Newsletter
Share on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterEmail this to someone

Admin

Non si ferma la forza travolgente partita per iniziativa della mamma di Elena Aubry, morta in sella della sua moto mentre percorreva la dissestata via Ostiense. Graziella Viviano, aveva lanciato qualche giorno fa l’iniziativa di colorare con la vernice spray fosforescente buche, dossi, e disastri vari delle strade di Roma, in modo da renderli visibili, di giorno e di notte, e quindi più facilmente evitabili. così da salvare vite grazie a un gesto semplice. Il passo successivo però, come stesso Graziella ha sempre sostenuto, era quello della messa in sicurezza dei crateri.

A raccogliere l’idea di Graziella è stata l’Associazione "Tappami", un gruppo di volontari che già dal 2015 si occupa di ‘tappare’ le buche del manto stradale romano. Primo appuntamento questa mattina in zona Monteverde, dove Elena abitava con la sua famiglia. Molti i cittadini che hanno partecipato e appoggiato l'iniziativa.

L'incontro con Vladimir Putin è stato "un inizio molto buono", ha dichiarato il presidente americano, Donald Trump, in conclusione del suo bilaterale con l'omologo russo. I due leader sono rimasti a colloquio per due ore a Helsinki, nella residenza del presidente finlandese. 

Dura replica di Salvini all'Unione Europea che aveva detto no alla sua richiesta di riconoscere i porti libici come sicuri. "L’Unione Europea – ha scritto il vice premier su Twitter – vuole continuare ad agevolare lo sporco lavoro degli scafisti? Non lo farà in mio nome, o si cambia o saremo costretti a muoverci da soli". A Salvini controreplica l'alto Commissario Ue, Federica Mogherini: "La decisione rispetto al fatto che i porti libici non siano porti sicuri è una decisione della Corte europea dei diritti dell'uomo, quindi è una valutazione puramente giuridica sulla quale non c'è una decisione politica da prendere". Mogherini tiene poi a sottolineare che   l'Italia "non ha sollevato" la questione della sicurezza dei porti libici durante il Consiglio Affari Esteri che si è svolto oggi a Bruxelles.

La Nigeria ha superato l’India diventando il Paese con più poveri al mondo, secondo un rapporto di un centro studi statunitense. Nonostante sia uno dei Paesi più ricchi del continente africano assieme al Sudafrica, la Nigeria ospiterà il 90 per cento delle persone più povere al mondo entro i prossimi 12 anni, secondo una recente pubblicazione del Brookings Institution che rivela come lo scorso maggio la Nigeria abbiamo superato l’India tra i Paesi con più poveri al mondo, con 87 milioni di persone in povertà estrema rispetto ai 73 milioni dell’India.

Durante il Granblue Summer Fest 2018, Cygames ha annunciato che potremo scoprire nuove cose sul venturo gioco d’azione di Platinum Games, Granblue Fantasy Project Re: Link, questo dicembre al Granblue Fes 2018.

Il director Fukuhara Tetsuya ha affermato che Granblue Fantasy Project Re: Link era inizialmente previsto per una release nel 2018, ma ora che i piani sono diventati più grandi di prima, avranno bisogno di più tempo per completare lo sviluppo.

Granblue Fantasy Project Re: Link

Il director ha affermato, in traduzione:

Si sta rivelando qualcosa di considerevolmente fantastico, quindi ciò dovrebbe bastare a farvi sopportare l’attesa.

Nuove informazioni verranno rilasciate durante il Granblue Fes 2018 che avrà luogo il 15 e 16 dicembre 2018. Vi ricordiamo che Granblue Fantasy Project Re: Link è in sviluppo per PlayStation 4.

L’articolo Novità per Granblue Fantasy Project Re: Link a dicembre proviene da GameSource.

La quinta stagione di Fortnite è stata lanciata ufficialmente, portando con sé nuove sfide (e ricompense), un’intera nuova area della mappa con l’evento World Collide, faglie per spedire i giocatori verso il cielo e Kart per trasportare tutta la squadra. Insieme a tutte le nuove aggiunte ci sono alcune modifiche alla versione mobile del gioco, inclusa l’aggiunta dell’autofire.

L’ autofire, che consente all’arma del giocatore di sparare automaticamente quando il mirino ingaggia un nemico nel tuo raggio d’azione, ora può essere abilitato. Questa nuova opzione dovrebbe rendere i controlli touchscreen più facili da gestire, in quanto prima bisognava strisciare sullo schermo per mirare e toccare per sparare con lo stesso pollice. I giocatori possono attivare l’autofire dopo l’avvio andando su Opzioni, quindi su Layout HUD personalizzato, infine su Modalità fuoco. Ora ci sono tre opzioni: Tap-to-Fire, Dedicated Fire Button ed Autofire.

