Newsletter
Video News
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone

(AGI) – Palermo, 9 mag. – Il ministro dell’Interno Angelino Alfano e il comandante generale dell’Arma dei carabinieri, Tullio Del Sette, sono in via Bernini, a Palermo, per l’inaugurazione della nuova caserma dell’Arma, nella struttura che fu l’ultimo rifugio del padrino di Cosa nostra, Salvatore Riina, fino all’ultimo giorno della sua ventennale latitanza, il 15 gennaio 1993. La caserma e’ stata intestata Mario Trapassi e Salvatore Bertolotta, i due carabinieri di scorta al giudice istruttore Rocco Chinnici, ucciso con un’autobomba nel 1983. Ci sono anche numerose scolaresche palermitane e le vedove dei militari uccisi, Innocenza e Filomena, madrine della cerimonia. Tra le autorita’ presenti il sindaco Leoluca Orlando, il procuratore generale Roberto Scarpinato, il presidente della Corte d’appello Gioacchino Natoli e il presidente del Tribunale Salvatore Di Vitale. “E’ possibile avere un presidio di legalita’ sul territorio: questo il simbolo che rappresenta questa caserma nella casa che ospito’ Toto’ Riina. E’ una vittoria dello Stato: lo ha detto il sindaco che ha aggiunto: “Proprio qui – accanto alla villa simbolo – nascera’ una casa comune in un bene confiscato alla mafia”. Presenti anche il prefetto Francesca Cannizzo, Umberto Postiglione, direttore dell’Agenzia dei beni confiscati, l’arcivescovo Paolo Romeo, il questore Guido Longo, al procuratore aggiunto Leonardo Agueci e l’assessore regionale all’Agricoltura Nino Caleca. (AGI)

(AGI) – Nuoro, 9 mag. – Un minuto di silenzio davanti all’istituto professionale di Nuoro dove studiava Gianluca Monni, il ragazzo ucciso ieri a fucilate in pieno centro a Orune mentre aspettava l’autobus, e poi tutti in corteo verso l’ospedale San Francesco dove e’ stata allestita la camera ardente. Centinaia di ragazzi hanno sfilato in corteo nelle vie del capoluogo barbaricino per ricordare il compagno ucciso barbaramente mentre andava a scuola. Ci sono stati anche momenti di tensione davanti all’istituto Volta quando una insegnante di Orune ha urlato la sua rabbia per un paese che sembrava aver cambiato strada dopo decenni anni di violenze e omicidi mentre, invece, tutto sembra tornato come prima. Nel frattempo, eseguita l’autopsia, e’ stato deciso di celebrare il funerali oggi pomeriggio alle 16, a Orune. La messa sara’ officiata dall’arcivescovo di Nuoro Mose’ Mascia. (AGI) .

(AGI) – Roma, 9 mag. – Alitalia informa che, a seguito dell’incendio scaturito al Terminal 3 dell’Aeroporto di Roma Fiumicino, per disposizione delle Autorita’ Aeronautiche, nelle giornate di Sabato 9, Domenica 10 e Lunedi’ 11 maggio il numero dei voli autorizzati in partenza e in arrivo su Roma Fiumicino e’ stato ridotto del 40% rispetto alla normale programmazione. Alitalia, prosegue la nota del vettore, sara’ pertanto costretta a cancellare numerosi voli in partenza o con destinazione Roma Fiumicino. Altri voli potranno subire ritardi. Tutti i passeggeri con biglietto da o per Roma Fiumicino nei giorni 9,10 e 11 maggio sono pertanto invitati a controllare lo stato del proprio volo prima di recarsi in aeroporto consultando la sezione “Info Voli” del sito Alitalia.com, utilizzando le app Alitalia, o contattando il numero verde 800.650055. I passeggeri coinvolti dalle cancellazioni hanno diritto alla riprotezione su nuovi voli Alitalia, modificando la propria prenotazione entro Lunedi’ 18 maggio, o al rimborso del biglietto in caso di cancellazione. Il cambio della prenotazione o il rimborso del biglietto possono essere richiesti all’agenzia di viaggio presso la quale e’ stato acquistato il biglietto, o chiamando il numero 06.65640, tasto 3, nel caso il biglietto sia stato acquistato sul sito Alitalia. In considerazione dell’inagibilita’ del Terminal 3, la Compagnia ricorda che tutte le operazioni di accettazione dei passeggeri Alitalia ed Etihad Airways per voli nazionali, internazionali e intercontinentali si svolgeranno al Terminal 1. Per fornire assistenza ai passeggeri e ridurre i disagi Alitalia ha rafforzato la presenza di proprio personale in aeroporto. Oggi la Compagnia ha anche attivato, in accordo con le Autorita’, 14 voli nazionali straordinari (in particolare nelle ore serali e notturne), offrendo circa 2.300 posti ai passeggeri rimasti bloccati all’aeroporto di Fiumicino o su altri scali nazionali. (AGI) .

