Newsletter
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone

Admin

(AGI) – Roma, 15 giu. – “Dai ballottaggi vengono risultati con luci e ombre. Brucia la sconfitta di Venezia come quelle di citta’ importanti quali Arezzo, Fermo, Matera, Nuoro. Aver riconquistato citta’ simbolo come Mantova o Trani o confermato buoni amministratori a partire da Lecco non e’ sufficiente a giudicare positivo questo risultato. L’analisi puntuale conferma che il Pd e’ nettamente il primo partito in Italia anche nel numero dei sindaci, ma non e’ sufficiente a farci brindare stanotte”. Cosi’ Lorenzo Guerini vicesegretario Pd.

Salvini, la poltrona di Renzi traballa – “La poltrona di Renzi traballa, sicuramente e’ una bella mazzata per il Pd, che ha passato un anno a parlare di legge elettorale e Senato quando l’emergenza in Italia sono la disoccupazione e l’immigrazione fuori controllo”. Cosi’ il segretario federale della Lega Nord commenta l’esito dei ballottaggi, intervenendo a ‘Radio Padania’.

“Per la Lega – ha aggiunto – e’ un risultato straordinario, sia per i candidati sindaci leghisti, sia per candidati sostenuti dalla Lega. Abbiamo ottenuto successi impensabili fino a un anno fa, Venezia ma anche Arezzo, Cologno Monzese o Saronno”.

“Torniamo tutti insieme appassionatamente?”, chiede il segretario federale della Lega Nord, parlando del futuro della coalizione di centrodestra, “No, perche’ funziona poco e male. Sono meglio la coerenza il coraggio e una proposta precisa ai cittadini. Per l’alternativa a Renzi, che si avvicina perche’ la sua poltrona traballa e il signorino di Firenze inizia ad avere a paura, chi fa parte governo Renzi non fa parte dell’alternativa a Renzi, quindi per quanto mi riguarda Alfano e’ fuori dai giochi”. “La Lega e’ il primo movimento politico alternativo a Renzi, se si parla di centrodestra che riparte si parla di un centrodestra che deve partire dalla proposta della Lega – insiste -. Non sono le frittatine e le marmellatine ad appassionare e coinvolgere gli elettori”. “Vuol dire che il lavoro paga la coerenza paga – ha concluso -, e che a Pontida si scrive un pezzo di storia”.

(AGI) – Milano, 15 giu. – “La poltrona di Renzi traballa, sicuramente e’ una bella mazzata per il Pd, che ha passato un anno a parlare di legge elettorale e Senato quando l’emergenza in Italia sono la disoccupazione e l’immigrazione fuori controllo”. Cosi’ il segretario federale della Lega Nord commenta l’esito dei ballottaggi, intervenendo a ‘Radio Padania’. (AGI) .

(AGI) – Roma, 15 giu. – Una maxi operazione antidroga della Polizia di Stato e della Polizia Nazionale Francese, coordinate dalla Direzione distrettuale antimafia della Procura della Repubblica di Genova e dal Tribunale di Grande Istanza di Marsiglia. Diciassette le persone arrestate, accusate di far parte di un’organizzazione transnazionale attiva nel traffico di sostanze stupefacenti. Gli arrestati, di nazionalita’ francese e italiana, sono ritenuti essere contigui alle cosche di ‘ndrangheta Gallico e Mole’, da tempo operanti nella provincia di Imperia e in Costa Azzurra. In particolare, nella cittadina francese di Vallauris e’ stata accertata l’operativita’ di esponenti della famiglia Magnoli, originari di Rosarno (Reggio Calabria), considerati il vertice dell’organizzazione, unitamente all’italiano Carmelo Sgro’, con precedenti per associazione mafiosa, attivo nella zona di Sanremo (Imperia). L’operazione denominata ‘Trait union’, condotta dagli uomini del servizio centrale operativo della polizia di stato e dalla sezione criminalita’ organizzata della squadra mobile di genova, ha portato, nei giorni scorsi, al sequestro di 90 Kg di cocaina a bordo di un veliero al largo dell’isola caraibica della Martinica (Antille francesi) e diretto verso l’Europa. Le attivita’ investigative – avviate da oltre un anno – hanno consentito di individuare i canali di approvvigionamento di hashish in Marocco che, in alcuni casi, veniva spedito proprio in centro America e utilizzato come merce di scambio per quantitativi di cocaina. Le diverse attivita’ tecniche disposte dalla magistratura di Genova, in sinergia con quella francese, hanno documentato anche altri elementi investigativi, suscettibili di sviluppi, e forti conflittualita’ con altre gruppi criminali, ad esempio culminati nell’esplosione di colpi di kalashnikov contro l’abitazione francese di Antonio Magnoli, esponente di vertice del gruppo. (AGI)

