Newsletter
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone

(AGI) – Londra, 22 giu. – Ferrero International ha presentato un’offerta di acquisto per la britannica Thorntons per circa 111,9 milioni di sterline (156,3 milioni di euro) per potenziare la sua presenza in Gran Bretagna. L’offerta di 145 penny per azione costituisce un premio di circa il 42,9% rispetto al prezzo di Thorntons alla chiusura di venerdi’. (AGI) .

(AGI) – Roma, 22 giu. – Eni e il Politecnico di Milano hanno rinnovato fino al 2018 l’accordo di collaborazione finalizzato alla ricerca di frontiera. Claudio Descalzi, ad di Eni, e Giovanni Azzone, Rettore del Politecnico di Milano, hanno firmato oggi un Protocollo d’Intesa sulle tematiche strategiche di studio e di ricerca che verranno affrontate congiuntamente nei prossimi anni. E’ quanto si legge in una nota della societa’. L’accordo quadro conferma la collaborazione in essere dal 2008 e nata per supportare, secondo criteri di sostenibilita’ economica, ambientale e sociale, le innovazioni di frontiera dei processi e delle tecnologie nel settore Oil &Gas. Con la firma odierna del Protocollo di intesa, la collaborazione viene ora rafforzata e indirizzata verso ulteriori tematiche strategiche per l’innovazione di Eni a partire dallo sviluppo e implementazione di iniziative nel campo delle energie rinnovabili, del gas naturale, dell’accesso all’energia, della cattura e sequestro della CO2 e piu’ in generale delle migliori tecnologie per rispondere alle problematiche del climate change. Eni e Politecnico di Milano valuteranno inoltre progetti anche internazionali, e con particolare riguardo all’Africa, nell’ambito della formazione, universitaria e post-universitaria, identificando opportunita’ di sviluppo e aggiornamento delle competenze locali nel campo degli idrocarburi e dell’energia. La collaborazione di lungo periodo tra Politecnico di Milano e Eni rappresenta un’esperienza positiva di partenariato che, unendo i bisogni espressi dal comparto industriale e le opportunita’ offerte da quello accademico, e’ in grado di generare un circolo virtuoso e di valorizzare la ricerca scientifica come servizio al Paese e al suo sviluppo industriale. (AGI) .

(AGI) – Berlino, 22 giu. – I leader degli industriali tedeschi hanno chiesto al cancelliere, Angela Merkel, di tenere la linea dura con la Grecia al summit di emergenza dei capi di stato e di governo che si terra’ oggi. “La Grecia deve portare a termine i suoi compiti oggi”, ha sottolineato il numero uno dell’unione delle associazioni dei datori di lavoro tedeschi, Ingo Kramer. “Ai paesi non deve essere consentito di rimanere in un’unione economica e monetaria a ogni costo”, ha detto il presidente dell’associazione industriale Bdi. Per il presidente della Camera di Commercio Dihk, Eric Schweitzer, la permanenza della Grecia nella zona euro dipende da “un impegno credibile sul percorso di riforme”. (AGI) .

(AGI) – Milano, 22 giu. – Sulla Grecia “sono moderatamente ottimista, se c’e’ la volonta’ politica di salvarla l’economia greca e’ solo un terzo della Lombardia”. Lo ha affermato il presidente di Confindustria, Giorgi Squinzi, parlando a margine dell’assemblea di Federchimica, nell’imminenza delle riunioni decisive in programma oggi a Bruxelles sulla Grecia. “Oggi e’ la giornata decisiva – ha detto – qualunque sia la soluzione non penso ci siano scossoni che metteranno in pericolo l’Unione europea e l’euro. Certo ci saranno dei traballamenti ma sono moderatamente ottimista”. (AGI) .

