Newsletter
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone

(AGI) – Roma, 13 giu. – E’ partito da piazza della Repubblica il corteo del Roma Pride che sfila per le vie della Capitale fino a piazza Venezia. Apre la sfilata lo striscione rosa “Liberiamoci” del circolo Mario Mieli, subito seguito dallo striscione di Roma Capitale dietro il quale e’ presente il sindaco di Roma, Ignazio Marino e gran parte della sua giunta. Il sindaco indossa la fascia tricolare su una camicia bianca e una spilletta con il cuore con su disegnato il segno dell’uguaglianza.

Guarda la galleria fotografica

Carri, bandiere e palloncini arcobaleno, drag queen, musica dance anni ’70. Sono gia’ migliaia in piazza della Repubblica, a Roma, per il Roma Pride che si percorrera’ le strade della capitale fino a piazza Venezia. “Liberiamoci” e’ lo striscione che campeggia sul bus rosso inglese a due piani che aprira’ il corteo, al quale sono attese oltre 200 mila persone, assicurano gli organizzatori.

 

“In questa edizione abbiamo venti carri e, rispetto agli scorsi anni, la piazza gia’ trabocca”, spiega il portavoce del Roma Pride, Andrea Maccarone, presidente del circolo Mario Mieli, dicendosi “molto felice di poter ospitare la rappresentanza dell’ambasciata britannica e la comunita’ irlandese in Italia, che ha voluto essere qui con noi dopo aver votato il referendum”. In testa al corteo ci sara’ anche lo striscione del Comune di Roma, con una rappresentanza istituzionale cui dovrebbe unirsi il sindaco della capitale, Ignazio Marino. “Chiediamo una legge sui matrimoni, sulle adozioni, sull’identita di genere”, aggiunge Maccarrone, ed “e’ importante la presenza del sindaco che l’anno scorso si e’ impegnato a istituire il registro delle unioni civili e lo ha fatto: dunque il comune manifesta a pieno titolo, anche perche’ questa e’ una festa della citta’, un patrimonio comune”. La giornalista Federica Sciarelli e’ testimonial dell’evento cui sono gia’ presenti, tra gli altri, l’ex parlamentare Vladimir Luxuria e il capogruppo di Sel in Campidoglio, Gianluca Peciola. Da una parte “il verso giusto” che indica tutti i paesi che hanno legalizzato le unioni omosessuali, come Irlanda, Paesi Bassi e Brasile. Dall’altra “il verso sbagliato”, dove sono citate quelle nazioni considerate omofobe come Russia, Egitto, Cina e Iran. In mezzo, il presidente del Consiglio, Matteo Renzi, immortalato nell’atto di tendere l’orecchio in ascolto. A lui il circolo Mario Mieli ha voluto dedicare il carro che sfilera’ oggi al Roma Pride, “per invitare il Governo italiano a prendere finalmente una posizione chiara sui diritti della comunita’ Lgbt e a promuovere le leggi necessarie per una loro effettiva tutela”. .

(AGI) – Roma, 13 giu. – Circa 500 persone tra adulti e minori con disabilita’ saranno ospiti della Tenuta di Castelporziano durante il periodo estivo. Per iniziativa del Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, prende cosi’ avvio un progetto di concreto e gratuito sostegno alle persone disabili ed alle loro famiglie. Lo rende noto un comunicato del Quirinale. Per la realizzazione del progetto e’ stato sottoscritto dal Segretario Generale della Presidenza della Repubblica, Ugo Zampetti, dall’Assessore alle politiche sociali del Comune di Roma, Francesca Danese, e dal Segretario Generale della Regione Lazio, Andrea Tardiola, un apposito protocollo di intesa che consentira’ un pieno coinvolgimento delle strutture e delle associazioni operanti nel settore, in ambito comunale e nei territori limitrofi. I gruppi, selezionati dal Comune di Roma e dalla Regione Lazio e composti ciascuno da circa trenta persone, saranno ospiti della Tenuta dal lunedi’ al venerdi’, per l’intera giornata, nel periodo 15 giugno-30 agosto 2015. Per i partecipanti all’iniziativa sono stati predisposti locali per l’accoglienza all’interno della Tenuta e sono state messe a disposizione strutture balneari sulla spiaggia di Castelporziano. Sono inoltre previste visite naturalistiche nel parco. Alla realizzazione del progetto si fara’ fronte con le risorse del Segretariato generale della Presidenza della Repubblica gia’ disponibili per iniziative di coesione sociale. (AGI) .

