Newsletter
Video News
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone

Admin

(AGI) – Rho (Milano), 5 giu. – Prende il via la prima visita ufficiale del presidente della Repubblica Sergio Mattarella a Expo 2015. Il Capo dello stato e’ in visita al sito espositivo insieme alla figlia, Laura, con un abito verde salvia, e non ha rilasciato dichiarazioni ai cronisti, che lo attendevano. Ad accoglierlo al Padiglione Italia, il Commissario Unico e amministratore delegato di Expo Spa, Giuseppe Sala, i ministri delle politiche agricole e dell’ambiente, Maurizio Martina e Gian Luca Galletti, il presidente della Regione Lombardia Roberto Maroni, il sindaco di Milano Giuliano Pisapia, il Commissario generale del Padiglione Italia Diana Bracco e il prefetto di Milano, Francesco Paolo Tronca. Nell’agenda del capo dello Stato adesso c’e’ la visita del padiglione Italia insieme al direttore Stefano Gatti, e in particolare la visita alle mostre ‘Italia senza mondo’ e ‘L’area della bellezza’. Sempre all’interno della struttura ci sara’ un passaggio importante: la carta di Milano si arricchira’ della firma del presidente della Repubblica Sergio Mattarella. Nel suo intervento, il presidente della Repubblica spiega: “La sostenibilita’ e’ la condizione stessa della pace , non meno di quanto lo sia la giustizia, la cooperazione tra i popoli e il rispetto di diritti fondamentali della persona”. Cosi’ il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, durante il suo intervento a conclusione della visita a Expo. Il Capo dello Stato parla dell’importanza dei temi trattati dall’esposizione universale e dell’impegno che tutti devono avere per evitare lo sfruttamento delle risorse naturali e le disuguaglianza tra i popoli.

Mattarella: facciamo crescere generazione ‘fame zero’

“Dobbiamo recuperare, pur nel confronto a volte acceso, il senso del bene comune – aggiunge poi il Presidente -. E dobbiamo sapere che si fonda sulla legalita’ e sulla trasparenza. Il contrasto alla corruzione deve essere severo, nel nome del diritto e della liberta’ che la corruzione sottrae a ciascuno di noi”. Sergio Mattarella ad Expo parla anche dell’immigrazione. “Le guerre, il terrore, l’estremismo biologico, le carestie, spingono migliaia di persone ad andare altrove, le migrazioni. Dobbiamo accettarle con saggezza e umanita’ stroncando i traffici indegni”, dice. (AGI)

(AGI) – Rho, 5 giu. – “Vogliamo far crescere la generazione ‘fame zero’. E sappiamo che l’impegno educativo e culturale ha bisogno di grandi ideali”. Cosi’ il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, durante il suo intervento al termine della visita ad Expo. “L’obiettivo di cancellare definitivamente la fame e la denutrizione dal mondo – a detto – ci impone un salto nei rapporti politici, nell’organizzazione sociale, nella produzione industriale e agricola. La nostra ambizione e’ che l’Expo aiuti la rincorsa per questo salto”.”Senza una grande motivazione ideale – continua Mattarella – senza una condivisione, non riusciremo a contrattare la poverta’, non porremo argini al cambiamento climatico, non rispetteremo le biodiversita’ che arricchiscono e mettono energie vitali nel pianeta. Il Capo dello Stato richiama tutti alle proprie responsabilita’, non solo le politiche degli Stati “in quanto la sfida comincia da noi cittadini”. “Abbiamo la facolta’ di scegliere – ha detto – e dunque premiare beni prodotti in maniera rispettosa dei diritti dei lavoratori e dell’ambiente”. .

