Newsletter
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone

(AGI) – Milano, 1 mag. – Sono una decina, secondo il primo bilancio, i manifestanti accompagnati in Questura per gli scontri a Milano. Di 6 di questi si sta vagliando la “posizione giuridica”. Sono tutti italiani. (AGI) .

(AGI) – Milano, 1 mag. – “Oggi e’ come se l’Italia abbracciasse il mondo. L’Italia s’e’ desta e sian pronti alla vita”. Cosi’ – citando una variazione all’inno nazionale suonato poco prima – il premier Matteo Renzi ha dato il via ufficalmente a Expo 2015. “Non e’ facile – ha detto durante la cerimonia di inaugurazione – abbracciare il mondo quando anni di disinteresse hanno trasformato il Mediterraneo in un cimitero” e quando “la minaccia globale del terrorismo tenta di minare alle radici le fondamenta del nostro stare insieme”. Poi ha aggiunto: “Il tempo che stiamo vivendo e’ il tempo delle opportunita’”. “Signori professionisti del ‘non ce la faremo mai’, questa e’ la nostra risposta – ha aggiunto -. Non ci crdevano in tanti. L’Expo non e’ una scommessa ancora vinta, ma e’ una scommessa che possiamo fare. Tutti: dal lavoratore senza nome, alle forze dell’ordine che stanno facendo un lavoro straordinario”, ha detto ancora Renzi. “Inizia il domani di un paese che ha un passato straordinariamente bello ma che ha voglia di futuro”, ha aggiunto.

Papa: Expo sia occasione pr combattere la cultura dello spreco

L’Esposizione Universale del 2015 animera’ il sito di Rho fino al 31 ottobre con il tema ‘Nutrire il pianeta, energia per la vita’. La curiosita’ per l’evento, conquistato con lunghe salite e spesso tra le polemiche, ha spinto dal primo mattino molte persone alla visita e ai tornelli d’ingresso delle quattro entrate del sito (Fiorenza, Triulza, Roserio e Merlata) dove si sono formate lunghe code. Piccoli rallentamenti saro’ dovuti anche ai controlli, simili a quelli aeroportuali, con archetti body scanner. Per chi e’ arrivato o arrivera’ oggi sul sito, saranno visibili tutti i padiglioni di Expo, dai 54 nazionali, ai 9 cluster, a quelli dei partecipanti non ufficiali fino ai corporate. Piccoli gruppi di operai alle prese con gli ultimissimi ritocchi si sono visti fino al momento dell’apertura.


Galleria fotografica

Durante la cerimonia di apertura e’ arrivato anche l’atteso messaggio di Papa Francesco in diretta dal Vaticano. “L’Expo’ e’ un’occasione propizia per globalizzare la solidarieta’. Cerchiamo di non sprecarla”, ha detto il Pontefice. Esiste, ha detto, “la voce di tanti poveri che fanno parte di questo mondo e cercano di guadagnarsi con dignitra’” di che vivere. “Vorrei farmi voce di questi fratelli, che Dio ama come figli. Dio ci ha insegnato a chiedere a Dio Padre ‘dacci oggi nostro pane quotidiano'”, ha aggiunto. “Nessun pane sia frutto di un lavoro indegno dell’uomo

Mattarella: Expo e’ il segno che l’Italia riparte

Il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha detto che l’Expo di Milano “sara’ una vetrina mondiale. Per il nostro paese rappresenta una straordinaria opportunita’”. Alla cerimonia di celebrazione del Primo Maggio al Quirinale, il Capo dello Stato ha poi detto che “il tema, nutrire gli abitanti del pianeta e dunque garantire a tutti il diritto alla vita, e’ di portata epocale, e riguarda il modello di crescita e la convivenza futura tra i popoli. Siamo al centro – ha aggiunto – di un confronto globale. Le nostre imprese, la nostra ricerca, la nostra capacita’ organizzativa saranno sfidate e, sono certo, tuto il Paese ne trarra’ beneficio”.

“Gli italiani si stupiranno della potenza di rappresentazione di Expo 2015 e lo faranno anche i tanti visitatori che arriveranno dall’estero”. Lo ha detto il ministro dell’Agricoltura Maurizio Martina, parlando dell’inaugurazione di Expo a Sky TG24. “Sara’ una grande festa, sei mesi straordinari per far capire l’importanza del tema che l’Italia ha proposto: la grande questione alimentare globale. Ci sono tutte le condizioni – ha proseguito – per fare di questo evento un elemento di svolta per l’Italia. E’ una grande occasione: la possibilita’ di parlare con il mondo, averlo in casa. Oltre 148 paesi, piu’ di dieci milioni di biglietti gia’ venduti, due milioni di studenti italiani mobilitati che attraverseranno quel sito per capire la grande questione educativa di questo tema. Guai a noi se mancassimo di riconoscere che questo appuntamento puo’ aiutare tutto il Paese ad uscire dalla crisi”.

