Newsletter
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone

(AGI) – Roma, 10 mag. – “Chi poteva immaginare che la ‘dittatura dei Castro’, come alcuni la chiamano, potesse obbligare un popolo a resistere quanto ha resistito il popolo cubano”. Lo ha detto il presidente della Repubblica di Cuba, Raoul Castro, al termine dell’incontro con il presidente del consiglio Matteo Renzi. (AGI) .

(AGI) – Roma, 10 mag. – “Ho parlato bene del Presidente Obama, e’ un uomo onesto, l’ho detto ai capi di Stato Sudamericani, e ho piacere a ripeterlo qui da voi”. Lo ha detto il presidente della Repubblica di Cuba, Raoul Castro, dopo l’incontro con il presidente del consiglio Matteo Renzi. “Ha detto che togliera’ Cuba dalla lista degli stati terroristi, ancora non e’ avvenuto. Ma sappiamo che il presidente americano non ha la maggioranza nelle due Camere. Nei prossimi giorni sapremo”, ha aggiunto Castro, secondo il quale “il 75 per cento dell’attuale popolazione di Cuba e’ nato sotto l’embargo. E ho detto ad Obama che quando l’embargo americano fu decretato, lui non era ancora nato”. “Ho letto diverse sue biografie e, nel corso dell’incontro, ho detto ad Obama ches e lui agisce cosi’ oggi, e’ per via delle sue umili origini. Il blocco comunque esiste ancora, l’embargo e’ ancora li’, ma come sapete il presidente americano non ha la maggioranza al Congresso. Quindi i nostri rapporti sono ottimi”, ha aggiunto Castro. “Noi veniamo accusati di non rispettare i diritti umani. Ma chi li rispetta nel mondo? Da noi la salute e’ un diritto per tutti, come l’istruzione. Riconosciamo di aver compiuto degli errori, ma i diritti umani non devono essere strumentalizzati per la mala politica”, ha detto ancora il presidente Cubano, che ha “rivolto un invito ufficiale al presidente del Consiglio perche’ si rechi a Cuba, quat’anno. Io ho accettato di venire un solo giorno, ma non in visita ufficiale affinche’ io riesca a visitare questo magnifico Paese che e’ l’Italia”. “Stiamo cercando di migliorare il nostro sistema politico sociale e culturale. Ma e’ molto difficile farlo senza shock, senza lasciare nessuno per la strada”, ha concluso Raoul Castro. (AGI) .

(AGI) – Roma, 10 mag. – Un A321 della Etihad Airwais con a bordo 128 passeggeri e sette membri dell’euipaggio e in volo dal Cairo ad Abu Dhabi e’ stato fatto atterrare in una base militare a Dubai per non meglio precisate “ragioni di sicurezza”. Lo ha comunicato la compagnia aerea, citata dal quotidiano “Khaleej Times”. Dopo l’atterraggio, nella base militare Al Minhad, i passeggeri sono stati fatti uscire dall’aereo e controllati insieme al bagaglio. Poi sono stati trasportati in autobus all’aeroporto internazionale di Abu Dhabi. (AGI)

(AGI) – Roma, 10 mag. – “Diverse persone”, secondo alcune fonti di stampa tre, sono morte in una sparatoria la notte scorsa nel Cantone di Argovia, a nord-ovest di Zurigo. Secondo quanto riferito dalla Bbc, la sparatoria, avvenuta a Wurenlingen, nel distretto di Baden, non e’ legata al terrorismo, ma sarabbe stata originata da una dusputa familiare. Tra le vittime ci sarebbe anche la persona che ha sparato. La polizia ha trovato dei cadaveri sia all’interno di un edificio che all’esterno. (AGI) .

(AGI) – Tbilisi, 10 mag. – Tre bambini di un gruppo di ballerini sono morti in un incendio scoppiato in un hotel in Georgia. E’ accaduto a Kobuleti. Lo ha riferito il ministero dell’Interno. Nell’Hotel Armazi alloggiava il gruppo di 45 ballerini, 31 dei quali bambini. (AGI) .

(AGI) -Londra, 10 mag. – L’ultimo orrore, in ordine di tempo che giunge dal campo di Isis e’ il racconto di una ragazza ridotto allo stato di schiava-sessuale dai jihadisti costretta a subire 20 interventi chirurgici di rudimentale ricostruzione dell’imene per ognuno degli altrettanti miliziani che l’hanno formalmente ‘sposata’ per poi abusare di lei. E’ quanto ha denunciato Zainab Bangura, inviata speciale dell’Onu per le violenze sessuali nelle zone di guerra. L’intervento in anestesia locale prevede di “riparare” l’imene usando normali punti di sutura riassorbibili. In questo modo al primo rapporto sessuale dopo l’intervento ricostruttivo la membrana si rompe nuovamente, causando perdite di sangue, che simulano la perdita della verginita’. (AGI) .

(AGI) – Islamabad, 10 mag. – Almeno 47 persone sono morte e 25 sono rimaste ferite negli ultimim giorni in una serie di scontri tra due tribu’ che si contendono alcuni terreni nel North Waziristan, Pakistan nord-occidentale. Lo hanno riferito fonti della sicurezza. Gli scontri tra le tribu’ Mada e Pepali sono cominciati venerdi’ nella zona di Datta, nei pressi del confine con l’Afghanistan. (AGI) .

(AGI) – Washington, 10 mag. – Due agenti di polizia sono stati uccisi nel corso di una sparatoria a Hattiesburg in Mississippi. La sparatoria e’ avvenuta alle 20 locali (le 3 di stamane in Italia). I due agenti avevano fermato un veicolo per un controllo di routine quando il killer ha aperto al fuoco. Il sospetto e’ poi scappato con l’auto degli agenti che e’ stata piu’ tardi ritrovata vicino ad un deposito di treni. Poco dopo una persona e’ stata arrestata: si tratta di Mavin Banks, afroamericano, ricercato insieme a Curtis Banks. Quest’ultimo, secondo la polizia, e’ ancora in fuga, armato e in grado di essere pericoloso.(AGI) .

(AGI) – New York, 10 mag. – Momenti di panico si sono vissuti nello Stato di New York quando durante lavori di manutenzione nel reattore numero 3 della centrale nucleare di Indian Point a Buchanan – 50 km a nord dal centro di Manhattan a New York – un trasformatore e’ saltato in aria causando un incendio. Secondo i media locali secondo i vigili del fuoco hanno riferito di “un piccolo incendio alla centrale” domato dalla squadra interna di sicurezza dell’impianto con l’aiuto dei pompieri. Non risultano feriti ne’ e’ stata disposta l’evacuazione dell’impianto che si trova sulle sponde del fiume Hudson. La Entergy Corporation, proprietaria dell’impianto, ha detto di aver “spento” il reattore numero 3 della centrale, aggiungendo che la situazione e’ stabile e la zona e’ sicura sia per i dipendenti che per gli abitanti della zona. (AGI)

(AGI) – Berna, 10 mag. – “Diverse persone” sono morte in una sparatoria nel Cantone di Argovia, nella Svizzera settentrionale. Lo riferisce la polizia cantonale. La sparatoria e’ avvenuta nella notte in una abitazione a Wurenlingen, nel distretto di Baden, a nord-ovest di Zurigo. La polizia ha riferito che tutte le persone morte nella sparatoria sono adulte. Alcuni corpi sono stati trovati in un edificio, altri all’esterno. (AGI) .

Flag Counter