Newsletter
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone

(AGI) – Sydney, 25 lug. – Tragedia nel sud dell’Australia: un subacqueo e’ stato attaccato e ucciso da uno squalo durante un’immersione insieme alla figlia che ha assistito impotente. E’ accaduto al largo dell’isola di Maria, in Tasmania. Negli ultimi giorni nella zona, solitamente priva di pericoli, era stato avvistato uno squalo bianco lungo quattro metri e mezzo. L’uomo sulla quarantina era andato a pesca di capesante con un gommone. E’ stata la figlia a lanciare l’allarme appena risalita in superficie con il lancio di un razzo di segnalazione. Alcune imbarcazioni che si trovavano nella zona sono subito arrivate sul posto ma per il sub non c’era piu’ nulla da fare. L’ultimo attacco fatale di uno squalo in Tasmania risaliva al 1993, quando una donna era stata uccisa durante un’immersione davanti alle coste settentrionali dell’isola. (AGI) .

(AGI) – Ankara, 25 lug. – Prosegue e si amplia l’offensiva antiterriorismo della Turchia: i caccia di Ankara hanno bombardato nella notte sette postazioni del Pkk nel nord dell’Iraq e hanno colpito nuovamente obiettivi dell’Isis nel nord della Siria. Lo ha reso noto l’ufficio del primo ministro turco. Gli obiettivi del Pkk e dei jihadisti sono stati attaccati anche da terra, con l’artiglieria. Non si fermano, intanto, le retate di militanti dell’Isis, del Pkk e dell’estrema sinistra: in una serie di nuovi blitz in diverse province tra cui Istanbul, Ankara, Konya nella Turchia centrale e Manisa nell’ovest, ci sono stati nuovi arresti, ha riferito l’ufficio del premier. In totale dall’inizio dell’operazione antiterrorismo sono 320 le persone in stato di fermo in 22 province, tra cui decine di stranieri. Nei raid contro il Pkk sono stati colpiti rifugi e depositi di armi, anche sul monte Kandil in cui si trova il comando del gruppo separatista curdo. Ankara riene il Pkk responsabile di una serie di attentati seguiti alla strage di lunedi’ scorso a Suruc, in cui un kamikaze jihadista aveva ucciso 32 militanti socialisti turchi e curdi. Nella notte il premier, Ahmet Davutoglu, ha riunito i ministri responsabili per la sicurezza per fare il punto sulle operazioni alle frontiere con Siria e Iraq e “sono state decise misure aggiuntive per la lotta al terrorismo”. (AGI) .

(AGI) – Ankara, 25 lug. – I caccia turchi hanno bombardato nella notte sette postazioni del Pkk nel nord dell’Iraq e hanno colpito nuovamente obiettivi dell’Isis nel nord della Siria. Lo ha reso noto l’ufficio del primo ministro di Ankara. Dopo aver colpito l’Isis in Siria, la Turchia ha quindi sferrato un attacco contro i separatisti curdi, accusati per una serie di attentati seguiti alla strage di lunedi’ scorso a Suruc, in cui un kamikaze jihadista aveva ucciso 32 militanti socialisti turchi e curdi. Nei raid contro il Pkk sono stati colpiti rifugi e depositi di armi dei separatisti curdi. (AGI) .

(AGI) – Citta’ del Messico, 25 lug. – Tragedia in Messico dove un fulmine ha sterminato un’intera famiglia di sette persone inclusi 4 bambini, ed ha ferito altri due membri dello stesso nucleo familiare mentre stavano lavorando nei campi. Teatro di questa disgrazia, dai toni apocalittici, la campagna alle pendici delle montagne di Sierra Gorda vicino la citta’ di Mesa Cuata, nello Stato centrale di Guanajuato. I bambini morti avevano rispettivamente, 3,5, 8 e 15 anni. Gli adulti rimasti uccisi erano tre donne di 19, 32 ed 44 anni. (AGI) .

(AGI) – Washington, 25 lug. – Complice il complicarsi del cosidetto “emailgate”, che vede l’ex segretario di Stato di fronte al rischio di finire sotto processo per aver usato un server personale per la sua corrispondenza elettronica quando era a capo della diplomazia americana, Hillay Clinton perde terreno nei sondaggi. L’ultimo sondaggio Gallup la da al 43% rispetto al 48% registrato in aprile. Ha raddoppiato invece i suoi consensi il principale rivale alle primarie democratiche, il senatore ‘socialista’, Bernie Sanders che ha raddoppiato i consensi passando dal 12 al 24%. Indietro gli altri 3 rivali: l’ex senatore Jimm Webb all’11%, l’ex governatore del Maryland Martin O’Malley al 9% e Lincoln Chafee, governatore del Rhode Island, al 6. (AGI) .

