Newsletter
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone

Admin

(AGI) – Roma, 6 ago. – Non solo quella di Twitter ma e’ falza anche la pagina di Facebook attribuita alla neo presidente Rai Monica Maggioni. Cosi’ riferisce l’ufficio stampa Rai, che ha informato di questo la Polizia Postale e presentato un esposto-denuncia con richiesta di immediata rimozione dei due profili dai social. .

In occasione della Gamescom 2015 Warner Bros. Interactive Entertainment ha annunciato che LEGO Marvel Avengers, titolo che ci metterà nei panni dei personaggi Marvel di The Avengers e Avengers: Age of Ultron – il tutto ovviamente rivistato in chiave LEGO – sarà disponibile nei negozi a fine gennaio 2016, più precisamente il 26 gennaio in Nord Amercia e il 29 gennaio in Europa. In occasione dell’annuncio sono anche stati rilasciati nuovi screenshot del gioco, che vi proponiamo qui sotto.
Thor_Jane_Foster_1438752074 Ms_Marvel_Kamala_Khan_1438752073 Speed_1438752074Hulk_Age_of_Ultron_1438752072

(AGI) – Roma, 6 lug. – Cucinare e mangiare insieme aiuta a riportare la serenita’ con il partner. Il consiglio arriva dal nutrizionista Pietro Migliaccio, presidente della Societa’ Italiana di Scienza dell’Alimentazione (S.I.S.A.) secondo cui la ‘Cooking Therapy’ rappresenta una valida alternativa a costose terapie di coppia, regali e cene in ristoranti lussuosi. Fare la spesa e stare insieme ai fornelli riduce, infatti, lo stress e le incomprensioni, giovando cosi’ al rapporto a due. Ma cosa cucinare? Tra i tanti alimenti amici dell’eros c’e’ anche il pollo che, spiega Migliaccio, “ha un contenuto di grassi modesto ed e’ leggero, una soluzione ideale per debellare la sonnolenza post cena derivante da un organismo appesantito e dedicarsi cosi’ al proprio partner”. E’ un alimento perfetto per una serata a due – prosegue il nutrizionista – facile da cucinare, leggero e pieno di nutrienti che aiutano a combattere lo stress e a riportare l’armonia. Il pollo e’ ricco di proteine, 22% in media, e dell’amminoacido triptofano che partecipa a molti processi biologici tra i quali la sintesi della serotonina, un neurotrasmettitore che dona serenita’ e allontana lo stress accumulato durante la giornata. “Inoltre – aggiunge Migliaccio – puo’ aiutare a mantenersi in forma seguendo una corretta alimentazione per piacere a se stessi e sentirsi meglio con il partner. Anche in questo caso il pollo puo’ essere di aiuto perche’ apporta una quantita’ di calorie ridotta rispetto alle altre carni e pertanto adatta a mantenere il peso ideale”. (AGI) .

La Gamescom 2015 sarà ricordata con piacere anche dai fan di The Sims: Electronic Arts ha infatti mostrato il trailer ufficiale di The Sims 4: usciamo insieme, espansione che permetterà ai Sims di recarsi al pub, in discoteca e alle classiche feste del college. In attesa di nuove informazioni sull’espansione, disponibile da novembre 2015, vi lasciamo al trailer qui sotto.

