Newsletter
Video News
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone

(AGI) – Roma, 21 mag. – “Riferiro’ i fatti e terro’ fuori gli argomenti da campagna elettorale”. Lo ha detto il ministro dell’Interno Angelino Alfano, nel corso dell’informativa alla Camera dopo l’arresto nel Milanese del 22enne marocchino, sospettato di essere coinvolto nell’attentato al museo del Bardo di Tunisi. Nei primi 5 mesi del 2015, ha spiegato il ministro, sono state 33 le espulsioni nei confronti di persone sospettate di essere coinvolte nel fenomeno del terrorismo internazionale. Nel 2014 le espulsioni erano state 13. (AGI) .

(AGI) – Cagliari, 21 mag. – Un attentato dinamitardo e’ stato compiuto nella notte a Quartu Sant’Elena, importante centro alle porte di Cagliari. Intorno alle quattro, una bomba di medio potenziale e’ stata fatta esplodere davanti a una finestra degli uffici del Comune. La deflagrazione, che ha scardinato un’inferriata, ha provocato solo danni all’infisso. Nessuno fortunatamente e’ rimasto ferito. Sul posto sono intervenuti i carabinieri della compagnia di Quartu che hanno avviato le indagini per far luce sull’episodio. A Quartu, terza citta’ della Sardegna per numero di abitanti, si votera’ il 31 maggio per le amministrative. (AGI) .

(AGI) – Roma, 21 mag. – La Polizia di Stato ha eseguito a Roma, Rieti, Viterbo e Napoli alcuni arresti nei confronti di soggetti ritenuti responsabili del reato di prostituzione minorile. Le indagini, iniziate da circa una anno dal Compartimento Polizia Ferroviaria per il Lazio anche con attivita’ di intercettazione, osservazione e di videoriprese nonche’ di numerose audizioni protette, hanno permesso di accertare che la stazione Termini costituiva abituale punto d’incontro ed adescamento dei minori dediti alla prostituzione. (AGI) .

(AGI) – Catanzaro, 20 mag. – Punta su altri possibili casi di manipolazione di risultati di gare l’inchiesta della Direzione distrettuale antimafia di Catanzaro sul calcioscommesse. Al vaglio degli inquirenti alcune gare della Salernitana, squadra neo promossa in serie B, di proprieta’ di Claudio Lotito, patron della Lazio. Il nome della quadra campana e’ negli atti del secondo filone di inchiesta, ancora in corso. Oltre alla Salernitana sarebbero menzionati anche il Benevento e l’Ascoli. La squadra sannita ha disputato il campionato di Lega Pro nel girone C, la seconda nel girone B; entrambe sono state sconfitte ai play off. Al momento, comunque, non risultano provvedimenti da parte della Procura di Catanzaro .

MATTARELLA: FA INDIGNARE, AGIRE CON SEVERITA’

(AGI) – Napoli, 20 mag. – Dopo le polemiche legate alla prima serie del presidente della Municipalita’ di Scampia a Napoli, la fiction “Gomorra”, prodotta da Cattleya, Sky e Fandango e in onda su Sky Atlantic, incassa un diniego a girare in una location prescelta da regista e sceneggiatori, quella del quartiere Salicelle di Afragola. Il sindaco della cittadina a Nord di Napoli, Domenico Tuccillo, esponente di spicco del Pd, dice ‘no’ “perche’ si tratta di un quartiere difficile, attraversato gia’ da una profonda sofferenza sociale e vittima di uno stereotipo gia’ diffuso e veicolato dai mass media”. La produzione quindi, che ha cominciato le riprese lo scorso 14 aprile, dopo aver ottenuto dalla parrocchia di San Michele Arcangelo il permesso di girare ieri alcune scene in chiesa, ha abbandonato la zona, secondo quanto riferisce Tuccillo. “La spettacolarizzazione della fiction – sottolinea – accentuerebbe inevitabilmente questo stereotipo e vanificherebbe il lavoro di riscatto in cui sono impegnati tanti cittadini, associazioni e questa amministrazione. Tutto questo sarebbe profondamente ingiusto. Per cui, pur apprezzando la fiction, i contenuti e la narrazione che essa veicola, io dico no a ‘Gomorra’ ad Afragola e nel quartiere Salicelle. Per tutelare da primo cittadino l’immagine e le persone della mia citta’ e di quel quartiere”. (AGI) .

