Newsletter
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone

(AGI) – Messina, 15 mag. – Un uomo e’ stato ucciso dal fratello questa mattina a Barcellona Pozzo di Gotto (Messina). E’ accaduto in un’abitazione del quartiere Oreto, dove Roberto Crisafulli, 32 anni, e’ stato colpito da una fucilata al petto durante una lite con il fratello Alessandro, 28 anni, fermato dai carabinieri. La sua posizione e’ adesso al vaglio del sostituto procuratore di Barcellona, Fabio Sozio. I due fratelli vivevano nella palazzina con i genitori e sembra che negli ultimi tempi i rapporti tra loro si fossero inaspriti a causa di dissapori per questioni private. La scorsa notte i due avrebbero avuto l’ennesima discussione, ripresa questa mattina e finita nell’omicidio. Ad avvisare i carabinieri una telefonata al 112. All’arrivo dei militari il trentaduenne era gia’ morto, e sono stati inutili i soccorsi. L’arma, un fucile da caccia, era detenuta legalmente. (AGI)

(AGI) – Roma, 15 mag. – Le linee A e B/B1 della metropolitana di Roma sono state chiuse stamattina a causa dello sciopero del trasporto pubblico. Lo comunica l’Agenzia per la Mobilita’. Regolare il sevizio sulla metro C, mentre sulla Roma-Viterbo e la Roma-Lido si registra una riduzione delle corse. Stessa situazione sulla Termini-Giardinetti, dove dalle dalle ore 11.10 la cirolazione sara’ limitata tra Centocelle e Giardinetti. Per i mezzi di superficie sono possibili la riduzione di corse o sospensione di linee. (AGI)

(AGI) – Torino, 15 mag. – ” Un ragazzino napoletano, un bambino abbastanza inquietante, vittima di una tragedia familiare, rimasto orfano, viene adottato da una famiglia bolognese ed e’ costretto ad ambientarsi in un mondo diverso dal suo per poi scoprire che ci sono cose che alla fine sono uguali dappertutto”. E’ il protagonista di “Il buio ha paura dei bambini” (edizioni Piemme) del giornalista di ‘La Repubblica’ Emilio Marrese, che ha aperto, oggi, al Lingotto di Torino la serie dei “Colloqui per l’impresa intelligente”, organizzati da Agi all’interno della 28 edizione del Salone del Libro. Marrese proveniva da un’altra presentazione, organizzata da un gruppo di lettura di un’azienda, 3 Italia, nei locali aziendali, durante la pausa pranzo: un modo per stimolare il pensiero, la curiosità, la partecipazione e rende l’impresa piu’ “intelligente”? “In linea di massima, tutto quanto giovi alla lettura e’ molto positivo -risponde l’autore- mentre effettivamente in Italia troppi associano istintivamente l’idea del leggere alla noia, alla fatica, all’obbligo”. Tutt’altro che noiosa la lettura del “Buio” di Marrese: “Un libro -ha raccontato il giornalista-scrittore- che ho scritto nel giro di un mese, all’alba,la mattina e cosi’ vorrei fosse letto: velocemente e con immediatezza”. Nel romanzo non mancano gli spunti personali: anche l’autore ha vissuto ‘la migrazione interna ‘ da Napoli a Bologna ed ha conosciuto le difficolta’ “dell’essere accettato: mi chiamavano marocchino. E’ stata un po’ la scoperta del razzismo, del sentirsi diverso”. Nel corso dell’incontro non e’ mancato uno sguardo allo stato di salute dell’editoria:” si vendono meno libri, anche se se ne continua a scrivere tanti e le buone produzioni non mancano. � un momento di transizione – ha detto Marrese- in cui e’ difficile fare delle scelte per tutti coloro che producono parole. Sono convinto pero’ che nonostante questa agonia della carta da tempo annunciata giornali e libri continueranno a vendersi a fianco magari a forme nuove, digitali, che a poco poco evolveranno”. (AGI) .

(AGI) – Benevento, 14 mag. – Una vicenda di abusi sessuali sulle allieve del Conservatorio di musica di Benevento e’ stata scoperta dalla Polizia di Stato. Arrestato un docente di pianoforte complementare, che e’ accusato di atti di libidine e molestie sessuali nei confronti di alcune studentesse. All’uomo e’ stata notificata un’ordinanza di custodia cautelare agli arresti domiciliari. .