(AGI) – Roma, 6 ago. – Un investimento di 750 milioni di euro al centro-sud “per lo sviluppo e la diffusione della banda ultralarga”. E’ quanto si legge in una nota di Telecom Italia riguardo ad un progetto che ha coinvolto “circa dieci milioni di abitanti in oltre 760 comuni italiani”. Le regioni interessate dall’investimenti sono: Molise, Lazio, Campania, Puglia, Basilicata, Calabria e Sicilia. “Si tratta di progetti per la realizzazione di infrastrutture di rete – continua la nota di Telecom – che beneficiano di un finanziamento pubblico di circa 358 milioni di euro per la componente passiva (scavi e fibra spenta) a cui si aggiungono 394 milioni a carico di Telecom Italia: 179 per la componente passiva e 215 per l’elettronica necessaria ad erogare servizi a banda ultralarga con velocita’ da 30 fino a 100 Mbit/s”. L’amministratore delegato di Telecom, Marco Patuano, ha sottolineato che “siamo i primi e gli unici ad investire al centro-sud ed a impegnarci seriamente per colmare il divario digitale del nostro Paese”. L’iniziativa consentira’ di rendere disponibile la fibra ottica e i servizi di TIM a circa 10 milioni di abitanti in oltre 760 comuni italiani, attraverso la connessione di circa 24.000 armadi stradali. Verranno inoltre realizzate connessioni a 100 Mbit/s per circa 5.200 sedi della pubblica amministrazione, tra cui oltre 400 ospedali e strutture sanitarie e quasi 2.000 istituti scolastici. Il Sud, grazie a questo intervento, sara’ allineato alle aree europee piu’ sviluppate in termini di penetrazione della banda ultralarga. Patuano ha aggiunto che l’impegno e’ stato possibile “grazie anche a un lungimirante approccio del governo e delle amministrazioni locali che hanno saputo cogliere le opportunita’ che una partnership pubblico-privato puo’ offrire. E’ un modello di collaborazione che si e’ dimostrato non solo funzionante, ma che puo’ essere replicato in altre zone del Paese per raggiungere gli obiettivi dell’Agenda Digitale Europea. In pochi mesi metteremo a disposizione delle famiglie, delle realta’ imprenditoriali e della pubblica amministrazione le piu’ moderne infrastrutture a banda ultralarga, con l’obiettivo di sostenere lo sviluppo di tutto il territorio”. Il quadro relativo ai sette bandi di gara emessi dal Mise in attuazione del “Progetto strategico Banda Ultra Larga” si e’ concluso con la firma della convenzione tra Infratel e Telecom Italia per la realizzazione di infrastrutture ottiche passive nella Regione Sicilia. I lavori di posa delle fibra ottica saranno cosi’ avviati nei prossimi giorni anche in Sicilia per concludersi entro gennaio 2017, mentre nelle altre sei regioni sono in fase avanzata e gia’ tra quest’anno e il 2016 avverra’ la maggior parte delle realizzazioni. Con questa iniziativa, si legge nella nota, TIM conferma il suo impegno nell’innovazione sul territorio e nella diffusione dei servizi che esse abilitano, contribuendo al raggiungimento degli obiettivi indicati dall’Agenda Digitale. Gli interventi in queste sette regioni del centro-sud vanno ad aggiungersi al piano di sviluppo nazionale che gia’ vede TIM impegnata nella realizzazione della rete NGAN (Next Generation Access Network) in tecnologia FTTCab (Fiber to the Cabinet) e FTTH (Fiber to the Home), con l’obiettivo di raggiungere il 75% della popolazione entro il 2017. Per la posa dei cavi in fibra ottica verranno sfruttate le infrastrutture esistenti e, in caso di scavi, saranno utilizzate tecniche e strumentazioni innovative a basso impatto ambientale che minimizzano i tempi di intervento, l’area occupata dal cantiere, l’effrazione del suolo, il materiale asportato, il deterioramento della pavimentazione e, conseguentemente, i ripristini stradali. (AGI)

(AGI) – Roma, 6 ago. – Nasce un colosso da 22 miliardi di euro. Questo il valore della nuova societa’ sorta dalla fusione tra 3 Italia e Wind. Con l’operazione, inoltre, nascera’ il primo operatore mobile d’Italia. La nuova entita’ che verra’ fuori dalle nozze, infatti,avra’ una quota di mercato pari al 33,5% a fronte del 32,3% di Telecom, e del 27% di Vodafone che scende al terzo posto. Dall’operazione nascera’ il quarto operatore sul mercato europeo con oltre 31 milioni di clienti di telefonia mobile e 2,8 milioni di rete fissa (2,2 milioni broadband). Inoltre il nuovo colosso potra’ contare su 700 milioni di euro di sinergie mentre i ricavi cumulati delle due societa’ nel 2014 ammontavano a 6,4 miliardi di euro. (AGI)

(AGI) – Roma, 6 ago. – La minoranza Pd presentera’ domani, come gia’ preannunciato, degli emendamenti al ddl costituzionale, con l’obiettivo di modificare anche le norme sull’elezione del Senato. “Il 2 luglio in venticinque senatori del Partito Democratico abbiamo presentato un documento intitolato ‘Avanti con le riforme costituzionali’ che a tutt’oggi non ha ricevuto alcuna risposta dal segretario del Pd e dai presidenti dei Gruppi parlamentari di Camera e Senato. In coerenza con i contenuti del documento, saranno depositati entro la scadenza del termine fissato, una decina e piu’ di emendamenti, sui quali e’ stata apposta la firma fino al numero di 28 senatori”. Lo scrivono in una nota i senatori della minoranza del Pd, Maria Grazia Gatti e Carlo Pegorer. “Partiamo dal convincimento che bisogna superare il bicameralismo perfetto e che e’ necessario fare presto, certo, ma anche bene e senza negare un serio e approfondito confronto sul nuovo Senato e sugli equilibri complessivi che assumera’ il futuro assetto istituzionale, anche alla luce della nuova legge elettorale recentemente promulgata. I principali temi affrontati negli emendamenti – spiegano i senatori della minoranza Pd – riguardano l’elettivita’ diretta dei prossimi senatori in concomitanza con l’elezione dei Consigli regionali, la riduzione del numero dei parlamentari, i poteri di verifica, controllo e inchiesta da affidare al nuovo Senato delle autonomie e la riforma del Titolo V. Quanto al sistema delle garanzie, a nostro giudizio, andrebbero corrette le modalita’ di elezione del Presidente della Repubblica e dei giudici della Corte Costituzionale, per evitare che il vincitore del premio di maggioranza assegnato dall’Italicum possa eleggersi da solo o quasi anche i principali organi di garanzia istituzionale. Ci sembra anche opportuno – concludono i senatori democratici – che alcune limitate e qualificate materie conservino una lettura bicamerale: leggi elettorali nazionali, temi di natura etica, amnistia e indulto, diritti delle minoranze, dichiarazioni di guerra e liberta’ religiosa”. (AGI) .

