Newsletter
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone

Quasi Tutti gli Articoli in questa categoria sono tratti dal sito: http://www.gamesource.it/ a cui va riconosciuto il giusto merito e va tutta la mia gratitudine per l’ottimo lavoro che svolgono

Tra i videogiochi sicuramente più di successo degli ultimi anni, BioShock ha sicuramente lasciato un’impronta importante per le opere venture, ispirate dalle atmosfere incredibili presentate in tutti e tre i capitoli della serie 2K.

Il creatore dell’opera – Ken Levine – è da tempo al lavoro su una nuova IP, presumibilmente dall’uscita di Bioshock Infinite data 2013. quello che è dato sapere di quest’opera è ancora poco ma stando agli annunci di lavoro postati online, Levine sarebbe alla ricerca di un cinematic narrative scripter per quello che dovrebbe essere “un ambizioso progetto creativo del genere immersive sim“.

l’annuncio continua dicendo che chi riuscirà a ottenere il posto dovrà implementare elementi scriptati e sistemici all’interno del gioco.

Bioshock

Molto probabilmente anche il nuovo titolo, stando alle dichiarazioni dello stesso Levine, non mancherà di avere un’importante componente narrativa che lo porta ad essere definito dallo stesso creatore come un’opera Narrative Lego.

Voi cosa vi aspettate dal nuovo titolo di Levine?

L’articolo Bioshock: il creatore al lavoro su un immersive sim proviene da GameSource.

Torniamo a parlare di Xbox Game Pass, il servizio in abbonamento di Microsoft, comprendente un catalogo di giochi online che sta attirando sempre più giocatori su console e PC. Anche se ancora non possiamo dire se stia portando grandi guadagni alla compagnia, nuove indagini commerciali stanno facendo uscire novità interessanti riguardanti i risultati e le nuove inclinazioni di acquisto di chi sta godendo del catalogo online.

xbox game pass gioca

xbox game pass gioca

Sembra infatti che, stando ad un’indagine del ID@Xbox Lead, Agostino Simonetta, che ha condiviso con GameIndustry, chi gioca a Xbox Game Pass è portato a consumare il 40% in più dei giochi rispetto a chi non ne usufruisce. E non stiamo parlando solamente dei giochi inclusi nel catalogo, ma gli utenti sono portati anche ad acquistare maggiormente titoli che non sono attualmente inclusi nel catalogo Xbox. In più, il 91% dei clienti, ha dichiarato anche di aver provato titoli che non avrebbe mai avuto interesse ad acquistare al di fuori del servizio.

Simonetta, esprimendosi a riguardo, ha dichiarato che:

Chi sottoscrive l’abbonamento è in un certo senso più impegnato nell’uso del servizio, e quindi non è solo più portato a provare tutti i giochi inclusi nel catalogo, ma anche titoli al di fuori che acquisterebbero comunque se non pagassero Xbox Game Pass.

xbox game pass gioca

xbox game pass gioca

Non c’è dubbio comunque nel fatto che l’iscrizione all’Xbox Game Pass stia portando molti benefici ai clienti, rendendo disponibili sempre più giochi ad un prezzo molto più accessibile. Sembrerebbe anche che sia un servizio su cui Microsoft intende investire nel lungo periodo; non ci resta dunque che rimanere in attesa di vedere novità, anche nelle prossime generazioni di console, visto il grande successo che sta avendo nel presente, dato il numero sempre maggiore di iscrizioni.

 

L’articolo Xbox Game Pass ti spinge a giocare di più! proviene da GameSource.

Manca circa un anno all’arrivo della next-gen di console, annunciata da Microsoft (con la data di lancio) e recentemente da Sony ma non ancora mostrate, e si torna a parlare di Project Scarlett e del fatto che la CPU sarà l’hardware a ricevere l’update più consistente.

Aaron Greenberg Xbox Project Scarlett Update CPU

Come riportato da Gamingbolt, durante l’ultimo numero della rivista ufficiale Xbox , Aaron Greenberg ha parlato della nuova console, nome in codice Project Scarlett, e del fatto che riceverà un’importante CPU indicando che il focus di Microsoft non è solo improntato sulla grafica ma anche sul framerate.