(AGI) – Roma, 20 mag. – L’Autorita’ di garanzia per gli scioperi ha ricevuto, da parte delle sigle sindacali Unicobas, Cobas e Usb, le proclamazioni di due giorni di sciopero, da effettuarsi successivamente alla chiusura delle scuole. I predetti sindacati, conformandosi a quanto gia’ dichiarato dall’Autorita’, con riferimento all’articolo 3, lettera g, dall’Accordo sulla scuola del 1999, hanno esplicitamente escluso ogni forma di blocco degli scrutini per i cicli terminali del percorso scolastico (esami di terza media, maturita’, abilitazioni professionali). In ordine alle astensioni dagli scrutini delle classi intermedie, l’Autorita’ di garanzia si riserva di decidere nei prossimi giorni, poiche’ sta valutando complessivamente le proclamazioni di sciopero, che stanno via via pervenendo, allo scopo di evitare che l’attuazione delle astensioni, possa produrre, in concreto, una violazione della normativa. (AGI)

(AGI) – Roma, 20 mag. – Un marocchino di 22 anni, Abdel Majid Touil, e’ stato arrestato dalla Digos a Gaggiano, nel Milanese, perche’ sospettato di essere coinvolto nell’attentato al Museo del Bardo a Tunisi avvenuto il 18 marzo. Touil e’ stato preso nei pressi della casa dove vivono la madre e i fratelli ed e’ indagato dalla procura di Milano con l’accusa di terrorismo internazionale. Touil, noto anche con l’alias Abdallah, si trovava in Italia un mese prima della strage. Il 17 febbraio era sbarcato a Porto Empedocle in Sicilia insieme ad altri migranti e aveva ricevuto un provvedimento di espulsione. Ma non si sa ancora quando sia rientrato in Tunisia, ne’ quando sia tornato in Italia.

La madre, regolare nel nostro Paese, ne aveva denunciato la scomparsa. L’allarme sulla sua presenza e’ arrivato dall’intelligence, ha raccontato il dirigente del Digos di Milano, Bruno Megale. “Lo abbiamo individuato solo ieri – ha spiegato – anche se sapevamo da tempo che bazzicava l’appartamento dei suoi”, L’appartamento si trova in via Pitagora. All’indagine hanno partecipato anche i Ros dei carabinieri. Per il governo tunisino e’ fra i responsabili dell’attentato al Bardo sia nella fase di pianificazione che in quella esecutiva ed e’ un un reclutatore di jihadisti. Nel corso della perquisizione a Abdelmajid Touil, la Digos di Milano ha sequestrato del materiale, tra schede e appunti, che costituisce un ulteriore spunto di approfondimento delle indagini. Sono state avviate le procedure di estradizione. Si svolgeranno a Milano, le procedure di estradizione per il giovane marocchino.

Dopo che il Ministero degli Esteri italiano avra’ inoltrato la richiesta di estradizione alla Tunisia, le carte verranno trasmesse da via Arenula alla Procura Generale che chiedera’ alla quinta Corte d’Appello, competente per questi casi, di fissare un’udienza camerale. Un ‘nodo’ importante e’ quello della pena di morte, ripristinata in Tunisia dopo essere stata abolita. In teoria, la Costituzione italiana vieta l’estradizione in Paesi dove e’ prevista, a meno che non venga data la garanzia che non sia applicata nel caso specifico.

