Newsletter
Video News
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone

(AGI) – Bergamo, 18 mag. – Prima ha rischiato di investire un anziano, poi e’ sceso dall’auto e lo ha aggredito ed e’ scappato. E’ ricercato il conducente di una Ferrari grigia protagonista dell’episodio avvenuto ieri sera a Villa di Serio, in provincia di Bergamo. L’automobilista, un trentenne italiano, mentre sfrecciava per le vie del paese ha sfiorato un pensionato di 75 anni che camminava ai bordi della strada. Viste nello specchietto le proteste dell’anziano, il giovane ha fermato la Ferrari su cui si trovava con un amico ed e’ sceso. Ne e’ nata una discussione con l’anziano, che e’ stato anche picchiato. Il giovane si e’ quindi rimesso al volante della potente autovettura e si e’ dato alla fuga. Il pensionato e’ stato soccorso dalla Croce Rossa, le sue condizioni non sono grave. (AGI) .

(AGI) – Palermo, 18 mag. – Palermo ancora sgomenta per la morte della 29enne Tania Valguarnera, travolta e uccisa ieri, nella centralissima via Liberta’, mentre si stava recando a la lavoro, nel call center del gruppo Almaviva. Per il conducente del furgone, Pietro Sclafani, 50 anni, fuggito dopo l’impatto e subito dopo arrestato per omicidio colposo e omissione di soccorso, senza patente e risultato positivo al narcotest, si prospetta la linea dura della procura che punta sul processo per direttissima e su una “pena esemplare”. E oggi e’ il giorno della rabbia e della protesta, oltre che del dolore, per i colleghi di Tania, operatrice di call center per necessita’, con in tasca un titolo dell’Accademia di belle arti e nel cuore e nelle mani la passione da scultrice: stamane vicino al luogo della tragedia, sit-in per denunciare il pericolo che rappresenta quell’incrocio, dove piu’ volte e’ stato sfiorato il dramma. Un grande lenzuolo e la scritta rossa “Per Tania” celebra il suo ricordo nel silenzio e nella commozione, fra i fiori che qualcuno ha sistemato dove e’ stata uccisa. “Siamo sconvolti”, “Poteva succedere a ognuno di noi”, ripetono i ragazzi che ieri dalle finestre del call center hanno assistito alle fasi immediatamente successive all’impatto e intuito presto la gravita’ di quanto accaduto. Tra i tavoli di lavoro, dove i terminali continuano a suonare e non e’ concesso ignorarli, circola una petizione per chiedere che venga installato un semaforo all’angolo tra via Liberta’ e via Filippo Cordova “considerati l’elevata velocita’ di percorrenza e i tragici recenti avvenimenti”. E presto i suoi colleghi e amici organizzeranno una mostra con le opere di Tania: “Non ti dimenticheremo”. (AGI) .

(AGI) – Bergamo, 18 mag. – Sei chili e mezzo di cocaina per un valore di 300 mila euro e’ stato sequestrato dalla polizia stradale di Seriate appostate in autostrada. Due pattuglie si trovavano all’altezza di Castelli Calepio quando hanno visto sfrecciare una Skoda Fabia e una Fiat Punto che viaggiavano a breve distanza una dall’altra in direzione di Milano. Gli agenti si sono messi all’inseguimento fermando subito la Fabia condotta da una donna, mentre la Punto guidata da un uomo si e’ data alla fuga, uscendo al casello, ma e’ stata bloccata dopo un inseguimento terminato a Villongo. A condurre le vetture erano un albanese pregiudicato di 25 anni residente a Piacenza e la sua compagna, una moldava di 27 anni abitante a Milano. Nella scocca laterale posteriore sinistra della Punto gli agenti hanno trovato quattro confezioni di cellophane contenenti 4 chili e mezzo di cocaina, e nel vano dell’airbag della Fabia altre tre confezioni per 2 chili. I due sono stati arrestati con l’accusa di detenzione di droga ai fini di spaccio. (AGI) .

