Newsletter
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone

Admin

(AGI) – Roma, 3 lug. – L’Isis ha distrutto sei reperti archeologici trafugati a Palmira e trovati in mano a un contrabbandiere: lo ha reso noto lo stesso gruppo jihadista. I sei busti sono stati scoperti perche’ l’uomo e’ stato fermato a un posto di blocco: portato davanti a una Corte islamica, il giudice ha ordinato che fossero distrutti e che il contrabbandiere fosse fustigato, si legge nella nota diffusa dal gruppo terroristico. Secondo il Daily Mail, nelle foto rilasciate dall’Isis si vedono anche i miliziani che distruggono i busti con enormi martelli. Secondo l’Osservatorio Siriano per i diritti Umani, non e’ chiaro se i busti fossero autentici o falsi e distrutti dal gruppo per coprire i propri traffici di opere d’arte. (AGI) .

(AGI) – Milano, 3 lug. – Nella sede di Unione Confcommercio, alla presenza del generale Pasquale Lavacca, dirigente generale responsabile dei Sistemi informativi automatizzati dell’Arma dei Carabinieri, Beretta Spa e Intellitronika Srl hanno illustrato il progetto “i-PROTECT”, un sistema innovativo di protezione individuale, ideato per diminuire i tempi di reazione della Centrale operativa ed innalzare cosi’ il livello di sicurezza dei cittadini e del personale delle forze dell’ordine. Il sistema, ideato dalla Beretta nell’ambito di un progetto di ricerca con l’Universita’ di Brescia e finanziato dal ministero dello Sviluppo Economico, e’ stato sviluppato congiuntamente con la societa’ Intellitronika, specializzata nella progettazione di sistemi informatici e di comunicazione. Il sistema e’ costituito dalla nuova pistola “Beretta PX4 Storm-i” in calibro 9x19mm, da una fondina specifica a doppia sicurezza munita di attuatori magnetici e da uno smartphone dotato dell’applicativo “ODINO 5” per integrare l’arma nel sistema di comando e controllo. L’applicativo consente di fornire alla Centrale Operativa informazioni in tempo reale sullo stato dell’arma e sull’ubicazione dell’operatore, consentendo l’avvio immediato del flusso decisionale e l’attivazione di tutte le misure idonee a garantire immediato supporto agli uomini sul terreno, come ad esempio l’attivazione di un sistema di registrazione ambientale ovvero l’invio di pattuglie di supporto. Nell’ottica di una sinergia costruttiva fra imprese e Istituzioni, il sistema e’ stato reso disponibile, dalle aziende sviluppatrici, in via sperimentale e senza costi all’Arma dei Carabinieri. Dal 1 luglio fino al 31 agosto 2015, infatti, i Carabinieri di quartiere del Comando provinciale di Milano testeranno sul territorio le potenzialita’ operative del sistema.

Prima della sperimentazione, i Carabinieri di quartiere e gli operatori di centrale hanno frequentato un addestramento mirato sia alla “familiarizzazione” con la nuova arma – a cura della Scuola di Perfezionamento al Tiro dell’Arma dei Carabinieri – sia all’utilizzo del sistema e dei relativi equipaggiamenti – a cura delle aziende Beretta e Intellitronika. (AGI) .

(AGI) – Roma, 3 lug. – Nuova giornata di tensione per la Grecia, in attesa dell’esito del referendum di domenica prossima. Da Bruxelles, guanto di sfida lanciato ad Atene con il presidente della Commissione Ue Juncker che si dice convinto del fatto che con la vittoria dei ‘no’ al referendum, “la posizione della Grecia sara’ drammaticamente indebolita”. Dal canto suo iIl premier greco, Alexis Tsipras chiede un “taglio del 30%” del debito greco e “20 anni di periodo di grazia”. Tsipras, in un’intervista televisiva, avanza questa proposta per assicurare la “sostenibilita’ del debito” greco e cita il rapporto del Fmi che stima le necessita’ di finanziamento complessive di Atene a 50 miliardi di euro fino al 2018″.

