Newsletter
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone

(AGI/EFE) – Kuala Limpur, 28 mag. – La Confederazione calcistica asiatica conferma il suo appoggio al presidente della Fifa, Sepp Blatter, che punta alla rielezione all’assemble annuale in calendario domani a Zurigo. Nonostante lo scandalo delle tangenti e gli arresti, la Confederazione asiatica si oppone al rinvio delle elezioni per la guida della Fifa che vede Blatter in pole position. “La Confederazione asiatica di football – si legge in una nota pubblicata sul suo portale – esprime delusione e tristezza per gli eventi di mercoledi’ a Zurigo”, condannando “ogni forma di corruzione nel calcio” ma conferma la decisione presa al congresso di San Paolo nel 2014 “di appoggiare il presidente della Fifa Joseph S. Blatter”. (AGI)

(AGI) – Houston, 28 mag. – Sono centinaia gli evacuati in Texas per l’alluvione che ha provocato almeno 16 morti, di cui 7 a Houston. L’ultima vittima nella capitale dell’energia e’ stata ritrovata nella tarda serata di ieri. Si tratta di una signora di 73anni che e’ annegata. Il bilancio e’ destinato a salire perche’ una decina di persone in Texas mancano ancora all’appello. E il maltempo non concede tregua. Per il rischio di esondazione del fiume Brazos, ieri sono state evacuate circa 200 abitazioni nella contea Parker, 50 chilometri a Ovest di Fort Worth. “Il fiume sta salendo velocemente a livelli pericolosi”, ha avvertito durante una conferenza stampa Mark Riley, giudice della contea. Preoccupa poi il livello del Colorado River tanto che il sindaco di Wharton, cittadina di 8.000 anime a Sud di Houston, ha sollecitato l’evacuazione volontaria degli abitanti della zona occidentale. Sempre ieri, tre persone sono rimaste ferite quando un tornado ha colpito un pozzo di gas naturale nella regione del Texas Panhandle, secondo quanto reso noto dallo sceriffo della contea di Hemphill. La pioggia incessante ha complicato il lavoro delle squadre di soccorso. A Houston sono 4.000 le abitazioni danneggiate. Nei giardini antistanti le case alluvionate sono accatastati mobili, elettrodomestici e tutto cio’ che l’acqua ha reso inutilizzabile. Negli aeroporti di Houston e Dallas sono stati cancellati almeno 240 voli. Vicino a Dallas la polizia ha evacuato gli abitanti nei pressi di una diga che rischa di non reggere. I danni materiali non sono ancora stati quantificati. Houston e’ la quarta citta’ piu’ popolosa degli Usa. Lo stato della stella solitaria e’ la principale fonte di energia americana, con un’economia che vale 1.400 miliardi di dollari all’anno. (AGI)

(AGI) – Houston, 28 mag. – Lo storico tour manager degli U2, Dennis Sheehan, e’ stato trovato morto nel Sunset Marquis Hotel di Hollywood. Lo ha reso noto la band. Aveva 68 anni e, secondo quanto riferito dalle auototita’, il decesso e’ avvenuto per cause naturali. “Abbiamo perso un membro della nostra famiglia. Non era solo una leggenda nel business della musica era una leggenda nella nostra band. E’ insostituibile”, ha detto il leader degli U2, Bono, in una nota pubblicata sul sito del gruppo impegnato in una serie di concerti nell’area di Los Angeles. Sheehan ha lavorato con gli U2 per oltre 30 anni. Era nato in Inghilterra a Wolverhampton nel 1947 e suonava da quando aveva 12 anni. (AGI)

(AGI) – Zurigo, 28 mag. – Il presidente della Fifa Stepp Blatter “deve lasciare la presidenza”. A reclamarlo e’ il leader della federcalcio inglese (Fa), Greg Dyke, dopo lo scoppio dello scandalo per corruzione. “Non c’e’ modo di restaurare la fiducia nella Fifa se Blatter resta al suo posto – ha avvertito Dyke – deve andarsene rassegnando le dimissioni oppure non deve essere votato o altrimenti occorre trovare una terza via” per cacciarlo. I funzionari della Fifa sono riuniti a Zurigo, dove ieri mattina all’alba e’ scattato il blitz degli Usa, perche’ il 29 maggio sono in calendario le elezioni per il nuovo presidente, per il momento confermate nonostante le indagini e gli arresti. La Uefa, l’organo di governo del calcio europeo, ha chiesto che le elezioni vengano posticipate segnalando che, se la data sara’ confermata, potrebbe decidere di boicottarle. Il 79enne Blatter, dirigente controverso, e’ alla guida dell’organizzazione dal 1998 ed e’ il favorito alle elezioni di domani. L’unico altro candidato e’ Ali bin Al-Hussein, 39 anni, terzo figlio del re Hussein di Giordania, attuale vice presidente della Fifa e presidente della federazione giordana. Durante una conferenza stampa, Walter De Gregorio, direttore della comunicazione della Fifa ha detto che la federazione calcistica internazionale “e’ parte lesa” nell’indagine, asserendo che Blatter “non e’ per nulla coinvolto” ne’ nell’inchiesta statunitense ne’ in quella svizzera. (AGI)