Queste le parole di Greenberg:

Credo che, con la next-gen, vedrete un grosso upgrade sulla CPU, perché vogliamo realmente essere certi che non dovrete arrivare a compromessi con il framerate. Certo, possiamo raggiungere il 4K, ma possiamo anche avere 120 fps. Quindi credo che questo tipo di capacità sarà qualcosa di mai visto fino ad oggi.

Senza dubbio un obiettivo ambizioso considerando che, con l’attuale generazione, in varie occasioni è stato necessario puntare ai 30 fps rinunciando ai tanto agognati 60 fps.

Non ci resta che attendere i prossimi mesi per conoscere tutti i dettagli sull’hardware e vedere con i nostri occhi la nuova console Microsoft.

L’articolo Project Scarlett: la next-gen avrà una grossa CPU proviene da GameSource.

La data è ormai vicina, il 25 Ottobre 2019 The Outer Worlds sarà disponibile su PC, Xbox One e PlayStation 4 come ci conferma questo interessante trailer di lancio in italiano:

The Outer Worlds sarà ottimizzato per il 4K e questa è un’ottima notizia per i possessori di Xbox One X e PlayStation 4 Pro.

Private Division, publisher del titolo, chiarisce che The Outer Worlds avrà una risoluzione e texture in 4K su PC e Xbox One mentre su PS4 Pro ci saranno miglioramenti sulla risoluzione da 1440p a 4K.

Obsidian Entertainment ha infine rilasciato una mappa per confermare la finestra di lancio ai giocatori PC che hanno acquistato il titolo su Windows Store, Epic Games Store o che sono in possesso di un Xbox Game Pass:

The Outer Worlds trailer di lancio

Siamo tutti curiosi di provare con mano questo titolo, a tal proposito vi consigliamo la lettura della nostra anteprima E3, e il 22 Ottobre Obsidian Entertainment trasmetterà in diretta streaming una sessione di gameplay di The Outer Worlds tramite il suo canale Twitch.

L’articolo The Outer Worlds: ecco il trailer di lancio proviene da GameSource.

I titoli Ryu ga Gotoku Studio sono rimasti esclusi dal mercato occidentale per molti anni. Solo di recente la saga di Yakuza è riuscita a irrompere sulle nostre piattaforme grazie a numerosi remake e remastered. Yakuza: Like a Dragon vuole staccarsi dal resto della saga tramite un nuovo protagonista e meccaniche rivoluzionarie per il franchise. A tal proposito, Sega ha rilasciato la descrizione di una feature esclusiva: il “Bonds” system.

Yakuza: Like a Dragon

I “bonds”, ovvero i legami, sono una caratteristica che indica il livello della relazione tra il protagonista Ichiban Kasuga e i suoi compagni; la barra relativa a questo legame aumenterà in base alle attività svolte con i diversi compagni. Coltivare queste amicizie permetterà di sbloccare nuove abilità, classi e aumenterà le statistiche dei vari personaggi, rendendoli più efficienti in battaglia.

Sono molte le azioni a disposizione per far fruttare questi legami:

  • Play Spot

Si tratta di alcune zone delle mappa in cui potremo invitare i vari compagni; qui potremo vedere un film al cinema e aumentare il legame con uno dei personaggi scegliendo la sua pellicola preferita.

  • Mangiare insieme

Mangiando in un ristorante a Yokohama sarà possibile avviare delle conversazioni speciali; queste possono verificarsi solo scegliendo il cibo preferito dal personaggio con cui si mangia. Questo aumenterà la caratteristica oltre a dare più informazioni sui vari compagni.

  • Side Stories esclusive

Con l’aumentare dei vari legami compariranno delle missioni secondarie speciali, i “Bond Dramas”. Nel corso di questi eventi emergeranno i segreti, le preoccupazioni, i problemi e gli aspetti più nascosti dei compagni di Kasuga; solo lui sarà in grado di intervenire e risolvere ogni cosa. Si tratta di situazioni in grado di migliorare notevolmente le abilità e i rapporti con i personaggi.