(AGI) – Roma, 9 mag. – Sara’ inaugurata in mattinata la nuova caserma dei Carabinieri di Palermo che fu il covo di Toto’ Riina ai tempi della lunga latitanza. Il ministro dell’Interno, Angelino Alfano, interverra’ alle 10.00 alla cerimonia di inaugurazione in via Bernini, 54. La nuova caserma, ultimo rifugio di Toto’ Riina, fino all’arresto avvenuto nel 1993, sara’ intitolata al maresciallo Mario Trapassi e all’appuntato Salvatore Bartolotta, medaglie d’oro al valor civile barbaramente trucidati nell’attentato in cui perse la vita il giudice Rocco Chinnici. (AGI) .

(AGI) – Roma, 9 mag. – Un traffico di falsi gadget e false magliette in previsione della vittoria dello scudetto da parte della Juventus. I finanzieri del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Torino, dopo un’articolata attivita’ investigativa condotta nel settore del merchandising sportivo ed intensificatasi con la fine del campionato di calcio, hanno individuato diverse imprese dedite alla produzione di capi d’abbigliamento e gadget recanti marchi delle principali squadre calcistiche italiane ed europee, in particolare della Juventus, nonche’ di altro materiale falsamente “griffato”. Le attivita’ operative dei Baschi Verdi del Gruppo Torino, informa la Gdf – risalendo la filiera produttiva e distributiva della contraffazione, hanno interessato le province di Bergamo, Lodi, Livorno, Como, Lecco, Rimini e Roma e si sono concluse con il sequestro di cinque fabbriche, delle quali una, a Lodi Vecchio, completamente abusiva. Nel corso di questo intervento e’ stato anche identificato un cittadino venezuelano irregolare che e’ stato denunciato e successivamente accompagnato presso il C.I.E. di Torino. Gli interventi, coordinati dal PM Aghemo della Procura della Repubblica di Torino, hanno visto la partecipazione di oltre 150 finanzieri del Gruppo Torino e di altri reparti territorialmente competenti. Le perquisizioni hanno consentito di sottoporre a sequestro oltre 800.000 file e cliche’ relativi a marchi registrati, 650.000 articoli contraffatti, nonche’ ben 70 macchinari industriali impiegati per la loro produzione. Al termine del servizio i 12 responsabili delle attivita’ illecite sono stati denunciati per i reati di produzione ed immissione in commercio di articoli contraffatti. Tra i cliche’ e i file sottoposti a sequestro, anche quelli recanti marchi, nomi ed immagini di importanti artisti italiani e stranieri, tra i quali Fedez, Emis Killa, Vasco Rossi, Tiziano Ferro, ACDC, One Direction, i cui tour faranno a breve tappa nei maggiori stadi nazionali. La produzione della merce contraffatta avveniva sulla base della programmazione dei principali eventi sportivi o musicali, per soddisfare appieno le richieste del “mercato”. L’attuale produzione abusiva era destinata in particolare alla distribuzione di maglie da gioco della Juventus riportanti il numero e il nome dei calciatori piu’ amati dal tifo bianconero, ordinate in vista degli imminenti festeggiamenti per la vittoria dello scudetto. Le attivita’ appena concluse, contrastando il fenomeno dell’abusivismo e della contraffazione, che danneggia il mercato sottraendo opportunita’ di lavoro alle aziende oneste, – spiega la Gdf in una nota – contribuiscono a tutelare tutti quegli imprenditori che rispettano le regole nello specifico settore. Le indagini proseguono per ricostruire il profitto dell’illecita attivita’ imprenditoriale. (AGI) .

(AGI) – Roma, 9 mag. – Momenti drammatici a Roma per una tassista. La donna e’ stata aggredita, abusata sessualmente e rapinata da un cliente, un uomo con accento romano che aveva fatto salire a bordo del suo taxi.

La vittima, di 43 anni, e’ stata ricoverata all’ospedale Aurelia Hospital di Roma e giudicata guaribile in 25 giorni.

 L’aggressore e’ salito a bordo del taxi, della Cooperativa 3570, in un capolinea davanti ad un albergo di via Aurelia chiedendo di essere accompagnato in via Pescina Gagliarda, una strada isolata nei pressi dell’autostrada Roma-Fiumicino.

Giunti a destinazione, la donna e’ stata aggredita e minacciata con un coltello alla gola. A quel punto l’uomo l’ha costretta ad un rapporto orale, l’ha violentata e rapinata dell’incasso, circa 100 euro. L’aggressore e’ quindi fuggito a piedi. La vittima, in stato di choc, e’ riuscita poi a dare l’allarme attraverso la radio di bordo. (AGI)

(AGI) – Nuoro, 9 mag. – E’ stato massacrato con tre fucilate a pallettoni, una della quali lo ha raggiunto al volto, davanti a un gruppo di coetanei mentre aspettava l’autobus che lo avrebbe dovuto portare a scuola. E’ morto cosi’ alle 7 di ieri nel centro di Orune, in provincia di Nuoro, Gianluca Monni, 19 anni, studente modello figlio di un commerciante di mangimi e di un’operatrice sanitaria.