(AGI) – Milano, 1 mag. – Decine di persone stanno affluendo in piazza XXIV Maggio a Milano, dove e’ in partenza il corteo ‘No Expo’. Al momento la situazione e’ tranquilla, anche se c’e’ timore di atti violenti da parte degli antagonisti, in particolare quelli provenienti da Germania e Francia.

Guarda la diretta video

Tra i cori intonati dai partecipanti ‘fuori Expo dalla citta”. Su alcuni striscioni si leggono le scritte ‘No allo sfruttamento, no alla schiavitu” con riferimento al tema del lavoro che e’ al centro della manifestazione, che si svolge tutti gli anni, il Primo maggio e quest’anno a tema ‘No Expo’. .

(AGI) Trento, 1 mag – I corpi di Oscar Piazza e Gigliola Mancinelli, rimasti uccisi a seguito del violentissimo terremoto che ha devastato il Nepal, sono stati recuperati e trasferiti a Kathmandu. Lo conferma Piergiorgio Rosati, pilota del nucleo elicotteri della Provincia autonoma di Trento che ha riferito stamani al Dipartimento della protezione civile l’avvenuto recupero delle due salme. Continuano nel frattempo le ricerche Renzo Benedetti e Marco Pojer, gli altri due alpinisti trentini dispersi a seguito della stessa frana. Sul versante della solidarieta’, la Provincia ricorda che chi volesse offrire il proprio contributo con donazioni puo’ utilizzare il conto corrente IBAN IT 12 S 02008 01820 000003774828 indicando come causale “Fondo Nepal”. .

(AGI) – Foggia, 1 mag. – Ha ucciso la moglie e poi l’ha vegliata per quasi una settimana. E’ accaduto a Orta Nova dove Domenico Luciano, un fornaio di 55 anni, ha ucciso la moglie Lucia Pompa Palumbo di 48 anni: secondo quanto ricostruito dalla polizia ieri sera i figli della coppia, preoccupati di non sentire da alcuni giorni i genitori, si sono presentati a casa trovando il padre che vegliava il corpo senza vita della moglie, in avanzato stato di decomposizione. La donna era riversa a terra a poca distanza dal letto matrimoniale: aveva una profonda ferita alla testa. L’omicidio, maturato molto probabilmente per un movente passionale, e’ avvenuto in via Campania, alla periferia di Orta Nova. Il delitto potrebbe essere avvenuto lunedi’: sara’ l’autopsia a stabilire il giorno della morte della donna anche se gli inquirenti sperano di avere qualche informazioni in piu’ dal racconto dell’uomo che, ieri sera ,si e’ presentato in questura a Foggia, convinto anche dai figli. Nella stanza da letto, stando ad indiscrezioni, l’uomo avrebbe appoggiato una scala al muro, molto probabilmente per simulare un incidente domestico mentre la donna era intenta a fare dei servizi vicino alla tenda della finestra. .

(AGI) – Milano, 1 mag. – ‘Assalto’ cibernetico di Anonymous questa notte alla piattaforma del sito di Expo. L’incursione ha bloccato l’acquisto dei biglietti ma senza “danni per fortuna rilevanti”, conferma l’Ad Giuseppe Sala. “Abbiamo perso qualche registrazione di biglietti – ha aggiunto – e qualche statistica. Ma per i visitatori nessuna conseguenza”. .

(AGI) – Pozzallo, 1 mag. – Non ci sono immigrati oggi al centro di prima accoglienza alla ex dogana del porto di Pozzallo (Ragusa), citta’ scelta da Cgil, Cisl e Uil per la manifestazione nazionale del Primo Maggio dedicata proprio ai temi dell’immigrazione con lo slogan “La solidarieta’ fa la differenza”. I profughi Sono stati trasferiti in altre sedi negli ultimi giorni, per motivi di sicurezza. Sulla banchina di un porto moderno e che si candida ad ospitare nai da crociera, e’ stridente il cimitero delle carrette del mare abbandonate e sotto sequestro. Alle spalle l’attracco del traghetto per Malta. Sul palco di piazza Rimembranze, prima dei leader sindacali, parleranno il sindaco di Pozzallo, Luigi Ammatuna e tre lavoratori: Giovanni Di Caro per l’agro-alimentare, Giuseppe Gurrieri per il turismo e Samia Chaaraoui per l’immigrazione. Al termine la deposizone di una corona i fiori in mare. A pochi passi,nella piazza antisante la chiesa di Santa Maria di Portosalvo, Pax Christi, Chiesa evangelica metodista di Scicli, Libera, Agesci, Emergency, Auser e Mediterranean hope-casa delle culture di Scicli promuovono una preghiera comune tra cattolici, evangelici e islamici per “evitare che le diversita’ culturali e religiose si trasformino in scontro di civilta’. Dobbiamo percorrere nuove capacita’ di comprensione animate da quel realismo che consente di leggere la concretezza della vita delle persone, i loro bisogni, le loro attese” pronti a “valorizzare le positivita’ di ciascuna cultura e ciascuna religione”. E sempre poco distante, manifesta anche Forza Nuova, con il suo leader Roberto Fiore. .

