Newsletter
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone

(AGI) – Roma, 16 giu. – Il destino della Grecia resta appeso a un filo e le borse attendono con il fiato sospeso gli sviluppi di un negoziato che fatica a sbloccarsi.

Il “principale fattore” che blocca le trattative sulla ripresa dei finanziamenti ad Atene e’ costituito dalle “divergenze tra Commissione Ue e Fondo Monetario Internazionale sulla ristrutturazione del debito”, ha spiegato il primo ministro ellenico, Alexis Tsipras, aggiungendo che “e’ cruciale raggiungere un accordo fattibile con i creditori, non uno che tra sei mesi riporti la Grecia nella situazione attuale”. Creditori che comunque “vogliono umiliare il governo greco”.

Merkel: poche le novita’, non so se giovedi’ ci sara’ l’accordo

Intanto il ministro delle Finanze greco, Ynis Varoufakis, in un’intervista a Bild in edicola oggi, ha fatto sapere che Atene non presentera’ all’Eurogruppo di giovedi nuove proposte per una soluzione del contenzioso con i creditori internazionali. Non lo fara’, ha spiegato, “perche’ l’Eurogruppo non e’ il posto idoneo per la discussione di proposte che non siano prima tate negoziate a un livello piu’ basso”.

In ogni caso, ha aggiunto Varoufakis, la delegazione greca “e’ “pronta in qualsiasi momento” a trovare una soluzione insieme con i le controparti, che hanno bisogno di tornare al tavolo delle trattative “con un chiaro e robusto mandato”. In seguito al fallimento del tavolo negoziale convocato lo scorso weekend, e’ sempre piu’ concreta la possibilita’ di un’uscita dall’euro della Grecia, che dovra’ rimborsare 1,6 miliardi di euro al Fmi entro fine mese e altri 6,7 miliardi di euro alla Bce tra luglio e agosto.

Domani, un giorno prima della riunione dell’Eurogruppo, una nuova mediazione verra’ tentata dal cancelliere austriaco Werner Faymann, che volera’ ad Atene per incontrare Tsipras. Confermato l’incontro di lavoro” tra Tsipras, e il presidente russo, Vladimir Putin, che avverra’ venerdi’ prossimo nella cornice del Forum economico di San Pietroburgo. Il premier ellenico volera’ in Russia giovedi’, il giorno della riunione dell’Eurogruppo.

La prospettiva di un’uscita della Grecia dall’euro continua a spaventare i mercati. Le borse del vecchio continente si muovono in rosso, pur recuperando dai minimi di giornata, salvo Atene, che estende le perdite con un ribasso del 3,5%. (AGI)

(AGI) – Berlino, 16 giu. – Per quanto riguarda il negoziato sulla Grecia “ci sono purtroppo poche novita’ da riportare”. Lo ha dichiarato il cancelliere tedesco, Angela Merkel, che ha dichiarato di “voler fare tutto per mantenere la Grecia nell’Eurozona. Il cancelliere ha spiegato che i lavori negoziali sono “tutti concentrati sull’incontro di giovedi’”, quando si riunira’ l’Eurogruppo, ma che non e’ possibile “capire se ci sara’ un accordo entro giovedi’”. (AGI)

(AGI) – Atene, 16 lug. – Le istituzioni creditrici di Atene (Ue, Bce e Fmi) “vogliono umiliare il governo greco”. Lo ha dichiarato il premier ellenico, Alexis Tsipras, ai parlamentari di Syriza, il suo partito. “L’ossessione dei creditori per un programma di tagli non puo’ essere un errore, ha fini politici”, ha aggiunto Tsipras, “i creditori stanno utilizzando i negoziati per dimostrare la loro forza, noi stiamo trattando in buona fede”. Tsipras ha poi criticato la Bce per “insistere su una linea di strangolamento finanziario” e ha affermato che “siamo in questa posizione perche’ il Fmi vuole misure difficili e l’Europa rifiuta lo sgravio del debito”. “Se l’obiettivo e’ proseguire con un programma ispirato dalle politiche fallite del Fmi senza uno sgravio del debito, allora siamo obbligati a non soccombere alle minacce”. (AGI)