(AGI) – Bruxelles, 5 giu. – Il rinvio del pagamento di 300 milioni di euro che la Grecia avrebbe dovuto effettuare oggi al Fondo monetario internazionale e la conseguente aggregazione di tutte le rate di giugno in un unico pagamento da 1,6 miliardi di euro alla fine del mese rispetta le regole del Fmi e non mette in dubbio la solvibilita’ della Grecia, secondo la Commissione Ue. “La decisione della Grecia di pagare insieme le rate di giugno al Fondo Monetario Internazionale e’ in linea con le regole del Fmi ed e’ gia’ avvenuto in passato. E’ una decisione che non mette in questione la capacita’ di una stato membro di onorare i suoi obblighi finanziari,” ha detto il portavoce della Commissione Ue, Margaritis Schinas, rispondendo a domande sul rinvio del pagamento odierno da parte della Grecia. .

(AGI) – Londra, 5 giu. – Sara’ battezzata fra un mese esatto la
piccola Charlotte Elizabeth Diana, secondogenita del principe
William e di Kate Middleton: la cerimonia, officiata
dall’arcivescovo di Canterbury Justin Welby, si terra’ nella
chiesa di St. Mary Magdalene di Sandringham, nel Norfolk,
vicino alla residenza dei duchi di Cambridge. Lo ha annunciato
la casa reale, sottolineando come la cerimonia del 5 luglio,
domenica, sara’ assolutamente “privata”. Dopo la nascita di
Charlotte, Kate e William si sono trasferiti nella residenza di
Anmer Hall, una casa di campagna in stile georgiano che si
trova all’interno della tenuta di Sandringham, proprieta’ di
Elisabetta II. La residenza, regalo di nozze della regina alla
coppia, e’ il ‘buen retiro’ dove i duchi hanno deciso di far
crescere i due piccoli, Charlotte e George, lontani dalle
formalita’ del cerimoniale e dal caos della metropoli inglese.
La chiesa dista solo pochi chilometri dalla residenza ed e’
proprio in questo piccolo edificio di culto che solitamente la
famiglia reale partecipa a una messa durante il periodo
natalizio. La scelta dei primi di luglio era gia’ stata
anticipata: la data e’ stata pensata per consentire alla regina
Elisabetta II di partecipare alla cerimonia, prima della sua
partenza per la residenza estiva di Balmoral, dove la sovrana
passera’ come ogni anno le sue vacanze. George era stato
battezzato nel palazzo di St. James alla presenza di soli 60
invitati. E si sa gia’ che Charlotte indossera’ lo stesso
abitino, fatto cucire dalla casa reale nel 2008, un’esatta
copia di quello voluto dalla regina Vittoria nell’800 e che ha
visto il battesimo di oltre 60 diversi ‘royal baby’.
.

(AGI) – Washington, 5 giu. – La mania dei selfie puo’ rivelarsi letale specialmente se si e’ membri di Isis. Grazie ad un’improvvida foto pubblicata sui social media del loro quartier generale da un gruppo di miliziani, alcuni specialisti dell’intelligence Usa in Florida sono riusciti ad individuare l’esatta localizzazione della base. Edificio che in “22 ore e’ stato distrutto da tre grosse bombe” in un’incursione aerea. Lo ha rivelato il generale dell’aeronautica Usa Hawk Carlise. .