(AGI) – Salerno, 13 giu. – Un ragazzo di 11 anni e’ morto nel pomeriggio dopo essere annegato nel fiume Calore, nel Salernitano. Stanto a una prima ricostruzione dell’accaduto, l’11enne, di nazionalita’ romena, si trovava lungo le sponde del fiume in localita’ Piano della Macchia, a Castel San Lorenzo, quando e’ caduto in acqua annegando. Sul posto carabinieri e personale medico del 118 che hanno recuperato il cadavere. Non si esclude che il ragazzo sia caduto in acqua a causa di un malore e non sia riuscito a ritornare a riva. Il ragazzino viveva in zona e al momento della tragedia era con amici con i quali giocava lungo il corso del fiume Calore. Sono in corso indagini. .

(AGI) – Milano, 13 giu. – E’ ancora emergenza profughi alla Stazione Centrale di Milano. Nella notte di ieri le Forze dell’ordine hanno sgomberato molti immigrati che dormivano nei mezzanini dello scalo ferroviario principale del capoluogo lombardo chiudendoli poi con delle transenne per evitare nuovi bivacchi. In servizio, 9 pattuglie della Polizia Ferroviaria, di cui 3 anche con personale dell’Esercito. Molti comunque, in gran parte siriani, somali ed eritrei, sono rimasti nella zona intorno alla stazione e nell’atrio dove vengono ancora assistiti da volontari e associazioni che distribuiscono snack e acqua. Questa mattina in ‘Centrale’ anche una visita e una riunione del Comitato provinciale per l’Ordine e la Sicurezza di Milano con il Prefetto Francesco Paolo Tronca, il sindaco Giuliano Pisapia, gli assessori Pierfrancesco Majorino (servizi sociali), Marco Granelli (sicurezza) e il questore Luigi Savina. Smentita la notizia di una tendopoli che si voleva costruire davanti alla stazione, diffusa dal governatore Roberto Maroni. Con una nota, lo stesso Prefetto, chiamato in causa, replica al presidente lombardo: “In relazione alla notizia in cui viene riportata la dichiarazione del presidente della Regione Lombardia che avrebbe riferito di aver bloccato il Prefetto di Milano nell’allestimento di una tendopoli alla Stazione Centrale di Milano – scrive in una nota – il Prefetto smentisce di aver mai ipotizzato una simile soluzione. Il Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica e’ stato convocato autonomamente, come di consueto, per affrontare i problemi e le criticita’ di Milano e della provincia”. Completi i centri di assistenza che ospitano principalmente donne e bambini, da giovedi’ 300 posti dovrebbero essere ricavati al Cie di via Corelli dove attualmente ci sono circa 200 immigrati. Altri posti, ha spiegato Majorino, dovrebbero essere recuperati sempre in ‘Centrale’ in due spazi commerciali ora vuoti ma per questo si attende il via libera delle Ferrovie dello Stato. Individuati infine altri casi di scabbia. “Al presidio sanitario presso la Stazione questa mattina sono state effettuate 26 visite – scrive su facebook Mario Mantovani, vicepresidente ed assessore alla Salute della Regione Lombardia – Sono stati registrati numerosi casi di scabbia. E’ iniziata anche l’attivita’ del medico pediatra per i minori presenti. Dal primo pomeriggio sono molti gli immigrati in attesa del loro turno di visita”. (AGI) .

