Newsletter
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone

Admin

(AGI) – Agrigento, 31 lug. – Un improvviso distacco di due piccoli tratti di falesia sul litorale di localita’ Kaos stamattina ad Agrigento si e’ veriricato mentre uomini della Guardia costiera erano impegnati in un sopralluogo proprio per i massicci movimenti franosi segnalati dai vigili del fuoco nel vicino tratto di costa di Maddalusa. Gli uomini della Capitaneria di Porto Empedocle hanno subito fatto allontanare i numerosi bagnanti che erano in spiaggia al momento del cedimento, nonostante cartelli barriere interdittive gia’ posizionate dall’amministrazione comunale per il rischio di crolli della parete rocciosa.

La Capitaneria ha trasmesso una relazione all’Ufficio regionale del demanio marittimo, al Genio civile, al Comune di Agrigento, al Comando provinciale dei vigili del fuoco e alla prefettura. Nei due tratti di costa di Kaos e Maddalusa fin dal 1989 sono vietati transito, sosta, navigazione e balneazione. (AGI)

(AGI) – Roma, 31 lug. – “I risultati di Eni sono oggettivamente molto, molto positivi e quello che piu’ mi colpisce di Eni e’ l’entita’ delle nuove scoperte. Una azienda che sta in ottima salute nonostante il calo del petrolio”. Lo ha detto il presidente del consiglio Matteo Renzi in conferenza stampa a Palazzo Chigi. Renzi, oltre a Eni, ha espresso parole di elogio anche per i risultati semestrali di Enel e Finmeccanica rivelando di aver fatto il punto con i vertici delle societa’. “Non solo con Descalzi ma anche con Francesco Starace, ad di Enel, ho fatto – ha detto – un quadro puntuale e dettagliato. Enel e’ andata molto bene e dati molto positivi sono giunti anche da Finmeccanica”. (AGI) .

(AGI) – Salerno, 31 lug. – Potrebbe essere stata una congestione a causare il decesso della piccola romena di 3 anni giunta cadavere ieri sera dopo le 22 all’ospedale Villa Malta di Sarno, nel salernitano. La bambina, secondo quanto trapela da fonti investigative, avrebbe accusato un malore subito dopo aver fatto una doccia nella sua abitazione. La bambina aveva da poco cenato. Il primo esame esterno sul corpo, eseguito dal medico legale Antonio Mirabella, su disposizione del pm di Nocera Inferiore Giuseppe Cacciapuoti, non ha riscontrato la presenza di segni di violenza sessuale e fisica. Per chiarire le cause del decesso della bambina si dovra’ attendere l’autopsia che si terra’ probabilmente domani mattina. La bimba e’ stata portata in ospedale gia’ cadavere dal padre, da due parenti e dai vicini di casa. In un primo momento, era stato riferito ai sanitari che la piccola aveva avuto una crisi respiratoria. Il padre, ascoltato dai carabinieri immediatamente dopo il ricovero, come da prassi, secondo quanto riportato da un quotidiano locale, aveva reso dichiarazioni di sospette sevizie che chiamavano in causa i vicini. (AGI) .

(AGI) – Roma, 31 lug. – Gia’ gelati i primi timidi segnali di ripresa sul fronte dell’occupazione. Dopo la forte crescita registrata nel mese di aprile (+0,6%) e il calo nel mese di maggio (-0,3%), a giugno 2015 gli occupati diminuiscono dello 0,1% (-22 mila unita’) rispetto al mese precedente. Lo ha comunicato l’Istat. Il tasso di occupazione, pari al 55,8%, cala nell’ultimo mese di 0,1 punti percentuali. Rispetto a giugno 2014, l’occupazione e’ in calo dello 0,2% (-40 mila), mentre il tasso di occupazione rimane invariato. Il numero di individui inattivi tra i 15 e i 64 anni diminuisce nell’ultimo mese (-0,1%, pari a -18 mila), riprendendo il calo cominciato a inizio anno e interrotto a maggio. L’Istat ha evidenziato che il tasso di inattivita’, pari al 35,9%, diminuisce di 0,1 punti percentuali rispetto a maggio. Su base annua gli inattivi sono diminuiti dello 0,9% (-131 mila) e il tasso di inattivita’ di 0,2 punti.