Yakuza: Like a Dragon

Completando queste missioni speciali renderà disponibili le “Bond Skills”, degli attacchi speciali di coppia di potenza inaudita. Ogni personaggio secondario ha un attacco specifico basato sulla sua classe e sulla sua personalità. Questi attacchi sono in grado di sconfiggere anche i nemici più ostici e i boss più letali, a patto di utilizzarli con saggezza.

Ricordiamo che Yakuza: Like A Dragon uscirà in Giappone il 16 Gennaio 2020 e nel resto del mondo nel corso dello stesso anno. Al momento l’uscita è prevista solo su PlayStation 4.

L’articolo Yakuza: Like A Dragon introduce il “Bonds” system proviene da GameSource.

Respawn Entertainment aveva già confermato di essere nella fase finale di sviluppo di Star Wars Jedi: Fallen Order, mentre adesso ha confermato tramite twitter che il titolo è finalmente entrato in fase gold. L’action adventure ambientato nell’universo di Star Wars è dunque pronto a raggiungere gli scaffali.

Star Wars Jedi: Fallen Order

Anche se la maggior parte dello sviluppo si è conclusa, Respawn Entertainment è già al lavoro sul codice di gioco per assicurarsi che Star Wars Jedi: Fallen Order arrivi sul mercato senza problematiche. Il team ha già espresso la propria determinazione con una foto di gruppo, caricata sul profilo twitter dello studio.

Inoltre è stato confermato che su PlayStation 4 Pro e su Xbox One X, il titolo potrà essere affrontato in due modalità distinte; la prima che punta sulla performance, la seconda che mette in primo piano la risoluzione. Se volete saperne di più tenete sott’occhio i nostri aggiornamenti e in seguito, la nostra recensione.

L’articolo Star Wars Jedi: Fallen Order è in fase gold proviene da GameSource.

A poco più di un mese dal suo lancio, si intensificano le notizie e i dettagli su Shenmue III in cui andremo a scoprire il seguito delle vicende di Ryo Hazuki ma in stretta connessione col passato, come si evince da questo nuovo video che si focalizza sulla trama.

Il filmato di circa 5 minuti vede protagonista Yu Suzuki che commenta la sua nuova creatura, quel Shenmue 3 atteso da tantissimi fan di vecchia data.

Shenmue III nuovo video trama

Nel video, in giapponese, Suzuki rievoca la trama dei due precedenti capitoli (se ve li siete persi qui trovate la recensione di Shenmue I & II HD) e menziona il terzo titolo, indicando che includerà un video riepilogo dedicato a coloro che non hanno avuto modo di giocare (o ha giocato tantissimo tempo fa) i primi due pezzi di questa avvicente storia.

Nel nuovo filmato vediamo anche una scena in cui Ryo telefona a Nozomi, rievocando alcuni ricordi di ciò che è avvenuto nei precedenti capitoli e per questo, secondo Suzuki, chi non ha mai giocato Shenmue non avrà problemi a fruire e godere della nuova storia.

Shenmue III battle system nuovo video

Vi lasciamo al video in cui possiamo visionare anche diverse cutscene di Shenmue III mentre Suzuki parla del suo rapporto con Shenmue e del protagonista Ryo Hazuki:

Shenmue III uscirà tra circa un mese su PC e PlayStation 4 e ha già diviso i fan a causa di una grafica non all’altezza dell’attuale generazione di console e a un gameplay che sembra essere fermo a quello, rivoluzionario per l’epoca, della primissima versione Dreamcast.

Per farvi un’idea più dettagliata del titolo vi rimandiamo alla nostra prova di Shenmue III.

L’articolo Shenmue III: un nuovo video dedicato alla trama proviene da GameSource.

Creativi, fatevi avanti e prendete il controllo: è arrivato un nuovo aggiornamento per Control e aggiunge la tanto attesa modalità foto, che già ha dato e dà soddisfazioni su tanti altri titoli (Days Gone, fra gli altri).

Control

Per accedere alla modalità foto non dovrete far altro che andare sul menu opzioni in-game, dove troverete due schede: “Telecamera” vi dà accesso, appunto, a tutti i vari parametri delle fotocamera, lasciandovi liberi di regolare a piacimento la profondità di campo, l’apertura del diaframma, l’angolo di visione, e tanto altro; la parte “Filtri” vi permette invece di applicare un filtro a scelta fra 10 diversi, perfino rimuovere i personaggi dall’inquadratura così da mettere su pellicola la foto che avete nella testa, fra corridoi caustici, enormi spazi e la pletora di fenomeni paranormali che riempono le pareti dell’FBU.

