Newsletter
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone

(AGI) – Los Angeles, 7 lug. – Il comico afroamericano Bill Cosby, accusato da piu donne nel corso degli anni di averle violentate, ha ammesso in tribunale di aver ottenuto nel 2005 un barbiturico, il Quaaludes (Metaqualone) con l’obiettivo darlo a giovani donne per fare sesso con loro. E’ quanto e’ emerso dai documenti processuali che il legale di Cosby ha cercato fino all’ultimo di tenere segreti. Cosby, 77 anni, ha confessato il fatto in una causa civile intentatagli da una donna che ha accusato Cosby di averla indotta ad assumere la droga prima di violentarla. (AGI) .

(AGI) – Houston, 7 lug. – Un e-book jihadista esorta i musulmani in Occidente a formare gang per creare movimenti jihad “con il fine ultimo di conquistare Roma”, in Italia. Lo scrive il sito di intelligence SITE, mostrando la copertina del libro. (AGI) .

(AGI) – Washington, 6 lug. – La lotta contro i terroristi dello Stato Islamico “non sara’ veloce: ci vorra’ tempo per sradicarli”. Lo ha detto il presidente Usa, Barack Obama, aggiornando dal Pentagono sulla lotta all’Isis. Il presidente americano ha dunque sottolineato come le perdite di Isis in Siria e in Iraq dimostrino che sara’ sconfitto, anche grazie al contributo cruciale delle forze locali sul campo. Ma “le ideologie – ha tenuto a precisare – non si combattono solo con le armi ma anche con idee migliori”. Obama ha dunque spiegato che sono stati intensificati gli sforzi per contrastare i reclutamenti on line di Isis, incoraggiando i Paesi dove sono presenti molti mussulmani ad offrire maggiori opportunita’ a coloro che altrimenti rischiano di cadere nella rete del terrore. “La lotta piu’ grande per i cuori e le menti sara’ uno sforzo generazionale”, ha affermato il presidente dopo il meeting con i vertici della Difesa Usa. La Casa Bianca, prima dell’incontro di Obama al Pentagono, ha duramente criticato i senatori repubblicani per la mancata conferma della nomina di Adam Szubin come sottosegretario al Tesoro, con il compito di strozzare i finanziamenti ai gruppi terroristi come l’Isis. Se il Congresso vuole contribuire alla lotta contro l’Isis “deve confermare Adam Szubin”, ha rincarato Obama al Pentagono. Gli Usa, mentre lavorano “per soffocare le nuove cellule dell’Isis, rimarranno vigili, ha assicurato il comandate in capo, contro i lupi solitari.

Isis: Obama, intensificata azione in Siria; no nuove truppe Usa

Contro l’Isis “allo stato attuale non e’ previsto l’invio di nuove truppe Usa”. Lo ha precisato il presidente Barack Obama, aggiornando dal Pentagono sui progressi della coalizione nella lotta ai terroristi dello Stato Islamico. Il comandante in capo, affiancato dagli alti vertici della Defesa a partire dal ministro Ash Carter, ha spiegato che sono stati intensificati gli sforzi in Siria, “il cuore dell’Isis che pompa fondi e propaganda nel mondo”. .

(AGI) – Atene, 6 lug. – L’ex Presidente cubano, Fidel Castro, si e’ congratulato con il premier greco Alexis Tsipras per il risultato del referendum. Castro – si apprende dal Governo ellenico – ha scritto a Tsipras una lettera, in cui afferma di avere seguito attentamente “la vittoria” attraverso la tv venezuelana Tele Sur. “La Grecia – ha scritto Castro – ha l’ammirazione dei popoli latinoamericani e caraibici per come ha difeso la propria identita’ e la propria cultura da un’aggressione esterna”. A Tsipras sono giunti messaggi anche da Raul Castro, Cristina Kirchner (Argentina) e Evo Morales (Bolivia).(AGI) .