(AGI) – Roma, 15 mag. – Scatterebbe obbligatoriamente la precettazione in caso di blocco degli scrutini. Cosi’ Roberto Alesse, presidente dell’Autorita’ di garanzia per gli scioperi, che definisce il blocco degli scrutini “illegittimo e dannoso”. “Allo stato – spiega Alesse – non c’e’ alcuna comunicazione ufficiale di uno sciopero finalizzato a bloccare gli scrutini, ma, anzi, assisto ad incoraggianti segnali di disponibilita’ e di dialogo sia da parte del Governo, che da parte dei sindacati piu’ responsabili. Questo e’ il tempo della responsabilita’. E’ necessario trovare un punto di convergenza per evitare che le proteste assumano forme eclatanti, con azioni illegittime che danneggerebbero soprattutto gli studenti e le loro famiglie. La concertazione – sottolinea il garante – resta, anche in questo caso, la via maestra per evitare strappi, che lacererebbero il tessuto sociale del Paese. Noi faremo la nostra parte, assicurando il rispetto rigoroso della legge sul diritto di sciopero a tutela degli utenti. Al riguardo – spiega Alesse – spero davvero che il ricorso allo strumento della precettazione resti solo un’opzione teorica, perche’, in caso di blocco degli scrutini, sarebbe la via obbligata e doverosa per evitare la paralisi dei cicli conclusivi dei percorsi scolastici (esami di terza media, maturita’, abilitazioni professionali)”, conclude il Garante.

Il ministro Stefania Giannini, in Parlamento, torna a difendere la bonta’ della riforma: “abbiamo affrontato il tema del precariato non con la fretta di chi vuole rimuovere un problema ma con l’urgenza di chi vuole risolverlo per sempre e non rimandarlo – ha detto alla Camera, al termine della discussione generale sul ddl scuola – noi non siamo paladini dei precari ma poniamo termine al precariato” perche’ “la babele di graduatorie ha alimentato una gigantesca macchina di aspettative e di frustrazioni che e’ costata anche un patrimonio di risorse, sfioriamo il miliardo. Chi ha contestato con animosita’ il decreto ha espresso la stessa passione di chi vuole riformare la scuola italiana e renderla migliore”.

Il governo, ha poi sottolineato Giannini, “ha lavorato per un anno coinvolgendo maggioranza, opposizioni” e i protagonisti del mondo della scuola. La scuola “non e’ una periferia – ha rilevato il ministro – ma e’ il centro della societa’, e questo forse ha scatenato l’animosita’ del dibattito”.

Per domani alle 16.30, in piazza del Pantheon, intanto, i sindacati hanno convocato un’assemblea pubblica dal titolo “Il mondo della scuola incontra parlamentari di Camera e Senato” sul ddl “La Buona Scuola”. A renderlo noto sono state le strutture regionali di Flc Cgil, Cisl Scuola, Uil Scuola, Fgu-Gilda Unams e Snals Confsal, che hanno organizzato l’iniziativa. I sindacati hanno invitato alla manifestazione anche i parlamentari che vorranno aderire. (AGI) .

(AGI) – Palermo, 14 mag. – Sono 2220 i migranti tratti in salvo nella sola giornata di oggi in undici operazioni di soccorso, coordinate dal Centro nazionale di soccorso della Guardia costiera a Roma. Alle operazioni di salvataggio hanno preso parte due motovedette classe 300 della Guardia Costiera di Lampedusa, unita’ navali della Marina Militare, mezzi della Guardia di Finanza, la nave tedesca Hessen, la nave Phoenix del Moas (Migrant Offshore Aid Station) e un mercantile dirottato dal Centro Nazionale di Soccorso. Gran parte dei migranti tratti in salvo hanno come destinazione, affermano fonti della Capitaneria di porto, le citta’ siciliane. (AGI) .

(AGI) – CdV, 14 mag. – L’arcivescovo di Manila, cardinale Luis Antonio Tagle, e’ il nuovo presidente di Caritas Internationalis. Cinquantasette anni, e’ cardinale dal 2012. Sostituisce il cardinale Oscar Rodriguez Maradiaga, arcivescovo di Tegucigalpa in Honduras. L’elezione e’ avvenuta oggi nel corso dell’Assemblea generale che era stata aperta martedi’ scorso da Papa Francesco. (AGI) .