(AGI) – CdV, 6 ago. – I delitti sessuali contro i bambini sono “un peccato grave che grida al cielo”. Lo afferma la Conferenza episcopale argentina scrive nelle Linee-guida per i casi di abusi sessuali sui minori, perpetrati da alcuni sacerdoti un documento ispirato a grande rigore che nei giorni scorsi ha ricevuto l’apprvazione della Santa Sede. Il testo ribadisce che l’abuso sessuale sui minori e’ un delitto tanto nell’ordinamento giuridico canonico tanto in quello dello Stato e assicura da parte dell’Episcopato “la massima disponibilita’ a collaborare con la societa’ e con le autorita’ competenti a livello nazionale e provinciale” per affrontare tale questione. L’obiettivo delle Linee-guida, si legge, e’ “quello di orientare i vescovi nel caso in cui debbano intervenire nelle loro rispettive giurisdizioni, dopo aver ricevuto notizie verosimili riguardanti i delitti di abuso sessuale sui minori, commessi da sacerdoti” delitti che assumono “una particolare gravita’ perche’, oltre a ledere la dignita’ e l’integrita’ della vittima, implica la profanazione del ministero sacerdotale conferito tramite il sacramento dell’ordinazione”. I vescovi argentini assicurano dunque di voler condividere la preoccupazione del Papa per questo tema, con il desiderio esplicito di “aderire senza riserve ai criteri di trasparenza e responsabilita’ stabiliti, in numerose occasioni, dalla Santa Sede”. Il documento, presentato oggi dalla Radio Vaticana, e’ diviso in due parti. La prima e’ a carattere giuridico ricorda che e’ affidata alla Congregazione per la Dottrina della Fede la competenza per trattare e giudicare, nell’ambito dell’ordinamento canonico, una serie di delitti particolarmente gravi, come la profanazione dei sacramenti dell’Eucarestia e della Penitenza, e gli abusi sessuali commessi da un chierico con un minore al di sotto dei 18 anni di eta’. La seconda parte delle Linee-guida, invece, presenta alcuni orientamenti pastorali che si raccomanda di tenere in conto, “sommati alle esperienze acquisite dai vescovi e dai loro collaboratori, insieme alla Dottrina della Chiesa”. Infine, i presuli argentini esprimono riconoscenza ed apprezzamento per “i sacerdoti che servono con zelo apostolico il Popolo di Dio”. “La condotta immorale di pochi – concludono i vescovi – non squalifica, ne’ sminuisce l’abnegazione con cui la maggioranza dei sacerdoti porta avanti tale servizio”. Di qui l’auspicio affinche’ tali Linee-guida contribuiscano ad “un migliore esercizio del ministero sacerdotale nella missione della Chiesa”. Le linee guida equiparano ai minori coloro che non hanno un uso perfetto della ragione e raccomandano che ciascun ordinario faccia in modo che tutti i fedeli sappiano qual e’ l’iter da seguire in caso di abusi. Secondo quanto stabilisce il documento approvato dalla Santa Sede, riporta il Servizio Informazione Religiosa della Cei, “venuto a conoscenza di un possibile abuso, l’ordinario, dopo averne valutato la verosimiglianza, procedera’ con un’indagine preliminare e, al tempo stesso, fara’ in modo che sia salvaguardato il buon nome di tutte le persone coinvolte. L’ordinario potra’ anche decidere misure cautelari, se lo ritenesse conveniente. L’ordinario offrira’ anche sostegno spirituale e psicologico alle presunte vittime. Se l’accusa si rivelera’ falsa, il caso sara’ archiviato; se, al contrario, ci sono elementi per iniziare un procedimento penale, la fase preliminare si concludera’ con un decreto dell’ordinario, che inviera’ una copia autenticata del dossier preparato sul caso alla Congregazione della dottrina della fede, dalla quale si attendera’ una risposta su come procedere”. Nella parte dedicata agli orientamenti pastorali, si chiarisce che “le vittime presunte o provate di abusi sessuali e le loro famiglie devono essere ricevute e ascoltate personalmente, e con carita’ pastorale, dai vescovi e dai superiori maggiori degli istituti di vita consacrata e societa’ di vita apostolica. Si tratta di un impegno delicato che richiede una particolare attenzione in virtu’ della gravita’ della questione e anche per le forti reazioni affettive ed emotive che causa”. In tema di prevenzione le linee guida raccomandano, riporta il Servizio Informazione Religiosa, di “adottare misure pratiche, come non consentire a un religioso di occupare la stessa tenda da campo dei minori in occasione di escursioni o campeggi o evitare di restare solo con un minorenne in luogo chiuso. Si avvertono inoltre i sacerdoti sulla necessita’ di evitare espressioni di affetto che possano essere fraintese”. “Non sara’ mai facile, ma sempre un obbligo gioioso, armonizzare nella missione della Chiesa, segno e strumento del Signore, l’esercizio della prudenza, la giustizia, la misericordia e l’amore”, si legge nell’ultimo punto delle linee guida. In una dichiarazione diffusa in Italia dal Sir, il segretario dei vescovi argentini, monsignor Carolos Malfa, osserva che le linee guida indicano “il dovere di una risposta adeguata” alla problematica degli abusi sessuali sui minori perpetrati da alcuni sacerdoti. “L’applicazione di queste linee – afferma il presule – ci mette in sintonia con la tolleranza zero dettata da San Giovanni Paolo II, Benedetto XVI e Francesco”. Monsignor Malfa esorta soprattutto a “non sottovalutare mai una denuncia” e ad avere piena coscienza del ruolo e della missione di pastore che compete a chi riceve una denuncia e deve porta a essere prudenti e a lavorare nella prevenzione senza aspettare che ci sia una denuncia contro un sacerdote per assicurare l’integrita’ dei minori”. (AGI) .