(AGI) – Roma, 6 lug. – Il ‘sacrificio’ di Yanis Varoufakis per far ripartire i negoziati. Il giorno dopo la vittoria del No al referendum greco, il ministro delle Finanze lascia il suo posto per aiutare il premier Alexis Tsipras, parole sue, a raggiungere piu’ facilmente un accordo. Il nuovo ministro e’ Euclid Tsakalotos, piu’ moderato del suo predecessore, che gia’ in questi mesi ha fatto parte del team dei negoziatori. Domani per la Grecia sara’ una giornata decisiva, con la riunione straordinaria dell’Eurogruppo e poi dei Capi di Stato e di Governo. Tsipras, in una telefonata con la cancelliera Angela Merkel, ha assicurato che Atene portera’ nuove proposte negoziali al tavolo. Merkel intanto era volata a Parigi per un incontro con il presidente francese Francois Hollande. “Rispettiamo l’esito del referendum greco – ha affermato la cancelliera nella conferenza stampa congiunta all’Eliseo – ma dobbiamo tenere conto anche di cio’ che pensano gli altri 18 Paesi dell’Eurogruppo”. E ammonisce: le proposte di Tsipras devono arrivare “entro questa settimana”. L’urgenza di trovare un nuovo accordo e’ quanto riferisce anche il presidente francese Hollande che sottolinea: “Tocca a Tsipras fare proposte serie e credibili”.

Far rimanere nell’Eurozona la Grecia e’ l’obiettivo da raggiungere, secondo la Casa Bianca, che precisa quanto sia “nell’interesse di tutti, sia europeo sia statunitense”, trovare un’intesa sul debito. E anche il numero due del Fondo monetario internazionale, Christine Lagarde assicura che l’Fmi e’ “pronto ad assistere Atene se sara’ richiesto di farlo”. Il vicecancelliere tedesco, il socialdemocratico Sigmar Gabriel, invece, mentre da un lato ribadisce che l’esito del referendum di ieri e’ “un rifiuto alle regole dell’Eurozona”, parla di “aiuti umanitari” per la Grecia che “non puo’ essere lasciata sola”. Secondo il premier Matteo Renzi, che stamattina ha incontrato il ministro dell’economia Pier Carlo Padoan, “gli incontri di domani dovranno indicare una via definitiva per risolvere questa emergenza”. “Ci sono due cantieri da affrontare rapidamente, nelle capitali europee e a Bruxelles”, scrive su Facebook Renzi. “Il primo riguarda la Grecia, un Paese che e’ in una condizione economica e sociale molto difficile, per cui bisogna trovare una soluzione all’emergenza”. Il secondo, “ancora piu’ affascinante e complesso, ma non piu’ rinviabile, e’ il cantiere dell’Europa” che “deve cambiare, deve aiutare la crescita, o e’ finita”. (AGI) .

(AGI) – Londra, 6 lug. – Un quieto villaggio del Gloucestershire, nell’Inghilterra occidentale, e’ stato preso d’assalto dai partecipanti allo Swingfields, il piu’ grande festival del sesso del Regno Unito. Cosi’ la piccola comunita’ di 30 persone di Flaxley, nella foresta di Dean, ha visto l’arrivo di oltre 500 persone che hanno alloggiato in un accampamento dove tutto (o quasi) era concesso. La stampa britannica ha raccolto i racconti disperati degli abitanti del luogo, turbati piu’ che altro dal caos, dal chiasso e dal rumore dei partecipanti al festival. Gli spaesati ‘villager’, fra l’altro, hanno dichiarato di essere stati completamente all’oscuro, per qualche giorno, di quanto stesse accadendo. I cartelloni del festival del resto erano non facilmente decifrabili: “3 is the magic number” (3 e’ il numero magico) era il motto dei campeggiatori, che hanno affollato le tende predisposte (a pagamento) da giovedi’ scorso fino a al pomeriggio di ieri, domenica. Il festival e’ alla sua seconda edizione, la prima fu nel 2013 nel Worcestershire, con la partecipazione di 250 persone. Quest’anno ogni partecipante per la kermesse ha pagato minimo 315 sterline (circa 450 euro al cambio attuale) mentre una tenda per due costava 555 sterline (circa 785 euro). Il costo del pernottamento includeva anche le strutture annesse, come saune e centri per i massaggi, e le ‘sessioni didattiche’. (AGI) .