(AGI) – Houston, 28 mag. – L’ex senatore repubblicano della Pennsylvania, Rick Santorum, annuncia ufficialmente la sua corsa alla Casa Bianca. Anche nel 2012 aveva puntato alla nomination repubblicana arrivando secondo, dopo Mitt Romney. Davanti ad una folla di fan riuniti a Cabot, nella sua Pennsylvania, il 57enne Santorum ha promesso di restituire il potere economico alla classe media.”Take back America”, non a caso, e’ stata la colonna sonora del suo discorso inaugurale incentrato sui lavoratori, i colletti blu “lasciati indietro” dal governo e dalle grandi aziende. “Oggi e’ il giorno in cui ricominciamo a combattere – ha detto – le famiglie dei lavoratori non hanno bisogno di un altro presidente legato ad un governo interventista e ai tanti soldi”. Santorum e’ il settimo repubblicano ad annunciare formalmente la sua candidatura per la Casa Bianca. (AGI) .

(AGI) – Houston, 28 mag. – Uno scherzo di fine anno e’ costato caro a sette studenti di un liceo del Maryland che sono finiti in manette per aver liberato a scuola 72.000 coccinelle. E’ una tradizione americana quella di organizzare uno scherzo ai danni della scuola dopo il diploma. Cosi’ 7 studenti del liceo Chopticon, a circa 70 miglia da Washington Dc, hanno ordinato su internet l’incredibile numero di insetti volanti a pois. In cinque si sono introdotti nella struttura didattica prima dell’apertura e hanno liberato le coccinelle mentre due di loro sono rimasti fuori in macchina a fare la guardia. Sono stati identificati grazie alle telecamere della scuola, nonostante indossassero dei cappucci, ed arrestati. Quattro di loro, essendo minorenni, sono stati rilasciati sotto la custodia dei genitori. Tra le accuse mosse nei loro confronti, secondo quanto riferito dall’ufficio dello sceriffo della contea St. Mary, effrazione con scasso e disruzione di proprieta’. (AGI)

(AGI) – Boston, 28 mag. – Il pubblico ministero ha chiesto di condannare a 7 anni di carcere uno degli amici di Dzhokhar Tsarnaev, l’attentatore della maratona di Boston condannato a morte. Si tratta del cittadino kazako Dias Kadyrbayev, accusato di aver intralciato le indagini sull’attentato che provoco’ la morte di 3 persone mentre 264 rimasero ferite. Kadyrbayev, che era negli Usa come studente, si e’ dichiarato colpevole lo scorso agosto, dopo che il suo compagno di stanza, Azamat Tazhayako, anche lui uno studente kazako era stato codanno per aver ostruito la giustizia. I due, insieme ad un terzo amico, Robel Phillipos del Massachusetts, erano stati nel dormitorio di Tsarnaev tre girni dopo l’attentato del 15 aprile del 2013 dopo che erano state diffuse le foto dei due terroristi. (AGI)

(AGI) – Roma, 27 mag. – Terremoto nel mondo del calcio mondiale: l’Fbi ha messo sotto accusa i vertici della Fifa, a poche ore dal Congresso di venerdi’ che dovra’ eleggere il nuovo presidente. La Uefa ha chiesto un rinvio dell’elezione.

La polizia svizzera ha eseguito una retata all’alba, su richiesta della magistratura Usa, nell’hotel di Zurigo in cui si svolgono le riunioni della federazione calcistica mondiale: arrestati sette dirigenti, tra cui i vicepresidenti, Jeffrey Webb ed Eugenio Figueredo. In contemporanea, la magistratura elvetica ha rivelato che da marzo indaga su casi di “riciclaggio e truffa” in relazione all’assegnazione dei mondiali di calcio del 2018 e del 2022, in Russia e Qatar.