Le banche, abbiamo liquidita’ per un miliardo fino a lunedi’

“Il Fmi – dice Tsipras – ha pubblicato un rapporto sull’economia greca che e’ una conferma della nostra posizione e conferma un’ovvieta’: che il debito greco non e’ sostenibile”.

“Domenica il referendum non sara’ sulla permanenza della Grecia nell’euro. Chiedo ai greci di votare con calma senza accettare ultimatum. Il posto della Grecia e’ in Europa. Il report del Fmi conferma gli argomenti del mio Governo: il debito non e’ sostenibile”, ha aggiunto Tsipras.

Intanto il Ministro delle finanze ellenico Varoufakis ha sottolineato che non e’ “troppo tardi” per un accordo tra la Grecia e i suoi creditori, anzi, un’intesa e’ “imminente” a prescindere dai risultati del referendum. Sia come sia, la Grecia e’ in serie difficolta’: alle banche elleniche sono rimaste riserve di contante per appena 500 milioni di euro, ha fatto sapere il presidente della Camera di Commercio greca Constantine Michalos il quale ha aggiunto che “siamo in una situazione molto pericolosa, le aziende greche sono state tagliate fuori dai trasferimenti elettronici del sistema europeo Target2”.

Dijsselboem, accordo vicino? Bugia di Varoufakis

Nel frattempo, PayPal ha sospeso i servizi di pagamento in Grecia a causa dei controlli sul capitale imposti a causa della grave crisi di liquidita’. Nella Ue, intanto, si fa sentire anche la voce delle cosiddette ‘colombe’: il referendum greco di domenica “avra’ delle conseguenze” ma “noi vogliamo tenere la Grecia nell’eurozona”, sostiene il primo ministro del Lussemburgo, Xavier Bettel. Ma c’e’ anche chi si scaglia duramente contro il premier greco il quale e’ un “imprevedibile manipolatore” con il quale non e’ piu’ possibile negoziare, afferma il presidente del Parlamento Europeo, Martin Schulz. “La verita’ e’ che non c’e’ alcuna base per negoziare”, prosegue Schulz, “Tsipras e’ imprevedibile e manipola il popolo greco, la questione ha dei tratti quasi demagogici”. Le borse europee intanto si presentano in moderato calo a meta’ seduta. In Italia, si discute su un’eventuale ‘Grexit’: l’ex premier Silvio Berlusconi osserva che per l’Europa e’ “assurdo” pensare di rinunciare alla Grecia, un Paese “alla radice della nostra civilta’”. Dal punto di vista finanziario, ci pensa il presidente della Consob a rassicurare i nostri investitori: “Per il momento e’ chiaro che si risente di qualche andamento legato alle prospettive greche ma non sono tali da preoccupazioni serie. Ovviamente questo non significa che non siamo vigili”, dice Giuseppe Vegas. “Di sicuro non e’ una situazione tale per cui non si va in asta”, sottolinea il responsabile del Tesoro per il debito Maria Cannata. (AGI) .

(AGI) – Parigi, 3 lug. – Dopo le violente proteste della settimana scorsa, Uber ha deciso di sospendere, in Francia, il suo servizio “UberPop”, applicazione che consente di chiamare con lo smartphone una vettura guidata da privati cittadini. “E’ davvero un giorno triste per i 500.000 francesi che utilizzano UberPop, cosi’ come per i driver. Ad ogni modo, vogliamo sempre mettere la sicurezza al primo posto”, ha dichiarato la compagnia californiana in una nota, rimettendosi alla sentenza della Corte Costituzionale francese attesa per settembre. “La fermezza del governo ha pagato”, e’ stato il commento del premier, Manuel Valls. “E’ una professione che ha bisogno di regole, non seguiamo la legge della giungla”, ha aggiunto parlando con la stampa a Besancon. Dopo le accese rimostranze dei tassisti, che hanno messo a ferro e fuoco diverse citta’, il ministro dell’Interno francese, Bernard Cazeneuve, ha vietato l’uso di “UberPop” mentre due manager della societa’ – tra cui l’ad della divisione francese, Thibaud Simphal – sono stati rinviati a giudizio. Proprio Simphal, preannunciando lo stop della controversa app a partire dalle 20 di oggi, ha precisato che la societa’ intende “dialogare con le autorita’ e mostrar loro che si assume le proprie responsabilita’”. Ma la ‘guerra’ di Uber continua, specie contro le lungaggini burocratiche che i suoi driver incontrano in Francia.