(AGI) – Washington, 15 giu. – Orrore su una spiaggia dello Stato del North Carolina, in Usa: in una pittoresca localita’, Oak Island, a distanza di neanche due ore l’una dall’altro, due adolescenti sono rimasti gravemente feriti in altrettanti attacchi di squali. Una ragazzina di 14 anni e’ stata gravemente a un braccio e a una gamba: un uomo che le nuotava accanto ha sentito le sue grida e l’ha portata fuori dall’acqua. Trasportata in elicottero in ospedale a Wilmington, la ragazzina ha perso una parte di un braccio e probabilmente dovra’ subire l’amputazione di una gamba. Nel frattempo le autorita’ avevano ordinato ai bagnanti di uscire dall’acqua. Ma circa 90 minuti piu’ tardi, un paio di chilometri piu’ a est lungo lo stesso tratto di costa, un ragazzo 16enne e’ stato aggredito ancora: e l’attacco gli e’ costato il braccio sinistro. Molto affollato per la giornata festiva, quel tratto di costa di solito non risulta frequentato da squali. Giovedi’ pero’ a pochi chilometri dalla zona, a Ocean Isle Beach, una ragazzina di 13 anni era stata aggredita subendo la lacerazione di un piede. (AGI)

(AGI) – Athne, 15 giu. – Il premier greco, Alexis Tsipras assicura che il suo paese e’ pronto a pazientare finche’ i suoi creditori non diventeranno piu’ “realisti”. “Pazienteremo – scrive Tsipras al giornale Ephimarida ton Syndakton – finche’ le istituzioni non diventeranno piu’ realiste”. Secondo il premier a guidare i creditori e’ l'”opportunismo politico”, che li spinge a un pressing su Atene per ottenere la riforma delle pensioni. “Alcuni – aggiunge – interpretano come debolezza il nostro sincero desiderio di trovare una soluzione”. Tsipras invita l’Unione europea e il Fmi a “meditare” su questa idea: “Non siamo solo gli eredi di una lunga storia di difficolta’. Portiamo anche sulle nostre spalle la dignita’ di un popolo e la speranza dei popoli europei”. Tsipras sostiene che la tenacia dimostrata nel negoziato da Atene non e’ un'”ossessione ideologica” ma una “questione di democrazia”. (AGI)

(AGI) – Roma, 15 giu. – Sedici milioni di euro di beni. A tanto ammonta il valore del sequestro eseguito dai finanzieri del comando provinciale di Roma, nei confronti di Salvatore Buzzi. Il nuovo provvedimento di sequestro, riguarda le quote societarie, il capitale sociale e l’intero patrimonio aziendale, comprese le disponibilita’ finanziarie, della Sarim Immobiliare srl che ha sede in viale Togliatti 1639 e che opera nel settore della “locazione immobiliare di beni propri”. La societa’, legalmente rappresentata e partecipata (quota del 6%) da Emanuela Bugitti, raggiunta da ordinanza cautelare per ‘Mafia Capitale’ il 2 dicembre 2014 e il 4 giugno scorso, dallo stesso Buzzi (quota del 6%) e da Carlo Maria Guarany (quota 1%), risulta controllata dalle cooperative “29 Giugno” per il 48%, e “Formula Sociale arl Onlus” per il 4%, entrambe gia’ oggetto di sequestro sei mesi fa.

Il patrimonio detenuto dalla Sarim Immobiliare srl, secondo gli investigatori, si sostanzia in disponibilita’ finanziarie, partecipazioni societarie e, soprattutto, in una unita’ immobilitare di 2.750 mq, che si trova a Roma in via Santa Maria di Loreto 35 ed era utilizzata dalle cooperative di Buzzi come casa di accoglienza in grado di ospitare donne, minori, rifugiati e richiedenti asilo. Con quello di oggi ammonta a oltre 360 milioni di euro il valore dei beni oggetto di sequestro nell’ambito dell’inchiesta su ‘Mafia Capitale’. (AGI) .

(AGI) – Cuneo, 15 giu. – Gli uomini del Soccorso Alpino di Cuneo hanno ritrovato a quota 2300 metri il corpo senza vita dell’escursionista genovese di 62 anni, disperso da ieri a Entracque, nel Cuneese. Secondo una prima ricostruzione, l’uomo sarebbe scivolato sulla neve, sbattendo con violenza sulle rocce. A dare l’allarme, ieri sera, era stata la moglie, che non aveva piu’ ricevuto notizie dal marito. (AGI)

(AGI) – Trapani, 15 giu. – Un infermiere palermitano, Gaspare Manlio Cassara’, e’ stato arrestato per stalking dai carabinieri di Castellammare del Golfo (Trapani), dove risiede. Non aveva accettato la fine del rapporto sentimentale con l’ex compagna e che ingiuriava e minacciava con sms e con post sui social network. In alcuni casi la donna aveva subito danneggiamenti alla propria autovettura, che, secondo la sua denuncia, erano stati velatamente rivendicati dall’infermiere. A carico dell’indagato i il Gip Lucia Fontana su richiesta del Pm Sara Morri ha disposto per Cassara’ gli arresti domiciliari nella sua abitazione di Palermo, con l’aggiunta del divieto di usare qualsiasi mezzo di comunicazione. (AGI)