“Sradicheremo la corruzione dal calcio mondiale”, ha promesso il segretario alla Giustizia Usa, Loretta Lynch, nel corso di una conferenza stampa a New York. Solo per l’organizzazione della Copa America nel 2016, sono state intascate mazzette per 110 milioni di dollari, ha rivelato Lynch. “La nostra inchiesta ha appurato che cio’ che avrebbe dovuto essere espressione di internazionale passione dello sport e’ stato usato come veicolo in un piu’ ampio schema per riempire le tasche dei manager con tangenti per un totale di 110 milioni di dollari, quasi un terzo dei costi legittimi dei diritti dei campionati in questione”, ha aggiunto.

Sei dei sette dirigenti arrestati della Fifa si sono opposti all’estradizione negli Usa, ha affermato il ministero della Giustizia svizzero, “per coloro che si oppongono all’estradizione chiederemo agli Usa di avanzare formale richiesta entro 40 giorni, cosi’ come stabilito dall’accordo bilaterale”. Da parte di Mosca e’ invece arrivata una dura critica a Washington: la Russia ritiene “illegale l’uso extraterritoriale delle leggi statunitensi” sulla vicenda Fifa. Il ministero degli Esteri russo con una nota ha sottolineato che Washington deve fermare questi tentativi di “fare giustizia al di fuori dei propri confini”.

Il presidente della Fifa, Joseph Blatter, l’uomo piu’ potente dello sport mondiale, trema: ne’ lui ne’ il segretario generale, Jerome Valcke, sono coinvolti nell’inchiesta, ha precisato il portavoce Fifa, Walter De Gregorio, smentendo la voce che il 79enne dirigente elvetico fosse indagato. Blatter “al momento non e’ stato incriminato” negli Usa, ha riferito il segretario alla Giustizia Usa, Loretta Lynch, che ha pero’ invitato tutta la Fifa a “un profondo esame di coscienza”. La Lynch ha spiegato che gli Usa hanno chiesto l’estradizione di nove dirigenti della Fifa incriminati per corruzione e associazione a delinquere. “Siamo parte lesa”, ha tuonato la federazione mondiale, e anzi “l’inchiesta e’ un bene perche’ si fara’ pulizia”.

La Fifa ha anche escluso una nuova votazione sull’assegnazione dei mondiali del 2018 e 2022. “E’ un momento difficile per il calcio, per i tifosi e per la Fifa come organizzazione”, e’ stato il commento di Blatter, il quale ha assicurato che i responsabili saranno espulsi dal mondo dello sport. “Comprendiamo la delusione espressa da molti e so che gli eventi di oggi avranno un impatto sul modo in cui le persone ci vedono”, ha proseguito Blatter in un comunicato. “Voglio essere chiaro: queste cattive condotte non trovano posto nel calcio e noi ci assicureremo che coloro che sono coinvolti siano messi fuori gioco”. Ora potrebbe saltare il voto di venerdi’, dopo la richiesta di un rinvio da parte della Uefa.

Le speranze di rielezione di Blatter per un quinto mandato hanno subito un duro colpo. Il suo unico rivale, il principe Ali Bin Al-Hussein di Giordania, ha parlato di “giorno triste per il calcio” e ha invocato “una nuova leadership che restituisca la fiducia a centinaia di milioni di appassionati”. Entrando nello specifico, le accuse americane vanno dalla corruzione al riciclaggio di denaro fino all’associazione a delinquere, reati commessi in un arco di tempo che copre gli ultimi 24 anni, e hanno portato all’incriminazione di nove dirigenti della Fifa e di cinque uomini d’affari. L’Fbi ha perquisito la sede di Miami della Concacaf, la confederazione che governa il calcio in America centrale e settentrionale e nei Caraibi.

Lynch ha spiegato che l’inchiesta riguarda “due generazioni di funzionari del calcio” che avrebbero “abusato della loro posizione” per accaparrarsi “milioni di dollari in tangenti e bustarelle”. I sospettati avrebbero intascato tangenti per oltre 100 milioni di dollari dagli anni ’90 a oggi in cambio di diritti tv, di commercializza

zione e sponsorizzazione legati alle partite in America Latina. “Questa e’ davvero la Coppa del mondo della corruzione, alla quale oggi e’ stato mostrato il cartellino rosso”, ha dichiarato il capo della sezione criminale del fisco Usa (Irs), Richard Weber. “Vogliamo essere chiari: questo e’ solo l’inizio e non la fine, nessuno e’ al di sopra della legge”, ha avvertito il procuratore ad interim del distretto orientale di New York, Kelly Currie. Il direttore dell’Fbi, James Comey, ha spiegato che “le persone coinvolte in queste indagini ricoprono ruoli diversi all’interno delle organizzazioni del calcio” ma il loro comune intento era di “corrompere il sistema”.(AGI)