(AGI) – Frosinone, 18 mag. – Un bimbo di soli sei mesi lotta tra la vita e la morte nel reparto di rianimazione dell’ospedale Bambin Gesu’ du Roma, dopo essere caduto da un’altezza di due metri. Il neonato, stretto tra le braccia del padre, e’ precipitato dopo che una pensilina in plexiglass, sulla quale il padre stava ballando e festeggiando per la promozione del Frosinone Calcio in sere A, ha ceduto. L’uomo con il bambino tra le braccia ed altre persone e’ precipitato nel vuoto ma ad avere la peggio e’ stato proprio il figlioletto. Disperata la corsa dapprima verso l’ospedale ‘Fabrizio Spaziani’ del capoluogo ciociario e poi il trasferimento d’urgenza presso l’attrezzato nosocomio capitolino. Una tragedia che ha quindi funestato la gioia dei frusinati che per la prima volta nella storia vedono la loro squadra nella massima categoria. .

(AGI) – CdV, 17 mag. – Un lungo abbraccio tra Papa Francesco e il presidente palestinese Abu Mazen e saluti altrettanto cordiali con le delegazioni israeliana, giordana, francese e italiana e poi l’auspicio che “i cristiani di queste terre guardino con speranza al futuro”. Si e’ conclusa cosi’ la celebrazione in piazza San Pietro per la canonizzazione di quattro suore: due palestinesi, una francese e l’italiana, madre Maria Cristina Brando. “Desidero salutare tutti voi che siete venuti a rendere omaggio alle nuove Sante, in modo particolare le Delegazioni ufficiali di Palestina, Francia, Italia, Israele e Giordania”, ha detto Francesco al termine del rito, prima della preghiera del Regina Caeli. “Saluto con affetto – ha continuato – i cardinali, i vescovi, i sacerdoti, come pure le figlie spirituali delle quattro Sante. Per loro intercessione, il Signore conceda un nuovo impulso missionario ai rispettivi Paesi di origine. Ispirandosi al loro esempio di misericordia, di carita’ e di riconciliazione, i cristiani di queste terre – ha scandito infine – guardino con speranza al futuro, proseguendo nel cammino della solidarieta’ e della convivenza fraterna”.

Papa Francesco ha proclamato sante, in piazza San Pietro, 4 suore, delle quali solo una e’ italiana: la religiosa napoletana madre Maria Cristina Brando, (1856-1906), fondatrice delle Suore Vittime Espiatrici di Gesu’ Sacramentato, un istituto molto radicato sul territorio della Campania ma presente anche in altre regioni e in diversi paesi. Delle altre tre una e’ francese, Giovanna Emilia De Villeneuve (1811-1854), religiosa, fondatrice della Congregazione delle Suore dell’Immacolata Concezione di Castres, e le altre due sono palestinesi, Maria Cristina Maria Alfonsina Danil Ghattas (1843-1927), religiosa, Fondatrice della Congregazione delle Suore del Rosario di Gerusalemme; Maria di Gesu’ Crocifisso (al secolo: Maria Baouardy), (1846-1878), monaca Professa dell’Ordine dei Carmelitani Scalzi: si tratta delle prime sante palestinesi dell’epoca moderna e il piazza San Pietro sono presenti oltre 2000 fedeli giunti dalla Terra Santa, con il patriarca di Gerusalemme Twal e il presidente palestinese Abu Mazen.

E’ rappresentato per l’occasione anche il governo israeliano. Ma la stragrande maggioranza dei partecipanti al rito sono di Napoli e delle altre diocesi campane, accompagnati dal cardinale Crescenzio Sepe. Il governo italiano e’ rappresentato dal sottosegretario alla presidenza del Cosiglio, Claudio De Vincenti. (AGI)

(AGI) – Roma, 17 mag. – Piccolo incidente per Novak Djokovic sul Centrale di Roma. Il tennista serbo, dopo la vittoria degli Internazionali d’Italia, si e’ ferito sul naso aprendo una bottiglia di champagne per festeggiare la vittoria. Il campione, numero uno del mondo, ha posizionato male la bottiglia e il tappo gli e’ saltato in faccia ferendolo sul naso. Un vero colpo di fortuna, comunque, per Djokovic perche’ l’incidente poteva essere ben piu’ grave: il tappo ha colpito a pochi centimetri da suo occhio sinistro.