(AGI) – Il Cairo, 16 giu. – La Corte penale del Cairo ha confermato la condanna a morte dell’ex presidente egiziano Mohamed Morsi per aver pianificato l’evasione dal carcere dei vertici dei Fratelli musulmani nel 2011 e le aggressioni alle forze dell’ordine durante la ‘primavera araba’ in Egitto. La sentenza arriva dopo che i giudici hanno chiesto il parere il Gran Mufti’, interprete della ‘legge islamica’ e con un ruolo di consulenza per il governo. Il parere e’ segreto e non vincolante, ma per essere esecutiva la sentenza deve passare al suo vaglio. In precedenza, i giudici avevano invece convertito in ergastolo la pena capitale contro l’ex capo dello Stato egiziano, relativa al reato di spionaggio. (AGI)

(AGI) – Londra, 16 giu. – Inizia oggi da Londra il mini-tour europeo di Michelle Obama, che la portera’ anche in Italia, per promuovere le battaglie che ha piu’ a cuore, quella a a favore di una dieta sana accompagnata dall’esercizio fisico, e per l’educazione femminile. La first lady statunitense, e’ atterrata lunedi’ sera all’aeroporto di Stansted, insieme alle figlie Sasha e Malia; e incontrera’ il premier britannico David Cameron e il principe Harry, con il quale condivide l’interesse per le famiglie dei soldati reduci dalle guerre. Michelle visitera’ prima una scuola a East London, la Mulberry School for Girls, per sottolineare l’importanza di curare l’educazione delle adolescenti e poi sara’ accolta nella residenza ufficiale del premier, al numero 10 di Downing Street, dove incontrera’ il premier e la moglie Samantha. In un articolato pubblicato dal Financial Times, Michelle, che viaggia accompagnata anche dalla madre, Marian Robinson, ricorda che oltre 62 milioni di ragazzine in tutto il mondo non vanno a scuola, un fenomeno che ritiene “un’ingiustizia”; e chiama in causa i matrimoni forzati, le gravidanza in eta’ adolescenziale e gli abusi come i principali ostacoli all’accesso femminile all’istruzione. “Voglio utilizzare il tempo che mi rimane come First Lady -e anche oltre- per convincere i leader del pianeta a unire le forze in questo sforzo. Perche’ ogni bambina, non importa il luogo dove viva, merita l’opportunita’ di sviluppare la promessa che c’e’ dentro di lei”. Proprio per promuovere la scolarizzazione delle bimbe, la first lady ha recentemente compiuto un tour in Asia. Da poco festeggiato il quinto anniversario della campagna ‘Let’s Move’ a favore dell’esercizio fisico, adesso sta cercando di coalizzare le forze attorno a questa sua nuove battaglia e ha recentemente ottenuto l’impegno economico del Giappone a favore della sua campagna ‘Let Girls Learn’. Dopo la ‘due giorni’ nel Regno Unito, Michelle, insieme alla madre e alle due figlie, arrivera’ in Italia, dove visitera’ l’Expo Universale 2015 a Milano e incontrera’ il premier Matteo Renzi, visitando i padiglioni della mostra. Al termine partora’ alla volta di Venezia. (AGI)

(AGI) – Berlino, 16 giu. – Un uomo di 65 anni e’ morto in Germania per complicazioni da Mers. L’uomo era stato infettato nel mese di febbraio durante una vacanza negli Emirati Arabia. La notizia e’ stata confermata dal ministero della Salute tedesco che ha spiegato che l’uomo sarebbe deceduto lo scorso 6 giugno nelal citta’ di Ostercappeln, nel Nord Reno Westfalia. Secondo i dati del’Oms appena aggiornati sono complessivamente 154 i casi di Mers tra cui 17 dichiarate guarite e 19 i morti. La Corea del Sud e’ il paese piu’ colpito dal virus identificato per la prima volta nel 2012 in Arabia Saudita e per il quale non esiste ancora alcun vaccino. (AGI) .