Control

Noi Control l’abbiamo definito un “ottimo action dalla sensibile connotazione metroidvania e con un sistema di combattimento fresco e appagante”, ma se avete bisogno di una rinfrescata su come e quanto ci è piaciuto, la recensione la trovate qui.

L’articolo Control: arriva la modalità foto proviene da GameSource.

Siamo ormai entrati nel periodo Death Stranding ma, a pochissime settimane di distanza, arriverà sugli scaffali anche Star Wars Jedi: Fallen Order, prossimo titolo di Respawn Entertainment. Il titolo sembrà che godrà di diversi miglioramenti grafici grazie agli hardware di Xbox One X e PlayStation 4 Pro.

Star Wars Jedi: Fallen Order grafica

Il producer di Respawn, Paul Hatfield, ha confermato che Star Wars Jedi: Fallen Order avrà due modalità selezionabili, a livello di “qualità grafica”, in modo da accontentare entrambi i possessori di console e sfruttare al massimo le loro potenzialità. La “Quality Mode” godrà di una risoluzione più alta e 30 FPS stabili e l’altra, la “Performance Mode”, sacrificherà un po’ il comparto grafico per guadagnarne in performance, fornendo 60 FPS.
Queste opzioni ovviamente non saranno presenti sulla versione PC del titolo, in quanto sono del tutto personalizzabili già di default. Ricordiamo che Star Wars Jedi: Fallen Order uscirà su PlayStation 4, Xbox One e PC il 15 di novembre.

L’articolo Star Wars Jedi: Fallen Order: grafica ottimizzabile su console proviene da GameSource.

Ve l’avevamo comunicato: Pokémon era pronta ad un annuncio riguardante Pokémon Spada e Scudo. Le nostre elucubrazioni si sono rivelate errate: bisognerà attendere per l’evoluzione degli starter, ma non tutto il male viene per nuocere.

Nintendo non ha ritenuto necessaria la forma del Direct, rivelando su altri canali il focus dell’annuncio: i Pokémon Gigamax. Questi sono – come abbiamo scritto in un’altra notizia – un formato gigante del Pokémon che ne cambia anche i connotati estetici; una delle nuove meccaniche dei giochi di ottava generazione. Solo alcuni esemplari sono in grado di “gigamaxizzarsi” e per l’occasione ne sono stati rivelati altri cinque, tutti di prima generazione:

  • Pikachu Gigamax
  • Charizard Gigamax
  • Eevee Gigamax
  • Meowth Gigamax
  • Butterfree Gigamax

Ognuno di queste vecchie glorie cambiano nell’aspetto e acquisiscono una nuova mossa, denominata mossa Gigamax. Vediamo prima il trailer e poi passiamo alla scheda per ogni singolo Pokémon Gigamax:

Pikachu Gigamax

Pokémon Gigamax

Tipo: Elettro

Altezza: > 21,0 m

Peso: ???,? kg

Abilità: Statico

Pikachu Gigamax immagazzina nella coda l’elettricità generata nelle sacche sulle sue guance. Quando lotta colpisce gli avversari con la coda, folgorandoli con la potenza di un fulmine. Diventa talmente potente da riuscire a generare una quantità di elettricità pari a quella di una centrale energetica. Ma è difficile usarla per alimentare le abitazioni, perché Pikachu può mantenere questa forma solo per breve tempo. Gli attacchi di tipo Elettro usati da Pikachu Gigamax diventeranno Gigapikafolgori, una mossa Gigamax che, oltre a infliggere danni agli avversari, li paralizza.

Charizard Gigamax

Pokémon Gigamax

Tipo: Fuoco/Volante

Altezza: > 28,0 m

Peso: ???,? kg

Abilità: Aiutofuoco

Le fiamme all’interno del corpo di Charizard Gigamax si sono intensificate, e ora fuoriescono dalla bocca e dalle corna oltre che dalla coda. Pare che ardano con più energia quando il Pokémon ruggisce. La potenza dall’energia del fenomeno Gigamax fa nascere sul suo dorso delle ali più incandescenti del magma, che il Pokémon può lanciare contro i nemici per incenerirli. Gli attacchi di tipo Fuoco usati da Charizard Gigamax diventeranno Gigavampa, una mossa Gigamax che oltre a infliggere danni al bersaglio danneggia per quattro turni tutti i Pokémon che non sono di tipo Fuoco.