(AGI) – Roma, 22 giu. – L’Europa deve “salvaguardare l’irreversibilita’ dell’unione monetaria”. E’ quanto scrive il presidente della Bce. Mario Draghi, descrivendo i contenuti del rapporto dei cinque presidenti (Consiglio europeo, Commissione europea, Parlamento europeo, Eurogruppo e Bce) che traccia la roadmap per un’ulteriore integrazione dell’Eurozona. “Dobbiamo affrontare le fragilita’ delle nostre economie, assicurare che la divergenza diventi convergenza”, ha sottolineato Draghi. (AGI) .

(AGI) – Atene, 22 giu. – La Banca centrale europea ha ampliato il tetto della liquidita’ di emergenza alle banche greche per la terza volta in sei giorni. Lo riferisce una fonte bancaria senza precisare l’ammontare dell’aumento. La Bce ha innalzato il tetto di 1,1 miliardi di euro a 84,1 miliardi di euro il 17 giugno e lo ha ulteriormente alzato di 1,8 miliardi di euro venerdi’ scorso. (AGI) .

(AGI) – Milano, 22 giu. – Inwit, la societa’ che gestisce le torri di Telecom Italia, ha debuttato a Piazza Affari in netto rialzo, con il primo prezzo segnato a quota 3,9 euro per azione, a fronte dei 3,65 euro fissati per il collocamento (+6,85%). “Quella di Inwit e’ una storia industriale di successo, questo e’ un momento di conclusione di un percorso ma anche un punto di arrivo, un nuovo inizio”, ha commentato, dalle sede di Borsa Italiana, l’ad della societa’, Oscar Cicchetti, subito dopo l’inizio delle contrattazioni.

(AGI) – Roma, 22 giu. – Avvio in forte rialzo per le borse europee. Sui mercati prevale l’ottimismo in vista del summit di emergenza che si svolgera’ tra poche ore nel corso del quale potrebbe essere raggiunto l’accordo sulla Grecia. Atene ha presentato infatti una proposta dell’ultimo minuto che e’ stata giudicata dalla Commissione europea “una buona base” di discussione. Il Dax 30 di Francoforte sale del 2,57% a 11.321,35 punti nei primi scambi, l’indice Ftse 100 di Londra guadagna l’1,1% a 6784,73 punti e il Cac 40 di Parigi cresce del 2,39% a 4.930,73 punti. A Milano l’Ftse Mib avanza dell’1,87% e 23.131 punti.

Borsa Tokyo: chiude in rialzo, Nikkei +1,26% La borsa di Tokyo chiude in rialzo sulla scia delle attese di una svolta positiva nei negoziati tra la Grecia e i suoi creditori. L’indice Nikkei archivia la seduta in rialzo dell’1,26% a 20.428,19 punti. Il piu’ generale indice Topix guadagna l’1,08% a 1.648,61 punti.
Titoli Stato: spread Btp/Bund apre in deciso calo a 136 punti Avvio in deciso calo per lo spread tra Btp e Bund tedeschi. Il differenziale si attesta a 136 punti contro i 154 della chiusura di venerdi’. Ad alimentare l’ottimismo sui mercati e’ l’aspettativa di una svolta nelle trattative tra la Grecia e i creditori internazionali che potrebbe portare a un accordo nel summit di oggi. Il rendimento del decennale e’ al 2,17%.

Euro: apre in rialzo a 1,1393 dollari, fiducia su Grecia L’euro apre in rialzo sulla scia dell’ottimismo alimentato dalle attese di una svolta positiva nella crisi greca. Tra poche ore si svolgera’ un summit di emergenza che potrebbe essere decisivo. La moneta unica passa di mano a 1,1393 dollari e a 139,90 yen. Dollaro/yen a 122,79.