(AGI) – Napoli, 5 giu. – L’istituto Pascale di Napoli punto di
riferimento internazionale negli studi sull’immuno-oncologia,
presenta la nuova arma che stimola il sistema immunitario per
sconfiggere il tumore. Finora a Napoli sono stati arruolati
piu’ di 200 pazienti nelle sperimentazioni che utilizzano
questo approccio. Un dato che ha reso il “Pascale” protagonista
al 51� Congresso dell’American Society of Clinical Oncology
(ASCO), il piu’ importante appuntamento del settore a Chicago.
“La strada e’ stata aperta dal melanoma, un tumore della pelle
che in fase avanzata e’ particolarmente aggressivo – spiega
Paolo Ascierto, direttore dell’Unita’ di Oncologia Melanoma,
Immunoterapia Oncologica e Terapie Innovative del ‘Pascale’ e
presidente della Fondazione Melanoma – nel 2014 in Italia sono
stati stimati quasi 11.000 nuovi casi, 1.100 in Campania”.
Nello studio Checkmate 067 presentato a Chicago sono stati
arruolati complessivamente 945 pazienti: 314 trattati con la
combinazione nivolumab e ipilimumab, 316 solo con nivolumab e
315 solo con ipilimumab. Con la combinazione delle terapie si
sono raggiunte risposte positive superiori al 70%. La ricerca
e’ stata anche pubblicata sul New England Journal of Medicine.
E si stanno aprendo prospettive importanti per utilizzare
l’immuno-oncologia anche in altre malattie, in particolare nel
tumore del polmone, del rene e del fegato. “Nel carcinoma del
polmone – sottolinea Gennaro Ciliberto, Direttore scientifico
del ‘Pascale’ – l’approccio terapeutico standard e’
rappresentato dalla chemioterapia. Ma nella forma a piccole
cellule, lo studio CheckMate 032 ha evidenziato nei pazienti
trattati con la combinazione nivolumab e ipilimumab una
sopravvivenza media globale doppia (8,2 mesi) rispetto a solo
nivolumab (4,4 mesi). Ora compito dei ricercatori sara’ capire
in che modo combinare questo approccio terapeutico
rivoluzionario con quello tradizionale e con la radioterapia e
la chirurgia”. (AGI)

(AGI) – Mosca, 5 giu. – La polizia di frontiera turca ha arrestato una studentessa russa di 19 anni mentre tentava di passare in Siria, presumibilmente con l’obiettivo di unirsi ai combattenti dello Stato Islamico: lo hanno reso noto fonti del ministero dell’Interno moscovita, citate dall’agenzia di stampa statale ‘Ria-Novosti’, secondo cui la ragazza e’ stata intercettata al valico di confine di Kilis, capoluogo dell’omonima provincia nell’Anatolia sud-orientale, considerato un passaggio obbligato per gli aspiranti jihadisti intenzionati a raggiungere i territori dell’auto-proclamato califfato. Identificata come Varvara Karaoulova, iscritta alla facolta’ di Scienze Umane dell’Universita’ di Mosca, la giovane aveva mostrato da tempo un grande interesse per l’Islam e per la lingua araba. Aveva lasciato il suo Paese il 27 maggio scorso, ma uscendo di casa ai genitori aveva comunicato semplicemente che sarebbe andata a lezione. La sera stessa si era poi rifatta viva con un sms indirizzato alla madre, in cui le chiedeva di portare fuori il cane. Ora Varvara sara’ consegnata in tempi brevi all’ambasciata di Russia ad Ankara, e solo dopo le sara’ notificato il provvedimento di espulsione. (AGI)

(AGI) – Santa Margherita L. – Priorita’ a economia e meno importanza ai temi storici della Lega Nord, come l’emergenza immigrazione. E’ l’impegno del leader leghista, Matteo Salvini, tra gli ospiti d’eccezione alla 45esima assemblea dei giovani imprenditori di Confindustria. “Per me oggi comincia un discorso che coinvolge ciascuno di voi, se volete sprocarvi le mani, io ci sono”, perche’ “Salvini non si occupa solo di Rom e immigrati, che costituioscono solo l’ultima delle mie emergenze”, ha detto Salvini davanti alla platea degli industriali riuniti a Santa Margherita Ligure. “Vorrei” – ha aggiunto – “che se mio figlio che ha 12 anni decidesse di fare impresa la facesse qui, in Italia”, dove “chi fa impresa e’ colpevole, tassato, indagato a prescinedere”. .