(AGI) – Roma, 6 lug. – “C’e’ urgenza”, le proposte di Tsipras devono arrivare “entro questa settimana”. Lo afferma la Cancelliera tedesca, Angerla Merkel, al termine dell’incontro con Hollande. “Rispettiamo l’esito del referendum greco – dice Merkel – ma dobbiamo tenere conto anche di cio’ che pensano gli altri 18 Paesi dell’Eurogruppo. Anche questa e’ democrazia”. Hollande, tocca a Tsipras fare proposte serie Da parte sua Hollande ha sottolineato che “tocca a Tsipras fare proposte serie e credibili. Non c’e’ piu’ molto tempo”. (AGI) .

(AGI) – Roma, 6 lug. – Lunedi’ nero per le borse europee dopo la netta vittoria dei ‘No’ al referendum greco sulle proposte dei creditori per proseguire i finanziamenti ad Atene. Tutti i mercati del Vecchio Continente hanno archiviato una seduta gia’ aperta all’insegna del rosso, con le perdite maggiori accusate a Piazza Affari. Il listino di Milano, dove le banche hanno un peso preponderante, e’ stato il peggiore con il Ftse Mib che si e’ fermato sul minimo di giornata con un calo del 4,03% a 21.600 punti, per la prima volta da febbraio sotto i 22 mila punti in chiusura; l’All Share ha perso il 3,85% a 23.099 punti. Pesante il comparto bancario, colpito nel corso della seduta da sospensioni a raffica: la maglia nera va a Mps, con un calo a due cifre (-11,51%), ma scendono anche Unicredit (-6,12%) e Intesa Sanpaolo (-5,98%). In rosso l’intero listino, dagli industriali all’energia al lusso; in controtendenza solo Stm (+1,72%). Il Dax di Francoforte ha perso l’1,65% a 10.875,80 punti; il Ftse 100 di Londra arretra dello 0,78% a 6.534,48 punti; il Cac 40 di Parigi e’ sceso del 2,01% a 4.711,54 punti. In calo del 2,14% alla chiusura l’Ibex di Madrid con 10.548,7 punti. Lo spread tra Btp decennali e omologhi tedeschi e’ risalito a quota 163 punti, dopo una flessione fin sotto 150 punti. Il differenziale Bonos/Bund si e’ attestato sui 161 punti. Resta pesante in Grecia la situazione, con un prolungamento della chiusura delle banche. I rumors del settore ipotizzavano una serrata fino a venerdi’ prossimo o a lunedi’ 13, ma successivamente il presidente dell’associazione delle banche elleniche, Louka Katseli, ha riferito che per ora la chiusura sara’ estesa alla giornata di domani e a quella di mercoledi’. Resta a 60 euro al giorno il limite del prelievo individuale dagli sportelli bancomat. L’Ue aspetta ora “nuove proposte dalle autorita’ elleniche” anche se Berlino gela Atene, specificando che “le porte per il negoziato con la Grecia restano aperte” ma “non ci sono ancora le condizioni per riprenderlo”. E il portavoce del cancelliere Angela Merkel afferma che “non ci sono condizioni per trattare un terzo piano di aiuti” sebbene “non si possa escludere nulla”. Per il portavoce del ministro delle Finanze Wolfgang Schaeuble, “il taglio del debito greco non e’ in agenda per noi” e Berlino “non intende cambiare i propri piani di bilancio”. “La stabilita’ dell’Eurozona non e’ in questione” ha detto il vicepresidente della Commissione europea responsabile per la moneta unica, Valdis Dombrovskis. “Il posto della Grecia resta in Europa”, ha aggiunto, comentando i risultati del referendum, anche se, ha sottolineato, la situazione, dopo la vittoria del ‘no’, “e’ piu’ complicata” perche’ Atene si e’ allontanata dai 18 partner dell’Eurozona. Intanto i leader dei partiti di governo e di opposizione greci hanno firmato una nota congiunta con la quale sottolineano la necessita’ di uno sforzo comune allo scopo di raggiungere un accordo con i creditori. L’Eurogruppo straordinario si riunira’ domani alle 13 a Bruxelles. A partire dalle 18 si terra’ invece un summit straordinario dei leader della zona euro. Il presidente dell’Eurogruppo, Jeroen Dijsselbloem, ha sottolineato che dopo il referendum “le riforme sono ancora necessarie” per poter varare un accordo e l’esito della consultazione in Grecia “non ci avvicina a una soluzione”. (AGI) .

