Newsletter
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone

(AGI) – Milano, 8 lug. – Arrestato dalla squadra mobile di Varese il responsabile delle principali strutture di accoglienza per cani e gatti della provincia, accusato atti sessuali con minorenni, corruzione e pornografia minorile. Stando a una nota diffusa dalla Questura di Varese, l’arresto e’ avvenuto nel pomeriggio di lunedi’. Conquistata la fiducia dei genitori, l’uomo, 50 anni, nel corso della sua attivita’ di volontariato, imponeva agli adolescenti “atti sessuali di vario tipo anche con l’utilizzo di materiale pedo-pornografico, che consapevolmente si procurava, deteneva e mostrava loro”. Gli agenti hanno accertato che l’uomo attirava a se’ i giovani con atteggiamenti dapprima solo affettuosi, passava poi a regalie piuttosto costose (capi di abbigliamento firmati, moto, computer, cellulari, promesse di lavoro) per arrivare a pretendere prestazioni sessuali. Tra gli ‘obiettivi’ del pedofilo c’erano soprattutto ragazzini in difficolta’ economiche che piu’ facilmente capitolavano alle sue richieste. L’uomo, che gode di ottima considerazione tra le famiglie dei volontari del canile di Varese nonche’ tra le onlus cittadine che sovente organizzano eventi benefici pro-canile, e’ stato arrestato a Malpensa al ritorno di un soggiorno turistico in Tunisia dove ha trascorso due settimane insieme a una delle sue presunte vittime e alla madre di quest’ultima. (AGI) .

(AGI) – Roma, 8 lug. – Confermata la custodia cautelare in carcere per Michele Buoninconti, accusato di aver ucciso la moglie, Elena Ceste, e di averne occultato il cadavere. Lo ha deciso la prima sezione penale della Cassazione, che ha rigettato il ricorso dell’uomo che resta dunque detenuto nel carcere di Asti. Buoninconti aveva impugnato l’ordinanza con cui il Tribunale del Riesame di Torino, il 16 febbraio scorso, aveva confermato il carcere disposto dal gip di Asti il 27 gennaio: per lui si e’ aperto il primo luglio scorso il processo, davanti ai giudici di Asti, per omicidio volontario aggravato ed occultamento di cadavere. Elena Ceste, casalinga, scomparve dalla casa in cui viveva con il marito e quattro figli, il 24 gennaio 2014. Venne ritrovata morta il 18 ottobre successivo, sulla riva di un canale non lontano dalla sua abitazione. (AGI) .

(AGI) – Roma, 8 lug. – Un uomo ha perso la vita ed altri tre sono rimasti feriti nel corso di un incidente avvenuto la scorsa notte sulla via Cristoforo Colombo, all’altezza di via di Mezzocammino, alle porte della capitale. Un camion per la raccolta di rifiuti dell’Ama, per cause ancora da accertare, si e’ ribaltato invadendo la corsia opposta. La vittima, un uomo di 60 anni, si trovava alla guida di una Peugeot in direzione Roma. Coinvolte anche altre due autovetture. Vigili del fuoco e polizia municipale hanno lavorato tutta la notte per liberare le carreggiate interessate dall’incidente. .

(AGI) – Lamezia Terme (Catanzaro), 8 lug. – Sequestro di beni per oltre 5 milioni nei confronti di 19 persone e 6 societa’, a Lamezia e Cosenza, eseguito dalla Guardia di Finanza di Lamezia Terme (Cz). I destinatari del provvedimento, secondo l’accusa, si sono resi responsabili, a vario titolo, di associazione per delinquere, falso e truffa aggravata ai danni dell’Unione Europea e dello stato, per avere ottenuto, attraverso artifizi documentali, indebiti finanziamenti pubblici finalizzati ad incrementare l’occupazione di lavoratori appartenenti a categorie svantaggiate o disabili. Lo scopo dell’associazione era quello di ottenere indebiti contributi pubblici a diverse imprese, principalmente attraverso la produzione e l’utilizzo di falsa documentazione . Sono, inoltre, emersi collegamenti con l’estero, in quanto e’ stato accertato che il legale rappresentante di una societa’ assicuratrice fittizia maltese ha prodotto e fornito piu’ volte all’organizzazione false polizze fideiussorie a garanzia dell’erogazione dei contributi pubblici. .

(AGI) – Palermo, 8 lug. – La scure della Direzione investigativa antimafia di Palermo questa volta si e’ abbattuta sull’impero dei Virga, fatto di calcestruzzo e appalti. Beni immobili e mobili, rapporti bancari, e imprese per oltre un miliardo e 600 milioni di euro, riconducibili ai fratelli Carmelo, Vincenzo, Anna e Francesco Virga, imprenditori originari della provincia di Palermo. Il sequestro, rappresenta, per valore complessivo, uno dei piu’ ingenti mai operati. Il provvedimento, che trae origine da una proposta del direttore della Dia, Nunzio Antonio Ferla, ed emesso dal presidente della Sezione Misure di prevenzione del Tribunale di Palermo Silvana Saguto, trae origine dalle complesse indagini economico-patrimoniali, effettuate dagli investigatori antimafia d’intesa con il procuratore aggiunto Bernardo Petralia, evidenziando come i Virga abbiano beneficiato del determinante appoggio di Cosa nostra per l’aggiudicazione di lavori e di appalti pubblici nel settore dell’edilizia. Infatti, gli stessi, appartenenti alla famiglia mafiosa di Marineo, legata al mandamento di Corleone, sono riusciti, nel tempo, a sviluppare e a imporre il loro “gruppo imprenditoriale” anche attraverso il cosiddetto “metodo Siino”, consistente nell’organizzazione di “cartelli” tra imprenditori, per l’aggiudicazione pilotata degli appalti pubblici. .