Eevee Gigamax

Pokémon Gigamax

Tipo: Normale

Altezza: > 18,0 m

Peso: ???,? kg

Abilità: Fugafacile/Adattabilità

Grazie all’energia del fenomeno Gigamax, la pelliccia intorno al collo di questo Eevee Gigamax diventa ancora più folta e soffice. Gli avversari che vi restano intrappolati si innamorano di Eevee, perdendo ogni istinto bellicoso. Quando si gigamaxizza, Eevee diventa ancora più giocherellone del solito e vuole fare le feste a tutti gli avversari che gli si parano davanti. Per via della sua imponente mole, però, spesso finisce per schiacciarli… Gli attacchi di tipo Normale usati da Eevee Gigamax diventano Gigabbraccio, una mossa Gigamax che non solo infligge danni quando colpisce, ma fa anche infatuare i Pokémon di sesso opposto.

Meowth Gigamax

Pokémon Gigamax

Tipo: Normale

Altezza: > 33,0 m

Peso: ???,? kg

Abilità: Raccolta/Tecnico

Il Gigamax ha reso il corpo di Meowth straordinariamente lungo, oltre a far ingigantire la moneta sulla sua fronte, con la quale può emettere un flusso di energia Gigamax, cospargendo l’area circostante di un intenso bagliore dorato. Meowth ama gli oggetti luccicanti: quando vede un grattacielo con le facciate di vetro, non resiste alla tentazione di farsi le unghie e provoca danni considerevoli, lasciando le pareti esterne profondamente solcate e mandando in mille pezzi le finestre. Gli attacchi di tipo Normale usati da Meowth Gigamax diventeranno Gigamonete, una mossa Gigamax che oltre a infliggere danni sparge monete ovunque, facendo ottenere agli Allenatori, nel gioco, un bel gruzzoletto extra alla fine della lotta!

Butterfree Gigamax

Pokémon Gigamax

Tipo: Coleottero/Volante

Altezza: > 17,0 m

Peso: ???,? kg

Abilità: Insettocchi

Le stupefacenti ali di Butterfree Gigamax, divenute gigantesche, sono il suo tratto più distintivo. Le scaglie che le ricoprono emettono un bagliore accecante e possono paralizzare, avvelenare o addormentare gli avversari. Sono senza dubbio l’arma più efficace di Butterfree. Sbattendo le sue enormi ali, Butterfree Gigamax può provocare un vento impetuoso in grado di far volare via un camion di 10 tonnellate. Le sue scaglie velenose, in balia di queste correnti d’aria, si disperdono tutt’intorno al Pokémon e costituiscono un serio pericolo per chiunque osi avvicinarglisi. Gli attacchi di tipo Coleottero usati da Butterfree Gigamax diventano Gigastupore, una mossa Gigamax che oltre a infliggere danni cosparge gli avversari di scaglie che possono avvelenarli, paralizzarli o addormentarli.

Insieme ai Pokémon sopraccitati, la compagnia ha anche annunciato due bonus pre-order: coloro che pre-acquisteranno Pokémon Spada o Scudo riceveranno come bonus un Meowth speciale in grado di gigamaxizzarsi. Per ottenerlo, basterà accedere alla funzione Dono Segreto e selezionare l’opzione “Tramite Internet” da venerdì 15 novembre 2019 fino a mercoledì 15 gennaio 2020. Chi ha giocato a Pokémon: Let’s Go Pikachu o Eevee, invece, potrà reclamare un Pikachu o un Eevee (a seconda della versione) in grado di gigamaxizzarsi.

Pokémon Spada e Scudo arrivano su Nintendo Switch il 15 novembre, tra meno di un mese.

 

L’articolo Pokémon Spada/Scudo: svelati alcuni Pokémon Gigamax proviene da GameSource.

Flag Counter