Petrolio: prezzi in lieve rialzo sui mercati asiatici Prezzi del petrolio in lieve rialzo sui mercati asiatici. I contratti sul Wti con scadenza a luglio guadagnano cinque centesimi a 59,66 dollari al barile mentre quelli sul Brent del mare del Nord, con scadenza ad agosto, crescono di tre centesimi a 63,05 dollari al barile. (AGI)

(AGI) – Lussemburgo, 22 giu. – C’e’ a Bruxelles “la volonta’ politica di salvaguardare l’euro”: ne e’ convinto il commissario Ue agli affari economici e finanziari Pierre Moscovici, che a poche ore dall’inizio dell’Eurogruppo e del vertice di emergenza sulla Grecia ne ha parlato alla radio francese. La moneta unica, ha aggiunto, e’ infatti un “bene comune irreversibile”. Moscovici ritiene che il suo sia “l’ottimismo della volonta’”. (AGI) .

(AGI) – Bruxelles, 22 giu. – Sale la tensione in vista del vertice di questa sera a Bruxelles tra Tsipras, il presidente dell’Fmi, Lagarde, il presidente della Bce, Drgahi, il presidente dell’Eurogruppo, Dijsselbloem e il presidente della commissione europea Junker. Intento ieri sera il governo greco ha presentato nuove proposte per l’intesa che deve essere raggiunta entro domani e secondo fonti ufficiali rappresentano “una buona base” per trovare una soluzione. A dare la notizia e stato Martin Selmayr, capo di gabinetto del presidente della Commissione, Jean-Claude Juncker: “Le nuove proposte greche per Juncker (Ue), Lagarde (Fmi) e la Banca Centrale Europea (i creditori di ATene, ndr) rappresentano una buona base per fare progressi al summit di domani dell’Eurozona” ma, ha aggiunto in tedesco, “vanno prese con le pinze”.

Francia, “di qualita’” le ultime proposte di Atene

Stamattina intanto, la Bce affrontera’ in una runione alle 10.30 del mattino il tema della liquidita’ nel settore bancario greco. Sempre in mattinata mattina Alexis Tsipras e Jean-Claude Juncker s’incontreranno a Bruxelles prima che cominci il vertice straordinario dedicato alla situazione economica e finanziaria del Grecia. Ieri il premier greco e il presidente della Commissione europea hanno intessuto una serie di conversazioni telefoniche, nelle stesse ore in cui il governo di Atene faceva sapere che un pacchetto di nuove proposte per un’intesa sul debito era pronto.

Il piano di Tsipras e Varoufakis: stop ai prepensionamenti

Il governo greco ha pronto un nuovo piano di riforme da presentare domani al vertice dell’Eurogruppo, in modo da favorire un accordo sul debito con le istituzioni finanziarie. Secondo la tv privata Mega, il piano prevede uno stop ai prepensionamenti a partire dal primo gennaio 2016, un aumento della “tassa di solidarieta’” per le persone che guadagnano piu’ di 30.000 euro l’anno e per le societa’ con utili superiori ai 500.000 euro. Inoltre il governo Tsipras metterebbe sul tavolo misure fiscali permanenti pari al 2% del Pil della Grecia e altri provvedimenti amministrativi per uno 0,5%, accogliendo le richieste dei creditori che sollecitavano misure pari al 2,5% del Pil. L’Iva verrebbe lasciata mantenuta alle attuali aliquote del 6,5%, del 13% e del 23 %, ma aumenterebbero alcune imposte sugli alimenti e sugli alberghi. Atene sarebbe anche pronta a mantenere la controversa tassa sugli immobili, l’Enfia, che si era impegnata ad abolire quest’anno. xxx Grecia: Atene, “abbiamo presentato le nostre proposte per intesa” Atene ha presentato all’Unione europea le proprie proposte per una soluzione della crisi del debito che rischia di spingerla fuori dall’Eurozona. Il primo ministro greco, Alexis Tsipras, si legge in una nota del governo greco, ha messo a punto un pacchetto per un “accordo di reciproci benefici” con cui cercare di convincere la Commissione europea e il cancelliere tedesco, Angela Merkel, a raggiungere una “soluzione definitiva” che risolva lo stallo tra Atene e i creditori. Le proposte saranno discusse nel vertice straordinario europeo in agenda per domani.

Flag Counter