Uber, l’App odiata dai tassisti (Leggi Archivio AGI)

“Il mercato e’ cambiato e le esigenze delle persone stanno andando avanti, ma nell’ultimo anno in Francia siamo tornati indietro – si legge nel comunicato – Precedentemente bastavano due settimane per ottenere l’autorizzazione e iniziare a lavorare. Adesso invece la trafila per la concessione dell’autorizzazione e’ una sorta di corsa a ostacoli: sono necessari almeno 6 mesi, oltre a 250 ore di formazione (rispetto alle sole 25 ore di corso del brevetto per pilota di aereo leggero) e 1.500 euro di garanzia. E non si possono utilizzare veicoli piccoli e rispettosi dell’ambiente”.

Ad oggi, prosegue Uber, “non meno di 12.000 persone che hanno effettuato tutti gli adempimenti necessari sono ancora in attesa. Le autorizzazioni vengono date con il contagocce: solo 215 autorizzazioni sono state rilasciate da ottobre – quando la legge Thevenoud e’ entrata in vigore – al primo gennaio”.

“A settembre la Corte Costituzionale dovra’ dire se la legge Thevenoud, nella parte in cui colpisce UberPop, e’ costituzionale o meno”, conclude la nota. “Nel frattempo, noi lavoreremo duro per riportare alla guida il prima possibile e alle migliori condizioni i nostri driver”. (AGI) .

(AGI) – Atene, 3 lug. – Le banche greche hanno una liquidita’ disponibile di 1 miliardo fino a lunedi’. Lo ha annunciato il numero uno dell’associazione delle banche greche, spiegando che dopo la giornata di lunedi’ tutto dipendera’ dalla Bce. (AGI) .

(AGI) – Roma, 3 lug. – Convalida del fermo e ordinanza di custodia cautelare in carcere per Giuseppe Franco, il sottufficiale dell a Marina Militare accusato di avere stuprato 3 giorni fa una quindicenne in un parco a pochi passi del Palazzo di Giustizia di Roma. La decisione e’ del gip Giacomo Ebner che ha accolto una richiesta avanzata del pm Eugenio Albamonte. Oltre che del reato di violenza sessuale Giuseppe Franco e’ accusato di sostituzione di persona per essersi presentato alla ragazzina come un agente di polizia. Un rapporto sessuale ne’ consensuale ne’ dettato da un raptus. Per il gip Giacomo Ebner, la violenza messa in atto tre giorni fa dal sottufficiale fu dunque “pianificata”. Nell’ordinanza di due pagine che dispone il carcere, infatti, il magistrato scrive che Giuseppe Franco “ha individuato una ragazza palesemente minorenne”, “ha esibito un tesserino per accreditarsi come rappresentante delle forze dell’ordine” e “ha persuaso la minore esercitando la forza solo nei momenti in cui la ragazzina tentava di ribellarsi”. Non solo, ma l’uomo “ha senz’altro approfittato dell’orario notturno e anche del luogo dove appartarsi da lui senza dubbio conosciuto”. Secondo il giudice, poi, l’indagato deve stare in carcere perche’ “e’ sussistente il pericolo di reiterazione del reato” ed appare concreto “anche quello di fuga, tenuto conto che il militare ha cercato di far perdere le proprie tracce e che avendo fatto numerose missioni all’estero potrebbe conoscere i luoghi in cui rifugiarsi”. (AGI) .