(AGI) – Roma, 14 mag. – E’ illegittima la norma che vietava l’accesso alle tecniche di fecondazione assistita, e dunque alla diagnosi pre-impianto, alle coppie fertili, ma portatrici sane di patologie genetiche. Questa, secondo quanto si e’ appreso, sarebbe la decisione presa dalla Corte Costituzionale in merito alla norma contenuta nella legge 40 sulla procreazione assistita. Bisognera’ attendere le motivazioni della sentenza per capire in quali termini i giudici della Consulta abbiano dichiarato incostituzionale la norma che precludeva, a questo tipo di coppie, l’accesso alla Pma. La questione era stata discussa in udienza lo scorso 14 aprile: a rimettere il caso alla Consulta era stato, con due distinte ordinanze, il tribunale di Roma, nell’ambito di due procedimenti avviati da coppie che si erano viste negare dalle strutture la possibilita’ di effettuare la diagnosi preimpianto nonostante fosse stata accertato il fatto che fossero portatrici sane di gravi patologie genetiche. (AGI) .

(AGI) – Roma, 14 mag – In caso di blocco degli scrutini scatterebbe obbligatoriamente la precettazione. Lo comunica Roberto Alesse, presidente dell’Autorita’ di garanzia per gli scioperi, che definisce il blocco degli scrutini “illegittimo e dannoso”. “Allo stato – spiega Alesse – non c’e’ alcuna comunicazione ufficiale di uno sciopero finalizzato a bloccare gli scrutini, ma, anzi, assisto ad incoraggianti segnali di disponibilita’ e di dialogo sia da parte del Governo, che da parte dei Sindacati piu’ responsabili”. “Questo e’ il tempo della responsabilita’. E’ necessario trovare un punto di convergenza per evitare che le proteste assumano forme eclatanti, con azioni illegittime che danneggerebbero soprattutto gli studenti e le loro famiglie. La concertazione – sottolinea il garante – resta, anche in questo caso, la via maestra per evitare strappi, che lacererebbero il tessuto sociale del Paese. Noi faremo la nostra parte, assicurando il rispetto rigoroso della legge sul diritto di sciopero a tutela degli utenti. Al riguardo – spiega Alesse – spero davvero che il ricorso allo strumento della precettazione resti solo un’opzione teorica, perche’, in caso di blocco degli scrutini, sarebbe la via obbligata e doverosa per evitare la paralisi dei cicli conclusivi dei percorsi scolastici (esami di terza media, maturita’, abilitazioni professionali)”, conclude il Garante. (AGI) .

(AGI) – Roma, 14 mag. – “Il paziente con Ebola ricoverato ieri mattina e’ febbrile, lucido e collaborante. Da questa notte e’ comparsa un sintomatologia gastrointestinale importante”. E’ quanto si legge nel bollettino dell’Ospedale Spallanzani, nel quale l’infermiere sardo che ha contratto l’ebola e’ ricoverato. “Il paziente ha iniziato nutrizione parenterale e continua la terapia reidratante per via orale ed endovenosa. Dopo il primo trattamento antivirale specifico iniziato gia’ ieri, questa notte e’ stato iniziato un secondo farmaco sperimentale non registrato. Il farmaco, che era gia’ stato autorizzato con ordinanza AIFA del 12 maggio u.s., su indicazione del Ministro della Salute, e’ arrivato ieri dall’estero. L’importazione e’ stata grandemente facilitata dagli USMAF del Ministero della Salute”.

Altre tre persone sotto osservazione – Il caso Ebola sara’ affrontato domani anche a Sassari in un vertice in prefettura cui parteciperanno i vertici della sanita’ locale e regionale, le autorita’ e le forze di polizia del territorio. L’incontro si inquadra nelle attivita’ di controllo e prevenzione attuate dall’ufficio territoriale del governo dopo il contagio di un infermiere sardo che aveva contratto la malattia in Sierra Leone e attualmente ricoverato al centro Spallanzani di Roma. Oltre alle persone gia’ in quarantena per essere entrate in contatto col malato, familiari dell’uomo, altre tre persone che prestano servizio al 118 sono sottoposte a monitoraggio. I tre avrebbero accompagnato l’uomo dalla sua abitazione al reparto di Malattie infettive senza adottare il protocollo di sicurezza previsto. Ieri, durante la conferenza stampa indetta per fare il punto sulla situazione, i vertici dell’azienda sanitaria avevano negato che tra le persone in osservazione ci fossero anche i sanitari. (AGI) .

Flag Counter