(AGI) – Bergamo, 15 giu. – Due persone ricoverate in gravi condizioni e altre 24 rimaste ferite. E’ il bilancio dell’incendio divampato la notte scorsa nella struttura per disabili a Fiobbio di Albino, nel bergamasco. All’Ospedale Papa Giovanni XXIII sono stati visitati complessivamente 26 pazienti adulti. I due codici rossi, cioe’ in gravi condizioni, sono stati intubati, stabilizzati e trasferiti per trattamento iperbarico all’Ospedale Niguarda di Milano e all’Ospedale Citta’ di Brescia. Dei 24 codici gialli, 16 sono stati tenuti in osservazione per sospetta intossicazione. “Al momento – si legge in una nota – non si ravvisano situazioni cliniche che richiedano il ricovero ed e’ probabile che vengano tutti dimessi nelle prossime ore”. L’Ospedale Papa Giovanni per far fronte all’emergenza ha attivato il cosiddetto PEMAF, il Piano di emergenza per massiccio afflusso di feriti, aggiungendo ai 7 infermieri gia’ in servizio il Coordinatore Infermieristico, 4 infermieri e prolungato la presenza in servizio di altre due unita’ fino alle 3 di questa mattina. In shock room invece erano al lavoro due anestesisti – rianimatori, un medico di Pronto soccorso per la gestione dei codici rossi, un medico di Pronto soccorso per la gestione dei codici gialli e verdi, un tossicologo, un chirurgo, uno psichiatra e il medico reperibile della Direzione Medica di Presidio. (AGI) .

(AGI) – Roma, 15 giu. – Il conto alla rovescia e’ quasi terminato: scade domani il termine entro il quale oltre venti milioni di famiglie dovranno versare l’acconto di Tasi e Imu, le tasse locali sulla casa. Piu’ nel dettaglio, secondo i calcoli della Uil, 19,7 milioni di proprietari di prima casa e 25 milioni di proprietari di altri immobili saranno chiamati al versamento della prima rata. Il conto tra Imu e Tasi a giugno sara’ di 12 miliardi di euro, di cui 9,7 miliardi di euro per la prima e 2,3 miliardi di euro per la seconda, dei quali 1,8 miliardi per la prima casa. Per la Tasi il costo medio complessivo (tutti i comuni) e’ di 180 euro medi, di cui 90 da pagare con l’acconto il prossimo 16 giugno. L’aliquota media si attesta all’1,95 per mille. Nelle citta’ capoluogo pero’ il costo della Tasi sale a 230 euro medi (115 euro l’acconto a giugno), con punte di 403 euro. La citta’ piu’ tartassata e’ Torino con 403 euro di media annuale (202 di acconto), seguono Roma con 391 euro l’anno (196 di acconto) e Firenze con 346 euro l’anno (173 di acconto). L’aliquota media nelle citta’ capoluogo e’ del 2,65 per mille. In 1/3 dei capoluoghi l’aliquota e’ al massimo: 3,3 per mille. Le cifre salgono decisamente per l’acconto Imu sulle seconde case: il costo medio in questo caso e’ di 866 euro di cui 433 euro da pagare con l’acconto di giugno, con punte di 2.028 euro a Roma (1.014 euro l’acconto); 1.828 euro a Milano (914 euro di acconto); 1.792 euro a Torino (896 di acconto); 1.748 euro a Bologna (874 euro di acconto). Al momento sono 1.490 i comuni che hanno pubblicato le aliquote per il 2015, per quelli che non lo hanno ancora fatto varranno le aliquote del 2014. A meta’ dicembre, con il versamento della seconda rata, i contribuenti pagheranno il conguaglio in base a eventuali aggiornamenti delle percentuali. Al momento la tendenza generale e’ parsa quella di confermare gli importi dello scorso anno, anche se ben 173 comuni (tra cui 5 citta’ capoluogo) hanno rivisto le aliquote al rialzo. In particolare ad Enna l’aliquota passa dall’1 per mille dello scorso anno (non aveva pubblicato), al 2,5 per mille di quest’anno; a Modena si passa dal 3,1 per mille al 3,3 per mille; a Sondrio dal 2 per mille al 2,5 per mille; mentre a Potenza la detrazione fissa di 100 euro viene diminuita a 50 euro e quella per i figli minori passa da 50 euro a 25 euro; a Treviso la detrazione fissa di 200 euro passa a 150 euro. Conto salato anche per i proprietari di negozi e uffici. Secondo la Cgia di Mestre, tra il 2011 (ultimo anno in cui si e’ pagata l’Ici) e il 2014, la tassazione sugli immobili strumentali ha subito una vera e propria impennata: il gettito complessivo sulle attivita’ produttive e’ passato infatti da quasi cinque miliardi di euro a oltre dieci miliardi. Nello specifico si e’ registrato un aumento del 142% per uffici e studi privati; +137% per negozi e botteghe; +107% per laboratori di arti e mestieri; +101% per gli istituti di credito; +94% per gli immobili a uso produttivo.(AGI) .

Flag Counter