(AGI) – Tunisi, 25 lug. – Il Parlamento tunisino ha approvato una nuova legge anti-terrorismo per rafforzare le misure necessarie a contrastare con maggiore efficacia la minaccia jihadista a partire da Isis, dopo la strage di Sousse (38 morti il 26 giugno) e prima ancora, il 18 marzo, quella al museo del Bardo di Tunisi (24 vittime). Il testo e’ passato dopo tre giorni di dibattito con 174 voti a favore, 10 astenuti e nessun voto contrario. (AGI) .

(AGI) – Washington, 25 lug. – John Houser, il 59enne che ieri ha ucciso due persone in un cinema a Lafayette in Louisiana, ne ha ferite altre 7 prima di suicidarsi, ha acquistato la pistola calibro 40 con cui ha compiuto il massacro del tutto legalmente ad un banco di pegni a Phenix in Alabama. Particolare che conferma come l’eccessiva diffusione delle armi negli Usa, basata sull’antiquato II emendamento della Costituzione del 1791, sia un’autentica piaga, come ha riconosciuto lo stesso presidente Barack Obama quando ieri ha ricordato che il non essere riuscito a far approvare una legge piu’ restrittiva sulle armi sia stata la sua “piu’ grande delusione”. A dare la notizia il capo della polizia di Lafayette Jim Craft: “La Atf (l’agenzia federale su armi, esplosivi, alcol e tabacco) ci ha informato che l’acquisto e’ stato legale”. (AGI) .

(AGI) – Washington, 25 lug. – La spia israeliana Jonathan Pollard, che sta scontando una pena all’ergastolo negli Usa, potrebbe essere rilasciato a novembre quando saranno trascorsi 30 anni dal suo arresto ed essere, quindi, come ogni altro detenuto, idoneo a chiedere il rilascio sulla parola (liberta’ condizionata). Cosi’ il ministero della Giustizia Usa ha chiarito il rebus sulle voci che si erano diffuse di un imminente rilascio di Pollard come scambio per ridurre l’ira di Israele per l’accordo sul nucleare iraniano. Pollard venne condannato all’ergastolo per spionaggio ai danni degli Usa (cittadino americano nato in Israele passo’ ad Israele segreti Usa sulle armi dei Paesi arabi e del Pakistan) nel 1987 ma era stato arrestato due anni primi. Quest’anno a novembre ricorrono quindi i 30 anni che fanno scattare il diritto a chiedere la liberta’ condizionata. Il ministero della Giustizia, questa e’ la novita’ ha fatto sapere che non si opporra’ alla concessione della liberta’. Alistair Baskel, uno dei portvaoce del Consiglio per la Sicurezza Nazionale della Casa Bianca ha quindi ribadito che nell’eventualita’ che Pollard esca di prigione non c’e’ alcun legame con l’accordo sul nucleare: “Lo status di “Pollard sara’ deciso dalla commissione Usa che decide sulla concessione della liberta condizionate solo sulla base delle procedure standard, e senza alcun legame con considerazioni di politica estera”. Il caso Pollard e’ stato da sempre continua fonte di attrito tra Washington e Tel Aviv. (AGI)