(AGI) – Roma, 27 mag. – La Grecia e i suoi creditori sono “alla stretta finale verso un accordo positivo”. Lo ha dichiarato il primo ministro ellenico, Alexis Tsipras, conversando con la stampa. “Siamo alla stretta finale, e’ ovvio che servano calma e determinazione”, ha spiegato Tsipras, “non siamo soli in questo, stiamo lavorando con tre istituzioni differenti che spesso hanno punti di vista opposti”. “Presenteremo presto i dettagli”, ha aggiunto Tsipras, che ha assicutato che gli stipendi e le pensioni verranno pagati normalmente questa settimana e che non c’e’ alcun rischio per i depositi bancari”. Intanto, il “gruppo di Bruxelles”, composto dai rappresentanti del governo greco e dalle istituzioni coinvolte nel piano di aiuti (Ue, Bce, Fmi e fondo salvastati Esm) non sta ancora mettendo a punto una bozza di accordo, ma il negoziato prosegue intenso. Come ha dichiarato il vicepresidente della Commissione Valdis Dombrovskis a Bruxelles, “stiamo lavorando molto intensamente per assicurare un accordo a livello tecnico al piu’ presto. Non ci siamo ancora”. Dombrovskis ha ricordato che la scadenza prevista dall’accordo del 20 febbraio per la presentazione, da parte di Atene, di un piano completo di riforme, era per la fine di aprile “e siamo a fine maggio”. Un accordo servirebbe a sbloccare la tranche di 7,2 miliardi di aiuti e completare il secondo programma di aiuti, ma anche per avviare le discussioni sulla fase successiva, dopo la fine di giugno, ha detto Dombrovskis. Se sulla possibile imminente convocazione di una riunione straordinaria dell’Eurogruppo (si e’ parlato dei primi giorni della prossima settimana) non ci sono conferme, e’ invece sicura la partecipazione del presidente Jeroen Dijsselbloem alla riunione del G7 finanziario che comincia questa sera a Dresda. Cauta e’ la posizione della Germania: non ci sono ancora progressi sostanziali per un’intesa sulla Grecia, ha rivelato una fonte legata alla delegazione tedesca al G7 finanziario di Dresda. “Non abbiamo fatto finora ottenuto molto” continua la fonte, in risposta a quanto trapela da Atene dove oggi si e’ dato l’accordo quasi fatto. Nella citta’ tedesca, il cui centro storico e’ gia’ presidiato da ore da centinaia di agenti, stanno confluendo alla spicciolata le delegazioni, mentre si attende l’arrivo anche del presidente della Bce, Mario Draghi, della numero uno del Fondo monetario internazionale, Cristine Lagarde e dei vertici dell’Ocse e della Banca mondiale. Quasi certa anche se ufficialmente ancora non confermata, la presenza del presidente dell’Eurogruppo Jeroen Dijsselbloem. Il vertice si aprira’ ufficialmente domani e si concludera’ nel primo pomeriggio di venerdi con la conferenza stampa finale, ma gia’ questa sera ministri, banchieri e uomini delle istituzioni globali si vedranno per la tradizionale cena di inizio summit all’interno della Frauenkirche, la cattedrale distrutta dalle bombe degli alleati sul finire della II Guerra mondiale e ricostruita quasi 50 anni dopo, al crollo della Germania Est. Sul tavolo del G7 e all’interno del documento conclusivo che sara’ messo a punto nei due giorni di summit, potrebbe trovare spazio anche un passaggio sulla lotta al finanziamento del terrorismo, ad esempio attraverso il congelamento dei patrimoni riconducibili alle organizzazioni inserite nelle ‘black list’ e potrebbe essere discussa anche la questione Ucraina, in particolare il tema dell’allegerimento del debito di Kiev. (AGI)

(AGI) – Zurigo, 27 mag. – “E’ un momento difficile per il calcio, per i tifosi e per la Fifa come organizzazione”. Cosi’ il presidente della Fifa, Sepp Blatter, ha commentato lo scandalo corruzione che ha colpito l’organizzazione e ha assicurato che i responsabili saranno espulsi dal mondo dello sport. “Comprendiamo la delusione espressa da molti e so che gli eventi di oggi avranno un impatto sul modo in cui le persone ci vedono”, ha proseguito Blatter in un comunicato. “Voglio essere chiaro: queste cattive condotte non trovano posto nel calcio e noi ci assicureremo che coloro che sono coinvolti siano messi fuori gioco”. (AGI)

Flag Counter