 

 

“L’aumento del numero di disoccupati negli ultimi 12 mesi”, spiega l’Istituto, “e’ pertanto associato ad una crescita della partecipazione al mercato del lavoro, testimoniata dalla riduzione del numero di inattivi”. Intanto si e’ gia’ acceso lo scontro politico sui dati. Per il presidente di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni, “Svimez e Istat descrivono disastro economico senza precedenti: “Ieri – ha ricordato Meloni – i dati Svimez sul Mezzogiorno: il Pil delle regioni del Sud e’ sceso del 9,4%, la natalita’ ha registrato un crollo spaventoso e il numero dei bambini nati ha toccato il punto piu’ basso dall’Unita’ d’Italia, una persona su tre e’ a rischio poverta’. Oggi – ha proseguito – i dati Istat: nuovo record storico della disoccupazione giovanile al 44,2%, mai cosi’ alto dal 1977. Sono i numeri di un bollettino di guerra che riguarda tutti gli italiani, perche’ il futuro del Sud e’ il futuro dell’Italia intera. Critico anche Raffaele Fitto, leader dei Conservaori e Riformisti. “I dati Istat parlano chiaro: la disoccupazione cresce. E il Governo che fa? Da’ agli italiani la lottizzazione Rai, che, oltre a essere sbagliata, ovviamente “non si mangia”… Siamo davanti a un grande autogol di Renzi – ha proseguito Fitto -. Da un anno, gli diciamo che ha sbagliato priorita’: prima l’Italicum, poi i pasticci al Senato, poi il calciomercato parlamentare, e ora le nomine Rai. Infine Arturo Scotti, capogruppo dei deputati di Sel non perde l’occasione per attaccare l’secutivo. “I dati della disoccupazione parlano di un fallimento delle politiche del governo. Anche del #JobsAct. A meno che non si pensi che Istat (e anche Svimez) siano covi di rosiconi e gufi”. (AGI) .

(AGI) – Gerusalemme, 31 lug. – L’attacco di coloni israeliani in cui e’ rimasto ucciso un bimbo palestinese di appena 18 mesi rischia di far esplodere la rabbia nei Territori e a Gerusalemme est, dove la tensione era gia’ altissima dopo l’ingresso dei militari israeliani nella moschea di Al Qqsa, domenica scorsa. Il bimbo e’ morto avvolto tra le fiamme appiccate alla sua casa da coloni israeliani nel villaggio di Kfar Douma vicino a Nablus in Cisgiordania. Il piccolo si chiamava Ali Saad Daubasha. Il padre e la madre, Saad e Reham e un altro figlio di 4 anni, Ahmad, sono stati ricoverati in ospedale a Nablus, in condizioni gravissime. Secondo i testimoni il padre e’ riuscito a salvare la moglie e l’altro bimbo ma non e’ riuscito ad individuare nel fumo e nel buio il piu’ piccolo Ali.

Guarda il VIDEO

I coloni, almeno 4, hanno lanciato bombe molotov contro la casa e poi hanno scritto sui muri con delle bombolette spray frasi inneggianti alla “vendetta” e “lunga vita al Messia” prima di scappare. Prima di gettare dentro le molotov avevano rotto le finstre per poter essere certi che gli ordigni incendiari sviluppassero le fieamme all’interno della casa e non si limitassero a danneggiarne i muri. “Siamo di fronte ad un attacco che si sospetta ispirato da un movente nazionalista”, ha dichiarato la portavoce della polizia israeliana, Luba Samri. “E’ un atto terroristico”, ha affermato il premier israeliano, Benjamin Netanyahu, che si e’ detto “sconvolto” dalla tragedia. “E’ un chiaro atto di terrorismo e Israele agira’ con durezza a prescindere da chi siano gli autori”.

Guarda la galleria fotografica

L’esercito ha istituito dei posti di blocco nella zona e schierato soldati nel tentativo di trovare gli autori del gesto. I sospetti sono tutti appuntati su coloni estremisti. La tensione nell’area e’ altissima considerato che Hamas che aveva dichiarato oggi la “giornata della rabbia”, per gli scontri registrati al Monte del Tempio. Le dichiarazioni di Netanyahu non hanno convinto Saeb Erekat, il numero due dell’Organizzazione per la liberazione della Palestina (Olp), secondo cui “non si puo’ dissociare questo attacco barbaro” da un “governo che rappresenta una coalizione per la colonizzazione e l’apartheid”. “Israele deve mostrare tolleranza zero verso la violenza dei coloni e proteggere la popolazione locale”, ha detto Federica Mogherini, responsabile della Politica estera dell’Ue. Israele ha rafforzato con centinaia di uomini la sicurezza a Gerusalemme e ha limitato l’accesso, oggi, giornata di preghiera per i musulmani, alla Spianata della Moschee ai maschi con meno di 50 anni. Potranno invece entrare le donne di tutte le eta’. (AGI)