Un omicidio inspiegabile sul quale tentano di fare luce i carabinieri della compagnia di Bitti e del comando provinciale di Nuoro che in queste ore stanno sentendo decine di persone, soprattutto giovani che la vittima aveva frequentato di recente.

Colpisce le ferocia del killer, che dopo l’omicidio si e’ dileguato in auto con un complice, e colpisce anche l’omerta’ dei giovani di un paese segnato da una sanguinaria faida durata oltre cinquanta anni ma che sembrava da qualche tempo dimenticata. Sette studenti coetanei di Gianluca erano sotto la pensilina dell’autobus al momento dell’agguato mortale ma agli inquirenti hanno detto di non essersi accorti di nulla.

E’ stata invece smentita la voce della presenza della fidanzata di Gianluca, anche lei studentessa, nel luogo dell’agguato. E potrebbe essere proprio un litigio per difendere la ragazza da alcuni bulli – secondo voci che girano in paese – il movente dell’omicidio del giovane studente. Anche se gli inquirenti vagliano anche altre ipotesi. E’ possibile che alla base della furia omicida vi siano screzi e rancori maturati tra coetanei nei bar del paese. “In altri tempi queste cose si risolvevano con una scazzottata mentre oggi e’ sempre piu’ facile procurarsi un’arma”, commenta sconsolato il sindaco di Orune Michele Deserra che si dice sconvolto per un omicidio inspiegabile dopo anni di relativa calma in paese.

Oggi studenti e docenti dell’Istituto Volta di Nuoro, frequentato dalla giovane vittima, si troveranno all’ingresso e, al suono della campanella, osserveranno un minuto di silenzio per ricordare il loro compagno ucciso.

Ieri pochi di loro avevano voglia di commentare l’accaduto mentre tutte le lezioni sono state sospese. La preside dell’istituto Volta Innocenza Giannasi ricorda lo studente della Quinta B come un ragazzo “educato, sereno e partecipe alla vita della scuola”. Dopo l’autopsia, in programma in serata, il corpo di Gianluca Monni verra’ restituito alla famiglia per i funerali. (AGI) .

(AGI) – Roma, 8 mag. – Intorno alle 19.30 si e’ verificato, per case ancora da determinare, un incendio all’interno del vano motore di una vettura della linea 51 che stava viaggiavando lungo la corsia preferenziale del tram, in via Labicana direzione Colosseo. L’incendio – informa sempre Atac – ha determinato il blocco della vettura e, di conseguenza, del servizio tranviario della linea 3, momentaneamente limitato a Porta Maggiore. L’incendio non ha determinato conseguenze per i passeggeri e i passanti, per i quali non sono mai venute meno le condizioni di sicurezza. I tecnici Atac sono intervenuti immediatamente sul posto per rimuovere la vettura incendiata e agevolare la viabilita’, congestionata a causa dell’incendio. (AGI) .

(AGI) – Roma, 8 mag. – E’ stata aggredita e abusata sessualmente, poi rapinata da un uomo che aveva fatto salire come cliente a bordo del suo taxi. La vittima e’ una donna di 43 anni ricoverata all’ospedale Aurelia Hospital di Roma e giudicata guaribile in 25 giorni. L’uomo che ha fatto salire in auto per una corsa nel quartiere Aurelio, si e’ fatto portare in una strada isolata dove l’ha minacciata con un coltello puntato alla gola. Dopo averla costretta a un rapporto orale, l’uomo le ha rapinato l’incasso del taxi ed e’ poi fuggito a piedi. La donna si e’ poi rivolta alla polizia.

   E’ un italiano con un forte accento romano il responsabile della violenza sessuale e rapina.
  L’uomo e’ salito a bordo del taxi, della Cooperativa 3570, in un capolinea davanti ad un albergo di via Aurelia e ha chiesto di essere accompagnato in via Pescina Gagliarda nei pressi dell’autostrada Roma-Fiumicino. All’arrivo la donna e’ stata aggredita con un coltello alla gola, abusata sessualmente e rapinata di 100 euro. La vittima e’ riuscita poi a dare l’allarme attraverso la radio di bordo. (AGI)

(AGI) – Bergamo, 8 mag. – Le hanno versato addosso liquido infiammabile e poi hanno dato fuoco. Aggressione ai danni di una donna oggi a Ciserano, dove due uomini hanno aspettato che la direttrice della filiale della Cassa rurale uscisse dall’ufficio e salisse in auto. Poi le hanno versato il liquido infiammabile appiccando le fiamme, dandosi poi alla fuga. La donna e’ stata soccorsa da alcuni testimoni, che sono riusciti a spegnere il fuoco. Ora e’ in ospedale, mentre si e’ scatenata la caccia agli aggressori. Ancora ignoti i motivi dell’aggressione. (AGI) .i

Flag Counter
Video Games