(AGI) – Milano, 1 mag. – Un buon giorno e benvenuto in Italiano, inglese e francese e’ un minuto di silenzio per il Nepal. E’ iniziata cosi’ la diretta dall’Open Air Theatre di Expo la cerimonia inaugurale della manifestazione. A condurre dal palco ci sono Claudia Gerini e Marco Maccarini che intratterranno il pubblico fino all’inizio dell’inaugurazione ufficiale che partira’ alle 12. Parterre di rappresentanti del mondo economico e delle istituzioni alla cerimonia di inaugurazione di Expo. Matteo Renzi e’ arrivato all’open theatre per prendere parte all’evento. Presenti, tra gli altri, il ministro dell’Interno, Angelino Alfano, quello delle Infrastrutture, Graziano Delrio, e della Difesa, Roberta Pinotti, e i ‘padroni di casa’, l’a.d. di Expo, Giuseppe Sala, il sindaco di Milano, Giuliano Pisapia, il cardinale Angelo Scola e il governatore lombardo, Roberto Maroni. Partecipano anche l’a.d. di Intesa sp, Gian Maria Gros, quello di Telecom, Marco Patuano, il presidente di Generali, Gabriele Galateri di Genola, Fedele Confalonieri e Gianni Letta. .

(AGI) – Milano, 30 apr. – Matteo Renzi e’ atteso, intorno alle 12, al sito dell’esposizione universale di Milano, per partecipare alla cerimonia di inaugurazione. Il presidente del Consiglio in seguito visitera’ il sito e, in particolare, il padiglione del Nepal, per portare la sua solidarieta’ alla popolazione duramente colpita dal terremoto dei giorni scorsi. Per partecipare alla cerimonia sono gia’ arrivati sul sito il presidente di Generali Gabriele Galateri di Genola, l’ad Telecom Marco Patuano, l’ex ad Eni Paolo Scaroni oltre al sindaco di Milano Giuliano Pisapia e il vice segretario del Pd Debora Serracchiani. Atteso a breve anche il ministro dell’interno Angelino Alfano. .

(AGI) – Pozzallo, 1 mag. – Non ci sono immigrati oggi al centro di prima accoglienza alla ex dogana del porto di Pozzallo (Ragusa), citta’ scelta da Cgil, Cisl e Uil per la manifestazione nazionale del Primo Maggio dedicata proprio ai temi dell’immigrazione con lo slogan “La solidarieta’ fa la differenza”. I profughi Sono stati trasferiti in altre sedi negli ultimi giorni, per motivi di sicurezza. Sulla banchina di un porto moderno e che si candida ad ospitare nai da crociera, e’ stridente il cimitero delle carrette del mare abbandonate e sotto sequestro. Alle spalle l’attracco del traghetto per Malta. Sul palco di piazza Rimembranze, prima dei leader sindacali, parleranno il sindaco di Pozzallo, Luigi Ammatuna e tre lavoratori: Giovanni Di Caro per l’agro-alimentare, Giuseppe Gurrieri per il turismo e Samia Chaaraoui per l’immigrazione. Al termine la deposizone di una corona i fiori in mare. A pochi passi,nella piazza antisante la chiesa di Santa Maria di Portosalvo, Pax Christi, Chiesa evangelica metodista di Scicli, Libera, Agesci, Emergency, Auser e Mediterranean hope-casa delle culture di Scicli promuovono una preghiera comune tra cattolici, evangelici e islamici per “evitare che le diversita’ culturali e religiose si trasformino in scontro di civilta’. Dobbiamo percorrere nuove capacita’ di comprensione animate da quel realismo che consente di leggere la concretezza della vita delle persone, i loro bisogni, le loro attese” pronti a “valorizzare le positivita’ di ciascuna cultura e ciascuna religione”. E sempre poco distante, manifesta anche Forza Nuova, con il suo leader Roberto Fiore. .

Flag Counter