Ci sono anche alcune correzioni di bug per chi gioca su iPhone e iPad. L’AR Thermal Scoped ora avrà effetti visivi corretti su tutti i dispositivi, i passeggeri dei veicoli possono ora far esplodere i C4. Epic Gamesha anche detto che entrare in modalità Build tenendo premuto il pulsante di fuoco sul cellulare non avrà più effetto sulla capacità di costruire.

Ci sono molte altre modifiche al gioco generale, molte delle quali riguardano la versione mobile, e per vedere tutti i dettagli pptete leggere le note sulla patch Fortnite di Epic Games . Naturalmente, una nuova stagione significa un nuovo Battle Pass con tonnellate di novità,  dagli Outfit alle asce agli alianti ai balletti. 

L’articolo Fortnite Mobile Season 5 presenta l’ Autofire proviene da GameSource.

In Italia la ripresa ha parzialmente perso slancio: è quanto emerge dalla Nota congiunturale di luglio dell'Ufficio parlamentare di bilancio in cui si segnala "un rallentamento dell’attività economica, che si potrebbe protrarre nel corso dell’estate determinando un lieve peggioramento nelle previsioni di crescita per l’anno in corso e influenzando, in considerazione del minor effetto di trascinamento, anche i risultati del 2019". In particolare, l'Upb stima che "l’espansione del Pil nella media del 2018 si attesterebbe all’1,2 per cento sulla base dei conti trimestrali, che potrebbe tradursi in un incremento dell’1,3 per cento nei conti annuali (che non correggono per il numero dei giorni di lavoro)". Si avrebbe quindi una revisione al ribasso di un decimo di punto percentuale rispetto ai valori previsti dall’Upb a maggio. "La minor variazione acquisita per il 2019 porterebbe a una correzione della crescita del Pil anche per il prossimo anno, che risulterebbe di poco superiore all’uno per cento", sottolinea ancora l'Upb.

L’Italia è convinta che non servirà arrivare a porre il suo veto al prolungamento delle sanzioni europee alla Russia e che riuscirà a “convincere” i partner “con i numeri”, ma "non avrà paura a dire dei 'no' che altri non hanno detto”. Lo ha detto il ministro dell’Interno e vice premier, Matteo Salvini, in conferenza stampa a Mosca, al termine della sua visita. “Non si parte preannunciando veti che possono essere la soluzione finale", ma il governo non esclude nessuno strumento, ha spiegato il ministro. “Noi vogliamo convincere con le buone maniere, con l'arte delle democrazia, dei numeri e delle evidenze”, ha spiegato. “Faremo di tutto per non doverci trovare a dire dei no, che comunque non ci spaventano”, ha continuato Salvini, secondo il quale tale approccio dell’Italia a Bruxelles va applicato anche ad altri dossier, come il bilancio europeo, la politica agricola e i migranti. “Ci sono dossier, su cui, se non riusciremo a convincere, non avremo paura a dire dei no che altri non hanno detto”, ha concluso.

 

Il laghetto di Villa Ada, cuore del secondo parco pubblico più grande della Capitale, deturpato dalla presenza di liquame giallo e schiumoso, probabilmente olio da cucina. È accaduto venerdì della scorsa settimana, quando all'apertura mattutina del parco molti visitatori si sono accorti della presenza del liquido giallo e dei numerose bolle che galleggiavano nel bacino d'acqua, popolato da pesci e tartarughe ed attrazione per bimbi e turisti.

Una associazione di cittadini ha sporto denuncia alla Polizia Locale del Campidoglio, che ha svolto le sue verifiche e nei prossimi giorni tornerà a più riprese nell'area per monitorare se i versamenti di liquame si verificheranno nuovamente. 

Non distante dal laghetto anche quest'anno si svolge la rassegna musicale serale 'Roma incontra il mondo', che propone concerti accompagnati da stand enogastronomici. Lo scorso 16 giugno, dopo un controllo in seguito ad un esposto di un'associazione di podisti, i vigili della Polizia Locale del Comune avevano riscontrato che il responsabile della manifestazione "non era in grado di esibire le autorizzazioni", poi rilasciate come testimoniato con un successivo accertamento del 27 giugno. Non esiste al momento alcuna prova o indizio che possa collegare questo estemporaneo inquinamento del lago con la manifestazione. Più probabile il gesto di qualche teppista di passaggio.

Flag Counter