(AGI) – Roma, 13 giu. – “Mi sento bene per essere ritornata da poco sulla Terra. Sto reimparando a camminare, chiaramente e’ ancora difficile perche’ ho qualche problema di equilibrio. Da posizione sdraiata vado in posizione seduta senza troppi giramenti di testa”. Sono le prime parole ufficiali di Samantha Cristoforetti che attualmente si trova presso il Centro spaziale di Houston dove svolgera’ il previsto periodo di riabilitazione e di riabitudine alla presenza di gravita’. La prima astronauta italiana della storia e’ rientrata sul pianeta Terra due giorni fa dopo una missione di 200 giorni trascorsi sulla Stazione Spaziale Internazionale. “La cosa piu’ importante e’ recuperare il senso dell’equilibrio e poi naturalmente il senso del peso. Mi sembra di pesare 200 tonnellate, che e’ gia’ un miglioramento di quando sono arrivata perche’ mi sembrava di pesarne 500 – ha raccontato AstroSamantha, 38 anni capitano dell’Aeronautica militare oltre che essere astronauta di Asi ed Esa – L’approccio con la Terra e’ stato bellissimo. Noi apriamo una valvola verso l’atmosfera esterna gia’ in altitudine ed abbiamo avuto la sensazione di aria vera che entrava nella Soyuz. Gia’ prima che aprissero il portello abbiamo sentito una ventata di profumo di erba. E’ un Kazakistan magnifico, molto speciale anche perche’ recentemente ha piovuto tanto. Sentivamo il profumo di aria fresca”. (AGI) .

(AGI) – Napoli, 13 giu. – E’ stato identificato il cadavere rinvenuto carbonizzato lo scorso 8 giugno a Napoli nel quartiere di San Pietro a Patierno. I carabinieri della Sezione Investigazioni Scientifiche, durante esame autoptico sono riusciti ad estrarre una impronta digitale leggibile, che corrisponde a quella di un algerino 38enne con due alias, Abdel Madjid Chafai e Mohamed Bouldjaje. L’uomo aveva dei precedenti per rissa, lesioni, contrabbando. I militari dell’Arma non escludono nessuna pista, anche perche’ le modalita’ dell’omicidio (legato e quindi raggiunto da colpi d’arma da fuoco, di cui una alla testa, e poi il corpo dato alle fiamme) ricalcano quelle di una esecuzione di camorra. .

(AGI) – Roma, 13 giu. – Carri, bandiere e palloncini arcobaleno, drag queen, musica dance anni ’70. Sono gia’ migliaia in piazza della Repubblica, a Roma, per il Roma Pride che si percorrera’ le strade della capitale fino a piazza Venezia. “Liberiamoci” e’ lo striscione che campeggia sul bus rosso inglese a due piani che aprira’ il corteo, al quale sono attese oltre 200 mila persone, assicurano gli organizzatori.

 

“In questa edizione abbiamo venti carri e, rispetto agli scorsi anni, la piazza gia’ trabocca”, spiega il portavoce del Roma Pride, Andrea Maccarone, presidente del circolo Mario Mieli, dicendosi “molto felice di poter ospitare la rappresentanza dell’ambasciata britannica e la comunita’ irlandese in Italia, che ha voluto essere qui con noi dopo aver votato il referendum”. In testa al corteo ci sara’ anche lo striscione del Comune di Roma, con una rappresentanza istituzionale cui dovrebbe unirsi il sindaco della capitale, Ignazio Marino. “Chiediamo una legge sui matrimoni, sulle adozioni, sull’identita di genere”, aggiunge Maccarrone, ed “e’ importante la presenza del sindaco che l’anno scorso si e’ impegnato a istituire il registro delle unioni civili e lo ha fatto: dunque il comune manifesta a pieno titolo, anche perche’ questa e’ una festa della citta’, un patrimonio comune”. La giornalista Federica Sciarelli e’ testimonial dell’evento cui sono gia’ presenti, tra gli altri, l’ex parlamentare Vladimir Luxuria e il capogruppo di Sel in Campidoglio, Gianluca Peciola. Da una parte “il verso giusto” che indica tutti i paesi che hanno legalizzato le unioni omosessuali, come Irlanda, Paesi Bassi e Brasile. Dall’altra “il verso sbagliato”, dove sono citate quelle nazioni considerate omofobe come Russia, Egitto, Cina e Iran. In mezzo, il presidente del Consiglio, Matteo Renzi, immortalato nell’atto di tendere l’orecchio in ascolto. A lui il circolo Mario Mieli ha voluto dedicare il carro che sfilera’ oggi al Roma Pride, “per invitare il Governo italiano a prendere finalmente una posizione chiara sui diritti della comunita’ Lgbt e a promuovere le leggi necessarie per una loro effettiva tutela”. .

