Newsletter
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone

(AGI) – Kathmandu, 17 giu. – Un sisma di magnitudo 4.3 ha colpito il Nepal, gia’ distrutto da quello che si verifico’ lo scorso aprile. L’epicentro e’ stato localizzato dal’Istituto geologico degli Stati Uniti a 18 km da Kathmandu. Il bilancio delle vittime del sisma di aprile e’ arrivato alla cifra di 8.786 morti e 22.303 feriti. (AGI) .

(AGI/REUTERS) – Istanbul, 17 guu. – E’ morto l’ex presidente turco Suleyman Demiral. Primo ministro per sette volte negli anni Sessanta e Novanta, fu capo dello Stato dal 1993 al 2000. Il suo governo fu rovesciato per ben due volte da colpi di Stato militari. Aveva 91 anni. (AGI) .

(AGI) – Washington, 17 giu. – Arriva la prima gaffe per il neo candidato alla presidenza Donald Trump, e a ‘suonargliele’ e’ Neil Young. L’uso della canzone del cantautore canadese da parte del multimiliardario americano per presentare la propria candidatura “non e’ stata autorizzata” dall’artista, ha detto Elliot Roberts, manager di Young, che nel 1989 tratteggio’ in “Rockin’ in free world” l’America dei poveri e dei senzatetto utilizzando il sarcasmo per attaccare George W. Bush. Young, ha aggiunto Roberts in una dichiarazione rilasciata a ‘Mother Jones’, e’ tra l’altro sostenitore di Bernie Sanders, l’uomo che vuole sottrarre da sinistra la nomination democratica a Hillary Clinton. (AGI) .

(AGI) – Washington, 17 giu.- Il fronte contro Boko Haram si avvarra’ di altri 5 milioni di dollari, con cui gli Stati uniti finanzieranno le forze armate nigeriane impegnate a combattere il gruppo terrorista islamico. Washington, consapevole dell’urgenza di ridurre al minimo la minaccia di una milizia che fino a un anno fa controllava una porzione della Nigeria del nordest paragonabile al Belgio per grandezza, fornisce aiuti anche a Ciad, Niger e Camerun per un valore complessivo di 34 milioni di dollari. (AGI) .

(AGI) – Houston, 17 giu. – “Non mi faccio dettare la politica economica dai miei vescovi, dai miei cardinali o dal mio Papa”. Cosi’, nel suo primo giorno ufficiale di campagna elettorale per le presidenziali del 2016, il cattolico aspirante inquilino della Casa Bianca, Jeb Bush, ha attaccato il pontefiche per l’enciclica sul clima attesa per giovedi’. Parlando ad un evento in New Hempshire, l’ex governatore repubblicano della Florida, convertitosi al cattolicesimo 25 anni fa, ha affermato che la religione dovrebbe occuparsi “del renderci persone migliori e meno di questioni che rientrano nell’ambito politico”. Secondo le anticipazioni dell’Espresso, nell’enciclica che si ispira al Cantico delle creature di san Francesco d’Assisi e che si intitola “Laudato si”, il Papa dice che “l’uomo sta distruggendo la terra”. Secondo Jeb Bush e’ un’arroganza sostenere che sui cambiamenti climatici vi sia una scienza esatta. Il 70% dei cattolici americani crede al riscaldamento terrestre ma solo il 47% lo attribuisce a cause umane, secondo il centro di ricerca Pew. Questa visione dei cattolici e’ pressoche’ in linea con quella di tutti gli americani. Non e’ la prima volta tuttavia che un repubblicano prenda di mira il Papa. Lo scorso gennaio, quando il pontefice disse che non occorre procreare come conigli, venne contestato dall’ex senatore Rick Santorum, anche lui cattolico e in corsa per la Casa Bianca. “Alle volte e’ difficile ascoltare quello che dice il Papa”, sentenzio’.(AGI)