(AGI) – Roma, 31 lug. – “I risultati di Eni sono oggettivamente molto, molto positivi e quello che piu’ mi colpisce di Eni e’ l’entita’ delle nuove scoperte. Una azienda che sta in ottima salute nonostante il calo del petrolio”. Lo ha detto il presidente del consiglio Matteo Renzi in conferenza stampa a Palazzo Chigi. Renzi, oltre a Eni, ha espresso parole di elogio anche per i risultati semestrali di Enel e Finmeccanica rivelando di aver fatto il punto con i vertici delle societa’. “Non solo con Descalzi ma anche con Francesco Starace, ad di Enel, ho fatto – ha detto – un quadro puntuale e dettagliato. Enel e’ andata molto bene e dati molto positivi sono giunti anche da Finmeccanica”. (AGI) .

(AGI) – Roma, 31 lug. – Dal mondo del lavoro vengono quelli che Matteo Renzi definisce “dati timidi, ma incoraggianti”, mentre l’Istat scatta una fotografia sconfortante, specie per l’occupazione giovanile. “Il dato complessivo dell’occupazione continua ad avere aspetti positivi e negativi” dice il presidente del Consiglio, “Questo dimostra che c’e’ ancora molto da fare. Con il jobs act noi abbiamo stimolato l’occupazione, abbiamo fatto un grande investimento ma l’occupazione e’ l’ultima cosa che riparte dopo un periodo di crisi. Per questo motivo i dati sono timidi ma anche incoraggianti”, rileva Renzi, “la produzione industriale lascia sperare” in un aumento del Pil, “poi ci sono i dati dei consumi che sono finalmente di segno positivo”. “Il quadro e’ ancora molto lontano da quello che pensiamo, ma la direzione e’ quella giusta”, sottolinea il premier. Questo nel giorno in cui la disoccupazione giovanile balza ai massimi storici: mai cosi’ dal 1977. Il tasso di disoccupazione dei 15-24enni, cioe’ la quota disoccupati sul totale degli attivi (occupati e disoccupati), e’ stato pari a giugno al 44,2%, in aumento di 1,9% sul mese precedente. L’Istat sottolinea che dal calcolo sono esclusi i giovani inattivi, cioe’ coloro che non sono occupati ne’ cercano lavoro, nella maggior parte dei casi perche’ impegnati negli studi. Il numero di giovani inattivi diminuisce dello 0,5% nel confronto mensile (-23 mila). Il tasso di inattivita’ tra 15 e 24 anni diminuisce di 0,2 punti percentuali, arrivando al 74%. Con riferimento alla media degli ultimi tre mesi, per i giovani 15-24enni cresce il tasso di disoccupazione (+0,8 punti percentuali) mentre calano sia il tasso di occupazione (-0,2 punti) sia il tasso d’inattivita’ (-0,1 punti). Piu’ in generale, il numero di disoccupati – rileva l’Istat – e’ aumentato dell’1,7% (+55mila). Dopo il calo di aprile (-0,2%) e la stazionarieta’ di maggio, a giugno il tasso di disoccupazione cresce di 0,2% rispetto al mese precedente, arrivando al 12,7%. Nei dodici mesi il numero di disoccupati e’ aumentato del 2,7% (+85 mila) e il tasso di disoccupazione di 0,3 punti percentuali. Calano al contempo a giugno gli occupati dello 0,1% (-22 mila unita’) dopo la forte crescita di aprile (+0,6%) e il calo di maggio (-0,3%). Il tasso di occupazione, pari al 55,8%, cala di 0,1%. Rispetto a giugno 2014, l’occupazione scende dello 0,2% (-40 mila). “I numeri di giugno confermano che siamo di fronte a dati soggetti a quella fluttuazione che caratterizza una fase in cui la ripresa economica comincia a manifestarsi” ha affermato il ministro del Lavoro Giuliano Poletti: “Tuttavia rimane importante sottolineare che, pur a fronte di tale sostanziale stabilita’ registrata dal dato Istat e’ evidente un processo di cambiamento nella qualita’ e nella composizione dell’occupazione”. Il dato consolidato del primo semestre 2015 “fa infatti registrare un incremento di 250 mila attivazioni di contratti a tempo indeterminato, passate dalle 696 mila del 2014 alle 947 mila del 2015 (+36%), a fronte di un limitato incremento delle cessazioni che passano da 633 a 664 mila (4,9%)”. Rispetto all’anno trascorso, “la quota dei contratti a tempo indeterminato sul totale delle attivazioni cresce cosi’ dal 16,1% al 21,9%. Infine, si registra un robusto incremento delle trasformazioni dei contratti a termine in contratti a tempo indeterminato, che nel periodo gennaio-giugno passano dalle 129 mila del 2014 alle 183 del 2015 (+41,8%)”. Di diverso avviso il sindacato: “E’ ancora possibile modificare radicalmente il Jobs act e varare vere politiche attive, un sistema di ammortizzatori che risponda alle esigenze del mercato del lavoro, e un piano che crei nuova occupazione” dice il segretario confederale della Cgil, Serena Sorrentino. (AGI) .