La notizia dell’arresto del marocchino e’ stata accolta con entusiasmo dal premier Matteo Renzi: “Grazie a Forze dell’Ordine che hanno arrestato in Lombardia uno dei ricercati strage di Tunisi. Orgoglioso della vostra professionalita’!”, ha commentato su twitter. “Ancora una volta siamo stati piu’ forti noi, piu’ forte lo Stato. Lo abbiamo arrestato” ha detto il ministro dell’Interno, Angelino Alfano che ha lodato “l’eccellente lavoro delle forze di polizia. Non mancano le polemiche: per il leader della Lega Nord, Salvini, occorre “fermare partenze e sbarchi e controllare le frontiere subito”. (AGI) .

(AGI) – Milano, 20 mag. – Ha fatto tappa a Milano la staffetta “L’esercito marciava…”, iniziativa promossa dalla forza armata in occasione della commemorazione del Centenario dell’inizio della 1° Guerra mondiale. La staffetta militare, partita da Trapani e con tappa finale domenica 24 a Trieste, e’ passata sotto la splendida cornice offerta dall’Arco della Pace. ‘evento ha avuto inizio con il consueto taglio del nastro da parte del comandante militare dell’Esercito, generale Antonio Pennino, alla presenza delle massime autorita’ militari e civili, tra le quali il Prefetto di Milano, Francesco Paolo Tronca, il Questore di Milano, Luigi Savina, l’assessore all’Istruzione, Formazione e Lavoro della Regione Lombardia, Valentina Aprea, e l’assessore alla Sicurezza al Comune di Milano, Marco Granelli. Il generale Pennino nel corso del suo intervento ha ricordato che l’iniziativa vuole commemorare il centenario dall’entrata dell’Italia nella Grande Guerra che, a distanza di un secolo, offre uno dei principali spunti di riflessione per evocare l’importanza della pace tra i popoli. Inoltre, ha evidenziato il ruolo svolto oggi dall’Esercito che grazie alla capacita’ “dual-use” dei reparti dell’Arma del Genio, oltre all’impiego operativo nelle missioni internazionali, e’ in grado di intervenire in ogni momento, in sinergia con gli organi della Protezione Civile e le Prefetture, su tutto il territorio nazionale a supporto della comunita’, in attivita’ di pubblica utilita’, come testimoniato dal recente intervento in occasione delle alluvioni che hanno colpito il Paese. Momento chiave della manifestazione e’ stato l’arrivo della staffetta proveniente da Torino, con tedofora il caporal maggiore scelto Federica Dal Ri’, mezzofondista di punta del Centro sportivo olimpico dell’Esercito e che, scortata dagli allievi della Scuola Militare Teulie’ che portavano un grande drappo tricolore, e’ transitata sotto l’Arco della Pace, cedendo poi il testimone all’altro staffettista, il comandante della Teulie’, colonnello Gioacchino Violante. Il passaggio sotto l’Arco e’ stato ritmato dal suono della “Batteria Tamburi” degli Allievi della stessa Scuola Militare Teulie’. Il tedoforo subentrante e’ partito, invece, al suono del bersaglieresco pezzo musicale di “Flick e flock”. In serata la staffetta raggiungera’ Brescia. Nel corso dell’evento, le autorita’ civili e militari hanno consegnato agli eredi dei militari che hanno preso parte alla Grande Guerra copia di quel documento che costituisce la sintesi della storia militare dell’individuo: lo stato di servizio. Nella stessa occasione e’ stata anche premiata la Classe III C della Scuola media statale “G.B. Rubini” di Romano di Lombardia, risultata tra le vincitrici del concorso fotografico “La via della Grande Guerra”, promosso dall’Esercito e rivolto agli studenti con l’obiettivo di coinvolgerli nel ricordo attualizzato della Grande Guerra. Numeroso il pubblico che ha assistito all’evento e che ha potuto ammirare, negli stand espositivi organizzati dal Comando Militare Esercito Lombardia, i mezzi moderni dell’Esercito, tra cui il Lince, mezzo blindato usato soprattutto nelle missioni internazionali, insieme alle armi e alle uniformi della Grande Guerra dell’Ufficio Storico dello Stato Maggiore dell’Esercito. (AGI) .