(AGI) – Washington, 17 giu. – Via libera del Senato americano alla messa al bando delle torture dei prigionieri, nonostante il voto contrario di una ventina di falci repubblicani, compreso quello del leader di maggioranza Mitch McConnell. L’emendamento bipatisan riafferma i principi dell’ordine esecutivo firmato dal presidente Barack Obama nel 2008 per vietare le torture della Cia durante gli interrogatori, adottate durante l’era Bush sull’onda degli attentati alle Torri Gemelle. “Questo emendamento rende piu’ sicuro che mai in futuro gli Stati Uniti seguano quell’oscuro sentiero che sacrifica i nostri valori per i nostro bisogni di breve termine in materia di sicurezza”, ha commentato il sentaore repubblicano John McCain, veterano del Vietnam che venne fatto prigioniero e torturato. L’emendamento licenziato oggi dal Senato americano non diventera’ legge se non sara’ approvato il provvedimento sulla Difesa che dovra passare il vaglio anche dalla Camera dei rappresentanti.(AGI)

(AGI) – Roma, 16 giu. – E’ di almeno tre morti e tre feriti gravi il primo bilancio dell’attentato che ha colpito oggi una pattuglia di soldati somali nei pressi di Mogadiscio. Un’autobomba e’ esplosa quando il veicolo su cui si trovavano i militari vi e’ passato accanto. L’ordigno, sostiene il responsabile locale della sicurezza, Hassan Abdulahi, “e’ stato fatto esplodere a distanza” da elementi non ancora identificati. La strada dove e’ avvenuto l’attentato – scrive l’agenzia Misna – e’ quella che percorre il cosiddetto ‘corridoio di Afgoye’, che collega la capitale alla localita’ omonima, distante circa 30 chilometri. Il corridoio era gia’ stato piu’ volte colpito da attacchi del gruppo estremista al-Shabaab. .

(AGI) – Novo-Ogaryovo (Russia), 16 giu. – La Russia e’ preoccupata dalla decisione degli Usa di estendere il sistema di difesa antimissile ad altri Paesi dell’Europa dell’Est. Lo ha ribadito il presidente Vladimir Putin, spiegando che “se qualcuno minaccia la nostra sicurezza nazionale, non possiamo far altro che indirizzare le nostre forze contro i territori da cui proviene la minaccia”. Dopo un incontro con l’omologo finlandese Sauli Niinisto, il leader del Cremlino, che proprio oggi ha annunciato che il suo arsenale nucleare sara’ rinforzato con piu’ di 40 missili balistici intercontinentali di ultima generazione, ha anche auspicato che la crisi ucraina sia risolta. .

(AGI) – Los Angeles, 16 giu. – Sei studenti irlandesi sono morti, e altri sette sono rimasti feriti la notte scorsa a causa del crollo di un balcone in un appartamento nella citta’ universitaria di Berkeley, in California. Lo riferiscono le autorita’ locali, aggiungendo che alcuni dei feriti sono gravi, ma senza dare dettagli sulla causa della tragedia. L’appartamento si trova al quarto piano di un edificio nei pressi della University of California, e del Berkeley campus. .

(AGI) – Istanbul, 16 giu – Il colpevole della doppia esplosione di Diyarbakir, che alla fine di un comizio del partito filo curdo dell’HDP lo scorso 5 giugno causo’ 4 morti e 100 feriti, e’ un giovane turco, Orhan G., reclutato dall’Isis nel 2014. La notizia solleva dubbi e paure in un Paese che torna a sentirsi vulnerabile. In un’intervista a Radikal, il padre del colpevole ha dichiarato di aver denunciato la sparizione del figlio nell’ottobre 2014 per poi essere informato da ufficiali di polizia che il giovane si era unito all’Isis. Lo stesso quotidiano Radikal solleva pesanti interrogativi sulla sicurezza nel Paese attraverso un editoriale della editorialista Ezgi Basaran, che si chiede “come mai noi giornalisti conosciamo i nomi di queste persone mentre lo Stato fa finta di nulla?”. Poi ricorda che “il nostro giornale parla di un flusso costante di combattenti diretti in Siria, Orhan G. era stato fermato dalla polizia, ma una volta interrogato e’ stato subito rilasciato”. Sempre secondo Radikal, alcune famiglie della provincia di Adiyaman solo nell’ultimo mese hanno denunciato il passaggio di 8 giovani turchi recatisi in Siria per unirsi all’Isis. Tale flusso, secondo l’editorialista del quotidiano turco “pone seri interrogativi sulla sicurezza del Paese” e puo’ essere il risultato “o di mancanza assoluta di organizzazione o di un piano voluto da qualcuno”. .

Flag Counter