(AGI) – Salerno, 31 lug. – Potrebbe essere stata una congestione a causare il decesso della piccola romena di 3 anni giunta cadavere ieri sera dopo le 22 all’ospedale Villa Malta di Sarno, nel salernitano. La bambina, secondo quanto trapela da fonti investigative, avrebbe accusato un malore subito dopo aver fatto una doccia nella sua abitazione. La bambina aveva da poco cenato. Il primo esame esterno sul corpo, eseguito dal medico legale Antonio Mirabella, su disposizione del pm di Nocera Inferiore Giuseppe Cacciapuoti, non ha riscontrato la presenza di segni di violenza sessuale e fisica. Per chiarire le cause del decesso della bambina si dovra’ attendere l’autopsia che si terra’ probabilmente domani mattina. La bimba e’ stata portata in ospedale gia’ cadavere dal padre, da due parenti e dai vicini di casa. In un primo momento, era stato riferito ai sanitari che la piccola aveva avuto una crisi respiratoria. Il padre, ascoltato dai carabinieri immediatamente dopo il ricovero, come da prassi, secondo quanto riportato da un quotidiano locale, aveva reso dichiarazioni di sospette sevizie che chiamavano in causa i vicini. (AGI) .

(AGI) – Parigi, 31 lug. – Ricercatori francesi e belgi sono
riusciti a trovare un sistema per stanare il virus dell’Hiv
quando si nasconde nell’organismo umano per resistere alla
terapia tradizionale. In questo modo, sperano di riuscire a
debellare del tutto l’infezione dall’organismo. In un articolo
pubblicato sulla rivista PLoS Pathogens, l’equipe’ di
ricercatori guidata da Carine Van Lint della Universite’ Libre
de Bruxelles, sono infatti riusciti a riattivare, in alcune
cellule in vivo di pazienti affetti da Aids, il virus HIV. Per
farlo hanno utilizzato una terapia combinata da due distinti
attivatori. I risultati sperimentali hanno indicato che si
tratta della riattivazione piu’ forte del virus latente mai
raggiunta prima. Questo apre la porta a nuovi trattamenti
combinati che potrebbero portare alla completa remissione
dell’infezione. (AGI)

(AGI) – Washington, 31 lug. – Partecipare ad attivita’ sportive
durante l’adolescenza protegge per tutto il resto della vita e
riduce il rischio di cancro e di morte in eta’ piu’ avanzata.
Lo rivela uno studio realizzato da un gruppo di ricercatori del
Vanderbilt Epydemiology Center i cui risultati sono stati
pubblicati sulla rivista Cancer Epidemiology, Biomarkers &
Prevention. Lo studio ha preso in analisi un campione di 75.000
donne. Tra queste, quelle che avevano fatto attivita’ fisica
per almeno un ora e mezzo a settimana durante l’adolescenza
avevano il 16 per cento di rischio in meno di morire per cancro
e il 15 per cento di rischio in meno di morire per altre cause,
rispetto a tutte le altre donne che non avevano fatto sport.
(AGI)

Flag Counter