(AGI) – Baghdad, 16 giu. – Si e’ svolto ieri sera a Baghdad un matrimonio di massa di 250 combattenti della Mobilitazione popolare, le milizie sciite coinvolte nella lotta contro lo Stato islamico (Is). I giovani indossavano uniformi militari e una sciarpa con i colori della bandiera irachena; alcune le ragazze portavano il velo, altre uniformi militari e avevano il capo coperto da un velo bianco. Il direttore della cooperazione internazionale del ministero della Gioventu’ e dello Sport, Akram Naeem, ha detto che le autorita’ hanno coperto le spese del matrimonio, pari a circa un milione di dollari, con l’ausilio di Iraqi Airways e di alcune imprese locali e straniere, offrendo a ciascuna coppia una camera da letto, un televisore e un frigorifero. La cerimonia e’ iniziata con l’inno nazionale e un minuto di silenzio in memoria dei combattenti caduti. Durante il rito sono stati intonati canti e recitate poesie della milizia. E’ stato esibito anche un grande striscione con lo slogan “verso la felicita’” con un disegno raffigurante un combattente della Mobilitazione popolare mentre si dirige verso la sua sposa. “L’uniforme militare e’ un grande onore e mi sento felice e orgoglioso di indossarla il giorno del mio matrimonio”, ha detto Faleh sid Nuri, 22 anni, originario della provincia di Babilonia, circa 80 chilometri a sud di Baghdad. La sposa Sahar, anche lei 22 anni, ha detto che “questo e’ il piu’ bel vestito da sposa che potessi immaginare e sono orgogliosa di mio marito e dei suoi amici che oggi si sposano con noi”. Fadel Zainal Abidin, originario della provincia settentrionale di Kirkuk ha detto che “il matrimonio in abiti militari sottolinea la nostra determinazione nel combattere lo Stato islamico”. (AGI)

(AGI) – Londra, 16 giu.- Le autorita’ britanniche stanno cercando di localizzare una famiglia composta di 12 membri (tra i quali ragazzini tra i 3 e i 15 anni), che potrebbe essersi recati in Turchia con l’intenzione di entrare in Siria e unirsi all’Isis. Si tratta di tre sorelle originarie di Bradford, nel nord dell’Inghilterra, che lo scorso 18 maggio sono partite con i 9 figli alla volta dell’Arabia Saudita, e che ancora non sono tornate in Gran Bretagna nonostante il loro rientro fosse previsto per l’11 giugno. Secondo l’avvocato della famiglia, Balaal Khan, il timore e’ che le sorelle si siano spostate in Siria. Sugra, Zohra e Khadija Dawood, madri in tutto di 9 figli (il piu’ piccolo dei quali con soli 3 anni) erano andate alla Medina; e secondo la ricostruzione dell’avvocato, 10 membri del gruppo il 9 luglio sono volati a Istanbul (due membri non sarebbero saliti sull’aereo). Allertata dal resto della famiglia rimasta in Inghilterra (in particolare i mariti delle tre sorelle), lla polizia di West Yorkshire si e’ messa in contatto con le autorita’ turche, ma al momento non ci sono novita’. “I familiari sono estremamente preoccupati”, ha aggiunto il legale. (AGI) .

(AGI) – Tunisi, 16 giu. – Disastro ferroviario in Tunisia. Intorno alle 6 ora locale un treno e un semirimorchio in un passaggio a livello nel governatorato settentrionale di Zaghouan di sono scontrati: bilancio 15 morti e 70 feriti. Le unita’ di protezione civile hanno portato la maggior parte dei feriti negli ospedali di El Fahes e Zaghouan. Il ministro dei Trasporti, Mahmoud Ben Romdhane, ha definito l’incidente un “disastro umanitario” e ha detto che il numero di morti potrebbe aumentare. Il dicastero ha creato un’unita’ di crisi per seguire il caso. Una delegazione governativa composta dai titolari dell’Interno, dei Trasporti e della Sanita’ si e’ recata sul posto. (AGI) .

(AGI) – Dubai, 16 gui. – Al Qaeda nella Penisola Arabica (Aqap nell’acronimo inglese) ha confermato in un video l’uccisione del suo leader, Nasir al-Wuhaysh, nell’attacco di un drone statunitense la settimana scorsa. La conferma e’ contenuta in un video su YouTube postato da Al-Malahem, il servizio di propaganda del gruppo jihadista. Uomo considerato molto vicino ad Osama bin Laden, accanto al quale visse molti anni, Nasir al-Wuhayshi dal 2009 era il capo di Al-Qaeda nella Penisola Arabica, il gruppo che rivendico’ l’attentato al settimanale satirico francese Charlie Hebdo. Il terrorista, sostiene il video, “e’ stato ucciso da un drone americano che l’ha colpito insieme a due altri mujaheddin.(AGI)

Flag Counter