(AGI) – Milano, 5 giu. – L’attore americano Ted Neeley torna in Italia con ‘Jesus Christ Superstar’, uno dei piu’ celebri musical della storia. Il protagonista dell’opera, memorabile successo cinematografico del 1973, andra’ in scena dal 5 al 28 giugno al Teatro Nuovo di Milano tutti i giorni tranne il lunedi’. Si tratta della prima tappa di un nuovo tour italiano ed europeo. La regia e’ firmata Massimo Romeo Piparo e l’imponente allestimento e’ prodotto dalla Peep Arrow Entertainment. In scena con Neeley ci saranno Simona Distefano (nei panni di Maria Maddalena), Feysal Bonciani (Giuda), Paride Acacia (Hannas), Emiliano Geppetti (Pilato), Claudio Compagno (Simone), Francesco Mastroianni (Caifa), Francesco Italiani (Pietro) e Salvador Axel Torrisi (Erode). Sul palco sara’ presente anche l’orchestra dal vivo di 12 elementi diretta dal maestro Emanuele Friello; ci saranno 24 tra trampolieri, mangiafuoco e ballerini coreografati da Roberto Croce; i costumi di Cecilia Betona e le scenografie di Giancarlo Muselli elaborate da Teresa Caruso. Dopo Milano, il tour proseguira’ in Italia a Roma (teatro Sistina), Torino, Firenze, Parma, Bologna, Genova, Reggio Emilia, Cremona, Bergamo, Padova, Ferrara, Modena, Cagliari e Sassari. Ma la compagnia andra’ anche in Europa: in Olanda a L’Aja dal 12 al 23 dicembre, mentre sono in via di definizione per il 2016 le date di Spagna, Germania, Belgio ed Estonia. (AGI) .

(AGI) – Roma, 5 giu. – “I provvedimenti che hanno interessato alcuni propri dirigenti non riguardano in alcun modo reati di ‘mafia’. Nessuno dei soggetti coinvolti e’ accusato di aver tenuto comportamenti ‘mafiosi'”. E’ quanto precisa il presidente del Cda della coop “La Cascina”, Giorgio Federici, all’indomani della notizia del nuovo filone di inchiesta su “Mafia capitale”. “Il fulcro degli addebiti mossi nei confronti de ‘La Cascina’ – ricorda Federici – riguarda il Centro di accoglienza dei richiedenti asilo-Cara di Mineo, sito nei pressi di Catania. A tal riguardo e’ ferma convinzione della cooperativa che le procedure di affidamento si siano svolte nel pieno rispetto della normativa vigente e conformemente ai criteri di evidenza pubblica”. “Le autorita’ coinvolte nelle procedure e nella valutazione dei servizi erogati – si legge in una nota – hanno, nel tempo, confermato la legittimita’ amministrativa delle gare e l’eccellenza delle prestazioni rese. L’avvocatura dello Stato, l’Autorita’ per la vigilanza dei contratti pubblici (Avcp), nell’anno 2012, hanno evidenziato la coerenza dei percorsi amministrativi con la normativa di settore. Da ultimo il 2 aprile scorso Anne Brasseur, nella sua qualita’ di presidente Dell’Assemblea parlamentare del Consiglio d’Europa (la terza carica del Parlamento Ue), recandosi presso il Cara di Mineo nel rilevare la sua impressione sulla gestione del Centro, ha dichiarato: ‘sono rimasta particolarmente colpita dall’umanita’ con la quale vengono offerti i servizi agli ospiti, in particolare istruzione, assistenza sanitaria e psicologica alle donne e bambine e soprattutto dalla vivibilita’ che hanno all’interno di un centro con oltre 3000 ospiti”. “Si confida – conclude il presidente del Cda- che l’autorita’ giudiziaria fara’ chiarezza sulle contestazioni nella convinzione che ciascuno dei dirigenti della Cooperativa abbia operato nel pieno rispetto delle norme. La Cascina conferma il proprio impegno per la tutela della qualita’ dei servizi resi ed attesta la quotidiana passione profusa dalle migliaia di lavoratori che hanno reso la Cooperativa uno dei gruppi imprenditoriali italiani di maggior rilievo nel territorio nazionale. Questo per la tutela dei clienti e delle istituzioni che quotidianamente esprimono la proprio fiducia nell’operato de La Cascina in tutta Italia, nonche’ nell’interesse dei bisogni dei numerosissimi utenti a cui sono risvolti i servizi erogati”. (AGI) .

Flag Counter
Video Games