(AGI) – Bergamo, 17 mag. – Il cugino del papa si e’ sposato. Con rito civile. Maurizio Bracchino, 54 anni, medico oculista dell’ospedale di Treviglio, vive a Mozzanica ma e’ di origini piemontesi, ed e’ parente di Papa Francesco perche’ i rispettivi nonni erano fratelli. Consanguineita’ lontana ma rapporto stretto da sempre, anche perche’ la mamma del medico e il padre del pontefice hanno trascorso l’infanzia insieme. Ed e’ Joerge Bergoglio, secondo quanto si apprende, che circa ogni due settimane telefona alla donna ma anche al medico per fare quattro chiacchiere, presentandosi sempre con la frase: “Ciao, sono Giorgio”. “Ogni volta faccio un salto, mi tremano le gambe e l’agitazione e’ tantissima”, ha confidato il medico, che lo scorso anno e’ andato a Roma a presentare all’illustre parente la fidanzata. E che si e’ si sposato ieri con rito civile al municipio di Treviglio, ma solo perche’ sia lui che la sua nuova moglie sono divorziati e non potevano fare altro.(AGI)

(AGI) – Roma, 17 mag. – La scorsa notte, i carabinieri del nucleo radiomobile di Roma hanno arrestato un romano di 49 anni, nullafacente e con precedenti che, al culmine di una lite con la madre, aveva minacciato di far esplodere una bombola di gas all’interno di uno stabile occupato in via Erminio Spalla. All’interno dell’appartamento, si legge in una nota del comando provinciale dei Carabinieri di Roma, dove viveva con la mamma, l’uomo ha aperto la valvola di sicurezza di una bombola del gas, prelevata dalla cucina, e brandendo un coltello di grosse dimensioni, ha minacciato di farla esplodere. Le urla della donna hanno attirato l’attenzione delle altre persone che vivono nello stabile che hanno contattato immediatamente i Carabinieri al pronto intervento 112, riferendo della lite animata in atto. Giunti in breve tempo i militari hanno raggiunto l’abitazione e sono riusciti, dopo una breve colluttazione, a disarmare e ad ammanettare il 49enne che ha opposto anche resistenza. L’uomo e’ stato poi trasportato all’Ospedale S. Eugenio e ricoverato presso il reparto di psichiatria, dove e’ piantonato dai militari, a disposizione dell’Autorita’ Giudiziaria mentre, il coltello e la bombola del gas sono stati sequestrati. (AGI)

(AGI) – Roma, 17 mag. – Un imprenditore di Castel Gandolfo, ai Castelli Romani, e’ stato sequestrato ieri pomeriggio nel suo ristorante sul lago di Albano dall’usuraio che nel 2008 gli aveva prestato 40.000 euro e che nel corso degli anni gli aveva gia’ estorto 90.000 euro. Il malvivente e’ stato arrestato dai carabinieri poco prima della mezzanotte in un’area di servizio sulla via Appia dove aveva dato appuntamento ai parenti della vittima per la consegna del riscato. Il fermato, ora recluso nel carcere di Velletri, e’ un pregiudicato di 38 anni di Nettuno. E’ accusato di sequestro di persona a scopo di estorsione, usura, detenzione, porto abusivo e ricettazione di arma da fuoco. In tasca, oltre alla pistola, aveva anche 3.000 euro in contanti: i soldi che gli erano stati appena consegnati dai familiari del ristoratore sequestrato. (AGI)

(AGI) – Pesaro, 17 mag. – “Finora non ci risultano tracce di presenze di terroristi sui barconi”. E’ quanto ha detto il ministro dell’interno, Angelino Alfano, parlando a margine di un incontro elettorale a Pesaro e smentendo le dichiarazioni di fonte libica. Il responsabile del Viminale ha sottolineato che su questo tema “hanno diverse procure, senza mai trovare finora dei riscontri: speriamo che abbiano ragione, visto che hanno fatto tutte le valutazioni per dirlo”. Nonostante la mancanza di tracce, pero’, non cambia l’attenzione su quanto succede sul fronte delle ondate migratorie: “Siamo ugualmente attenti – ha spiegato Alfano – nella consapevolezza che non c’e’ un Paese a rischio zero e che dobbiamo mantenere sempre un’allerta sempre alta”. (AGI)

Flag Counter
Video Games