(AGI) – Roma, 8 lug. – Un uomo ha perso la vita ed altri tre sono rimasti feriti nel corso di un incidente avvenuto la scorsa notte sulla via Cristoforo Colombo, all’altezza di via di Mezzocammino, alle porte della capitale. Un camion per la raccolta di rifiuti dell’Ama, per cause ancora da accertare, si � ribaltato invadendo la corsia opposta. La vittima, un uomo di 60 anni, si trovava alla guida di una peugeot in direzione Roma. Coinvolte anche altre due autovetture. Vigili del fuoco e polizia municipale hanno lavorato tutta la notte per liberare le carreggiate interessate dall’incidente. .

(AGI) – Quito, 8 lug. – Papa Francesco ha espresso la sua peroccupazione per i giovani senza studio ne’ lavoro “vittime della disperazione, che finiscono per arruolarsi in progetti di follia sociale”. Lo ha fatto a conclusione di un impegnativo doscorso rivolto ieri sera ai rappresentanti della societa’ civile dell’Ecuador riuniti a Quito nella chiesa di San Francesco, una selle piu’ antiche della citta’ parlando dei giovani disoccupati preda della disperazione e per la prima vota citando tra questi anche i “foreign fighters”. Bergoglio ha accennato alla necessita’ di maggiore attenzione alla cosiddetta generazione “ned” anche nel suo intervanto del pomeriggio all’Universita’ Cattolica di Quito. “Le nostre scuole – ha detto parlando a migliaia di studenti ed a numerosi docenti – sono un vivaio, una possibilita’, terra fertile che dobbiamo curare, stimolare e proteggere”. “Mi chiedo insieme con voi educatori: vegliate sui vostri studenti aiutandoli a sviluppare uno spirito critico, uno spirito libero, in grado di prendersi cura del mondo d’oggi?”, ha poi domandato Bergoglio ai professori di diversi atenei che hanno partecipato all’incontro. Avete, ha chiesto loro, “uno spirito che sia in grado di trovare nuove risposte alle molte sfide che la societa’ ci presenta? Siete in grado di incoraggiarli a non ignorare la realta’ che li circonda? Come entra nei diversi programmi universitari o nelle diverse aree di lavoro educativo la vita intorno a noi con le sue domande, i suoi interrogativi, le sue questioni? Come generiamo e accompagniamo il dibattito costruttivo, che nasce dal dialogo in vista di un mondo piu’ umano?”. .

(AGI) – Palermo, 8 lug. – Sequestro miliardario della Direzione investigativa antimafia di Palermo nei confronti di noti imprenditori, originari della provincia di Palermo, legati al mandamento di Corleone. Il provvedimento, emesso dalla sezione Misure di prevenzione del Tribunale di Palermo scaturisce da una proposta d’iniziativa del direttore della Dia e riguarda beni per un ammontare di oltre un miliardo e 600 milioni di euro. .

(AGI) – Napoli, 7 lug. – Tre fermati per omicidio e tentato omicidio a Napoli. I carabinieri hanno chiuso le indagini per quanto accaduto questa mattina nel mercato ortofrutticolo di Volla, dove un 23enne e’ stato ucciso e un 33enne ferito in una lite scaturita per futili motivi. Dopo un lungo interrogatorio del pm della Procura di Nola, decreto di fermo per Salvatore Aveta, 47 anni, il figlio di questi diciottenne Ciro e Michele Maio, 23 anni. I reati contestati sono quello dell’omicidio Giovanni Galluccio e del tentato di omicidio di Giuseppe Sarracino. La lite che e’ all’origine della tragedia e’ scoppiata ieri tra Salvatore Aveta e Galluccio, dipendente di una ditta del mercato ortofrutticolo. Ed oggi Salvatore Aveta, insieme agli altri due, e’ tornato armato per una ‘spedizione punitiva’. Elementi per l’accertamento delle responsabilita’ sono arrivati, oltre che dalle dichiarazioni dei testimoni, anche dalle immagini dei sistemi di videosorveglianza. I tre sono stati rintracciati e portati in caserma nel primo pomeriggio e poi fermati. Ancora in corso una accurata ricostruzione dei fatti. .

(AGI) – Roma, 7 lug. – “Entro la fine di questa settimana, il Prefetto di Roma formulera’ al Ministro dell’Interno la proposta concernente le misure da adottarsi nei confronti dell’Amministrazione Capitolina”. E’ quanto afferma una nota della prefettura al termine della riunione del Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica, presieduto dal Prefetto di Roma Franco Gabrielli, nella composizione integrata con la partecipazione del Procuratore della Repubblica di Roma, Giuseppe Pignatone. Il comitato e’ stato convocato per esprimere il prescritto parere sulle misure da proporre nei riguardi di Roma Capitale. Nel corso della seduta, il Prefetto di Roma ha illustrato le conclusioni espresse dalla Commissione di accesso nella relazione depositata il 15 giugno scorso ed ha svolto le proprie considerazioni. Al termine di questa settimana dunque, la proposta sul Comune di Roma sara’ resa nota al Ministro Alfano. .

Flag Counter