(AGI) – Atene, 3 lug. – Il premier greco, Alexis Tsipras chiede un “taglio del 30%” del debito greco e “20 anni di periodo di grazia”. Tsipras, in un’intervista televisiva, avanza questa proposta per assicurare la “sostenibilita’ del debito” greco e cita il rapporto del Fmi che stima le necessita’ di finanziamento complessive di Atene a 50 miliardi di euro fino al 2018″. “Il Fmi – dice Tsipras – ha pubblicato un rapporto sull’economia greca che e’ una conferma della nostra posizione e conferma un’ovvieta’: che il debito greco non e’ sostenibile”. (AGI) .

In giornata è stato rilasciato il nuovo DLC gratuito per The Witcher 3: Wild Hunt, nelle versioni PlayStation 4, Xbox One e PC. Contrariamente alle aspettative, il DLC gratuito (il 13mo rilasciato finora) non riguarda un costume alternativo per Ciri, ma una missione secondaria intitolata «Dove giocano il gatto e il lupo», sbloccabile nel villaggio di Oreton.

Il rilascio gratuito di contenuti per l’eccellente gdr di CD Projekt RED dovrebbe proseguire almeno fino a metà luglio con altri tre DLC.

The-Witcher-3-Wild-Hunt_2013_06-25-13_001

(AGI) – Parigi, 3 lug. – “Ho dei dubbi maggiori rispetto allo scorso anno ma il mio obiettivo e’ quello di vincere il Tour. Mi rendo conto pero’ che sara’ molto difficile”. Lo ha detto, alla vigilia della partenza del Tour 2015, Alberto Contador (Tinkoff Saxo), fresco vincitore del Giro d’Italia e nella top sei dei ciclisti piu’ completi di tutti i tempi, ovvero quelli che sono riusciti a trionfare almeno una volta nelle tre le corse a tappe piu’ prestigiose, ovvero la corsa rosa, la Vuelta e appunto la Grande Boucle, conquistata dallo spagnolo nel 2007 e nel 2009. “Il perche’ dei dubbi? Cio’ che mi preoccupa di piu’, perche’ e’ totalmente nuovo per me, e’ capire come reagira’ il mio corpo dopo le fatiche del Giro e come rispondera’ ai continui sforzi. Il percorso del Tour di quest’anno e’ il piu’ duro di tutti quelli che ho fatto. Oltre a Pirenei e Alpi, anche nei primi nove giorni ci sono sei tappe davvero difficili. Rimanere sempre concentrato e sul pezzo sara’ la chiave vincente”, ha aggiunto Contador. (AGI) .

(AGI) – Milano, 3 lug. – “Evviva, c’e’ bisogno di gente nuova”: cosi’ Silvio Berlusconi commenta la possibile discesa in politica di Diego Della Valle, che ha annunciato la prossima costituzione del movimento ‘Noi italiani’. “E’ un ottimo imprenditore – ha detto Berlusconi, a margine della presentazione del nuovo allenatore del Milan – ed e’ nuovo come politico. E’ senz’altro un numero uno, serve avere piu’ persone come lui che decidono di dedicarsi al bene del proprio Paese portando tutta la loro capacita’ ed esperienza”. Secondo Berlusconi, “il 50% delle persone non vanno piu’ a votare perche’ sono deluse, sfiduciate e rassegnate, perche’ vedono tutti questi politici che non corrispondono alle esigenze di una conduzione diversa del Paese. Io penso che il futuro non possa che essere portato avanti con successo da gente che viene dalla vita vera e non da politici di mestiere che pensano al proprio personale interesse”. Anche Renzi, attacca, “e’ un professionista della politica, ha iniziato prima di me. La gente non vede in chi fa politica oggi la capacita’ di mettere in campo provvedimenti che risolvano i problemi e possano avviare il Paese verso lo sviluppo”. (AGI) .

Flag Counter