(AGI) – Tunisi, 24 lug. – Mostrare la vicinanza dell’Italia al popolo tunisino, dopo gli attacchi terroristi del Bardo e di Susa; osservare lo sviluppo della cooperazione fra i due Paesi; aumentare i rapporti bilaterali e riporre al centro della visione italiana il Mediterraneo. Sono alcuni dei punti al centro della visita del presidente della Regione Toscana, Enrico Rossi, in Tunisia e Algeria. “La prima ragione di questa visita – ha spiegato Rossi in un’intervista – e’ sostenere il popolo tunisino dopo la tragedia di Bardo e di Susa. Una visita per esprimere la solidarieta’ al popolo tunisino, ha detto Rossi, manifestando l’intenzione di “accrescere i rapporti di collaborazione e rimuovere per quanto possibile l’immagine che purtroppo domina in Italia” di un Nordafrica di profughi e di rifugiati. Il Nordafrica, ha detto il governatore, rappresenta molto di piu’ e “una giovane democrazia come quella tunisina deve sentire tutta la nostra stima, tutta la nostra vicinanza”. “Il nostro futuro – ha aggiunto – sta nella ripresa dei rapporti economici e nello sviluppo del Mediterraneo”. Un esempio di questo impegno sono una serie di progetti attivi nella citta’ di Kasserine per un valore di circa 1,5 milioni di euro. Il primo e’ dedicato allo sviluppo delle associazioni del terzo settore. Il secondo riguarda invece l’intervento sanitario negli ospedali, mentre il terzo e’ incentrato sull’aiuto alle realta’ artigianali al fine di sviluppare un maggiore approccio commerciale. Riguardo al suo incontro previsto per domani con il ministro della Cultura tunisino, Latifa Lakhdher, Rossi ha rivelato la proposta da parte del ministro di allestire una mostra all’interno della cornice museale del Bardo con le opere conservate nei depositi degli Uffizi di Firenze, proposta che secondo il presidente della Regione Toscana rappresenta “una buona risposta nella lotta contro il terrorismo”. “L’Europa – ha proseguito il presidente della Toscana – ha sempre guardato verso Oriente, e ora, in quanto paese mediterraneo, l’Italia dovra’ battere i pugni sul tavolo dell’Unione Europea perche’ vi e’ necessita’ di un’Europa che guardi anche verso il Meridione”. Giunto oggi a Tunisi Rossi ha incontrato l’ambasciatore italiano Raimondo De Cardona e gli operatori dell’organizzazione non governativa Cospe (Cooperazione per lo sviluppo dei paesi emergenti), che ha la sua sede centrale a Firenze. (AGI) .

(AGI) – Tunisi, 24 lug. – E’ iniziata oggi la missione in Nordafrica del presidente della Regione Toscana, Enrico Rossi. Il presidente fara’ una prima tappa a Tunisi dove incontrera’ gli operatori dell’organizzazione non governativa Cospe (Cooperazione per lo sviluppo dei paesi emergenti), che ha la sua sede centrale a Firenze. I cooperanti fiorentini operano da anni in Tunisia e in particolare a Kasserine, la citta’ con la quale la Regione Toscana ha in corso un progetto di cooperazione per il rafforzamento del sistema socio sanitario locale. A Tunisi, Rossi incontrera’ anche alcune organizzazioni e associazioni tunisine. Rossi vede nel primo pomeriggio l’ambasciatore italiano a Tunisi, Raimondo De Cardona. L’incontro servira’ a porre le premesse per un rafforzamento della presenza toscana in Tunisia. Successivamente e’ previsto il trasferimento a Kasserine, dove domani Rossi incontrera’ il sindaco Ridha Abbassi, il governatore della Regione, Atef Boughattas, e visitera’ il sito archeologico di Sbeitla dove operano i ricercatori dell’Universita’ di Siena. Il presidente rientrera’ quindi a Tunisi per incontrare il ministro della Cultura, Latifa Lakhdar. Sabato sera e’ prevista lapartenza per l’Algeria, dove domenica si terra’ un incontro con il presidente e l’amministratore delegato di Cevital, rispettivamente Issaad Rebrab e Farid Tidjani, con la visita agli impianti agroalimentari a Bejaia. Il presidente toscano incontrera’ poi il professor Djamil Aissani dell’Universita’ di Bejaia, studioso del matematico pisano Leonardo Fibonacci. Lunedi’, prima del rientro in Italia, Rossi visitera’ anche gli impianti Cevital di Algeri. Lo scorso30 giugno il gruppo Cevital ha siglato l’atto conclusivo per il passaggio di proprieta’ del polo siderurgico di Piombino ex Lucchini agli algerini. L’intesa prevede la ristrutturazione dell’attivita’ siderurgica dell’impianto con il passaggio della produzione dal ciclo integrato basato sulla cokeria e l’altoforno alla fusione con forno elettrico. Contestualmente, sara’ attuata una diversificazione del sito, con l’avvio di una produzione agroindustriale e lo sviluppo di attivita’ logistica legata sia alle attivita’ industriali che alle attivita’ commerciali del gruppo Cevital. Il piano prevede che vengano mantenute le 2.200 unita’ occupate, oltre alla forza lavoro delle aziende fornitrici locali. (AGI) .

Flag Counter