(AGI) – Bolzano, 20 mag. – E’ arrivato il previsto vortice ciclonico sull’Italia. Dopo il passaggio di Ferox, oggi e’ il turno di Venere che portera’ temporali diffusi al Nord e al Centro. La redazione web del sito www.iLMeteo.it comunica che oggi il tempo sara’ molto instabile al Nord e sulla Toscana settentrionale con frequenti piogge e temporali localmente forti, specie sui settori montuosi.

Piogge in arrivo anche su Lazio meridionale, Abruzzo e Molise. Da domani il ciclone Venere iniziera’ a spostarsi verso la Corsica e quindi verso il mare Adriatico portando diffuso maltempo, anche intenso sulla Pianura Padana, il Nordest e regioni adriatiche. Tra domani e sabato tanta pioggia al Nordest e al Centro con diffusi temporali e locali nubifragi, specie su Emilia Romagna. Calo termico generale con la neve che tornera’ a scendere sulle Alpi sopra i 1200/1400 metri. Regioni meridionali decisamente piu’ soleggiate.

In Alto Adige questa mattina la neve ha fatto la sua ricomparsa, causando diversi disagi al traffico pesante sull’asse del Brennero. Pioggia a fondovalle e netto, anche di oltre 15 gradi, e’ il calo delle temperature.

Sull’autostrada A22 nel tratto compreso tra la barriera di Vipiteno ed il valico di confine con l’Austria le corsie sono parzialmente innevate. Situazione piu’ critica in territorio austriaco dove la corsia verso l’Italia e’ stata chiusa per un breve periodo per consentire ai mezzi spargisale di pulire la carreggiata.

La nevicata sta causando in entrambe le direzioni rallentamenti e code di mezzi pesanti tra Brennero e Schoenberg dove e’ necessaria l’attrezzatura invernale. Per il ponte di Pentecoste, festivita’che si celebra in Germania, Austria ed in Alto Adige tra sabato 23 e lunedi’ 25, e’ previsto un notevole incremento del traffico soprattutto verso l’Italia. Restano chiusi i passi Stelvio e Rombo.

In direzione sud un cantiere tra Chiusa e Bolzano Nord sta causando una coda di 6 chilometri. Sulle montagna della cresta di confine i fiocchi bianchi sono caduti gia’ poco sopra i 1.300 metri.

Arriva il maltempo anche sul Veneto, con cielo in prevalenza molto nuvoloso e precipitazioni che, oggi e domani, potranno essere a carattere di rovescio o temporale anche intenso.

(AGI) – Roma, 20 mag. – Non c’e’ soltanto il caso della tassista picchiata, violentata e rapinata l’8 maggio scorso in una stradina isolata in zona Ponte Galeria. Ad aggravare la posizione di Simone Borgese, il 30enne romano cameriere ‘a chiamata’ nei ristoranti, attualmente detenuto a Regina Coeli per quella aggressione, potrebbero esserci altri due episodi che procura e Squadra Mobile stanno vagliando con molta cautela e attenzione. Lo scorso aprile, secondo la denuncia presentata da un’altra tassista, Borgese si sarebbe masturbato nel suo taxi prima di darsi alla fuga. C’e’ poi l’integrazione di una denuncia di una minorenne che sostiene di aver subito nel giugno dello scorso anno una serie di palpeggiamenti da parte di Borgese mentre si trovava in ascensore. In entrambi i casi, l’uomo sarebbe stato riconosciuto dalle due donne sulla base delle fotografie pubblicate dai giornali in questi giorni. Mentre per l’aggressione dell’8 maggio verra’ chiesto il giudizio immediato (che consente di approdare subito in aula, davanti al tribunale, ‘saltando’ la fase dell’udienza preliminare), il pm Eugenio Albamonte sta valutando se sentire la minorenne in sede di incidente probatorio, cosi’ da attribuire un valore di prova consolidato, in caso di processo, alle dichiarazioni della ragazzina cui sara’ chiesto anche di procedere a una ricognizione visiva dell’aggressore. (AGI) .

Flag Counter
Video Games