnite: Teaser per il finale della parte 2 proviene da GameSource.

Con un nuovo trailer, Bandai Namco e Dimps annunciano la closed beta per Dragon Ball: The Breakers, a soli pochi giorni dall’annuncio del gioco stesso. La piattaforma di riferimento per provare il nuovo prodotto Bandai sarà il PC, tramite Steam. Il gioco completo sarà invece disponibile nel corso del 2022 anche su Playstation 4, Xbox One e Switch.

La beta avrà delle finestre precise in cui sarà possibile giocare nei giorni 3 e 4 Dicembre, ma bisognerà iscriversi ad una determinata finestra per avere l’accesso. Sfortunatamente gli slot sono tutti basati su orari PDT, cioè americani, il che li rende relativamente scomodi per noi europei. Di seguito le varie finestre a cui è possibile iscriversi: 1. 12/3 6PM-10 PM 2. 12/4 4AM-8AM 3. 12/4 10AM-2PM 4. 12/4 6PM-10 PM.

dragon ball the breakers

Annunciato dal nulla, Dragon Ball: The Breakers è un progetto molto strano. A differenza del solito picchiaduro, 2D o 3D che sia, Bandai e Dimps propongono un action a multiplayer asincrono dove 4 personaggi dovranno sopravvivere alla distruzione portata dai supervillain di Toriyama.

 

 

L’articolo Beta annunciata per Dragon Ball: The Breakers proviene da GameSource.

Matt Goldman, veterano della serie Dragon Age e senior creative director di Dragon Age 4, ha appena lasciato la compagnia Bioware. Con una mail in cui viene spiegato che la compagnia ed il professionista si sono lasciati “di comune accordo” viene confermata la separazione. Ovviamente EA e Bioware cercano di rassicurare al riguardo della condizione del nuovo progetto Dragon Age, tuttavia una perdita simile andrà sicuramente a impattare sulla difficoltà del lavoro.

Dragon Age 4 Creative Director

 

Matt Goldman era inoltre un veterano di Bioware, nella compagnia dai tempi di Baldur’s Gate e Jade Empire. Prese poi il posto di senior creative director per Dragon Age 4 dopo il reboot del progetto, che inizialmente doveva essere affine ad un live service. Questa ennesima perdita di personale segue l’esodo di massa che ha sia preceduto che succedono Anthem. Lo sviluppo di Dragon Age 4 ora si complica ulteriormente. Dopo un reboot già avvenuto, la perdita di una figura tanto importante non fa trasparire troppo ottimismo. Non ci resta che attendere qualche trailer o notizia concreta per vedere come procedono i lavori.

L’articolo Creative Director di Dragon Age 4 lascia Bioware proviene da GameSource.

Flag Counter