(AGI) – Roma, 6 lug. – Lasciato il suo incarico da ministro delle Finanze greco, il “disoccupato” Yanis Varoufakis si e’ rilassato al bar con la moglie, Danae Stratou, e alcuni amici. Poi e’ montato in sella alla sua inseparabile Yamaha e, con la consorte – senza casco – dietro di lui, e’ sfrecciato per le vie di Atene con destinazione ignota. Dopo la t-shirt ‘stracciona’ con cui domenica notte – primo rappresentante del governo a commentare il risultato del referendum – aveva esortato l’Europa a “curare le sue e le nostre ferite”, oggi Varoufakis ha scelto la piu’ sobria camicia blu (sembra che gradisca particolarmente questo colore) con pantaloni in tinta, comunque intonata al suo stile da ‘sexy-rambo’ esaltato dalla figura muscolosa e i capelli accuratamente rasati. E ora la domanda e’ cosa fara’ l'”economista per caso” – una delle sue tante autodefinizioni – dopo aver compiuto il fatidico passo indietro con la consueta irritualita’: un post su Twitter con le tre parole quasi liberatorie, “minister no more!”. Probabilmente tornera’ all’insegnamento, alla sua cattedra di Teoria economica all’universita’ di Atene. E forse continuera’ a scrivere libri; l’ultimo, uscito qualche mese fa, e’ una lettera alla figlia per spiegare le origini della disuguaglianza economica in un sistema di mercato basato sul debito e sul guadagno. (AGI) .

(AGI) – Guayaquil, 6 lug. – Papa Francesco sta per raggiungere l’area del Parco Samanes per la mega-celebrazione alla quale paartecipoano oltre un milione di fedeli (dati confermato dagli organizzatori). Prima dell’inizio del rito, il Pontefice dovrebbe compiere un giro con la jeep tra i settori gremiti. Il Parco Samanes e’ il terzo per grandezza del Sudamerica e i fedeli sono divisi in 32 settori, ognuno dei quali puo’ contenere circa 40 mila persone. I fedeli arrivano da tutto l’Ecuador e molte migliaia di loro sono arrivati ieri sera e hanno dormito nell’area. Papa Francesco ha ripetuto oggi con una battuta di spirito, la sua contrareta’ riguardo all’uso di far pagare benedizioni, messe e sacramenti. “Vi do’ la benedizione e voi non dovrete pagare nulla”, ha detto ai malati e anziani che erano nel Santuario della Divina Misericordia a Guayaquil. “Adesso vado a celebrare la messa. Porto tutti voi nel cuore! Preghero’ per ciascuno di voi. Diro’ al Signore: ‘Tu conosci il numero di quelli che erano li”. Chiedero’ a Gesu’, per ciascuno di voi, tanta misericordia: che vi ricopra con la sua misericordia, che abbia cura di voi. E alla Vergine, che e’ sempre al suo fianco. E ora, prima di andare, perche’ questo era un passaggio prima della messa, mi dice l’arcivescovo che il tempo corre, vi do’ la benedizione e voi non dovete dare nulla, ma vi chiedo, per favore, che preghiate per me. Me lo promettete?”. Ovviamente i presenti hanno risposto “Si'” e Francesco, dopo la benedizione li ha ringraziati “per la testimonianza cristiana”. (AGI) .

Flag Counter