(AGI) – Roma, 13 giu. – Un incendio e’ divampato in mattinata in una palazzina di via Capraia, nel quartiere Montesacro di Roma. Due le persone soccorso per intossicazione dal 118. Le fiamme sono partite da un appartamento al terzo piano della palazzina provocando un fumo denso. Vigili del fuoco hanno spento l’incendio e dichiarato inagibile l’abitazione distrutta dalle fiamme. .

(AGI) – CdV, 13 giu. – “Come scout siete chiamati a fare ponti in questa societa’ dove c’e’ l’abitudine di fare i muri”. Lo ha ricordato Papa Francesco ai 100 mila ragazzi dell’Agesci che gremivano oggi piazza San Pietro. “Voi fate i ponti, per favore!”, ha chiesto il Papa. “Associazioni come la vostra – ha spiegato – sono una ricchezza della Chiesa che lo Spirito Santo suscita per evangelizzare tutti gli ambienti e settori”. “Sono certo – ha assicurato – che l’Agesci puo’ apportare nella Chiesa un nuovo fervore evangelizzatore e una nuova capacita’ di dialogo con la societa’”. Anche i ragazzi dell’Agesci hanno avanzato una richiesta a Papa Francesco: “Vogliamo una chiesa pulita e pura e capace di sanare le ferite”. Erano infatti molti di piu’ dei 75 mila che erano stati annunciati e dalle prime luci del giorno hanno invaso piazza San Pietro. I primi ad arrivare, durante la notte, si sono sistemati dietro al colonnato, in attesa dell’apertura dei varchi. Erano le due quando hanno fatto capolino le insegne dei ragazzi di Avellino, mezz’ora dopo sono apparsi i loro coetanei di Nardo’, in Puglia. Lungo via Gregorio VII alle 5 c’era una fila interminabile di ragazzi che scendevano verso il Vaticano. .

(AGI) – CdV, 13 ott. – Dalle prime ore di questa mattina piazza San Pietro e piazza Pio XII sono gremite dagli scout dell’Agesci, in occasione dell’incontro con Papa Francesco, previsto per le 11,30. E su via della Conciliazione sono stati posizionati tre maxischermi, perche’ il flusso dei ragazzi e’ continuo. Un’ora prima dell’arrivo di Bergoglio, sono almeno 100 mila. Nel tripudio di gioia a entusiasmo degli scout, Papa Francesco ha poi compiuto un lungo giro in jeep scoperta tra i settori gremiti. Poiche’ la folla occupa anche la prima parte di via della Conciliazione, il veicolo e’ arrivato fino a via del Santo Speolcro, e giunto all’altezza della Scuola Pontificia Pio IX ha compiuto l’inversione di marcia.

Papa: “Agesci parte importante Chiesa, pero’ non vantatevi”

“Non vantatevi, mi raccomando, ma voi siete una parte preziosa della Chiesa in Italia”. Con queste parole Papa Francesco si e’ rivolto ai 100 mil ascout dell’Agesci, presenti oggi in piazza San Pietro. “Forse i piu’ piccoli tra voi – ha detto il Papa ai ragazzi presenti – non se ne rendono bene conto, ma i piu’ grandi spero di si’!”.

 

Guarda la galleria fotografica

 

Lo scoutismo, ha sottolineato, offre “un contributo importante alle famiglie per la loro missione educativa verso i fanciulli, i ragazzi e i giovani”. Il Papa ha ricordato come i genitori che affidano i loro figli all’Agesci, “perche’ sono convinti della bonta’ e saggezza del metodo scout, basato sui grandi valori umani, sul contatto con la natura, sulla religiosita’ e la fede in Dio; un metodo che educa alla liberta’ nella responsabilita’”. “Questa fiducia delle famiglie – ha scandito – non va delusa! E anche quella della Chiesa: vi auguro di sentirvi sempre parte della grande Comunita’ cristiana”. (AGI)

Flag Counter