(AGI) – Roma, 6 ago. – E’ fissata per il tardo pomeriggio la riunione del nuovo Cda Rai con all’ordine la nomina del direttore generale che succedera’ a Luigi Gubitosi, il cui mandato e’ appena scaduto. Le voci della vigilia insistono sul nome di Antonio Campo Dall’Orto. Nel calendario dei lavori dei nove componenti del Cda – la presidente Monica Maggioni, Carlo Freccero, Arturo Diaconale, Franco Siddi, Guelfo Guelfi, Rita Borioni, Paolo Messa e Giancarlo Mazzuca – anche la nomina del direttore o direttrice ad interim di RaiNews24, in sostituzione proprio della Maggioni. E per il vertice del canale all news del servizio pubblico che raggruppa anche Televideo le indiscrezioni parlano di Lucia Goracci, inviata con esperienza specie nelle aree mediorientali, ovvero in teatri di guerra e d’azione come quelli che tempo addietro hanno visto impegnata la stessa Maggioni. Da non escludersi inoltre che gia’ oggi possa esserci la nomina di vice direttori generali, con in pole position Giancarlo Leone, attuale direttore di Rai1, e Luigi De Siervo, amministratore delegato di Rai Com, struttura chiave di viale Mazzini, l’uno chiamato a sovrintedere al prodotto tv e l’altro all’area commerciale. (AGI) .

(AGI) – Kuwait City, 6 ago. – Un tribunale kuwaitiano ha rilasciato 11 dei 29 sospettati per l’attentato mortale di giugno contro una moschea sciita costato la vita a 26 persone. I rilasciati, tra cui due donne, non potranno comunque lasciare il Paese. Il principale imputato, Abdulrahman Sabah Saud, ha confermato di aver accompagnato in auto l’attentatore saudita alla moschea sciita di Kuwait City ma di aver ricevuto assicurazioni che non ci sarebbero state vittime perche’ l’uomo si sarebbe fatto esplodere una volta che il sito religioso fosse stato vuoto. Diversa la dinamica che ha visto un bagno di sangue tra i fedeli in moschea, con 26 morti e centinaia di feriti. Saud, che martedi’ aveva rivendicato l’appartenenza allo Stato islamico, ha inoltre confermato di aver trasportato la cintura esplosiva da un luogo vicino al confine con l’Arabia Saudita dover era stata lasciata da due fratelli. Il processo e’ stato aggiornato al 10 agosto. Per l’attentato sono imputati in 29, 7 kuwaitiani, 5 sauditi, 3 pakistani, 13 bidun considerati apolidi e un’altra persona ancora latitante. (AGI)

Flag Counter